motori

KTM 390 Duke

Piccole ma capaci di grandi cose, le nuove moto dedicate ai patentati A2 possono piacere anche al motociclista navigato. Qui la prova della KTM 390 Duke.

KTM 390 Duke
Ricevi gratis le news
0

Se bastasse guardarla per morire, la piccola KTM 390 Duke (5.650 euro) lascerebbe dietro di sé una lunga scia di cadaveri. Se Honda è ragione e BMW sfizio, la piccola KTM è distillato di arroganza. Ha tutti gli attributi di una moderna naked, potente e dalle fibre allenate. Il traliccio arancione è una gabbia che racchiude un monocilindrico super pimpante, il miglior motore della categoria, mentre davanti sorprendono la scultorea pinza radiale e la forcella USD con steli da ben 43 mm di diametro. Se la meccanica non dovesse bastare, a stupire ci pensano la strumentazione TFT completissima (e connessa) che ricorda un tablet e il faro full LED faccia-da-alieno. Le finiture non sono a livello di Honda, vero, ma i motivi di lamentela sono comunque molto pochi.

CHE CARATTERINO
Minuta, raccolta e anoressica: questi i primi tre aggettivi che vengono in mente guidando la KTM 390 Duke. Se siete appena scesi dalla Honda, placida e accomodante, l’irruenza della Duke è quasi sconcertante. Si guida appollaiati sul trespolo (la sella è a 830 mm di altezza), a cavalcioni di un torello scalpitante. Chi supera il metro e ottanta (quindi la stragrande maggioranza dei giovani d’oggi…) non sarà particolarmente a suo agio: ci si ritrova sempre un po’ troppo avanzati, con il manubrio sotto al mento e le gambe molto raccolte, come se KTM avesse voluto regalare alla sua Naked anche uno spirito “Motard”.

SPIRITO SELVAGGIO
Nei tratti urbani la KTM 390 Duke è emozionante ogni volta che scatta il verde del semaforo. La piccola Duke invoglia a tirare le marce, sfruttare la sua intrinseca agilità (149 kg a secco), frenare all’ultimo per vedere fin dove si può arrivare. Un mix che piace quando si è in vena ma un po’ meno quando invece si vorrebbe procedere in souplesse. È come se la Duke avesse un diavoletto in corpo che fa di tutto per non farvi guidare sciolti, e anzi vi istiga di continuo… un’ “anima” tipicamente KTM, senza dubbio.

 

 

ATTENZIONE: MISCELA ESPLOSIVA
Il suo motore pieno di coppia unito alla ciclistica svelta (e con una distribuzione dei pesi piuttosto “puntata” sul davanti) creano un mix esplosivo: impossibile resistere alla sua predisposizione per la guida all’attacco, soprattutto se la strada si arriccia. Il mono è più potente rispetto a BMW ma soprattutto a Honda: anche il più leggero input alla manopola destra genera un deciso impulso in avanti. La KTM 390 Duke risponde immediatamente ai comandi, accelerando con forza lungo tutto l’arco di erogazione e dimostrando che i suoi 44 cv sono tutti tremendamente in forma. Non ci sono flessi ma solo una spinta costante e decisa, accompagnata dal ritmico pulsare del monocilindrico austriaco. Emozionante e anche efficace, non c’è dubbio.

RIGOROSA E RAPIDA
Al motore così pimpante fa il paio una ciclistica immediata. Tu pensi a dove la vorresti mettere e la KTM Duke è già lì. Ci si trova a guidare un piccolo attrezzo da guerra, capace di infastidire più di una moto sportiva di cilindrata superiore. Si può contare su una frenata potente e modulabile, su una velocità di percorrenza in curva fenomenale e su un motore sempre pronto a dare tutto quello che ha.

L’unico neo arriva dal reparto sospensioni: perché se il mono della KTM 390 Duke lavora bene, copiando le asperità senza essere cedevole, la forcella non convince del tutto, come se il suo lavoro fosse poco simbiotico con quello che accade dietro. Sarà la taratura dell’idraulica (un pelo cedevole) o forse la posizione di guida molto avanzata (che causa la già citata distribuzione dei pesi un po’ “puntata”), ma rimane il fatto che se si cerca la guida tonda l’avantreno non regala quella fiducia necessaria per fiondarsi in curva come saette. Meglio tenersi un pizzico di margine in più, guidare un pelo “spigolati” e sfruttare la sua velocità in curva, vero asso nella manica.

UN BELL’AFFARE
Considerato tutto il pacchetto, la piccola naked di Mattighofen è un affare. Ha un equipaggiamento meccanico e tecnologico da far invidia a moto di ben altra caratura ed è anche la più vistosa del gruppo. E il suo sguardo aggressivo e stralunato rispecchia la sua guida, adrenalinica ed efficace. Se amate i caratteri forti, la KTM è di sicuro la scelta giusta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Leonessa Kira abbraccia il suo salvatore

animali

La leonessa rivede l'uomo che l'ha salvata

1commento

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

ASTRI

Scopri il tuo oroscopo 2018 con Gazzafun

Lealtrenotizie

Piene, la situazione migliora. In serata riapre il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Danni e disagi

Piene, la situazione migliora. Riaperto il ponte di Sorbolo. Le immagini di Colorno "allagata"

Bonaccini: "Chiederemo al governo lo stato d'emergenza". Coldiretti: "Danni per milioni di euro"

maltempo

Strade provinciali, "emergenza finita in montagna". Ancora 5.000 senza corrente elettrica

I danni del vento al campeggio di Rigoso Video

1commento

emergenza

Colorno, una decina di evacuati e danni alla Reggia. Piazza e garage allagati Video 1-2 - Le foto

Sommerso anche il cortile della Reggia

2commenti

meteo

La pioggia si "sposta" al Sud. E da venerdì nuova ondata di freddo

piena

Ecco com'è ridotta Lentigione: il video dall'elicottero

anteprima gazzetta

L'alluvione e il black-out nel Parmense: danni, disagi, paura e storie

tg parma

Colorno sott'acqua, i cittadini: "Non si poteva evitare?" Video

1commento

piena

Viarolo, auto in balia delle acque. Escluse persone all'interno

incidente

17enne investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

1commento

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

31commenti

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

STORIA

Parma, le alluvioni e le piene del Novecento

L'evento più drammatico e disastroso resta lo straripamento del Po nel 1951

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

8commenti

TRASPORTI

Tep, revocato lo sciopero del 14 dicembre

social

Esondazioni e black-out: è derby di solidarietà tra Parma e Reggio

piena

Il sindaco di Sorbolo: "I cittadini non si mettano in pericolo: via dagli argini" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

LA BACHECA

Venti nuove offerte di lavoro

ITALIA/MONDO

lutto

Addio a Everardo Dalla Noce: da "Tutto il calcio minuto per minuto" alla Borsa

luzzara/suzzara

Ha ucciso i due figli e tentato il suicidio: le condizioni migliorano

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

5commenti

Calciomercato

Inter, nuovo obiettivo per il centrocampo

SOCIETA'

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS