MUSICA

Canzoni di Sanremo al primo ascolto: il livello è discreto

Mancano le folgorazioni di Elio, ma Fazio è ottimista: «Brani adatti alla radio e al web»

Cristiano De Andre'

Cristiano De Andre'

0

 

Media sei e mezzo. Ventotto canzoni, ottanta minuti di suoni, passioni, inquietudini destinate a popolare dal 18 al 22 febbraio il palcoscenico dell’Ariston, tratteggiano ciò che sarà la 64ª edizione del Festival della Canzone Italiana.
Rispetto al 2013 mancano le folgorazioni di Elio e le Storie Tese, ma c’era da aspettarselo. «D’altronde il nostro era un progetto biennale e in questa edizione 2014 dovevamo necessariamente offrire qualcosa di diverso - hanno spiegato Fabio Fazio e Mauro Pagani, rispettivamente di conduttore e responsabile musicale della manifestazione, rivolgendosi alla stampa invitata ad ascoltare in anteprima i brani in gara - Ma le canzoni sono comparabili a quelle dello scorso anno, anzi forse migliori, anche quelle fuori dagli schemi come le due di Cristiano De André».
Proprio il figlio di Faber, con «Invisibili» e «Il cielo è vuoto» regala infatti a questo Festival due dei suoi momenti migliori. La prima, con inserti in dialetto genovese, è l’affresco di un fallimento, la lettera all’amico di gioventù rievocando gli anni straviziati e stravissuti in una Genova avara di sentimenti percorsa dall’autobiografismo feroce di parole come «tu camminavi nell’inquietudine / e la mia incudine era un cognome inesorabile / un deserto di incomunicabilità». «Il cielo è vuoto», invece, è una ballata sentimentale di autorevole fattura che non sarebbe dispiaciuta allo stesso Fabrizio, in cui Cristiano racconta che «il cielo è vuoto c’è soltanto il respiro / è solo un miraggio per prenderci in giro / non puoi più fingere con me».
«Sanremo è una parola complicata per alcuni che hanno giudizi netti e, a volte, pregiudizi rispetto a tutto quello che è popolare» spiega ancora Fazio parlando di quelli che avrebbe gradito al Festival e che invece se ne sono rimasti a casa. Ovviamente, niente nomi. «Abbiamo lavorato lo stesso, comunque, puntando sulla contemporaneità, mettendo insieme un cast potenzialmente forte sia in radio che su internet, rinunciando ai nomi storici, riconoscibili, o eclatanti, per puntare tutto sulla musica».
Fra le canzoni-canzoni ci sono sicuramente le due di Arisa, «Lentamente (il primo che passa)», bolero scritto da Cristina Donà («Il primo che passa / si porterà via / il tuo ultimo abbraccio / la nostra vita e così sia»), e «Controvento», («Io sono qui / per ascoltare un sogno / non parlerò / se non ne avrai bisogno»). Ma anche le due di Riccardo Sinigallia, una delle presenze più innovative e intriganti di questa edizione grazie a «Prima di andare via» e «Una rigenerazione», in cui tastiere, ritmica e teremin sostengono il desiderio di una eterna gioventù insita in frasi come «L’avevi detto tu / facciamo entrare il sole / seguendo dentro al palmo della mano un’altra immagine del nostro cuore».
E' rock l’approccio dell’ex Vibrazioni Francesco Sarcina con «Nel tuo sorriso» («I sentimenti sono esposti come fragili corpi / che si nutrono di piccoli sogni ed innocue ingenuità / e per questo io son qui») e la più brillante e radiofonica «In questa città» («Ma voglio vivere e contraddistinguermi / come fosse il primo giorno insieme a te / dopo una lunga sosta in questa città»). Rap-reggae per Frankie Hi-Nrg con la sua «Pedala», metafora ciclistica di una vita da «pedalare sempre più in fretta perché la storia è ciclica, la pazienza è biblica, e la peggior salita è una discesa ripida», mentre «Un uomo è vivo» sfrutta tensioni decisamente più rock ripetendo come un mantra il refrain «un uomo è vivo quando respira / un uomo è vitale se fa respirare».
Giuliano Palma si affida alla penna di Nina Zilli per una «Così lontano» scopertamente Anni Sessanta («Così lontano / come fosse uno scherzo del destino / come dentro ad una nuvola di fumo / tu sei qui più vicino di sempre / mentre io guardo fuori la gente») e alla sua per una «Un bacio crudele» dalla vena soul-pop alla «You can’t hurry love». Dopo il trionfo dello scorso anno de «L’essenziale» cantata da Mengoni, nuovamente in pista Roberto Casalino, autore dei due brani di Giusy Ferreri «L'amore possiede il bene» e «Ti porto a cena con me», ma anche di «A un isolato da te» per Francesco Renga, che interpreta invece l’altro suo brano «Vivendo adesso» sul graffio rock di Elisa. Spiazzante la reincarnazione di Raphel Gualazzi che, con la complicità del dee jay mascherato Bloody Beetroots, in «Liberi o no» gioca con una dance anni Settanta alla Sylvester e nella «Tanto ci sei» di Giuliano Sangiorni passa dal soul blues al gospel tenendo fede al verso «ad occhi chiusi puoi / trasformarti in quello / che non sono stato mai». Se Renzo Rubino, vincitore del Premio della Critica fra i giovani dello scorso anno, prova a legittimare il suo passaggio tra i big con la brillante «Ora» e il mezzo valzer alla Capossela « Per sempre poi basta», fuori rotta (almeno al primo ascolto) appare la Noemi di «Bagnati dal sole» e «Un uomo è un albero». Deludono i Perturbazione, una delle novità più attese, tanto con «L'unica» («ora di te cosa farò / è così complicato / se muoio già dalla voglia / di ricordarti a memoria») che con l’ariosa «L'Italia vista dal bar» percorsa da una chitarra alla Alan Parsons Project formato «Eye in the sky». Più solidi due super classici da Festival come Ron, interprete de «Un abbraccio unico» («Amare è poi un bisogno così naturale / ma tante volte ci facciamo male / noi che siamo così complicati e stupidi / davanti all’amore») e di «Sing in the rain», e di Antonella Ruggiero, prima degli esclusi lo scorso anno e ora intenzionata a rifarsi con «Quando balliamo» e soprattutto con gli arcobaleni vocali di «Da lontano». Come da regolamento, ogni cantante proseguirà la gara con una sola canzone, mentre l'altra verrà eliminata.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La trollata epica del rapper di Parma sui profughi

