montechiarugolo

Ex salesiani, da Mare nostrum al "porto" da cui ripartire

Nel gruppo soprattutto senegalesi e nigeriani, il 20 aprile, gli ultimi cinque arrivi. Nella scuola 14 migranti. Chi li segue: "Tutti hanno voglia di impegnarsi"

Ex salesiani, da Mare nostrum al "porto" da cui ripartire

Ex salesiani a Montechiarugolo

0

Sono 14, su un massimo possibile di 15, gli immigrati raccolti durante l’operazione Mare Nostrum ospitati nel comune di Montechiarugolo. Sono in gran parte nigeriani e senegalesi, tutti tra i 18 e i 30 anni, collocati nella struttura degli ex salesiani. Gli ultimi arrivati sono cinque, entrati in territorio parmense lo scorso 20 aprile.
«Alcuni pensano siano dei “viziati”, ma è tutt’altro che così» sottolinea subito Lante Musetti, presidente del cda della cooperativa che gestisce l’ex scuola. All’interno della struttura vigono infatti regole ferree: «Si collabora, si cucina, si fanno le pulizie, non si fuma, sono vietati gli estremismi e, soprattutto, non si fa accattonaggio quando si esce in paese».
Le storie dei migranti sono le più disparate, ma hanno un comune denominatore: la sofferenza. «A un ragazzo hanno ammazzato genitori e fratelli ed è dovuto scappare per non fare la stessa fine, un altro era stato arrestato perché gay: se non fosse riuscito a fuggire, lo avrebbero lapidato – racconta Musetti, quotidianamente in contatto con questi immigrati –. In Nigeria a livello culturale sono molto diversi da noi: ci sono omicidi per dispute territoriali, ci sono sette che compiono sacrifici umani».
«All’arrivo sono tutti molto spaventati – prosegue il presidente – ci vogliono molte settimane per avvicinarli dopo le tragedie che hanno vissuto e dopo il difficile viaggio che hanno affrontato per raggiungere l’Italia. Non sono dei fannulloni: tutti vogliono solo lavorare».
Tra questi, quattro giovani a titolo gratuito prestano servizio per il Comune di Montechiarugolo tramite l’Auser, adoperandosi in pulizie del verde e manutenzione delle strade «ma non è possibile impiegarli tutti – evidenzia Musetti – perché ci sono anche gli appalti con le cooperative e ovviamente devono lavorare».
Durante il giorno cucinano, i migranti puliscono, fanno partite a pallone e, soprattutto, imparano l’italiano grazie ad ex insegnanti che si prestano volontariamente. «Sanno che questa è una sistemazione temporanea e che quindi non ci si devono adagiare, bensì devono imparare in fretta la lingua, perché dopo pochi mesi di permanenza dovranno andarsene in altri paesi, in particolare la Germania, per cercare lavoro».
Il permesso di soggiorno per motivi umanitari dura infatti al massimo un anno, dopo di che è necessario che gli immigrati trovino altre soluzioni. Ricevono una piccola paghetta di 2,50 euro al giorno, pari a 17,50 euro a settimana, «che usano in gran parte per ricariche telefoniche. A tutto il resto infatti pensiamo noi: riceviamo 30 euro al giorno per ogni immigrato e dobbiamo provvedere a cibo, occorrente per l’igiene personale, alloggio, assistenza giuridica e psicologica».
Ci sono anche dei progetti per l’immediato futuro nelle idee di Musetti: «Se riusciremo ad accedere a finanziamenti regionali, sarebbe utile inserire questi giovani in corsi che gli insegnino un lavoro vero e proprio e magari attivare anche delle collaborazioni con le imprese. Loro sono disposti a fare qualunque cosa, anche in tutti quei settori che ormai sono snobbati dagli italiani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

terremoto

Trema l'Appennino reggiano: scossa 4.0 Video

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

tg parma

Abusi ripetuti su due bimbe, pedofilo condannato a 6 anni Video

Violenze nei confronti della cuginetta e di una nipote

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Rugby

La partita delle Zebre anticipata alle 15

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili
per guidare nella nebbia

1commento

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti