Alvezio ed Irma Ferrari

«Un attimo e ti crolla il mondo attorno»

«Un attimo e ti crolla il mondo attorno»

Silvia Ferrari

Ricevi gratis le news
4

Fintanto che non si prova, non si può comprendere. Tutto, per un momento di disattenzione, di euforia, di inquietudine, in cui il mezzo che si conduce prevale sulla ragione del conducente e, in una frazione di secondo, si distrugge l’esistenza di tante persone.
Tutto accade in un attimo e la vita non è, e non sarà, mai più la stessa. Una cruda realtà, da mettere a fuoco, che attraversa momenti di assurda incredulità e lacerante dolore, momenti invasi da sentimenti inimmaginabili e strani, da sensazioni irripetibili ed inenarrabili. Il cuore scoppia, la testa non aiuta, è un mondo attorno che crolla, è la morte dentro, il senso della fine, del vuoto, della precarietà e della debolezza umana, la consapevolezza di non sapere più cosa aspettarsi dalla vita, quella vita che, solo per una pressione più pesante sulla leva dell’acceleratore, è stata così brutalmente vilipesa e calpestata.
La vita di un’altra persona messa a repentaglio per un comportamento colpevole ed irragionevole, per non avere avuto il riguardo di capire che la strada è di tutti, non soltanto di chi si mette alla guida del proprio veicolo.
Occorre rieducare alla presenza degli altri, al loro rispetto, allo stesso modo come ognuno di noi ha diritto di essere rispettato, poiché la nostra libertà comincia proprio dal rispetto degli altri. Sempre ed ovunque.
In queste lunghe ed interminabili giornate e notti di angosciante attesa per sapere cosa ne sarà della giovane vita della nostra Silvia, che oggi compie diciotto anni, abbiamo pensato a come deve sentirsi chi, per un attimo di distrazione, ha gettato nella disperazione tante persone, arrecando così indicibili sofferenze.
E non possiamo certo nascondere il tumulto di sentimenti dai quali siamo stati pervasi, nei confronti di questa persona, responsabile di siffatto accadimento.
Il perdono è un gesto difficile, ma il tempo, e quello che succederà, potranno incidere notevolmente, ma, dimenticare sarà impossibile, perché qualcosa è penetrato e mai più ti abbandonerà, purtroppo.
Non spetta a noi giudicare, ma riteniamo doveroso, da parte nostra, esprimere un invito solenne a tutti coloro che si mettono alla guida di un veicolo, affinché prestino la necessaria e dovuta attenzione agli altri, alla strada, alle indicazioni segnaletiche, poiché anche un solo attimo di distrazione può costare la vita a persone innocenti e la distruzione della serenità di molte famiglie.
La dimensione di assurdo in cui precipitano le famiglie delle vittime della strada è una delle più dolorose sensazioni che si possano provare. Se poi la vittima è la figlia che compie diciotto anni, allora, forse, si può comprendere come la disperazione in cui siamo precipitati non potrà essere rimediata nemmeno dal tempo, ma vorremmo che servisse da monito a tutti coloro che ritengono di essere i soli utilizzatori della strada, e valutano le loro capacità al di sopra degli enormi ed imponenti rischi che sono perennemente in agguato, ovunque.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • LaoTzu

    18 Dicembre @ 15.52

    254 528 morti o feriti all'anno vittime di incidenti stradali (dati ufficiali ISTAT per il 2014). E primi fattori sono la velocità e la disattenzione, in un paese dove le campagne per l'informazione e la prevenzione degli incidenti stradali sono vergognosamente inconsistenti.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      18 Dicembre @ 17.35

      Le cause prime degli incidenti stradali sono il mancato rispetto della precedenza , ed il sorpasso pericoloso ( in curva , in dosso , con altri veicoli in arrivo dalla direzione opposta) . La velocità aggrava le conseguenze , essendo lapalissiano che un conto è scontrarsi a 30 km/h , altro conto è scontrarsi ai 180. Sono d' accordo che , in Italia , la prevenzione è molto carente . La Polizia non è sulle strade , come in altri Paesi. La sicurezza della gente non si tutela nascondendo macchinette fotografiche in mezzo alle frasche !

      Rispondi

      • LaoTzu

        19 Dicembre @ 06.56

        Sì, Vercingetorige, per maggiore precisione: le prime cause di incidente stradale sono la mancanza di rispetto delle regole (tra cui la velocità eccessiva è il primario) e la disattenzione del guidatore.

        Rispondi

  • BRUNO C.

    18 Dicembre @ 11.07

    PAROLE SANTE

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

In manette la banda delle spaccate: 2 giovani arrestati dai carabinieri

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

7commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Conto da 1.100 euro: i turisti giapponesi denunciano alla Finanza

MILANO

Tassista abusivo violenta due giovani passeggere

SPORT

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

SOCIETA'

GIOCATTOLI

I mitici mattoncini Lego compiono 60 anni Video

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova