ULTIME NOTIZIE DA NON PERDERE!

Il giornale di oggi

abbonati

sfoglia

Cerca il meteo del tuo Comune

SCOPRI LE altre SEZIONI

"Facci un gol": cori dalla curva prima di Parma-Ribelle
Stadio Tardini

"Facci un gol": cori dalla curva prima di Parma-Ribelle

 
Le note dei Wind Atlas e di Lili Refrain
musica

Le note dei Wind Atlas e di Lili Refrain

 
Un tenero bacio "animato"
san valentino

Un bacio "animato" e il vostro S.Valentino

 
Parma: i viali della droga
oltretorrente

Parma: i viali della droga

 
Ipsia, consegnati i premi Ghirarduzzi
SCUOLA

Ipsia, consegnati i premi Ghirarduzzi

 
Ania, dalle sfilate al convento
La storia

Ania, dalle sfilate al convento

 
Giorgia Palmas ciclista a Dubai
Gossip Sportivo

Giorgia Palmas ciclista a Dubai

 
AP: da lunedì corso per volontari
tg parma

AP: da lunedì corso per volontari

 
Andrea Dallagiovanna e Alessandro Basini
spettacoli

Oggi i Masa a Sanremo

 
pirata informatico hacker
polizia

Attenzione al Cryptolocker , virus web

 
Il genio di Zanolin
ONDE GRAVITAZIONALI

Il genio di Zanolin

 
Albertelli, l'oste con il vizio del gol
Gente di provincia

Albertelli, l'oste con il vizio del gol

 
"Errore 53": Apple rischia una class action
IL CASO

"Errore 53": Apple rischia una class action

 
L'ULTIMA PAROLA - LA VERA STORIA DI DALTON TRUMBO

L'ULTIMA PAROLA - LA VERA STORIA DI DALTON TRUMBO

 
Il dramma dei curdi  raccontato a Parma
tg parma

Il dramma dei curdi raccontato a Parma

 
Si chiama Ateca il primo Suv di Seat
ANTEPRIMA

Si chiama Ateca il primo Suv di Seat

 
L'embargo russo contro i prodotti tipici parmensi
economia

L'embargo russo contro i prodotti tipici parmensi

 

Alfione

 
Ma Dabò
risate in dialetto

Barzelletta: "Un uomo fortunato (Il bollino)" Video

 
Offerte Kauppa
scegli la tua

Offerte Kauppa

 

C inema

Auto

Octavia Wagon: la Skoda più amata alza l'asticella

Octavia Wagon: la Skoda più amata alza l'asticella
0

Aldo Tagliaferro

A Mladà Boleslav, Repubblica Ceca, costruiscono auto da più di un secolo. Eppure la nuova Octavia station wagon, la Skoda più venduta, sembra Made in Germany. E non suoni come un'offesa all'orgoglio ceco, anzi. Per qualità, stile e soluzioni tecniche la nuova Octavia, ora anche 4x4,  è molto vicina ai “mostri sacri” Audi e Volkswagen, i mostri sacri del Gruppo.
La terza generazione della Octavia continuerà a rifornire le flotte (inghiottono circa il 70% delle vendite perché le aziende hanno capito che un rapporto qualità-prezzo del genere non si trova  facilmente) ma offre anche alle famiglie, soprattutto in tempi di crisi, un'auto solida, ben costruita e in grado di soddisfare tutti gli appetiti, da quelli che si placano con 19.600 euro, fino a quelli che a suon di cavalli, navigatori, cambio Dsg ecc. per sfamarsi staccano un assegno anche superiore ai 30mila euro.
Guardiamola, allora, la nuova Wagon che, in attesa del lancio il 25-26 maggio, sta attraversando il Belpaese come auto ufficiale del Giro d'Italia. Le linee sono sobrie e pulite secondo i più recenti dettami di Walter de Silva. I montanti “affogano” nei finestrini, alleggerendo l'impatto laterale. Solo qualche “taglio” moderno, ben piazzato, interrompe le superfici piane. Questa pulizia ha in realtà un neo, quello di rasentare l'anonimato, soprattutto all'anteriore. Però nasconde con disinvoltura le dimensioni, aumentate in lunghezza (90 mm), larghezza (45) e soprattutto passo (108) a beneficio dell'abitacolo, davvero spazioso. Addirittura sontuoso il bagagliaio: i 610 litri, ben sagomati e aiutati da reti e doppi fondi, sono un invito al trasloco. Abbattendo i sedili (anche quello del passeggero anteriore) i valori diventano da cargo. E con 360 euro il portellone diventa anche elettrico.
Sedili comodi, strumentazione semplice e ben leggibile, plancia austera eppure completa: la Octavia (ovviamente identica  alla berlina all'interno) è di una razionalità quasi imbarazzante, e la qualità di plastiche e assemblaggi da categoria superiore. Tanto che anche alle alte velocità (in Germania si può...) i rumori sono azzerati e la stabilità è sorprendente.
Sotto il cofano la scelta è ampia: al supermarket del Gruppo le offerte non mancano. Al momento tra i benzina si parte con un 1.2 per arrivare al poderoso 1.8 TSI da 180 Cv (pochi lo sceglieranno in Italia, ma è un gran motore), mentre i plurigettonati a gasolio si dividono fra il 1.6 (105 Cv bastano e avanzano) e il 2.0 da 150 Cv. A breve arriverà anche la versione greenline del 1.6 TDI che promette di bere appena 3,3 litri per 100 km. I consumi sono comunque scesi in media del 17% rispetto alla precedente generazione, merito anche dell'adozione dello Start/Stop su tutti i modelli e della cura dimagrante.
Il cambio manuale a sei rapporti è promosso a pieni voti, ma nulla può contro il doppia frizione DSG che è una delle trasmissioni migliori in commercio e che consigliamo sia se avete velleità sportive sia se preferite guidare tranquilli dimenticando la frizione.
La sicurezza è tutta di serie, tranne qualche gioiellino elettronico (come il crew protect assistant o il lane assistant) che rimane optional. Dei tre livelli di allestimento, tolto l'Active che serve solo ad avere un prezzo di attacco sotto i 20mila euro, l'intermedio Ambition è già piuttosto ricco. Attenti però a non farvi ingolosire dagli optional: i prezzi possono lievitare pericolosamente.
Chi ha invece necessità di guidare una trazione integrale, la 4x4 della Octavia gestisce automaticamente la ripartizione della coppia anche all'asse posteriore sfruttando l'ultima generazione del differenziale Haldex.
 
L'identikit - Octavia Wagon
Dimensioni lunghezza 4659 mm, larghezza 1814, altezza 1465, passo 2686
Bagagliaio 610-1740 litri
Motori benzina 1.2 (105 Cv), 1.4 (140 Cv) e 1.8 (180 Cv, anche con DSG a 7 rapporti). Diesel 1.6 (105 Cv, anche 4x4 e DSG a 7 rapporti), 2.0 (150 Cv, anche 4x4 e DSG a 6 rapporti)
Consumi da 3,3 a 6,1 l/100 km (4x4 da 4,5 a 6,7 l/100 km)
Prezzi da 19.610 euro (1.2 TSI Active) a 27.560 (2.0 TDI Elegance DSG)
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 0