-1°

Intervista

La sfida di Annalisa: lavorare nel mondo senza spostarsi dalle sue montagne

La sfida di Annalisa: lavorare nel mondo senza spostarsi dalle sue montagne

Annalisa Battistini

0

 

Negli anni ‘50 gli abitanti di Monchio delle Corti erano 3.300. Oggi 930. Sono soprattutto i giovani a scendere verso la città, ma c’è chi va controcorrente. Sono eccezioni alla regola, al fenomeno dello spopolamento della montagna, sono storie belle da raccontare. Una di queste è quella di Annalisa Battistini, 30 anni: una finestra con vista sulle montagne e un computer portatile per organizzare conferenze in tutto il mondo.

Annalisa ha studiato a Parma, nella facoltà di lingue straniere, poi è tornata nel luogo in cui è nata, a Trincera di Monchio delle Corti. Lavora per la Miller Tanner Associates, con sede negli Usa, organizza convegni di carattere medico per case farmaceutiche. Da gennaio di quest’anno ad oggi ha già organizzato trenta conferenze, sparse per il mondo, le ultime ad Atlanta, Stoccolma, Buenos Aires, Sofia, Kiev, Chicago, Pechino, Messico City, Sidney.

«Per ogni conferenza lavoriamo in quattro-cinque persone, ognuno si occupa di un aspetto. Io della gestione dei viaggi: curo il contatto fra l’agenzia e i medici, i trasporti, mi occupo dei visti». Annalisa lavora da casa, attraverso internet, e una volta al mese vola nei luoghi in cui si terranno gli appuntamenti, nelle capitali europee o in America.

«La flessibilità è la cosa più bella di questo lavoro, puoi svolgerlo da ovunque tu voglia. Però non è come un lavoro d’ufficio che dopo otto ore smetti, qui le ore di lavoro possono essere anche 15 al giorno» spiega. Annalisa lavora per la Miller Tanner Associates dal settembre 2011, dal giugno 2015 a tempo pieno.

L’azienda è stata fondata dalla moglie di Pat Battistini, attore, regista e produttore, cugino di Annalisa, il cui nonno era emigrato in America da ragazzo. Da Monchio agli Stati Uniti, un secolo dopo, viaggiano i bit, le informazioni per organizzare al meglio un lavoro, con il bosco a fare da sfondo.

Perché la montagna come casa? «Per amore - è la risposta di Annalisa - Perchè sono legata al posto in cui sono cresciuta, per la famiglia, e per Livio». Livio è un altro ragazzo che è tornato a vivere e lavorare in montagna, dopo aver studiato a Parma. Lui e Annalisa aspettano un bambino, e stanno rimettendo a posto una casa nella strada che da Trincera porta a Pianadetto.

«La cosa positiva di stare in montagna - spiega lei - è il legame speciale che hai con persone che conosci da quando sei nato. In città, è vero, tutto è accessibile. Qui è tutto a un’ora di strada. Ma dopo che ci sei da un po’ non ti sembra neanche una distanza. In altri paesi un’ora non è niente. In America non vai nemmeno a fare la spesa a meno di un’ora di strada. La cosa bella di stare in montagna è che il ritmo è diverso, è la libertà».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

6commenti

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

I crociati ritrovano la vittoria grazie a Evacuo: Parma-Santarcangelo 1-0

Stadio Tardini

Parma batte Santarcangelo 1-0 e si avvicina alla vetta Foto Video

Evacuo firma il gol della vittoria. Il Parma è secondo in classifica a 42 punti

1commento

Parma-Santarcangelo

Evacuo spera di rimanere al Parma Video

Anche Mazzocchi in sala stampa

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

TESTIMONIANZA

Prima «attacco» con i biscotti, poi calci e pugni: parla la vittima della baby gang

7commenti

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

10commenti

La storia

Rocco e Giulia, salumieri a Innsbruck

1commento

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Protezione civile

I volontari parmigiani al lavoro nelle Marche

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

30commenti

graffiti

Il sottopasso dello Stradone? Galleria di street art Foto

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

6commenti

IL CASO

Vigili, la Fabbri si scusa con Bonsu e lo risarcisce

Lettera al giovane ghanese, che riceverà 20mila euro

4commenti

GRANDE FIUME

Il Po in secca? Attrazione per i turisti

1commento

Rugby

Zebre-London Wasps 13-22: ribaltato il vantaggio del primo tempo Foto

A Moletolo sono arrivati 300 tifosi inglesi

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Gran Sasso

Rigopiano, individuata la sesta vittima: è un uomo

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

SOCIETA'

Reggiolo

Rave party con 600 giovani: fra loro una minorenne scomparsa da giorni

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

SPORT

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

Parma Calcio

D'Aversa: "Non è mia volontà mandare via Felice..."

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ELETTRICHE

Entro tre anni 200 colonnine in autostrada tra l'Italia e l'Austria