10°

24°

Pellegrino

Varani e Malpeli sono tornati a casa dopo settant'anni

Morirono durante la Seconda Guerra Mondiale. La cerimonia si è svolta durante la festa della sezione locale degli alpini.

Commemorazione dei caduti Varani e Malpeli di Pellegrino

Commemorazione dei caduti Varani e Malpeli di Pellegrino

Ricevi gratis le news
0

 

Manrico Lamur
Una folla commossa ha partecipato ieri mattina a Pellegrino Parmense alla cerimonia di traslazione delle spoglie, dal sacrario militare dei caduti d'oltremare fino al piccolo paese del nostro appennino, di Luigi Varani e Pietro Malpeli, i due soldati pellegrinesi deceduti nel corso della seconda guerra mondiale sul fronte d’Africa, in Tunisia, e sul piroscafo «Galilea».
Erano presenti, oltre al fratello di Luigi, Lazzaro, ed alla nipote di Pietro, Nadia Zambellini, altri familiari dei due caduti, il sindaco di Pellegrino, Enrico Pirroni, l’assessore al Sociale Claudio Barilli, il presidente del Gruppo alpini di Pellegrino, Francesco Carpana, il vicepresidente ed il consigliere della sezione di Parma, Roberto Caccialli e Gianni Guerci.
Varani e Malpeli
Varani è nato a Pellegrino Parmense nel 1921, venne arruolato in fanteria e morì a seguito di un combattimento in Tunisia il 3 marzo del 1943. Malpeli è nato a Sala Baganza nel 1921 (ma ha vissuto sempre a Pellegrino): perse la vita a seguito del naufragio del piroscafo «Galilea» il 28 marzo 1942 al largo di Porto Palermo in Albania. 
La cerimonia
La giornata, cominciata con la sfilata per le vie del paese e l’onore reso ai caduti ricordati dal monumento di piazza Berzieri, è proseguita con la celebrazione eucaristica e la cerimonia per la traslazione delle spoglie dei due soldati. 
«E’ per noi un onore ospitare nel giorno della nostra festa di gruppo, la cerimonia per il ritorno a casa di due soldati che sono caduti nel compimento del proprio dovere in territori stranieri – ha sottolineato Carpana –. Oggi, dopo 70 anni, Pietro Malpeli e Luigi Varani ritornano a Pellegrino, dove riposeranno accanto ai loro cari. E’ doveroso specialmente per un’associazione d’Arma come gli Alpini onorare coloro che hanno pagato la vita l’attaccamento ai nostri ideali». 
«Abbraccio i familiari dei due caduti per aver voluto condividere questo momento con tutta la cittadinanza dimostrando un grande attaccamento alla nostra terra ed alla sua popolazione – ha sottolineato il sindaco Pirroni –. Desidero ricordare anche tutti i pellegrinesi che hanno dato la vita per la patria durante il servizio militare e che hanno contribuito alla Liberazione». 
Sono stati letti inoltre due brani, uno sul naufragio del «Galilea» e l’altro sulla battaglia di El Alamein, scritti da chi ha vissuto quei momenti. 
La giornata si è conclusa con l’esibizione del coro «Il Pellegrino» e con il tradizionale pranzo sociale.
Manrico Lamur
Una folla commossa ha partecipato ieri mattina a Pellegrino Parmense alla cerimonia di traslazione delle spoglie, dal sacrario militare dei caduti d'oltremare fino al piccolo paese del nostro appennino, di Luigi Varani e Pietro Malpeli, i due soldati pellegrinesi deceduti nel corso della seconda guerra mondiale sul fronte d’Africa, in Tunisia, e sul piroscafo «Galilea».Erano presenti, oltre al fratello di Luigi, Lazzaro, ed alla nipote di Pietro, Nadia Zambellini, altri familiari dei due caduti, il sindaco di Pellegrino, Enrico Pirroni, l’assessore al Sociale Claudio Barilli, il presidente del Gruppo alpini di Pellegrino, Francesco Carpana, il vicepresidente ed il consigliere della sezione di Parma, Roberto Caccialli e Gianni Guerci.Varani e MalpeliVarani è nato a Pellegrino Parmense nel 1921, venne arruolato in fanteria e morì a seguito di un combattimento in Tunisia il 3 marzo del 1943. Malpeli è nato a Sala Baganza nel 1921 (ma ha vissuto sempre a Pellegrino): perse la vita a seguito del naufragio del piroscafo «Galilea» il 28 marzo 1942 al largo di Porto Palermo in Albania. La cerimoniaLa giornata, cominciata con la sfilata per le vie del paese e l’onore reso ai caduti ricordati dal monumento di piazza Berzieri, è proseguita con la celebrazione eucaristica e la cerimonia per la traslazione delle spoglie dei due soldati. «E’ per noi un onore ospitare nel giorno della nostra festa di gruppo, la cerimonia per il ritorno a casa di due soldati che sono caduti nel compimento del proprio dovere in territori stranieri – ha sottolineato Carpana –. Oggi, dopo 70 anni, Pietro Malpeli e Luigi Varani ritornano a Pellegrino, dove riposeranno accanto ai loro cari. E’ doveroso specialmente per un’associazione d’Arma come gli Alpini onorare coloro che hanno pagato la vita l’attaccamento ai nostri ideali». «Abbraccio i familiari dei due caduti per aver voluto condividere questo momento con tutta la cittadinanza dimostrando un grande attaccamento alla nostra terra ed alla sua popolazione – ha sottolineato il sindaco Pirroni –. Desidero ricordare anche tutti i pellegrinesi che hanno dato la vita per la patria durante il servizio militare e che hanno contribuito alla Liberazione». Sono stati letti inoltre due brani, uno sul naufragio del «Galilea» e l’altro sulla battaglia di El Alamein, scritti da chi ha vissuto quei momenti. La giornata si è conclusa con l’esibizione del coro «Il Pellegrino» e con il tradizionale pranzo sociale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

1commento

Claudio Baglioni

Claudio Baglioni

spettacoli

Sanremo, Baglioni sarà conduttore e direttore artistico

1commento

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

DOMANI

Tutto pronto per gli Stones a Lucca. Mozzarella compresa Le set list del tour

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Cade in bici, è grave

nel pomeriggio

Cade in bici in via Garibaldi: ottantenne ricoverato in gravi condizioni Video

tg parma

Viadotto sul Po chiuso, il Governo vaglia la fattibilità del ponte di barche Video

5commenti

anteprima gazzetta

Massese, i mesi passano e nulla cambia: resta pericolosa

gazzareporter

Strada allagata in via Gramsci

Pilotta

Verdi Off, le emozioni di Brilliant Waltz Video - 2

venezia-Parma

Brutto momento, D'Aversa: "Dobbiamo uscirne con la voglia di lottare" Video

1commento

Dramma

Sfrattato, si toglie la vita

27commenti

fauna selvatica

Trasporto di animali feriti, affidato l'incarico

Il responsabile del servizio è il dr.Giovanni Maria Pisani

2commenti

tg parma

Blitz col coltello in farmacia, è caccia ai rapinatori Video

1commento

PROCESSO

Villa Alba, nuova perizia su una morte sospetta

ROCCABIANCA

Ponte sul Po, prima i disagi ora gli incidenti

Università

Mercoledì 27 si vota per il nuovo rettore: dove e come

in serata

Fiamme tra Parola e Sanguinaro: alta colonna di fumo, spente le fiamme

FRODE

Wally Bonvicini parla e si difende

2commenti

TORRECHIARA

Il mistero della settima porta

gazzareporter

Rifiuti "in bella mostra": la segnalazione dalla zona ospedale

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

GAZZAFUN

Dalla margherita alla "frutti di mare": vota le 10 pizze più buone

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

uragani

Maria: cede una diga a Portorico, allagate due cittadine

Massa Carrara

Le spese pazze di don Euro: indagato anche il vescovo di Massa

SPORT

motogp

Aragon, seconde libere: Rossi 20° Domina Pedrosa

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta, "Toro Scatenato"

SOCIETA'

Brianza

Laura, la prima sposa single d'Italia: abito, festa e viaggio di nozze Foto

turismo

A Forte dei Marmi prorogata la chiusura degli stabilimenti: 5 novembre

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery