-2°

basilicagoiano

A scuola senza zaini. Via anche banchi e cattedra

A scuola senza gli zaini. Via anche i banchi e la cattedra
1

Lo zaino, simbolo della scuola tradizionale, non servirà più. Gli alunni di una classe della scuola primaria dell’Istituto comprensivo Barilli di Basilicagoiano porteranno a casa solo ciò che serve per fare i compiti. Il tutto sulla scia di un’innovazione pedagogica e di una trasformazione dello spazio didattico, in grado d’eliminare la classica contrapposizione tra insegnante e studenti.
Nell’aula scolastica, infatti, non ci saranno né i classici banchi singoli, sostituiti da alcuni collettivi, né la cattedra dell’insegnante, che invece affiancherà direttamente gli studenti.
Si chiama «Scuola senza zaino» il progetto, introdotto dal Comune di Montechiarugolo in via sperimentale nella primaria del Barilli nel giugno scorso, che proseguirà nell’anno scolastico 2015-16. Il costo sostenuto dall’Amministrazione è pari, inizialmente, a circa settemila euro, di cui tremila per il nuovo allestimento dell’aula e quattromila per il percorso di formazione degli insegnanti. Il piano dovrebbe poi essere esteso alle altre quattro classi della primaria. L’iniziativa sarà presentata ai genitori, giovedì 3 settembre alle 17, nella mensa dell’Istituto Barilli, da Marco Orsi, responsabile nazionale e ideatore del progetto.
Interverranno: Daniele Friggeri, vicesindaco del Comune di Monntechiarugolo e Michele Salerno, dirigente scolastico del Barilli. «Si è trattato – afferma Friggeri al proposito– della prima cosa che ho ricercato su Internet come nuovo amministratore. Volevo trovare qualcosa di nuovo, che consentisse d’eliminare i limiti da me direttamente vissuti nella scuola. Parto, comunque, dal concetto che il fulcro sono gli insegnanti e da lì bisogna partire per cambiare». Di fatto, il ruolo degli insegnanti in «Scuola senza zaino» è fondamentale, visto che, innanzitutto, sono loro che devono andare a lezione da un formatore, per poi mettere in pratica subito dopo quanto appreso.
«Noi come Amministrazione – aggiunge Friggeri – abbiamo creduto nel progetto e coinvolto l’Istituto comprensivo Barilli, incentivando gli insegnanti a ragionare sullo stesso. L’idea è stata approvata nel maggio scorso dal Consiglio d’Istituto».
Secondo il vicesindaco «una delle prime innovazioni è rappresentata dal fatto che s’insegnano delle competenze affinché vengano impartite delle conoscenze. In sostanza si abbandona l’insegnamento per conoscenza e si propongono delle attività, dei progetti e dei giochi, utili per imparare. A mio avviso parliamo di una scuola più vicina ai ragazzi, che devono per forza collaborare».
Anche i genitori «devono prendervi parte, in primis perché il progetto è molto coinvolgente e in un’ottica di partecipazione attiva e di scuola aperta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Biffo

    24 Agosto @ 11.13

    Propongo di abolire anche maestri e prof, tanto i risultati non cambierebbero di molto. Rimpiango sinceramente, da prof pensionato, i poveri colleghi ancora in servizio, presi tra tre fuochi micidiali: alunni buzzurri, genitori assatanati, presidi e e direttori imbelli. Invito chi volesse intraprendere la carriera di insegnante a cambiare direzione, finché si trova in tempo.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La solignanese Giulia De Napoli vince 85mila euro all'«eredità»

RAI UNO

Giulia De Napoli di Solignano vince 85mila euro all'«Eredità»

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

pgn feste

Fuori Orario: ecco chi c'era al "X Party" Foto

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

MOSTRA

"Natura tra le pagine": un mese di foto all'Eurotorri

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"Officina alimentare dedicata"

CHICHIBIO

"Officina alimentare dedicata"

di Chichibio

Lealtrenotizie

Picchiata e scaraventata giù da un'auto

San Leonardo

Picchiata e scaraventata giù da un'auto in via Doberdò

11commenti

tribunale

Rappresentante, si prende le porte blindate dello stand: condannato

L'accusa era anche di pagamenti con assegni oggetti di furto e protestati

Intervista

Pizzarotti: «Noi liberi di pensare solo al bene di Parma»

15commenti

reggio emilia

I tifosi della Reggiana ci ricascano: assalto al bus dei veneziani

Dopo il derby contro il Parma nuovo agguato degli ultras granata con pietre e fumogeni

Lutto

Addio ad Angela, la fisioterapista che aiutava tutti

TERREMOTO

In elicottero salva 41 persone: "Ma non chiamatemi eroe"

Parla Gabriele Graiani, vigile del fuoco di Parma: merito di una squadra formidabile

1commento

Porporano

Incendio di canna fumaria: sono intervenuti i vigili del fuoco

FIDENZA

Memorial Concari: trionfano i padroni di casa La classifica

polizia municipale

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno

1commento

LUTTO

Germano Storci, il «signor Procomac» che fece diventare grande il Collecchio baseball

La storia

Nila e Giovanni, quando l'arte trova casa sui monti

Lega Pro

Parma, con Evacuo si vola

INTERVISTA

Silvia Olari «londinese»

Intervista

Dossena: «Non ho mai creduto al suicidio di Tenco»

gazzareporter

Muri imbrattati, a volte ritornano... Con provocazione al sindaco Foto

16commenti

La morte di Filippo

«Eri la mia vita». Lo strazio dei familiari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Dedicato a Filippo e a chi gli vuol bene

di Michele Brambilla

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

ITALIA/MONDO

Rigopiano

"E' stato come una bomba. Ci siamo salvati mangiando la neve"

PADOVA

Orge in canonica, don Cavazzana ai fedeli: "Pregate per me"

SOCIETA'

Samsung

Incendi al Galaxy Note 7: erano il design e la manifattura delle batterie

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

12commenti

SPORT

modena

Calcio: genitore picchia ragazzi e dirigenti

Parma Calcio

Baraye "50 volte Crociato": targa con la foto dell'esultanza col passamontagna

MOTORI

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017