Pellegrino

Varani e Malpeli sono tornati a casa dopo settant'anni

Morirono durante la Seconda Guerra Mondiale. La cerimonia si è svolta durante la festa della sezione locale degli alpini.

Commemorazione dei caduti Varani e Malpeli di Pellegrino

Commemorazione dei caduti Varani e Malpeli di Pellegrino

0

 

Manrico Lamur
Una folla commossa ha partecipato ieri mattina a Pellegrino Parmense alla cerimonia di traslazione delle spoglie, dal sacrario militare dei caduti d'oltremare fino al piccolo paese del nostro appennino, di Luigi Varani e Pietro Malpeli, i due soldati pellegrinesi deceduti nel corso della seconda guerra mondiale sul fronte d’Africa, in Tunisia, e sul piroscafo «Galilea».
Erano presenti, oltre al fratello di Luigi, Lazzaro, ed alla nipote di Pietro, Nadia Zambellini, altri familiari dei due caduti, il sindaco di Pellegrino, Enrico Pirroni, l’assessore al Sociale Claudio Barilli, il presidente del Gruppo alpini di Pellegrino, Francesco Carpana, il vicepresidente ed il consigliere della sezione di Parma, Roberto Caccialli e Gianni Guerci.
Varani e Malpeli
Varani è nato a Pellegrino Parmense nel 1921, venne arruolato in fanteria e morì a seguito di un combattimento in Tunisia il 3 marzo del 1943. Malpeli è nato a Sala Baganza nel 1921 (ma ha vissuto sempre a Pellegrino): perse la vita a seguito del naufragio del piroscafo «Galilea» il 28 marzo 1942 al largo di Porto Palermo in Albania. 
La cerimonia
La giornata, cominciata con la sfilata per le vie del paese e l’onore reso ai caduti ricordati dal monumento di piazza Berzieri, è proseguita con la celebrazione eucaristica e la cerimonia per la traslazione delle spoglie dei due soldati. 
«E’ per noi un onore ospitare nel giorno della nostra festa di gruppo, la cerimonia per il ritorno a casa di due soldati che sono caduti nel compimento del proprio dovere in territori stranieri – ha sottolineato Carpana –. Oggi, dopo 70 anni, Pietro Malpeli e Luigi Varani ritornano a Pellegrino, dove riposeranno accanto ai loro cari. E’ doveroso specialmente per un’associazione d’Arma come gli Alpini onorare coloro che hanno pagato la vita l’attaccamento ai nostri ideali». 
«Abbraccio i familiari dei due caduti per aver voluto condividere questo momento con tutta la cittadinanza dimostrando un grande attaccamento alla nostra terra ed alla sua popolazione – ha sottolineato il sindaco Pirroni –. Desidero ricordare anche tutti i pellegrinesi che hanno dato la vita per la patria durante il servizio militare e che hanno contribuito alla Liberazione». 
Sono stati letti inoltre due brani, uno sul naufragio del «Galilea» e l’altro sulla battaglia di El Alamein, scritti da chi ha vissuto quei momenti. 
La giornata si è conclusa con l’esibizione del coro «Il Pellegrino» e con il tradizionale pranzo sociale.
Manrico Lamur
Una folla commossa ha partecipato ieri mattina a Pellegrino Parmense alla cerimonia di traslazione delle spoglie, dal sacrario militare dei caduti d'oltremare fino al piccolo paese del nostro appennino, di Luigi Varani e Pietro Malpeli, i due soldati pellegrinesi deceduti nel corso della seconda guerra mondiale sul fronte d’Africa, in Tunisia, e sul piroscafo «Galilea».Erano presenti, oltre al fratello di Luigi, Lazzaro, ed alla nipote di Pietro, Nadia Zambellini, altri familiari dei due caduti, il sindaco di Pellegrino, Enrico Pirroni, l’assessore al Sociale Claudio Barilli, il presidente del Gruppo alpini di Pellegrino, Francesco Carpana, il vicepresidente ed il consigliere della sezione di Parma, Roberto Caccialli e Gianni Guerci.Varani e MalpeliVarani è nato a Pellegrino Parmense nel 1921, venne arruolato in fanteria e morì a seguito di un combattimento in Tunisia il 3 marzo del 1943. Malpeli è nato a Sala Baganza nel 1921 (ma ha vissuto sempre a Pellegrino): perse la vita a seguito del naufragio del piroscafo «Galilea» il 28 marzo 1942 al largo di Porto Palermo in Albania. La cerimoniaLa giornata, cominciata con la sfilata per le vie del paese e l’onore reso ai caduti ricordati dal monumento di piazza Berzieri, è proseguita con la celebrazione eucaristica e la cerimonia per la traslazione delle spoglie dei due soldati. «E’ per noi un onore ospitare nel giorno della nostra festa di gruppo, la cerimonia per il ritorno a casa di due soldati che sono caduti nel compimento del proprio dovere in territori stranieri – ha sottolineato Carpana –. Oggi, dopo 70 anni, Pietro Malpeli e Luigi Varani ritornano a Pellegrino, dove riposeranno accanto ai loro cari. E’ doveroso specialmente per un’associazione d’Arma come gli Alpini onorare coloro che hanno pagato la vita l’attaccamento ai nostri ideali». «Abbraccio i familiari dei due caduti per aver voluto condividere questo momento con tutta la cittadinanza dimostrando un grande attaccamento alla nostra terra ed alla sua popolazione – ha sottolineato il sindaco Pirroni –. Desidero ricordare anche tutti i pellegrinesi che hanno dato la vita per la patria durante il servizio militare e che hanno contribuito alla Liberazione». Sono stati letti inoltre due brani, uno sul naufragio del «Galilea» e l’altro sulla battaglia di El Alamein, scritti da chi ha vissuto quei momenti. La giornata si è conclusa con l’esibizione del coro «Il Pellegrino» e con il tradizionale pranzo sociale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

I 100 anni di Kirk Douglas

Youtube

I 100 anni di Kirk Douglas Video

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Il 10 giugno

Guns N' Roses all'autodromo di Imola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

Progetto

L'auditorium a Busseto? Per ora non si fa

Lega Pro

Oggi Parma-Bassano

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

4commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

Anteprima Gazzetta

Terremoto: l'aiuto di Parma

Domani si parla anche di San Leonardo, di coca a Sorbolo, di un incredibile furto a un asilo

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

9commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

2commenti

Sorbolo

Addio a Roberta Petrolini, la voce della Cri

cantieri e eventi

Come cambia la viabilità a Parma in settimana 

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

LETTERE AL DIRETTORE

Una piccola storia nobile

2commenti

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery