22°

32°

POLEMICA

Genitori contro Paci: "Nessun asilo è garantito"

Genitori contro Paci: "Nessun asilo è garantito"

Asilo nido

Ricevi gratis le news
11

"Le parole del vicesindaco Paci lo confermano: nessun asilo e’ sicuro di rimanere aperto". E' questo l'allarme lanciato dai genitori riuniti nel Comitato "Per fare un bambino ci vuole un asilo".

L'allarme nasce dalle parole pronunciate dal vicesindaco al si fuori della seduta del Consiglio comunale, quando è andata a parlare alle maestre che protestavano.

"Le persone coinvolte dalla sicura riorganizzazione dei servizi educativi 0-6, in questo caso gli educatori dei servizi comunali e partecipati hanno ottenuto un breve incontro con la giunta durante il quale e’ stata ribadita la richiesta di veder garantito il diritto al lavoro e di avere quanto prima informazioni sulle intenzioni del Comune in termini di riorganizzazione - scrivono in genitori in una nota -.La dott. Paci ha sostanzialmente ribadito i concetti di incertezza legati ai tagli del Comune ( in maniera formale  attraverso un comunicato stampa: leggi qui) aggiungendo pero’ dei passaggi che, come genitori interessati e coinvolti, vogliamo sottolineare:
Mentre accusava gli educatori di esser fuori luogo e fuori tempo (quindi di aver inscenato una manifestazione a scopo “strumentale”) affermava che ad oggi il Comune non puo’ comunicare quali saranno le sedi aperte in nidi e materne a settembre, e quanti i posti disponibili: e’ quindi UFFICIALE che TUTTE LE STRUTTURE SCOLASTICHE 0-6 di Parma sono a rischio CHIUSURA PARZIALE o TOTALE! Nessun genitore pertanto pensi di avere il posto garantito per il proprio figlio (a parte, forse, quelli gia’ frequentanti che riconfermino il posto nella struttura….forse)
Il comune sta lavorando per stilare le graduatorie, quanto alla diffusione dei moduli per riconferma posti non c’e’ alcuna traccia nei comunicati e quindi ancora non si sa quando verranno distribuiti: in ogni caso ad aprile verranno comunicati il numero e la localizzazione dei posti disponibili (e quindi le sezioni od i plessi che saranno soppressi) e verra’ ridefinito il contratto di servizio per Parma infanzia: in sostanza, FINALMENTE, a maggio saremo in grado di operare una scelta sulla base dei posti realmente disponibili (chissa’ se sapremo anche chi sara’ l’erogatore del servizio per ParmaInfanzia)
La Paci sara’ disponibile ad incontrare sindacati e genitori “non appena avrò notizie certe sulla situazione dei servizi”: ancora una volta quindi le parti impattate dalle scelte del Comune saranno coinvolte a decisioni prese, piu’ per mera opera di informazione che di discussione e confronto (con buona pace della “democrazia partecipativa”, forse potremmo ribattezzarla “democrazia informativa”)
La riorganizzazione “zero-sei”, cioe’ la classe unica per bambini di eta’ tra 18mesi e 5 anni e’ motivata dall’essere “particolarmente funzionali ad ottimizzare le presenze dei bambini e quindi a rispondere con la massima flessibilità ai bisogni manifestati dalle famiglie": ci chiediamo in quale occasione abbiano mai espresso i genitori una necessita’ che si e’ tramutata in classi sperimentali 18mesi-5anni che verranno applicate come modello in due asili nido, a noi non risulta alcuna notizia di incontri coi genitori, questionari sulle necessita’ di compensare esigenze familiari-servizi educativi, presentazioni dei risultati sulla sperimentazione (avviata a settembre 2014 a Parma) 18mesi-5 anni che giustifichino l’allargamento della esperienza in tal senso.
Spiace constatare come le corrette, pacifiche e democratiche manifestazioni di dissenso da parte della cittadinanza di Parma vengano colte dall’assessore ai servizi educativi come una sola volonta’ di strumentale propaganda: la realta’ e’ che centinaia di persone oggi sono preoccupate da quanto sta per accadere (ed immaginiamo saranno molte di piu’ dopo la pubblicazione delle decisioni della giunta sui tagli).
Rinnoviamo ancora una volta la disponibilita’ di noi genitori a confrontarci sulle prossime scelte del Comune, ci dia la possibilita’ di essere parte attiva di scelte che condizioneranno pesantemente la vita delle nostre famiglie."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rottamepr

    06 Marzo @ 06.30

    Condivido tutti i commenti!!!! In Italia, Parma inclusa, il calcio ha sempre la priorità su tutto.... Peccato che la nostra giunta oltre a non aver recuperato il credito con il Parma calcio nei giusti tempi sperperi denaro a destra ed a sinistra, x esempio, gonfiando a sproposito i preventivi x dei lavori pubblici...come mi piacerebbe dire tanto su questa giunta peccato che in Italia non esiste la libertà di pensiero e di stampa

    Rispondi

    • Maurizio

      06 Marzo @ 08.14

      Che gli appalti pubblici in Italia siano più costosi che altrove non solo nei lavori montani ma anche in pianura dove teoricamente dovrebbero costare meno è un dato di fatto, probabilmente potrebbe essere come dice lei ma non è proprio corretto dare la colpa sempre al pubblico, evidentemente l’eventuale guadagno o sperpero prende tutte le direzioni, poi magari se davvero gli appalti sono gonfiati a dismisura perché lei non partecipa da addetto ai lavori facendo una offerta giusta?

      Rispondi

    • 06 Marzo @ 06.34

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - 1) Fate da un anonimo nickname, le lezioncine come queste sono patetiche 2) Non è vero che non esistono libertà di stampa e di pensiero: è però vero che Costituzione (mai letta davvero?) e codice penale vietano la diffamazione: quindi le sue frasi sono a rischio di querela e solo lei se ne può prendere la responsabilità. E' qui il limite alla "libertà di pensiero", non nei complotti inventati dalla sua anonima dietrologia, per di più a rischio di querela.....Ripassi (in entrambi i sensi del verbo)

      Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    05 Marzo @ 09.56

    La Paci... è una che non so se valga Manenti, o un po' meno.

    Rispondi

  • Zagor

    04 Marzo @ 19.43

    Care maestre e genitori...ma come vi permettete di fare richieste che avrebbero bisogno di risposte? In questi giorni la nostra amata Giunta capeggiate dal sindaco pentastellato ha l'obiettivo primario di permettere a un pallone di poter continuare a rotolare su un prato verde..... .... non c'è tempo di pensare alla quotidianità delle famiglie....chissenefrega se non sapete dove mettere il vostro bambino, qui o si salva il Parma o si muore. Consiglio personale: organizzatevi in una bella società di calcio ( 11 persone che sanno tirare un calcio a un pallone si trovano sempre...), poi fate 1 milione e mezzo di debiti con il Comune che tanto non ve li chiederà mai e per cercare di recuperarli darà sforbiciate di qua e di là a qualche servizio, e vedrete che la vostra vita cambierà,eccome se cambierà

    Rispondi

    • carmelo

      04 Marzo @ 23.19

      e' normale che non ci sia piu' nulla di garantito li dobbiamo mantenere tutti !!!! arrivano tutti da noi extracomunitari e dal sud pensioni a chi viene dall estero sanita' gratis chi paga?? i soliti! e' finita a parma e in italia forza benefici a tutti poverini !avanti c e' posto! asili mense scuole tutto gratis tanto paga ... chi ha lavorato prima!! e' ancora presto l bello deve ancora arrivare!!! fuggite ora che potete!

      Rispondi

  • Vercingetorige

    04 Marzo @ 18.13

    PER FARE UN BAMBINO CI VOGLIONO UN PAPA' , UNA MAMMA E UNA FAMIGLIA ! Non ci vuole un deposito a ore in cui lasciarlo alla mattina ed andarlo a prendere alla sera , perchè , poi , vengon fuori quelli della Galleria Polidoro. Certo , purtroppo , è spesso necessario che i genitori lavorino tutti e due , e non sempre ci sono disponibili i nonni. Nei Paesi Civili gli asili per i bambini delle lavoratrici madri sono dentro le fabbriche . Alla Olivetti di Ivrea c' erano dall' anteguerra . Il contributo trattenuto alla lavoratrice era l' equivalente di 50 centesimi di euro al giorno per bambino.

    Rispondi

    • Zagor

      04 Marzo @ 20.16

      Nei Paesi Civili c'è un supporto alle famiglie sin dai primi mesi di vita dei bambini...nei Paesi Civili investono 5 volte tanto investe il nostro Paese nei servizi pubblici ai bambini....nei Paesi civili non c'è bisogno dei nonni perché è il tuo Paese che ti aiuta...se poi immaginiamo che l'asilo sia solo una sorta di deposito-bagagli..bè,allora è giusto non investirci neppure un euro...

      Rispondi

      • carmelo

        04 Marzo @ 23.23

        la civilta' e' fatta dalla popolazione dagli insegnamenti hanno rubato tutto in italia avete pretese che siano i ladri a darvi i benefici?? e continuate a pretendere che sia il governo a pensare per voi non vi accorgete che vi stanno massacrando?? e non dite nulla! paurosi ipocriti vigliacchi!!!!

        Rispondi

        • Vercingetorige

          05 Marzo @ 16.58

          E' TORNATA DOLORES IBARRURI ! Aspettiamo che ci guidi nella rivoluzione ! Quando partiamo alla conquista della Bastiglia ?

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti