11°

26°

MUSICA

Omar Pedrini: «Canto il ritorno alla nostra terra»

L'ex Timoria ha pubblicato «Che ci vado a fare a Londra?»

Omar Pedrini

Omar Pedrini

0

 

Il passato, cui ha reso omaggio infarcendo il disco di quelle sonorità britpop che ama fin dai suoi esordi con i Timoria. Il presente, che trapela dalla narrazione di personaggi quasi mai risolti in un mondo attuale pieno di problematiche. Il futuro, racchiuso nella titletrack dell’album e che vuole essere un invito a riflettere sull’importanza di trattenere in Italia i talenti «nostrani».
«Che ci vado a fare a Londra?» è il nuovo disco di Omar Pedrini, uscito ad otto anni di distanza dal suo ultimo lavoro e venuto alla luce sull’asse Italia-Inghilterra grazie al sostegno di Noel Gallagher e della sua etichetta di management Ignition. «C’è anche una dichiarazione d’amore e disincanto per l’Emilia - ha raccontato Pedrini parlando del brano «Emilia non ride più» - terra che per me è sempre stata fonte d’ispirazione e simbolo di gioia per antonomasia. Caratteristica che però, purtroppo, la crisi economica ed anche quella dei valori tipici della cultura contadina hanno in parte cancellato».
Il ritorno alla terra, inteso letteralmente come lavoro nei campi ma anche in senso lato come riavvicinamento ai valori semplici e genuini, è infatti uno dei temi ricorrenti del disco. Ogni canzone rappresenta un ritratto umano e racconta la storia di personaggi che affrontano alcuni dei problemi tipici della società attuale: la paura della propria sessualità, le difficoltà create dalla crisi economica, la mancanza di un sistema valoriale solido. «Sono tutti personaggi irrisolti - ha spiegato l’artista bresciano - nel senso che non hanno ancora trovato la loro dimensione ottimale. Tutti tranne uno, il protagonista della canzone «Piero tra la campagna e il cielo»: lui è un contadino, realizzato ed appagato dalla vita che conduce a stretto contatto con la natura. Il brano, tra l’altro, l’ho dedicato proprio ad un parmigiano: Giuseppe Bertolucci che ho avuto l’onore di conoscere e che mi ha trasmesso il suo amore per la Terra Madre».
Ad impreziosire il progetto discografico dal respiro british e con sfumature psichedeliche, sono presenti alcune prestigiose collaborazioni: con il rapper Kiave in «Jenny (scendi al fiume)», con Ron e Dargen D’Amico in «Gaia e la balena», con i Modena City Ramblers nel brano strumentale «Nonna Quercia folk band» ed infine con i mancuniani The Folks, presenti al completo proprio nel brano che ha dato il titolo al disco. «Poetry as an insurgent art», invece, è stato scritto a quattro mani da Pedrini con il poeta beat Lawrence Ferlinghetti. «Se la salute me lo consentirà - ha concluso Omar, riferendosi ai problemi di cuore che lo tengono da tempo lontano dai palchi - vorrei tornare presto anche a suonare dal vivo».

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna insulta i concorrenti: "Avevamo 7 dementi, ha giocato una nana"

striscia la notizia

Insinna insulta i concorrenti di "Affari tuoi": infuria la polemica Video

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

Game of thrones 7

Game of Thrones

"La grande guerra è arrivata"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Candidati: lancio Chiara

SPECIALE ELEZIONI 

Candidati sindaci, 15 risposte su Parma in 2' I video

di Chiara Cacciani

6commenti

Lealtrenotizie

Fabi: «Così rilancerò il Maggiore»

Intervista al direttore generale

Fabi: «Così rilancerò il Maggiore»

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

La denuncia

Asili e materne, graduatorie col «trucco»

Sport Paralimpici

Giulia, pesce combattente

Busseto

Addio a Scrivani: ha insegnato a generazioni a guidare

      Lega Pro

E adesso la Lucchese

MEDESANO

Pellegrini 2.0: una app sulla via Francigena

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Criminalità

Le «ronde elettroniche» funzionano. Già 260 i parmigiani coinvolti

4commenti

anteprima gazzetta

Fabi "ridisegna" l'ospedale. Ecco come cambia Video

Focus sui confronti elettorali fra i dieci candidati. Dopo molti anni due nuovi sacerdoti ordinati insieme. Inchieste sulle scuole materne di Parma. Tubercolosi, un secondo caso?

2commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

LEGA PRO

Play-off: il Parma giocherà con la Lucchese

Sondaggio: i nostri lettori speravano nei toscani o nella Reggiana. In caso di passaggio del turno, i crociati incontrerebbero la vincente di Pordenone-Cosenza

12commenti

lega pro

Paolo Grossi: "Lucchese, sorteggio benigno" Video

Il Parma verso la Lucchese, guidata in panchina l'ex laziale Lopez, che ha sostituito Galderisi

2commenti

VERSO IL VOTO

Legalità, Alfieri lancia la sfida del certificato 335

E' il documento nel quale sono trascritti gli eventuali carichi pendenti

1commento

VERSO IL VOTO

Amministrative, i sondaggi nazionali sul «caso Parma». In testa Pizzarotti

9commenti

VIA COSTITUENTE

Colpiscono il gestore del supermercato con una catena: due donne arrestate per rapina

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

EDITORIALE

Loro criminali paranoici. Noi troppo deboli e divisi

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

ISLANDA

Turista italiano 20enne muore in un incidente in bici

Nato

Trump prima delle foto spinge via il presidente del Montenegro Video

SOCIETA'

MILANO

La danza dell'amore dei serpenti. In un parco pubblico

cinema

Festival di Cannes: curiosità dalla Croisette Foto

SPORT

playoff ritorno

Parma - Piacenza 2 - 0: gli highlights del match Video

1commento

CICLISMO

Giro: a Van Garderen il tappone dolomitico

MOTORI

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima

novita'

Mazda CX-5, il Suv compatto che sfida i marchi premium