tv

La "trollata epica" del rapper parmigiano Bello FiGo sui profughi Video

2commenti

ANCONA

Terremoto: sindaci regioni terremotate a Loreto

20enne si schianta a folle velocità mentre fa diretta Fb

usa

Si schianta a velocità folle: in diretta Facebook Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Roberto D'Aversa

Il nuovo allenatore

D'Aversa: "Mi hanno chiesto di giocare a calcio". Il suo staff

L'intervista: "Ora miglioriamo giorno per giorno. Ritroviamo la serenità" (Video) - Ferrari: "Scelti non i nomi, ma gentre che avesse "fame"" (Video) - Lunedì o martedì l'annuncio del nuovo ds: è una corsa a tre

4commenti

dal tardini

Il Parma va sotto, poi si rialza: 1-1 col Bassano. E finale incandescente Foto

2commenti

al mercato

Sorpreso a rubare, ferisce con un cutter i titolari di un banco in Ghiaia Foto

5commenti

sala baganza

Preso il 18enne che faceva da pusher ai ragazzini della Pedemontana

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

17commenti

via toscana

Urta due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

12commenti

Solidarietà

Sisma, il cuore di Parma c'è

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

1commento

Anga Parma

l calendario dei giovani imprenditori agricoli

Per raccogliere fondi a favore delle aziende agricole colpite dal terremoto nel Centro Italia

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

2commenti

via mazzini

Un altro pezzo di storia che se ne va: chiude Zuccheri

8commenti

controlli

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

1commento

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

alessandria

Ruba fidanzatino a figlia, condannata per violenza sessuale

CALIFORNIA

Incendio al concerto: si temono 40 vittime

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

formula uno

Mercedes: dopo il ritiro di Rosberg, Alonso tra le ipotesi

Bis Jansrud

Sci, per l'Italia un altro podio: Fill è secondo

SOCIETA'

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

rifiuti abbandonati

Via Anedda e la montagna di scatole (cinesi) Foto

2commenti