12°

montagna

«Pan e Formai» di corsa nell'Alta Val Stirone

Maratona ed escursione tra le bellezze delle montagne attorno a Pellegrino. Passeggiate e pranzo in compagnia: una domenica indimenticabile

«Pan e Formai» di corsa nell'Alta Val Stirone
0
 

Domenica torna il trail running con un percorso attraverso i tesori dell'alta Val Stirone. Si chiama «Pan e Formai» e porterà i suoi partecipanti alla scoperta dei tesori di Pellegrino Parmense. Due i percorsi, l'anello del monte Santa Cristina e quello del monte Canate. Ecco le descrizioni .

Anello monte Santa Cristina: 21 km, percorso comune alla mezza maratona trail e 1° anello maratona. Si parte dall’area delle Feste verso la pineta di Pellegrino, passaggio tramite single track dal campo sportivo e poi impegnava salita che finisce poco prima del Santuario di Careno (primo ristoro). A seguire. breve discesa fino dentro il letto del Torrente Stirone. Si prosegue con una breve ma intensa salita, con successivo discesa fino a Cà d’ Ruman, dove poco dopo si inizia in prossimità di un incrocio di strade (secondo ristoro) una impegnava salita fatta di diversi tratti a pendenze variabili da effettuare in single track (molto pesante il tratto in salita di Fontana Fredda) fino alla vetta del Monte Santa Cristina. Da qui una ripidissima discesa - da percorrere con attenzione se il terreno è bagnato - che porta ai Lusignani di Sopra (terzo ristoro), da dove inizia una carraia misto single track fino ad uno dei pochi tratti in asfalto che in ripida salita porta a Case Lazzaro. Si percorre inizialmente in salita e successivamente in discesa il fianco del Monte Santa Cristina, fino a sbucare sopra case d’Ruman, da dove, in tratti nel prato e in carraia e in alternanza discesa-salita, si ritorna verso Pellegrino, rientrando nel tratto già percorso in parte all’andata, dove a 5 Km circa dal traguardo (per la Mezza Maratona-fine del primo giro per i maratone) si trova il quarto ristoro. Da qui ripida discesa verso lo Stirone e breve ma irta ultima salita (quinto ristoro) verso il Santuario di Careno, da dove, poco prima, inizia l’ultimo tratto completamente in discesa in breve tratto in asfalto, indi dentro una carraia che immette in adiacenza del Castello dentro la pineta. La ripida discesa fa da tratto finale verso il traguardo del Campo delle Feste. I Maratoneti transitano sotto il traguardo e iniziano il secondo anello di 21 Km., il quale presenta caratterische di minore altimetria rispetto al primo tratto e che li riporterà sul traguardo del Campo delle Feste e quindi al meritato pranzo dell’atleta.

Anello monte Canate: 21 km, è 2° anello maratona. Dopo aver concluso il 1° anello di 21 Km circa, passando in zona-arrivo accanto al Campo delle Feste, dove è anche situato il quarto ristoro, si riprende via Roma in centro a Pellegrino, in direzione ovest. Giunti in prossimità del Consorzio agrario, si gira a destra sulla strada Provinciale (via Europa) e dopo circa 200 metri si imbocca la strada vicinale ad uso pubblico in direzione La Pasqualina, che ben presto passa da asfalto a strada ghiaiata. Dopo circa 1 km, il percorso alterna in una serie di strade vicinali e sentieri percorrendo una zona boscosa, senza particolari dislivelli almetrici. Successivamente, giunto nei pressi di Cà Borella, il percorso sale deciso verso Pian Porcile e Villa Boschini. Si prosegue per Villa Sanni (ristoro) e da qui si sale sulle pendici del Monte Canate con un sentiero impegnavo. Dopo avere raggiunto quota 853 (La Croce), proprio in prossimità delle antenne ed i ripetori visibili da gran parte della pianura parmense e piacentina, si scende per single track e carraia fino a quota 592 metri in località Piani Cagnone; indi a Cà D’Arcangelo over sarà posizionato il ristoro ed il relavo punto di controllo. Con un breve tratto asfaltato si transita per Varone, per poi risalire verso località Montanari e in leggera salita si scollina verso la località Case Pittori. Dopo un tratto in sali e scendi si toccano le località Il Palazzo, Corte Varone, Casa Pincoleno e quindi si raggiunge nuovamente
località Pasqualina. Ripercorrendo a ritroso il primo tratto del secondo anello, si torna a Pellegrino percorrendo per 200 metri la Provinciale, si svolta a sinistra in via Roma e in prossimità della pizzeria «la Vecchia Caserma» si raggiunge l’ambito traguardo del campo delle Feste.

Escursione con guidaViene organizzata, a latere della gara agonisca, con l'ausilio di una guida ambientale, una passeggiata naturalisca di circa 10 km che porterà i partecipanti da Pellegrino Parmense alle frazioni di Besozzola. Ai fini della copertura assicurava è obbligatoria l’iscrizione alla escursione prima della partenza. Le iscrizioni si ricevono la mattina del 5 giugno al campo delle feste. Si parte alle 9.15 dal Campo delle feste, con rientro previsto alle 13.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..."

Roma

Arriva il Tapiro d'oro, Renzi: "Un Tapiro cumulativo lo merito..." Foto

Jessica allena i glutei

GOSSIP

Il sexy allenamento ai glutei di Jessica Immobile fa il boom di clic Video

Aurora Ramazzotti canta la canzone di papà Eros e lo imita: «Mi ucciderà»

radio

Aurora Ramazzotti imita papà Eros: «Mi ucciderà» Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

I dieci errori da evitare in palestra

FITNESS

I dieci errori da evitare in palestra

Lealtrenotizie

Il Parma soffre ma poi vince alla grande: 4-2 sulla Sambenedettese

Stadio Tardini

Il Parma soffre ma poi vince alla grande: 4-2 sulla Sambenedettese Foto Video

I crociati tengono il passo del Venezia. Partita numero 300 per capitan Lucarelli con la maglia del Parma

1commento

Parma-Samb

D'Aversa: "Nel primo tempo non eravamo aggressivi. Importante l'atteggiamento" Video

2commenti

Polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco la mappa dei controlli a Parma

lega pro

La Reggiana vince 2-0 con il Lumezzane

il caso

Bocconi avvelenati al Parco Martini: e Otto muore in poche ore

7commenti

L'INCHIESTA

Telefonini in classe? A Parma per lo più spenti

8commenti

Il personaggio

Il bussetano Laurini debutterà in F3 al volante di una Dallara: «Che emozione»

Gazzareporter

La foto di un lettore: "Parco del Cinghio finito e mai aperto"

Soragna

Da sempre senza patente, maxi-multa a una 50enne

9commenti

Animali

Nasce la mutua per curare cani e gatti

Si chiama «Dottor Bau & Dottor Miao» e costerà 120 euro all'anno la nuova previdenza sanitaria privata degli amici a quattro zampe

FIDENZA

Lisca conficcata in gola: bambina all'ospedale

2commenti

Gazzareporter

Il sole "accende" i colori in Ghiaia

sert

"I minorenni? Usano la droga per calmarsi"

Parla la dirigente del Sert: "Oggi arrivano persone dalla vita apparentemente normale"

4commenti

gazzareporter

Furgone "incastrato" nel fossato tra Fugazzolo e Casaselvatica: foto

Milano

Meningite, 14enne grave: anche Signorelli dell'Università di Parma nella task force della Regione

SCUOLA

Traversetolo, in bagno solo all'intervallo

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La risposta che occorre per placare la rabbia

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

1commento

ITALIA/MONDO

auto

Addio al libretto di circolazione: il documento sarà unico

Sant'Ilario d'Enza

Mezzo nudo e in perizoma fa l'esibizionista davanti a una bimba: arrestato 

1commento

COSTUME

L'INDISCRETO

I belli delle donne

1commento

il disco

45 ANNI FA - Mu, il mito secondo Cocciante

SPORT

Parma-Samb

Il Parma tira fuori il carattere: l'analisi di Sandro Piovani Video

Parma-Samb

Lucarelli: "Partenza lenta, pericolo scampato" Video

MOTORI

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv

300 CV

Leon Cupra, la Seat più potente di sempre Gallery