23°

32°

Quartieri - Lubiana San Lazzaro

"Che fatica andare a scuola in bus se abiti a San Prospero"

Fatou: "Mi alzo alle 5,30: per Parma c'è una sola corsa ogni ora".

San Prospero

San Prospero

Ricevi gratis le news
0

 

Alzarsi alle 5.30 del mattino per iniziare le lezioni alle 8. Per Fatou, giovane studentessa del Giordani – così come per altri suoi coetanei che abitano a San Prospero -, è la normalità.
Una normalità spiacevole ma difficilmente inevitabile. «Da San Prospero parte solo un autobus, il numero 23, diretto a Parma – racconta - e solo uno ogni ora, anche di mattina nel periodo scolastico. Prendere quello delle 7.48 significa arrivare in ritardo a scuola, considerato il fatto che, una volta scesa davanti al Barilla Center, poi devo fare un pezzo a piedi. Non mi resta che prendere quello delle 6.48, che significa svegliarmi presto e arrivare a scuola un’ora prima. Almeno ci lasciano entrare e non dobbiamo stare fuori al freddo».
Un’alternativa ci sarebbe anche, ma Fatou ha dovuto scartarla. «Alle 7.15 – spiega – passa l’autobus proveniente da Sant’Ilario, ma i ragazzi di Sant’Ilario che studiano a Parma sono tantissimi ed è sempre pieno. Così pieno – precisa – che non c’è spazio per salire».
«Conosciamo bene la situazione – confermano due “ex ragazzi” di San Prospero - anche quando andavamo a scuola noi c’erano gli stessi problemi. Sono anni che facciamo segnalazioni ma nessuno ha mai fatto nulla». «Eppure – dice Fatou – basterebbe poco: raddoppiare la corsa che arriva da Sant’Ilario alle 7.15, oppure, almeno nelle ore di punta, aggiungere una corsa che parta da San Prospero». Finita la scuola, nemmeno tornare a casa, è una passeggiata: «Riprendo il 23 in viale Mentana e durante la settimana alle 13.35 ne passano due. Non al sabato, però, e anche in questo caso c’è chi resta a terra». Non tutti i 23, poi, arrivano fino a San Prospero: alcuni si fermano al parcheggio scambiatore Est, dove è previsto il fine corsa. «Se ti distrai un attimo e sali su quello sbagliato poi devi scendere e aspettare quello successivo». Il problema degli scarsi collegamenti tra la frazione e Parma è noto da tempo: «Siamo abbandonati – dicono i residenti –, siamo terra di nessuno. E’ vero che fino a qualche decennio fa eravamo solo poche case, ma ora sono sorti quartieri, abitazioni eppure noi siamo sempre senza servizi. Tanti lavorano a Parma: non avere mezzi pubblici significa obbligarli ad usare l’auto». «E chi l’auto non ce l’ha? – si chiede una signora -. Almeno durante il periodo scolastico l’autobus c’è una volta all’ora, ma d’estate alla domenica neanche passa. Io che non guido come posso spostarmi?».
Magari in bicicletta. «Peccato che le piste ciclabili da San Prospero a Parma, tra buche e interruzioni, siano più pericolose della strada», commenta un residente.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

spagna

Barcellona, la polizia: "Cellula smantellata". La Catalogna smentisce

SPORT

SERIE A

Higuain, Dybala, Mandzukic: la Juve travolge il Cagliari

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti