12°

viabilità

Via Zarotto: su senso unico e corsia preferenziale "non si torna indietro"

Il Comune: non è una strada di attraversamento

Via Zarotto: senso unico
Ricevi gratis le news
13

Comunicato stampa

Ogni tanto tornano in modo ricorrente le polemiche sul tratto corsia preferenziale istituita tempo fa in via Zarotto, nel tratto fra via Sidoli e via Casa Bianca in direzione di “strada Elevata”.
In proposito il Comune fa sapere che non sono previsti cambiamenti né marce indietro rispetto alla situazione attuale.
Il perché è presto detto. La percorrenza a doppio senso sull’intera via Zarotto attirerebbe il traffico di attraversamento diretto in tangenziale nord, che – ovviamente tende ad utilizzare appunto via Zarotto e via Mantova per accorciare il percorso, anziché percorrere l’intera circonvallazione per utilizzare il collegamento diretto fra le due tangenziali con il by pass di via Emilia est.
Tale soluzione produrrebbe però una notevole mole di traffico “parassitario” con lunghe code in corrispondenza del maxi incrocio di “strada Elevata”, e renderebbe assai più problematico e meno efficiente il percorso dei bus, come era ben evidente prima dell’entrata in vigore del provvedimento.
“La corsia riservata resterà a tutela del trasporto pubblico – afferma l’assessore alla viabilità Gabriele Folli – non c’è nessun motivo tecnico per cancellarla. So bene, e comprendo, che la riduzione del traffico su via Zarotto non è gradita ai commercianti, ma così la strada è meno congestionata, l’aria è più respirabile, e il traffico locale può arrivare ovunque e raggiungere anche gli esercizi commerciali con modeste deviazioni. Chi decide di usare l’auto e deve recarsi a nord della città, deve utilizzare le tangenziali. Giusto ieri – conclude l’assessore – ho ricevuto una lettera da una cittadina che mi esorta a non cedere alle pressioni di chi chiede il ritorno al passato e mi sento di poter affermare che, in larga misura, i residenti abbiano apprezzato la scelta dell’Amministrazione”.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Valentina

    22 Gennaio @ 11.38

    E ai residenti del quartiere Lubiana chi ci pensa? Per accedere alle vie interne di via Sidoli ormai da anni bisogna fare un percorso che ha dell'assurdo: visto il senso unico di via Zarotto, il senso unico del primo tratto di via Hiroshima, il cordolo all'altezza di via Zarotto, chi malauguratamente si trovasse a risiedere nelle vie interne deve allungare il proprio percorso di quasi un chilometro, e transitare in via Stalingrado o via Lidice, strade residenziali, relativamente strette e ormai piene di buche. Affermare che via Zarotto non è una strada di attraversamento non mi pare corretto, meglio percorrere una strada lineare e diretta, o attraversare un intero quartiere residenziale, con aumento dei rischi per i pedoni e di emissioni di CO2? Via Zarotto era una strada anche commerciale, ora arrivare alla piscina e palestra Jocker non è scontato, così come ai negozi posti dopo via Casa Bianca. Per non ricordare la triste sorte di quello che era il distributore di benzina Esso su via Zarotto, ormai smantellato per metà. Che ne sarà di quell'area abbandonata a sè stessa?

    Rispondi

  • Giulio

    22 Gennaio @ 11.23

    un divieto inutile e che -giustamente- non viene quasi mai rispettato. poi come sempre a parma le corsie adibite agli autobus potrebbero come minimo farle ad orari, visto che di notte gli autobus non passano, si potrebbe lasciare libera la circolazione. infine mi associo alla questione dell'aria più pulita: cosa serve decongestionare il traffico in una via, quando poi costringete a fare dei giri che fanno perdere molto più tempo e quindi a far inquinare di più?

    Rispondi

  • gherlan

    22 Gennaio @ 09.09

    @ Redazione: a maggior ragione, se la foto dell'auto è d'archivio, andrebbe cancellata la targa (questo in generale, per motivi di riservatezza del proprietario) oppure evidenziato maggiormente che si tratta di un'immagine vecchia.

    Rispondi

  • GIGI67

    22 Gennaio @ 08.35

    luigirovaldi

    Sono d'accordo con l'assessore Folli, ma la sostanza è che gli automobilisti se ne infischiano bellamente e continuano a percorrere (oltretutto a velocità elevata) Via Zarotto in direzione nord nonostante il divieto. Secondo me bisognerebbe sostituire il segnale di "divieto di transito" con un grande "divieto d'accesso", meglio recepito dall'utenza; inoltre qualche pattuglia della Municipale "a spot" non guasterebbe, soprattutto nei pressi dell'attraversamento pedonale di fronte alla piscina, dove i pedoni sono molto a rischio!

    Rispondi

  • ilfogo

    21 Gennaio @ 22.14

    tutto si può dire tranne che "i residenti abbiano apprezzato la scelta dell’Amministrazione”!!! io abito in piazza Lubiana e posso garantire che nessuno ha gradito, anzi!! ci ritroviamo ogni giorno a fare un giro dell'oca infinito per arrivare a casa, e in tutti questi anni (in cui si è parlato tanto di sprechi e prezzi della benzina) la somma dei chilometri fatti e dello smog emesso da tutte le auto ha fatto sicuramente la sua parte controproducente. e poi andiamo pure a chiudere il traffico al giovedi e alla domenica per l'inquinamento!!!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

"Indietro tutta 30 e lode!" sfiora i 4 milioni di spettatori

televisione

"Indietro tutta" sfiora i 4 milioni di spettatori Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

Il Marconi piange Giulia

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Montagna

Corniglio, si pensa a una eventuale «class action» contro Enel

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno

Oltre un milione di danni per l'Alma

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

anteprima gazzetta

Un'altra vittima innocente: "Possiamo migliorare le condizioni nelle strade"

1commento

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

lentigione

I lavori sull'argine dell'Enza visti dal drone Video

Ricerca

Centri storici: quello di Parma tra i più dinamici in Italia

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Monza

Trovato il cadavere dell'ex calciatore Andrea La Rosa: era nel bagagliaio di un’auto

Francia

Scontro treno-scuolabus, "21 alunni feriti gravi"

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS