-2°

montechiarugolo

Ex salesiani, da Mare nostrum al "porto" da cui ripartire

Nel gruppo soprattutto senegalesi e nigeriani, il 20 aprile, gli ultimi cinque arrivi. Nella scuola 14 migranti. Chi li segue: "Tutti hanno voglia di impegnarsi"

Ex salesiani, da Mare nostrum al "porto" da cui ripartire

Ex salesiani a Montechiarugolo

0

Sono 14, su un massimo possibile di 15, gli immigrati raccolti durante l’operazione Mare Nostrum ospitati nel comune di Montechiarugolo. Sono in gran parte nigeriani e senegalesi, tutti tra i 18 e i 30 anni, collocati nella struttura degli ex salesiani. Gli ultimi arrivati sono cinque, entrati in territorio parmense lo scorso 20 aprile.
«Alcuni pensano siano dei “viziati”, ma è tutt’altro che così» sottolinea subito Lante Musetti, presidente del cda della cooperativa che gestisce l’ex scuola. All’interno della struttura vigono infatti regole ferree: «Si collabora, si cucina, si fanno le pulizie, non si fuma, sono vietati gli estremismi e, soprattutto, non si fa accattonaggio quando si esce in paese».
Le storie dei migranti sono le più disparate, ma hanno un comune denominatore: la sofferenza. «A un ragazzo hanno ammazzato genitori e fratelli ed è dovuto scappare per non fare la stessa fine, un altro era stato arrestato perché gay: se non fosse riuscito a fuggire, lo avrebbero lapidato – racconta Musetti, quotidianamente in contatto con questi immigrati –. In Nigeria a livello culturale sono molto diversi da noi: ci sono omicidi per dispute territoriali, ci sono sette che compiono sacrifici umani».
«All’arrivo sono tutti molto spaventati – prosegue il presidente – ci vogliono molte settimane per avvicinarli dopo le tragedie che hanno vissuto e dopo il difficile viaggio che hanno affrontato per raggiungere l’Italia. Non sono dei fannulloni: tutti vogliono solo lavorare».
Tra questi, quattro giovani a titolo gratuito prestano servizio per il Comune di Montechiarugolo tramite l’Auser, adoperandosi in pulizie del verde e manutenzione delle strade «ma non è possibile impiegarli tutti – evidenzia Musetti – perché ci sono anche gli appalti con le cooperative e ovviamente devono lavorare».
Durante il giorno cucinano, i migranti puliscono, fanno partite a pallone e, soprattutto, imparano l’italiano grazie ad ex insegnanti che si prestano volontariamente. «Sanno che questa è una sistemazione temporanea e che quindi non ci si devono adagiare, bensì devono imparare in fretta la lingua, perché dopo pochi mesi di permanenza dovranno andarsene in altri paesi, in particolare la Germania, per cercare lavoro».
Il permesso di soggiorno per motivi umanitari dura infatti al massimo un anno, dopo di che è necessario che gli immigrati trovino altre soluzioni. Ricevono una piccola paghetta di 2,50 euro al giorno, pari a 17,50 euro a settimana, «che usano in gran parte per ricariche telefoniche. A tutto il resto infatti pensiamo noi: riceviamo 30 euro al giorno per ogni immigrato e dobbiamo provvedere a cibo, occorrente per l’igiene personale, alloggio, assistenza giuridica e psicologica».
Ci sono anche dei progetti per l’immediato futuro nelle idee di Musetti: «Se riusciremo ad accedere a finanziamenti regionali, sarebbe utile inserire questi giovani in corsi che gli insegnino un lavoro vero e proprio e magari attivare anche delle collaborazioni con le imprese. Loro sono disposti a fare qualunque cosa, anche in tutti quei settori che ormai sono snobbati dagli italiani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

rapper

"Bello Figo Roma non ti vuole", ancora minacce al rapper

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

1commento

All’asta su Catawiki la Seat 1430 di Julio Iglesias

AUTO

All’asta su internet la Seat 1430 di Julio Iglesias

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Pasticcio di patate formaggi e verdure

LA PEPPA 

La ricetta - Pasticcio di patate formaggi e verdure

Lealtrenotizie

Sessanta cellulari in casa per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

carabineri

Sessanta cellulari per contattare fornitori e clienti: arrestato spacciatore

DELITTO DI NATALE

Gli investigatori tornano nella casa dell'assassino

1commento

radio parma

Pizzarotti: "Piazza della Pace, serve presidio fisso: ma non di militari" Video

13commenti

TERREMOTO

Le offerte dei lettori per il centro Italia: ecco cosa è stato consegnato

sorbolo

Tenta la truffa dello specchietto, ma la vittima lo beffa

incidente

San Polo di Torrile e Baganzola, due auto fuori strada: due feriti

privacy

L'Università di Parma tutela gli studenti che cambiano sesso: saranno "alias"

Campagna elettorale

Pizzarotti candidato. E i Cinque stelle?

4commenti

Blackout

Zibello senza luce, scoppia il caso

NOCETO

Tecnico cade da una scala e batte la testa: è grave Video

1commento

CALCIO

D'Aversa ha scelto Frattali

la bacheca

56 opportunità per chi cerca lavoro

ACCIAIO

S.Polo Lamiere acquisisce la Tecnopali

Progetto

Cento studenti mandano una sonda nello spazio

IL 29 AL REGIO

Niccolò Fabi: «Il disco della solitudine»

ricandidatura

Pizzarotti: "Saremo civici veri" Video - Critiche dall'opposizione Video

Alleanze? "Tutti sono ben accetti ma il tema dei partiti non ci ha mai appassionato"

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

gran bretagna

Brexit, la Corte dà torto al governo May: "Voti il Parlamento"

ricerche in corso

Rigopiano, recuperati i corpi di due donne e tre uomini: le vittime salgono a 14

SOCIETA'

scuola

Ecco "Nubi", la app con la dieta bilanciata per i bimbi delle scuole Video

arte

Kampah anti-Trump a Hollywood

SPORT

tg parma

L'allenatore del Venezia Inzaghi: "Parma temibile"

Formula 1

Ecclestone: "Mi hanno licenziato"

MOTORI

Prova su strada

Renault Scenic, adatta a tutto (e tutti)

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto