-2°

MEDESANO

Compare un nuovo Velo Ok: la polemica si infiamma on line

Botta e risposta fra minoranza e maggioranza sugli autovelox finti

velo ok
Ricevi gratis le news
3

La comparsa in via Dordone a Felegara, di un nuovo «Velo Ok» (i finti autovelox a funzione deterrente che tanto hanno fatto discutere nei Comuni che li hanno adottati), ha riacceso la polemica tra il gruppo consiliare di minoranza «Liberi e uniti per Medesano», composto dai rappresentanti dell’ex amministrazione, e il gruppo di maggioranza «Medesano Insieme».
Nell’era dei social network, teatro dello scontro è stato il web: i due gruppi si sono infatti espressi sulla questione attraverso comunicati diffusi nei propri blog. La comparsa dell’ultimo dispositivo ha toccato due argomenti affrontati già in campagna elettorale dai due gruppi: l’utilità dei «Velo ok», che era stata contestata alla vecchia amministrazione, e il problema del traffico pesante su via Dordone.
Il primo a esprimersi via web sulla questione è stato il gruppo di minoranza che, dopo la comparsa del «Velo Ok» nella via felegarese, attraverso il proprio blog, ha ironicamente commentato: «L’amministrazione del “cambiamento” ha risolto in un batter d’occhio il problema del traffico pesante di via Dordone a Felegara. Ha installato un bidone vuoto e tutto è sistemato. Una soluzione davvero intelligente, rapida e sicuramente efficace. Ma non avevano detto in campagna elettorale che questi strumenti da loro definiti “finti autovelox” erano illegali?».
Affidata alla rete anche la risposta, che è arrivata dal blog del gruppo «Medesano Insieme», attraverso un secondo comunicato firmato dal capogruppo di maggioranza Giampaolo Cantoni, in cui si legge: «Si sapeva che l’installazione di un nuovo autovelox nella strada di via Dordone avrebbe suscitato una reazione “rettiliana” da parte della ex giunta di Medesano. Ma l’idea di avere a magazzino del materiale già comprato, pagato salatissimo (2 mila euro l’uno) e lasciarlo a deteriorarsi e a prendere polvere, mentre poteva essere finalmente utilizzato per ovviare in via provvisoria a una situazione particolarmente grave e critica nel centro di Felegara, strideva con la logica. Come qualcuno amava dire, “a costo zero“, la nuova amministrazione ha deciso di utilizzare quanto giaceva inutilizzato, là dove poteva essere utile. Questo non cambia nulla rispetto alle considerazioni fatte in campagna elettorale: i barilotti degli autovelox sono stati acquistati a un prezzo da rapina dalla vecchia amministrazione, non certo a “costo zero”. Chissà perché, invece, la vecchia giunta non ha mai pensato di utilizzarlo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fernand

    15 Agosto @ 22.10

    NON PREOCCUPATIVI SONO STATI MESSI PER EVITARE CHE I NUOVI ARRIVATI CON I BARCONI PASSINO VELOCEMENTE CON QUELLE AUTO NUOVE CHE COMPRERANNO DAI CONCESSIONARI DI PARMA E PROBABILMENTE ANZI SICURAMENTE AVRANNO I SOLDI IN CONTANTI !!!!!!!!! PERCHE COLORO CHE ARRIVANO PORTANO RICCHEZZA PER TUTTI NOI BUONA FORTUNA!!!!!

    Rispondi

  • paolo

    15 Agosto @ 16.54

    Messi nei punti giusti, ovverosia in centro al paese, ogni paese dovrebbe averne almeno 2 non finti ma VERI !!!!!! BISOGNA IMPARARE CHE NEI CENTRI ABITATI BISOGNA ANDARE PIANO!!!!!

    Rispondi

  • Andrea

    15 Agosto @ 14.36

    Il "bidone vuoto" in strada Dordone non serve a nulla. Anzi, solo per attivare atti vandalici. Di notte lo buttano a terra e l'altro giorno l'hanno buttato nel vicino cassonetto della raccolta del verde dove è rimasto "esamine" per ben 2 giorni. La passata Amministrazione deve starsene zitta che in 10 anni di governo cittadino non si è mai presa l'onere di risolvere il problema e nemmeno di abbozzare un progetto serio che andasse oltre ad una tangenziale del paese che con la crisi in atto MAI verrà realizzata. Io suggerirei alla vecchia Amministrazione se finalmente vuol essere per i cittadini ad essere spina nel fianco alla nuova Amministr. per arrivare a risolvere in tempi brevi il grave problema con una viabilità alternativa. Alla nuova Amministrazione di andare oltre al "bidone vuoto" con provvedimenti seri, credibili e concreti, come promesso in campagna elettorale e che aspettiamo fiduciosi che arriveranno. Il bidone vuoto lo può venire a riprenderselo e a metterlo da altra parte perchè qui non serve proprio a nulla! Ultima considerazione in campagna elettorale tutti i componenti delle liste erano votati "... AL BENE DEI CITTADINI....". Il risolvere il problema transito mezzi pesanti in strada Dordone, quartiere residenziale, è un bene dei cittadini. Quindi meno chiacchiere, lettere e scambi di accuse e datevi da fare che vi abbiamo eletti, (o non eletti), per quello. Si gradirebbe finalmente la presenza a terra dei vigili in questa via sempre promessa, dalla vecchia e dalla nuova Amministrazione, e mai avvenuta.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

David Garrett

David Garrett

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

Notturni in Musica. I successi del jazz e del musical

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

COMITATO

Manifesto per San Leonardo chiede più sicurezza: "Non installate le telecamere promesse"

Lettera aperta alla giunta comunale: "Bene essere capitale della cultura ma vorremmo che Parma fosse città sicura 2018"

2commenti

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

60 anni di legge Merlin

Le ragazze salvate dalla tratta

PARMENSE

L'Inail acquista la nuova sede dell'istituto Solari di Fidenza

Indagine

Caro cimiteri: stessi servizi, prezzi (molto) diversi

1commento

Tuttaparma

La tradizione del brodo fatto in casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

LAVORO

64 nuove offerte

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Badante sposa l'invalido che accudisce e lo riduce sul lastrico: denunciata 

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

GAZZAREPORTER

Balli e divertimento al Newyork di Sissa Foto

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

IL CASO

Il pubblico ha scelto: si chiamerà Tarraco il terzo Suv di Seat