11°

L'ACCORDO FCA-GOOGLE

Ma la guida autonoma è davvero dietro l'angolo?

La tecnologia c'è. Ma gli ostacoli legislativi sono ancora molti

Ma la guida autonoma è davvero dietro l'angolo?
Ricevi gratis le news
0

Molte Case sono al lavoro da tempo, con risultati stupefacenti. Google e Apple sono già della parita per rivoluzionare la nostra vita al volante. L'anno «battezzato» è il 2020. Troppo presto? 

In principio, era il piacere di guida. Poi vennero gli ingorghi, le Ztl, le rotonde per niente tonde, i parcheggi a pettine, lisca di pesce, quelli ad «esse» e quelli - ancor più rari - all’Esselunga. E fu così che la magia delle origini scomparve, lasciando posto al semplice «dovere» di guida. E ispirando agli esseri umani nuove forme di mobilità, caratterizzate - come tutti gli indizi fanno pensare - dalla totale «assenza» di guida e dall’intreccio sempre più fitto tra informatica e sfera automotive.

DALL'IPHONE ALL'ICAR Senza abbandonare il proprio business di motore di ricerca, Google si darà (con Fca) ai motori elettrici e alle auto a guida autonoma (prototipi di «Google car» da tempo percorrono in lungo e in largo le strade della Silicon Valley). Apple dal canto suo tratta con Bmw (al lavoro insieme all’internet company cinese Baidu per ultimare la sua creatura) per la fornitura di know-how e componenti adatti alla propria alternativa. Dall’iPhone a un’iCar? Un’Audi RS7 completamente autopilotata macina record dopo record sulla pista di Sonoma in California, mentre Mercedes ha già mostrato un esemplare autonomo di Classe E al CES di Las Vegas già nel 2015. Un veicolo a guida autonoma del Gruppo PSA (Peugeot Citroen) è andato allegramente da Psrigi a Madrid, più di 3mila chilometri... Notizia dello scorso autunno è poi l’acquisizione in forma paritetica da parte dei tre marchi premium tedeschi di Nokia Here, il servizio di navigazione satellitare del colosso finlandese. Nello sviluppo della guida senza conducente, infatti, la cartografia di nuova generazione (mappe digitali precise al centimetro, dati in real time trasmessi dagli utenti stessi, etc.) avrà a sua volta un ruolo chiave.

2020, L'ANNO CHIAVE Dall’Homo habilis all’Homo sapiens, dall’Homo «vector» all’Homo «viator»: specie in costante evoluzione, l’automobilista staccherà a poco a poco le braccia dal volante e gli occhi dalla strada, passando da un ruolo attivo e determinante a una funzione passiva e (quasi) irrilevante. I più ottimisti, tra i quali il numero uno del Gruppo Nissan-Renault Carlos Ghosn, individuano il 2020 come spartiacque tra la guida intesa in senso tradizionale e il cosiddetto «piloted driving», o guida autonoma. È tuttavia probabile che l’era delle auto-robot in grado di sollevare i loro proprietari da qualunque pensiero, di gestire cioè qualsiasi manovra in completa indipendenza grazie a radar, telecamere, sensori a ultrasuoni e il continuo scambio di «big data» con il web, disti qualche anno in più. Questo non tanto per ragioni di sviluppo tecnologico, il cui stato dell’arte ha raggiunto proporzioni pressoché definitive e la cui traccia è già stata battuta dalla quasi totalità dei maggiori costruttori mondiali. Quanto piuttosto (oltre al capitolo costi) in funzione assicurativa e legislativa.

I PROBLEMI A chi attribuire la responsabilità di un eventuale sinistro, se il guidatore non era ai comandi? La convenzione di Vienna sul traffico stradale, risalente al 1968 e tuttora in vigore, stabilisce dopotutto che il conducente debba possedere il controllo costante del veicolo. Una serie di adeguamenti normativi secondo i quali le funzioni di guida autonoma sarebbero consentite qualora il guidatore fosse in grado di poterle controllare in maniera attiva, oppure di disattivarle, sarebbe già in via di definizione, con la Germania in veste di apripista. Ma non sarà un iter rapido, uniforme e senza ostacoli.

QUELLO CHE C'E' GIA' Al contrario, la transizione alla guida autonoma è un processo irreversibile ma che si realizzerà per gradi, come d’altronde il pubblico già sperimenta sulla propria pelle. La diffusione dei sistemi ADAS (Advanced Driver Assistance Systems) ha ormai contagiato anche la fascia generalista del mercato: acronimi come ACC (Adaptive Cruise Control), FCW (Forward Collision Warning), EBA (Emergency Brake Assist) e LDWS (Lane Departure Warning System) fanno oggi parte del gergo comune. E oltre a salvare vite, forniscono un’anteprima di quella che, prima o poi, sarà un’esperienza di auto-pilotaggio a tutti gli effetti.

Vai alla sezione Motori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

C'è tanto ritmo al Jamaica

FESTE PGN

C'è tanto ritmo al Jamaica Foto

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

TELEVISIONE

I ragazzi di "Amici" puliscono le strade di Roma per punizione: le foto

Foto con Romina, Lecciso lascia Al Bano, lo rivela 'Oggi'

gossip

La Lecciso lascia Al Bano. Colpa di Romina

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto Rosso

VELLUTO ROSSO

Da Luca Zingaretti ad Anna Mazzamauro: settimana ricca a teatro Video

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Striscia torna a Parma,  i musulmani:  "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

"crociata al contrario"

Striscia torna a Parma, i musulmani: "Si alle Luigine, basta non si imponga la fede cattolica"

i nuovi arrivati

Faggiano: "Mercato per fare il salto: ora solo uscite" Il videocommento di Piovani - Ciciretti, i gol (video)

mercato

Parma, ultimo colpo: preso il centrocampista Anastasio

sabato

In treno (e pullman) a Cremona: quando la trasferta (e la rivalità) è vintage Tutte le info

Allo Zini riaprono i distinti, incasso in beneficenza

anteprima gazzetta

Smartphone alla guida: incivile e...pericoloso Video

1commento

politica

Elezioni, domenica sera la lista dei partiti in lizza per il Parlamento Video

CARABINIERI

In casa con l'arsenale: arrestato

In manette un tunisino 48enne

1commento

SORBOLO

Auto fuori strada a Enzano: un ferito

gazzareporter

Via Doberdò, dove la segnaletica stradale viene ignorata: pericolo e poca disciplina Gallery

5commenti

lutto

Addio Bruno, spirito guerriero e animo gentile: aveva 49 anni

L'INCHIESTA

Alluvione, il pm: «Pizzarotti non lanciò mai l'allarme, nemmeno dopo il crollo del ponte della Navetta»

2commenti

MEDICINA

Uno spray imita lo smog e porta i farmaci al cuore: scoperta (anche) parmigiana

5 STELLE

Parlamentarie: la rabbia degli esclusi di Parma Video

3commenti

PARMA

Tabaccaio prende una mazza e mette in fuga il rapinatore 

TECNOLOGIA

Custom, fatturato oltre 130 milioni

Acquisito il 52% di power2Retail

UNIVERSITÀ

Andrei: «Nuovo corso di laurea dedicato al food»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I richiami dell'Europa e le condizioni italiane

di Domenico Cacopardo

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

milano

Torna casa il "caracat" sequestrato dai carabinieri

FUORIPROGRAMMA

Il Papa sposa in volo una hostess e uno steward cileni

SPORT

SERIE B

Anticipi e posticipi: "ritocchi" anche al calendario del Parma in febbraio

FORMULA 1

La Ferrari e... il fattore ex. Perché ha vinto Hamilton

SOCIETA'

L'ESPERTO

Imu, quante complicazioni con i figli

1commento

GAZZAFUN

Occhio al trabocchetto, è un quiz per secchioni

MOTORI

ANTEPRIMA

Nuova Subaru XV, il Suv delle Pleiadi svelato in 5 mosse

moto

Yamaha MT-09 SP: la prova