10°

20°

LICEO TOSCHI

Noi non c’eravamo, ma vogliamo sapere

Noi non c’eravamo, ma vogliamo sapere
Ricevi gratis le news
0

L'incontro

ANDREA SCHIVAZZAPPA
VB GRAFICA


«Noi non c'eravamo, ma vogliamo sapere!» Con questa frase si possono riassumere i due incontri inerenti alla strage di Piazza Fontana ai quali hanno partecipato i ragazzi delle classi quinte del liceo Toschi: prima, la visione di «Romanzo di una strage», film del 2012 diretto da Marco Tullio Giordana, poi, l’incontro in aula magna con Benedetta Tobagi e Carlo Arnoldi, presidente dell'associazione Piazza Fontana 12 dicembre '69. L'incontro con i due ospiti ha offerto ai ragazzi un'occasione di rendersi partecipi di un fatto storico drammatico, che ancora oggi presenta dei quesiti irrisolti. La Tobagi, che in questo periodo sta approntando una tesi per un dottorato al Dipartimento di Italianistica dell’University College di Londra sui fatti di Piazza Loggia a Brescia, ha brillantemente illustrato il periodo storico del dopoguerra in Italia e in Europa, gli interessi di parte e le rivalità politiche del tempo che hanno portato come risultato a degli eventi drammatici, come la strage di Piazza Fontana. Protagonista della storia è «un'Italia fragile», «una debole Repubblica» che risente ancora del dramma della seconda guerra mondiale e che presenta schieramenti politici contrapposti e ideologie in crisi. Dei fatti accaduti a Milano, quel tragico 12 dicembre del ’69, ha parlato Carlo Arnoldi, testimone indiretto, figlio di Giovanni, morto per lo scoppio della bomba all’interno della Banca Nazionale dell’Agricoltura. «A quell’epoca avevo solo quindici anni. Fui io a ricevere la telefonata che ci informava che mio padre era ricoverato al Fatebenefratelli. Fui io a dirlo a mia madre. Il giorno dei funerali, noi, che abitavamo in provincia, impiegammo tempo ad arrivare in Piazza Duomo. La bara era già stata chiusa, per via dell’ordine alfabetico; mia madre mi ringrazia ancora oggi di poterlo ricordare com’era in vita. Di quel giorno, in Piazza Duomo, non posso dimenticare la nebbia e il silenzio: erano migliaia, nessuno parlava, si sentivano i nostri passi sul selciato». In memoria dei loro cari, Carlo Arnoldi e i famigliari delle vittime, riuniti nell’Associazione Piazza Fontana 12 dicembre '69, da quel giorno combattono per la Verità e la Giustizia, parole da scrivere con le maiuscole. Nonostante tutto, bisogna dirlo, nonostante le numerose sentenze di Stato che hanno cercato di chiudere la faccenda, senza dare troppe risposte. La testimonianza, seguita da un lungo applauso di ringraziamento e sostegno, ha aperto le porte ad un dibattito interessante. I ragazzi, dopo un piccolo accenno di tensione emotiva, si sono fatti avanti con domande che spaziavano dalla visione specifica della strage, a questioni politiche e sociali di grande rilevanza. Il messaggio che hanno trasmesso la Tobagi e Arnoldi è che, nonostante le avversità che possono portarci ad arrenderci, noi dobbiamo continuare a lottare perché Verità e Giustizia siano sempre rispettate. Ci sono personaggi storici, che hanno combattuto per questa causa e sono stati assassinati: il loro contributo deve rimanere indelebile, nella storia, tramandato di generazione in generazione. Noi giovani, che non c'eravamo, vogliamo sapere. Diteci allora come sono andate veramente le cose.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

1commento

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Trento doc «Etyssa», spumante di montagna nel nome dell'amicizia

IL VINO

Trento doc «Etyssa», spumante di montagna nel nome dell'amicizia

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

BLOCCO DEL TRAFFICO

Più della metà delle auto diesel dei parmigiani non può transitare

3commenti

IL CASO

L'ex moglie smaschera il marito dalle mille identità

weekend

Castagne, musica e iniziative nei castelli: l'agenda

INCIDENTE

Scontro auto-moto a Langhirano: un ferito grave

Lo scontro è avvenuto in via Roma

TRIBUNALE

«Florentina, non ci sono abbastanza prove per processare Devincenzi»

COLORNO

Ponte sul Po chiuso, tutti a piedi verso Casalmaggiore

1commento

FURTO

Salso, i ladri bucano la finestra e fanno razzia

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

SERIE B

Parma, batti un colpo

MONCHIO

Rubata un'auto, razzia di attrezzi da lavoro e tentato furto in un bar

PEDRIGNANO

Pitbull assale la padrona e un suo amico

Cultura

Cimeli verdiani, Ministero interessato

Appennino

Fra mucche e cavalli: i ragazzi del "Bocchialini" seguono la transumanza Foto

Discesa dal Monte Tavola a Ravarano

1commento

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

La foto è stata pubblicata su Facebook da Enrico Maletti

6commenti

PARMA

Spray al peperoncino a scuola: in 5 al pronto soccorso

9commenti

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Garani è presidente del gruppo fotografico Obbiettivo Natura

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La «Lunga marcia» della nuova Cina

di Domenico Cacopardo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

Como

Anche la quarta figlia è morta nell'incendio

SPORT

Moto

Phillip Island: super Marquez, Dovizioso indietro

serie b

Anticipi e posticipi : il calendario del Parma fino al 2 dicembre

SOCIETA'

Medicina

Boom delle malattie legate al sesso: sifilide +400%

PARMA

"Nessuno va abbandonato in mare": la testimonianza del capitano Gatti Video

1commento

MOTORI

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va

IL MINI SUV

Da oggi la nuova Citroën C3 Aircross: