-3°

Libri

Ecco i nuovi talenti, secondo Cortellessa

Nel nuovo millennio in Italia hanno già esordito 30 scrittori: "La terra della prosa" li elenca tutti, da Nori a Saviano

Ecco i nuovi talenti, secondo Cortellessa
Ricevi gratis le news
0

Il facondo e fecondo Andrea Cortellessa ha preparato, per l'editore L'Orma di Roma, un poderoso volume antologico «La terra della prosa. Narratori italiani degli Anni Zero (1990-2014)» che raccoglie trenta narratori che hanno esordito nel nuovo millennio e che vale davvero la pena di leggere, come ci garantiscono la quarta di copertina e, naturalmente, il curatore che è uno dei critici e studiosi italiani di più vasta e sicura preparazione, sempre addotto alle tante novità del mercato quotidiano e presentissimo commentatore della nostra Letteratura, come questa antologia testimonia ad abundantiam. Per dovere d'informazione trascriviamo l'elenco di questi narratori: Tommaso Pincio, Paolo Nori, Ugo Cornia, Antonio Pascale, Franco Permunian, Nicola Lagioia, Christian Raimo, Leonardi Pica Giamarra, Laura Pugno, Franco Arminio, Valerio Magrelli, Paolo Morelli, Emanuele Trevi, Mariano Bàino, Giorgio Falco, Giuseppe A. Samonà, Eugenio Baroncelli, Ornella Vorpsi, Luca Ricci, Luca Rastello, Roberto Saviano, Babsi Jones, Andrea Baiani, Francesco Pecoraro, Giorgio Vasta, Gherardo Bortolotti, Gabriele Pedullà, Gilda Policastro, Davide Orecchio e Emanuela Garbè. Alle pagine di costoro, Cortellessa ha aggiunto un singolare corredo informativo biografico e critico, completando con giudizi e citazioni le tracce dei narratori e fondendo in tal modo un punto di partenza per i futuri storici della nostra narrativa che non potranno non tener conto di questo primo e orgoglioso bilancio tracciato a miracol mostrare. Come tutti noi che scriviamo possiamo documentare, certi nomi - nonostante la buona volontà di Cortellessa - son rimasti fuori, ma nessuna operazione di questo genere è esente da difetti per scelta o per omissioni volontarie. Cominciamo dunque ad aggirarci tra gli scrittori di questa pattuglia, che reca nomi già, più e più volte fatti, ma anche illustri sconosciuti (a noi, s'intende!) sui quali occorre forse sospendere ora il giudizio anche dopo la lettura delle pagine loro assegnate, e anche per il giusto motivo che, scrive Cortellessa concludendo la propria amplissima introduzione: «I libri migliori sono sempre quelli a venire». Intanto, i trenta narratori de «La terra della prosa» si presentano, fra avanguardia e tradizione - pur con mille incongruenze e contraddizioni - alla ricerca di nuovi stili e nuove curiosità da esibire. Ma con un denominatore comune e preoccupante: l'incertezza. Alcuni di loro si ha l'impressione che scrivano senza saper bene come e cosa scrivere, quasi per scommessa. Altri percorrono un cammino già segnato, sono dei gelosi conservatori della propria identità. Altri ancora incedono nel gran mare del racconto e del romanzo come se giocassero al calcio; si sa: il pallone è rotondo, e nessuno sa dove finirà. Altri ancora son sospesi tra prosa narrativa, saggistica sociale e invenzioni parodistiche. Altri ancora li ritroviamo, sia tra gli autori antologizzati, sia tra i critici che li presentano e li commentano in una commistione di ruoli che non ne favorisce certo la trasparenza; ma, insomma, siamo tutti amici degli amici, o qualcosa del genere. Cortellessa con grande abilità cerca di tenere insieme l'anima del suo faticoso lavoro assicurandoci che «vale davvero la pena di leggere» questo libro, e almeno in senso documentativo possiamo dargli ragione. Ma rimane tuttavia in noi l'esitazione e la cautela nei confronti della pattuglia messa in campo, pattuglia che nell'inevitabile discontinuità dei discorsi e degli stili, segna davvero il senso di precarietà che quasi tutti questi scrittori o aspiranti tali suggeriscono, mentre son rimasti oltre il cerchio dei trenta Letizia Muratori, Giuseppe Lupo, Francesco Raparelli, Matteo Nucci e Roberto Barbolini ad esempio. Scontate le presenze di Valerio Magrelli, di Paolo Nori, di Emanuele Trevi, di Andrea Bajani e di Gabriele Pedullà, dobbiamo precisare che il solo autentico narratore del gruppo è senz'altro Francesco Pecoraro che con «La vita in tempo di pace» ha composto davvero un romanzo di sicuro impianto, un'opera che sta dentro il nostro tempo.
E, proprio a proposito dello stile (che non s'impara nelle scuole di scrittura, ma soltanto leggendo i classici di ieri e di oggi) un'altra domanda vorremmo fare ai Trenta: quanti di voi hanno letto gli scrittori italiani del Novecento? Un amaro sospetto ci è venuto, infatti: che pochi l'abbiano fatto preferendo invece i pasticci che ci arrivano debitamente celebrati ed esaltati da oltreoceano, quei pasticci di pietà e ovvietà che il nuovo millennio accetta, imita e patisce senza protestare. Tuttavia dobbiamo concludere che «La terra della prosa» risulta un efficace strumento di consultazione e un indice biobibliografico molto ricco e curato, ardito ed esemplare nel suo tentativo di proporsi quale libro di lettura e di studio.
La terra della prosa - L'Orma ed., pag. 881, euro 30

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

NT

LE IENE

Nadia Toffa si commuove in tv: "Mi ha stupito l'affetto della gente" Video

Incassi esplosivi per Star Wars

CINEMA

Incassi esplosivi per Star Wars

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani l'inserto economia: focus sull'Ape Social

GAZZETTA

L'inserto economia: focus sull'Ape Social

Lealtrenotizie

carabinieri sera

GUASTALLA

Si schianta al limite del coma etilico: denuncia e multa da 10mila euro per un 24enne

Il giovane aveva un tasso alcolico di oltre 4 volte superiore il limite consentito: per lui, addio a patente e auto

BASSA

Alluvione, 5 giorni dopo: Colorno e Lentigione viste dal cielo Foto

Foto aeree di Fabrizio Perotti (Obiettivo Volare)

IL CASO

Invalida al 100%, con la pensione minima, si trova una retta Asp di 650 euro

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto del giovane architetto Nicola Riccò

L'idea in una tesi di laurea

GUSTO

Gara degli anolini: trionfa la Rosetta La classifica

In lizza dieci gastronomie della città: la panetteria di via XXII Luglio si aggiudica la vittoria

5commenti

LUDOPATIA

Gioco d'azzardo, allarme a Parma: spendiamo in media 1.525 euro a testa (neonati compresi)

2commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

AUTOSTRADA

Incidente in A1: code fra Parma e Reggio Emilia questa mattina

Problemi anche fra Lodi e Casalpusterlengo, a Modena e a Bologna

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

LIBANO

Diplomatica violentata e uccisa: arrestato un uomo

milano

Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese. Il convivente confessa l'omicidio

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5

1commento