22°

32°

NEVIANO

Allarme statale 17 una «groviera» pericolosissima

Frane, crepe, smottamenti e incuria forti disagi per chi percorre la strada

Allarme statale 17 una «groviera» pericolosissima
Ricevi gratis le news
0

 

 

La denuncia

«Stato di abbandono

e di incuria

che dura da anni»

La rassegnazione non è di casa in Val d’Enza, colpita negli ultimi anni da frane e smottamenti che hanno portato la Sp 17, strada di collegamento che da Traversetolo risale fino al ponte di Vetto al confine con Reggio, ad essere fortemente danneggiata quasi lungo tutta la sua lunghezza: gli abitanti dei paesi nevianesi affacciati sull’Enza, Sella, Ceretolo, Mediano, fanno i conti da anni con una carreggiata piena di buche, avvallamenti e crepe.

Una situazione di forti disagi che ha portato, negli ultimi mesi, i cittadini a voler far di nuovo sentire la propria voce con una raccolta firme: Claudio Laurenti, cittadino originario di Ceretolo, si è fatto promotore dell’iniziativa raccogliendo 350 adesioni tra Sella, Mediano, Ceretolo, Scurano e i «vicini» di Vetto.

L’obiettivo è quello, ancora una volta, di richiamare l’attenzione sullo stato in cui versa la strada provinciale 17: «Soffriamo da anni lo stato di abbandono e incuria della strada – spiega Laurenti -: vi è una serie di fattori, dai danneggiamenti dovuti ai movimenti franosi ma anche una certa incuria nella pulizia dei fossi e dei margini boscosi a lato della strada, che col tempo rischia di portare la gente a non frequentare più queste zone».

Disagi e scossoni in strada, quindi, ma anche, spiega il cittadino, conseguenze indirette dello stato della strada: come il contribuire al deprezzamento dei valori degli immobili: «Molte case, qui, rimangono invendute per anni, o vedono abbassare il proprio valore fino ad una cifra minore della rendita catastale».

La 17 è una strada di penetrazione nella valle, che unisce Traversetolo nel parmense alla zona reggiana verso Castelnovo, passando per le frazioni nevianesi e per l’importante collegamento del ponte di Vetto: costruita a inizio del secolo scorso, la strada presenta da una parte una base meno solida in quanto a materiali di costruzione, a cui si sono aggiunti i gravi movimenti franosi degli ultimi anni che già due volte hanno portato, con conseguenze gravi per le attività della zona, alla chiusura del ponte di Vetto.

Un problema che, come testimonia l’ultima raccolta firme, è infatti sentito anche dai residenti di Vetto, nel reggiano, per cui la Sp 17 è la principale arteria di collegamento per i visitatori e lavoratori che provengono dal parmense. A fare le spese di crepe, buche e avvallamenti (emblematico e ormai un «classico» della strada quello, molto profondo, lungo la strada che da Vetto e Scurano scende a Ceretolo) sono anche le corriere del trasporto scolastico tra Castelnovo Monti e Traversetolo, oltre ai numerosi ciclisti che, soprattutto nei mesi più caldi, popolano queste strade.

La raccolta promossa da Laurenti tra i paesi della Val d’Enza va ad aggiungersi alle 600 firme riunite ad inizio 2015 nel nevianese, per lo stato in cui versano tutte le provinciali del territorio, spedita a suo tempo dai promotori e dal Comune al presidente del Consiglio dei ministri, al presidente della Repubblica, al presidente della Regione Emilia Romagna, al presidente della Provincia e al presidente dell’Unione montana Parma est.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti