12°

Auto

Solo gli incentivi hanno evitato il crollo dell'auto

Solo gli incentivi hanno evitato il crollo dell'auto
0

di Aldo Tagliaferro

Letti a bruciapelo (2.158.010 auto vendute, -0,17% rispetto al 2008) i dati del mercato italiano sembrano indicare un paziente in buona salute. Ma quello che luccica non è oro: senza una medicina chiamata incentivi il paziente sarebbe vicino all'arresto cardiaco, più o meno a 1,8 milioni di veicoli secondo i calcoli dell'Unrae, l'associazione delle case estere.
Ma quel che è peggio è che alle vendite non corrispondono margini adeguati: per i concessionari è stato un anno di «sangue, sudore e lacrime» tanto che due autosaloni su tre hanno chiuso il 2009 in perdita. Un po' perché agli incentivi statali è stato quasi sempre aggiunto uno sconto dalle Case, un po' perché la politica di incentivazione ha favorito soprattutto il gruppo Fiat, che infatti ha guadagnato un'ulteriore fetta di mercato e ha oltre il 90% della «fetta» riservata al metano. Questo non significa che il Lingotto non abbia le sue gatte da pelare, basta guardare lo stabilimento di Termini Imerese, destinato a chiudere.
Ma a soffrire non sono solo le maestranze di mamma Fiat: nell'ultimo anno e mezzo sono stati persi circa 10mila posti di lavoro (indotto compreso) nel settore delle auto estere.
La crisi, del resto, c'è e non si può ignorare. Quello che rende però molto incerta la prognosi è una serie di sintomi tipicamente nostrani e per nulla rassicuranti. Il primo: a fronte dei circa 38 miliardi di euro spesi nel 2009 in auto nuove, gli italiani hanno prodotto un gettito fiscale dalle quattro ruote di 65 miliardi sommando le varie imposizioni. E ancora: l'utilizzo di un'auto comporta 30 documenti, 18 imposte e più di 12 soggetti coinvolti, un autentico capolavoro di burocrazia bizantina.
Aggiungiamo - e qui l'Unrae calca giustamente la mano - che per le auto aziendali esistono facilitazioni risibili, eppure in altri Paesi le flotte rappresentano il perno del mercato. L'Unrae sta lavorando proprio all’elaborazione di un disegno di legge sulle vetture aziendali che preveda l’inserimento delle auto aziendali nella Tremonti ter (includendo anche i veicoli commerciali). 
Altra proposta che il presidente dell'Unrae Loris Casadei indica come via d’uscita dalla eccessiva burocratizzazione italiana è la «pay per use», ovvero «il ritorno alla tassa di circolazione in funzione dell’uso». Le assicurazioni, più attente alle logiche di mercato, si sono già mosse in questo senso.
Va da sé che la richiesta principale riguarda però la conferma degli incentivi, senza i quali il mercato è destinato a scendere come minimo a quota 1,8 milioni di auto. Un livello - aggiungiamo noi - forse più consono alle esigenze del Paese rispetto all'ipertrofia degli ultimi anni, ma se ridimensionamento ci deve essere è bene che sia graduale.
Le note positive? La ripresa del mercato al Sud (+7,67%) e il boom di veicoli a gas, sia Gpl che metano, anche se alla crescita pirotecnica delle vendite non sembra corrispondere un identico aumento dei consumi di gas, segno che molti comprano l'auto a Gpl scontatissima e poi vanno a benzina...
Comunque i motori alimentati a gas metano sono oggi il 5,87% del totale (+60%) e quelli a  Gpl addirittura il 15,02% (+350%). Emilia Romagna e Marche sono le regioni che hanno più utilizzato gli incentivi per gli eco-carburanti: la nostra regione detiene il primato per le vetture a Gpl (il 21% degli acquisti globali) mentre i marchigiani quello delle vetture a metano con un quinto (20,23%) delle nuove immatricolazioni.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hub Cafè: vestiti anni '50

Pgn feste

Hub Cafè: vestiti anni '50 Foto

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

Striscia la notizia

Morto il fratello dell'inviato Valerio Staffelli

«Ok il prezzo è giusto», alla presentatrice cede il vestito in diretta tv

Australia

Cede il vestito in diretta: esce il seno

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Il rugby irrompe in scena. E arriva il "bello" Sergio Muniz

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

Malattie

Tre ragazzi con la scabbia alle superiori

Borseggio

«Tenetevi i soldi, ma ridatemi la foto del nipotino»

agenda

Una domenica con i mille colori del Carnevale

SALSOMAGGIORE

Addio a Renzo Tosi, il re della focaccia di Natale

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Spettacoli

Agnese Scotti: «Il mio teatro è fisico»

CALCIO

A Salò un Parma affamato

EVENTO

I 70 anni della Famija Pramzana

SORBOLO

Se n'è andato Giuliano Rosati, poliedrico e infaticabile

Lesioni

Borgotaro, carnevale insanguinato

Parma

Carnevale, carri e maschere dal Battistero alla Cittadella Foto Video

Parma

Concerto benefico con Frisina e il coro di Roma: coda per entrare in Duomo

Evento per i 10 anni dell'Hospice delle Piccole Figlie e per ricordare il vescovo Bonicelli, scomparso nel 2009

Parma

Straordinari non pagati: Poste condannate a risarcire portalettere Video

Prima sentenza in Italia

1commento

lutto

Collecchio piange Massimiliano Ori, lo sportivo dall'animo gentile

Aveva 51 anni

1commento

carabinieri

Inseguimento a Vicofertile, recuperato bottino da 15mila euro Video

viabilità

Il calendario e la mappa degli autovelox della settimana

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IMPRESE

Top500 Parma, ecco la classifica completa

IL DIRETTORE RISPONDE

Le multe facili e quelle difficili

5commenti

ITALIA/MONDO

loreto mare

I furbetti del cartellino sono stati traditi dai loro telefonini

Padova

Curava le pazienti con "orgasmi terapeutici": medico condannato

1commento

WEEKEND

FIERE

E' iniziato Mercanteinfiera: curiosità fra gli stand Foto

45 anni fa: il disco

Catch bull at four - Quando Cat Stevens cantava in latino

SPORT

lega pro

La Reggiana vince e si fa sotto. Il Gubbio si allontana

sport

Inaugurato il Parma Golf Show Videointerviste

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

NOVITA'

Bmw, la nuova Serie 5 ragiona da ammiraglia