16°

TENDENZE

Dacia, il volo della regina «low cost» continua

Dacia, il volo della regina «low cost» continua
0

Bernard Chretien, direttore generale di Renault Italia, racconta la crescita al galoppo del brand: «Non siamo scelti soltanto per il rapporto qualità-prezzo»

di Lorenzo Centenari

Rubare ai ricchi per dare ai poveri. Nella leggenda, una missione per Robin Hood. Oggi, la filosofia di un marchio che più di ogni altro sembra intercettare le esigenze dell’automobilista italiano. A parlare sono le cifre: quasi 40 mila immatricolazioni nel 2014 (+42%), già oltre 12 mila (+30%) nel primo trimestre 2015. Se fino allo scorso millennio il termine veniva accostato alla tipica abitazione russa, o a una provincia dell’impero romano, da dieci anni a questa parte Dacia è diventato sinonimo di spesa intelligente. Un fenomeno, il «boom» della divisione low-cost del Gruppo Renault, che lascia tutti a bocca aperta tranne chi, sulla formula franco-rumena del «value for money», aveva scommesso in tempi non sospetti.

«I risultati commerciali che Dacia sta registrando nel Belpaese ci fanno felici. Ma in fondo, non ci sorprendono». A parlare è Bernard Chretien, dal 2013 direttore generale di Renault Italia. «Con orgoglio, mi sento di giudicare la gamma Dacia moderna e completa, un’offerta di modelli eterogenea capace di conquistare il cliente con allestimenti al passo coi tempi e un grado di qualità sul quale non c’è traccia di risparmio. Definirei il nostro un brand “essenziale”, ma non certo “spartano”». Il prodotto, ma non solo: «La fortuna di Dacia - aggiunge Chretien - si deve anche a una rete di vendita, la stessa della capogruppo, capillare ed estremamente efficiente. Oltre alla politica del Gpl estesa a tutti i modelli che per il momento sta a sua volta pagando».

Inizialmente avvicinate dal pubblico con sospetto, attualmente vetture come Sandero, Lodgy, Dokker e soprattutto Duster non solo incontrano le preferenze di una vasta fascia di utenti, ma ispirano anche - come nel caso del Suv - autentici moti di affetto e fedeltà: proprio a Duster, al secondo posto in Italia nel segmento fuoristrada, è da tempo intitolato un club di appassionati. «Il mercato - afferma Chretien - dimostra come dalle concessionarie escano ormai numerosi modelli Dacia equipaggiati di tutto punto, a scapito delle versioni base: significa che siamo scelti non solo per il rapporto qualità-prezzo, ma anche per rispecchiarsi in un’identità di marca sempre più concreta».

Fiore all’occhiello del marchio, infine, una strategia di comunicazione coerente e accattivante: l’iniziativa «Dacia Sponsor Day» ha celebrato il 25 aprile, in occasione del match casalingo dell’Udinese (di cui Dacia è main partner) contro il Milan, la prima vincitrice di un concorso davvero originale. L’undici di Stramaccioni è infatti sceso in campo dividendo i colori sociali con quelli della Pallamano Rovereto. I più «poveri» sempre in primo piano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi

Sport

Duathlon Kids: festa al Campus con 500 bambini e ragazzi Foto

Medesano: al Bar sport come in Cina

pgn

Medesano: al Bar sport come in Cina Foto

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

curiosità

Coppa Cobram: quando Parma prende la "bomba" e pedala Fantozzi-style Le foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

ponte romano

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

1commento

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

2commenti

polizia municipale

Passante aggredito da un pitbull in zona stazione

2commenti

tg parma

Sequestrati 55 chili di cibo senza etichettatura in un ristorante giapponese Video

TORRILE

San Polo, rubano un'auto e la «riportano» distrutta

Degrado

Gli spacciatori ora assediano Piazzale Dalla Chiesa

12commenti

Carabinieri

Fidenza: donna trovata morta in piazza Gioberti

Corniglio

Lupo morto avvelenato

4commenti

Parma

Il nuovo volto della diocesi: 56 maxi parrocchie per unire i fedeli 

Bologna

Prostituta uccisa a colpi di pistola: confessa un 55enne di Parma

Francesco Serra si era invaghito della 30enne romena Ana Maria Stativa, trovata senza vita a casa sua

tg parma

Giuseppe Buttarelli ce l'ha fatta: da Colorno a Fontanellato contro la Sla Video

LEGA PRO

Il Parma riparte dal poker di Gubbio

Parma

Autovelox e autodetector: ecco dove saranno fino a venerdì

Intervista esclusiva

Raffaele Sollecito: «Ho scelto Parma per lavoro»

Il delitto di Meredith, il processo, l'assoluzione, il rapporto con Amanda. Ecco l'intervista completa

24commenti

Comune

Taglio alla Cosap del 10%

1commento

Noceto

«Al Pioppo», quel luogo dell'anima

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

1commento

EDITORIALE

L'esempio di Londra contro il terrorismo

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

frosinone

Difende la fidanzata, massacrato di botte: muore 20enne 

3commenti

SOCIAL NETWORK

La famiglia posta un video su Youtube: arrestato latitante

SOCIETA'

SOS ANIMALI

Qualcuno ha visto Kira?

Gazzareporter

Campana del vetro con... piumino invernale Foto

SPORT

MOTOGP

Il mondiale si apre all'insegna di Vinales. Dovi e Rossi sul podio

formula 1

Per il trionfo di Vettel in Australia 10 milioni davanti a Rai1

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017