12°

23°

terrorismo

Parigi: la solidarietà delle scuole

Parigi: la solidarietà delle scuole
Ricevi gratis le news
8

Oggi, a partire da una idea del preside Guido Campanini (nella foto gli studenti del Romagnosi) saranno molte le scuole che si fermeranno per due minuti di silenzio. IL dirigente del Bertolucci, Aluisin Tosolini, ci ha girato la comunicazione inviata a studenti e docenti del liceo di via Toscana. Il momento musicale è stato fissato IN PIAZZALE BARBIERI A BARRIERA BIXIO alle ore 12, in concomitanza con il minuto di silenzio in Francia.

I terribili fatti di Parigi, dove ieri due terroristi hanno trucidato 10 giornalisti del settimanale Charlie Hebdo e 2 agenti di polizia, toccano ognuno di noi.

Seguendo il suggerimento lanciato dal preside Guido Campanini anche il liceo Bertolucci vuole manifestare pubblicamente la propria solidarietà con le vittime e con la Francia intera che oggi è in lutto nazionale.

Vogliamo dire il nostro dolore ma anche il nostro impegno nei confronti della libertà e della democrazia. Ed anche il nostro rifiuto a alla strumentalizzazione del dolore e della solidarietà da parte di quanti intendo usare le armi della violenza e del terrorismo per portarci al rifiuto dell’altro, all’islamofobia, alla xenofobia.

Per questo motivo, d’accordo con i rappresentanti degli studenti in consiglio di istituto, comunico che tutti gli studenti e tutti i docenti di tutte le classi assieme a tutto il personale si recheranno, alle ore 10.45, in assoluto silenzio, nel cortile antistante la scuola con in mano una matita e sosteranno in cortile alle 10.50 per 2 minuti di silenzio.

A ognuno e tutti, studenti e docenti, chiedo la massima collaborazione anche nella riempire di significato questo momento a partire da una riflessione

Gli studenti del liceo musicale effettueranno la stessa iniziativa alle ore 11.50 recandosi presso la zona pedonale di barriera Bixio dove, alle ore 12.00, in concomitanza con il minuto di silenzio che fermerà tutta la Francia, sarà eseguito un brano musicale.

...........................................

E nel pomeriggio presidio in Piazza

CGIL, CISL e UIL di Parma esprimono solidarietà e vicinanza ai cittadini e lavoratori francesi per il vile attacco terroristico che, nella giornata di ieri, è stato portato alla sede della testata parigina Charlie Hebdo, causando la morte di 12 persone.

Un attentato che ha inteso colpire un obiettivo fortemente simbolico e che per questo richiede una ancora più forte condanna, che stigmatizzi, senza alcuna ambiguità, sia il tentativo di attaccare alcuni dei beni indisponibili della democrazia e dei valori costituenti del modello sociale europeo, la libertà di espressione e il diritto all’informazione, sia la tentazione di strumentalizzare in chiave islamofobica un gesto ascrivibile ad un fanatismo settario.

Per questo nel pomeriggio di oggi, giovedì 8 gennaio, alle ore 17.30, CGIL, CISL e UIL di Parma scenderanno in presidio in piazza Garibaldi a difesa della libertà di espressione e contro ogni forma di estremismo. Nell’invitare tutti i cittadini a partecipare, si segnala che, ad ora, hanno aderito all’iniziativa le associazioni Libera e ANPI Parma. L’elenco delle adesioni verrà aggiornato nelle prossime ore.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Andrea

    08 Gennaio @ 19.04

    Dai commenti si vede quanto è stato capito il senso della manifestazione di solidarietà per la libertà di espressione. Poi riguardo agli "islamisti": per caso avete letto il nome del poliziotto trucidato quando era a terra? Si chiamava Ahmed, era mussulmano. Se continuate ad associare tutto l'Islam a questi pazzi fanatici fate solo il loro gioco, è quello a cui puntano, vogliono questa contrapposizione che stanno provando a fare fin dall'11/9 ed in voi trovano complici (in)consapevoli. Aprite gli occhi, le prime vittime di questa situazione sono proprio i mussulmani, sia in termini numerici (migliaia e migliaia di morti ammazzati, ma fan poca notizia) e pure segregati. Non fate il,loro gioco, isoliamoli, non facciamoli nascondere in mezzo a miliardi di credenti.

    Rispondi

  • Biffo

    08 Gennaio @ 17.29

    Spero solo che non partecipino i soliti filoislamici de noantri, quelli e quelle con hijab pied-de-poule rossobianco o bianconero.

    Rispondi

  • GMAlessandrini

    08 Gennaio @ 17.03

    "Aprire le menti" non vuol dire accettare i fanatismi, anzi, vuol dire liberarsene. Ma vuol dire anche non appiattire, non semplificare sempre tutto. E' questo che la scuola dovrebbe fare, insegnare a leggere la complessità e ad avere un pensiero indipendente e incondizionato sia dall'integralismo religioso sia dall'opinione comune. Quindi, se la scuola aiuta i ragazzi a far capire: -che non tutto l'Islam è così ma che il fanatismo islamico è comunque da condannare; - che devono fare attenzione a non diventare estremisti sia nella difesa a oltranza che nell'attacco violento; -che in ogni cosa devono porsi con obiettività e valutare razionalmente ogni elemento senza fermarsi all'onda emotiva di massa; -che la difesa di qualsiasi libertà deve essere la loro preoccupazione principale; allora sì che la scuola ha fatto il suo compito.

    Rispondi

    • Andrea

      08 Gennaio @ 19.42

      Bravo, sono d'accordo!

      Rispondi

  • Franca

    08 Gennaio @ 14.00

    Islamofobia? Ma no bisogna amarli questi islamici tanto moderati. ..d'accordo con Piero

    Rispondi

  • Andrea

    08 Gennaio @ 13.54

    @Piero: la cosa più patetica qui è il tuo commento. Ben venga una scuola che apra le menti ai nostri ragazzi, altrimenti diventeranno come te

    Rispondi

    • Piero

      08 Gennaio @ 14.51

      La scuola più che aprire le menti, indottrina le nuove generazioni al "politicamente corretto" corrente in quel momento storico. Poi, ognuno è libero di pensarla come vuole, qui (per ora) non siamo in uno stato islamico. In ogni modo come disse un Cristiano a suo tempo: "Non ragioniam di lor, ma guarda e passa".

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

AUTOVELOX

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

Lealtrenotizie

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

Trasporto pubblico

Autobus: accolto dal Tar il ricorso Tep

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

Dramma

Tragica maratona, muore 49enne di Polignano Video

L'esperto: "Non sottovalutare i campanelli di allarme" (Video)

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Solomon incapace di intendere e di volere

1commento

Tg Parma

Via Langhirano: 16enne a piedi travolta da un'auto, è al Maggiore Video

Parco Bizzozero

Donna presa a pugni dai tifosi pescaresi

5commenti

sicurezza idrica

Ecco come funziona la "diga" sulla Parma

A "lezione" dai tecnici dell'Aipo

Regione

Chiusura centri vaccini di Colorno, Salso, Fidenza e Busseto, protesta FdI-An

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

NOSTRE INIZIATIVE

Con la Gazzetta lo speciale Salute e benessere

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

1commento

ITALIA/MONDO

Catalogna

Due leader indipendentisti arrestati per sedizione

BUSTO ARSIZIO

La ventenne scomparsa si chiama Dafne Di Scipio. Aperto un fascicolo

SPORT

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SERIE B

Parma, bisogna cambiare rotta

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel