asili

Tartaruga, così il papà di "Ratman" disegna la protesta

I genitori replicano a Pizzarotti: "Se quella la chiama verità..."

Tartaruga, così  il papà di "Ratman" disegna la protesta
Ricevi gratis le news
1

Il Comitato AttivarSI per l’Infanzia, promotore del referendum consultivo sui tagli che il Comune ha programma ai servizi educativi comunali, replica alla lettera aperta del sindaco Pizzarotti. 

"VERITA’ è una parola importante, assoluta, è un valore ed un principio che deve essere osservato.
VERITA’ è una parola sacra come BAMBINO, come TRASPARENZA, parole che meritano la giusta considerazione e la giusta umiltà.

In riferimento alla lettera aperta del Sindaco di venerdi 8 maggio, lettera che giunge dopo mesi di incontri e manifestazioni, dopo l’imposizione di scelte sulle nostre famiglie e sui nostri figli, dopo azioni che la Giunta ha portato avanti in maniera unilaterale,  accogliamo le parole del Sindaco, di “ristabilire il giusto grado di verità”, ma chiediamo che questo sia fatto nel rispetto della parola ‘verità’!

Proprio per il rispetto che nutriamo per i concetti di Verità e di Trasparenza, è doveroso da parte nostra porre l’attenzione su alcuni punti.

1)  E’ stato scritto dal Sindaco che alcuni toni sono dovuti ad una mala comprensione della riforma. I Toni e le proteste sono ovviamente e legittimamente dovuti alla reale conoscenza  di quella che oggi viene chiamata RIFORMA ma che fino a ieri veniva  dall’amministrazione definita IPOTESI di Riorganizzazione.
Si apprende dalla  lettera del Sindaco la comunicazione di una cifra che, per l’ennesima volta, risulta differente rispetto a quelle precedentemente comunicate, ma al contempo c’è silenzio su altri numeri, quelli inerenti i TAGLI.
I tagli ci sono e sono confermati dalla Vicesindaco Paci.  Per i Nidi e per le Scuole dell’infanzia da settembre 2015 si avranno circa 200 posti in meno!
Questi tagli graveranno, esclusivamente sulle strutture gestite dal Comune, salvaguardando quelle gestite dal socio privato.
Tutto ciò non solo tradirà quanto promesso in campagna elettorale, ma andrà esattamente in direzione opposta.

2) Sottolineiamo, per dovere di chiarezza, il fatto che la nostra battaglia è sempre stata a favore della salvaguardia e della tutela della SCUOLA COMUNALE gestita da OPERATORI COMUNALI, risorsa e tradizione da più di quarant’anni per tutta la città di Parma, e NON CONTRO gli altri servizi!
Tuttavia  apprendiamo dalla lettera del Sindaco che dal prossimo anno scolastico “la qualità dei servizi sarà la stessa perché verrà garantito lo stesso  percorso educativo”. Quindi, a bando ancora da pubblicare e non ancora assegnato, evidentemente  si  fa già riferimento, per il prossimo anno, allo stesso socio privato, che risulta avere un gradimento del 98% da parte dei genitori.

3) La volontà di procedere poi ad  un maggior controllo del Comune sulla gestione di Parmainfanzia,  acquisendo la maggioranza delle quote, passando da 49% a 51%, oltre a non comportare di fatto un maggior potere decisionale, poiché il governo della partecipata viene stabilito dagli accordi stipulati con il socio, è oltremodo contraria al processo di razionalizzazione delle società e delle partecipazioni societarie imposto dal legislatore. Inoltre, non sembra rispondere a nessun parametro di efficienza e di efficacia, il mantenimento di due società partecipate dal Comune (Parmainfanzia e ParmaZerosei), peraltro con il medesimo socio privato e dedite allo svolgimento della stessa attività e con una duplicazione di poltrone da assegnare ed un aumento dei costi.

4) Quanto poi al passaggio della lettera del Sindaco relativo ai tempi ed al “decisionismo” rivendicato con retorico orgoglio, in cui si sottolinea come la democrazia non sia un  “continuo rimandare”, segnaliamo che tutto ciò suona beffardo se solo si pensa che il contratto di servizio con Parmainfanzia è scaduto da quattro mesi ed era da oltre due anni che la Giunta ne conosceva la data di scadenza.
Quindi se i tempi sono stretti la responsabilità è unicamente della Giunta. I genitori e i cittadini di Parma, per contro, hanno appreso da meno di due mesi le intenzioni dell’Amministrazione rispetto alle scelte dei tagli ed esternalizzazione delle Scuole dell’infanzia.

5) Il Referendum consultivo, lo strumento di democrazia partecipata, per dare l’opportunità alla cittadinanza di far emergere la propria voce sulle questioni più importanti, viene di fatto, con le parole del Sindaco di ieri, negato e tradito.
Il Referendum non bloccherebbe tutto: sarebbe sufficiente, per consentirlo, che nella delibera di martedì si togliesse la Scuola dell’infanzia attualmente a gestione diretta che è stata inserita nel bando (che proseguirebbe così per il prossimo anno la propria attività come da quaranta anni a questa parte): il bando  potrebbe essere fatto anche senza tale struttura (nonostante nella propria lettera il Sindaco voglia fare apparire il contrario) e avrebbe ad oggetto comunque attività relative ad oltre 25 strutture!
Il Sindaco di Parma, quindi, con la delibera di martedì prossimo non solo andrà in direzione opposta alle promesse elettorali, impedendo consapevolmente ai cittadini di pronunciarsi sul referendum, ma nella lettera inviata l’8 maggio, irride i cittadini invitandoli ad andare avanti con il Referendum quando è lui stesso che lo farà saltare assumendo le decisioni che contemporaneamente annuncia.

6) È poi alquanto curioso il passaggio in cui  i genitori che hanno proposto il Referendum vengono dal Sindaco definiti come coloro che sono sempre contro: sottolineiamo, a tal proposito, che le nostre proposte non sono in opposizione alle scelte fatte storicamente nell’ambito dei Servizi Educativi ma anzi sottintendono che sia rispettata un’altra promessa elettorale fatta nel 2012: quella di far prevalere la salvaguardia dei Servizi Educativi piuttosto che le politiche di mero profitto.

Per concludere, il giusto grado di Verità passa attraverso la capacità di “Ascoltare” e non soltanto di “Sentire” i cittadini, gli stessi che hanno consentito a questa Giunta di occupare quei posti. Differenza forse sottile, ma un baratro tra la vera Democrazia ed una sua pantomima, cominciata con il Nuovo Codice di Comportamento emanato da questa Giunta, che impedisce esplicitamente a tutto il personale Comunale di esprimere qualsivoglia giudizio negativo sull’Operato del Comune, anche tra le mura domestiche. Si tratta di una richiesta che francamente ci sembra più simile ad un editto bulgaro che ad un’apertura Democratica e un passaggio obbligato per azzerare i dissensi interni a Questo Comune.

Il giusto grado di verità allora non è qualche passaggio di una lettera aperta ai giornalisti, il  giusto grado di verità  è rispetto, chiarezza e trasparenza nei riguardi di famiglie impegnate da ormai  mesi su diritti che sono stati negati dalla Giunta, per assecondare logiche non trasparenti,  famiglie che, vi assicuriamo, trascorrerebbero molto più volentieri le loro giornate nella loro normale dimensione quotidiana e familiare!

Parma, 9 maggio 2015
Comitato AttivarSI per l’Infanzia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    09 Maggio @ 19.19

    " Per i Nidi e per le Scuole dell’infanzia da settembre 2015 si avranno circa 200 posti in meno! Questi tagli graveranno, esclusivamente sulle strutture gestite dal Comune, salvaguardando quelle gestite dal socio privato" . Laonde ragion per cui , se il "Tartaruga" passerà a gestione "privata" ( per modo di dire perchè sarà sempre per metà del Comune ) non subirà tagli di posti.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'impressionante eruzione del vulcano in time-lapse

Filippine

L'impressionante eruzione del vulcano in time-lapse

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

3commenti

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

3commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

5commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

BANGKOK

Mistero in Thailandia: ucciso un italiano, si cercano l'ex moglie e il suo amante

MILANO

Tassista abusivo violenta due giovani passeggere

SPORT

tennis

Australian Open: Berdych travolge Fognini, azzurri tutti fuori. Federer ai quarti

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GIOCATTOLI

I mitici mattoncini Lego compiono 60 anni Video

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova