16°

POLITICA PD

Renzi stravince: a Parma al 68%

E in Emilia al 72 - A Parma Civati batte Cuperlo

Matteo Renzi

Matteo Renzi

8

«Si profila una vittoria molto forte di Matteo Renzi, molto forte soprattutto in regioni importanti, è un segno inequivoco che avrà un mandato democratico molto forte e una responsabilità molto forte». Così Guglielmo Epifani commenta i dati in arrivo dallo scrutinio ai seggi.

A metà spoglio il sindaco di Firenze è sul 68%, e in Emilia arriva al 72.

I dati forniti alle 22 a Parma  danno Renzi al 68,62 davanti a Civati (15,88) e Cuperlo (15, 50). I voti di Parma e provincia sono stati oltre 26mila.

La frase - "Non è la fine della sinistra, è la fine di un gruppo dirigente della sinistra". Lo ha detto Matteo Renzi sottolineando come "non è la fine della sinistra ma stiamo cambiando i giocatori, noi non stiamo andando dall’altra parte del campo".

Ampio servizio sulla Gazzetta di Parma in edicola 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    09 Dicembre @ 21.03

    SI ANDREA , i vitalizi dei Parlamentari , i pensionati da 40000 - 50000 euro al mese ( mi han detto che ce ne sarebbe uno da 90000 euro al mese. Sarà vero ? ) , le solite cose risapute, se pur vere , ma, qui si minaccia di andare a far macelleria sociale su chi ha maturato , in una vita di lavoro , pensioni di 2000 - 3000 - 4000 - 5000 euro che sono , senza dubbio , buone pensioni , ma è esagerato , secondo me , definire "pensioni d' oro" . Si vanno a colpire sempre i soliti , cioè la piccola borghesia , che già paga di tutto e di più .

    Rispondi

  • Andreaparma

    09 Dicembre @ 19.40

    Vorrei fare notare che anche i vitalizi dei parlamentari, a Roma e regionali, sono dei diritti acquisiti. Ma penso che nessuno si batterebbe per mantenerli. Il punto è che se servono risorse, queste, in un modo o nell'altro, si cercano e si trovano. Giusto quindi reclamare di più da chi molto ha ricevuto alle spalle degli altri, ingiustamente. In caso contrario, si fa come si è sempre fatto: spremere tutti in modo indiscriminato, una vera e ingiusta macelleria sociale. Vedi Tares, Iva e altre imposte. E l'Imu, non detraibile, che spreme risorse anche alle imprese con i conti in rosso? (+120% sui capannoni a Parma). In merito all'Euro, lo spread medio dei titoli di stato Italia-Germania, prima dell'Euro, sfiorava il 4%; con l'Euro arrivò allo 0,6%, con grande risparmio sugli interessi (enormi) pagati. L'Italia, cicala e senza una politica industriale di nessun tipo, anziché approfittare della situazione e aggiustare i conti in un momento economico favorevole, continuò a spendere male e sempre di più, fino alla resa dei conti del 2011, quando ci misero di fronte alla dura realtà, che ora non presenta né alternative né scorciatoie.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    09 Dicembre @ 17.47

    "RIPARAMETRARE" LE PENSIONI GIA' IN ATTO SULLA BASE DEL "CONTRIBUTIVO" SAREBBE UN' ABERRAZIONE ! Il sistema "retributivo" è necessario per mantenere l' assegno pensionistico adeguato al costo della vita. Nonostante questo il "contributivo" è già entrato in vigore per tutti con la "Legge Dini" dal 1 gennaio 1996. ABBIAMO GIA' DATO FIN TROPPO ! Peraltro, chi sa di maturare una pensione misera col "contributivo" , ha facoltà di sottoscrivere i fondi integrativi appositamente costituiti , ai quali , però , per il momento, stanno aderendo in pochi , mentre gli anziani, già in pensione, non hanno questa possibilità , e, pertanto , devono aver RISPETTATI I LORO DIRITTI ACQUISITI. LE LEGGI NON POSSONO AVERE VIGORE RETROATTIVO ! Le "pensioni d' oro" sono un argomento prediletto della divulgazione scandalistica , ma bisogna vedere poi qual' è il loro peso reale sul Sistema. Certamente tutti ci indigniamo quando sentiamo di persone che ricevono 40000 - 50000 euro al mese di pensione , ed anche più , ma dovremmo indignarci anche per tutti quelli che hanno ricevuto pensioni premature. FINO AL 1996 I DIPENDENTI PUBBLICI SON POTUTI ANDARE IN PENSIONE CON 16 ANNI , 6 MESI E 1 GIORNO DI LAVORO . C' è stata molta gente , soprattutto donne , andata in pensione a 34 anni ! MA E' OVVIO CHE, QUELLE PENSIONI, ORMAI DOBBIAMO CONTINUARE A PAGARLE FINO ALLA MORTE DEL TITOLARE . Che vogliamo fare ? Andare da una settantaquattrenne , andata in pensione quarant' anni fa , e dirle : "Scusi signora, abbiamo scherzato ! Non si può andare in pensione a trentaquattro anni, adesso lei deve tornare a lavorare " ? IL SISTEMA PENSIONISTICO ITALIANO E' STATO MESSO IN EQUILIBRIO DEFINITIVAMENTE DALLA "LEGGE DINI" DEL 1996 (che ha , tra l' altro, eliminato anche le "baby pensioni" ) ED ULTERIORI MACELLERIE SOCIALI SON SOLO VILTA' ! E' ORA DI FINIRLA , ed è questo che la gente di Sinistra si aspetta dal Segretario del Partito che si fa passare per Guida della Sinistra. USCIRE DALL' EURO AVREBBE SENZA DUBBIO CONSEGUENZE MOLTO GRAVI , MA NON POSSIAMO NEMMENO ANDARE AVANTI COSI' ! E, se uscisse l' Italia, uscirebbero anche la Grecia , e , probabilmente , Spagna e Portogallo , Poi vedremmo quanto resterebbe sull' "albero della cuccagna" di Germania e Francia. SARA' MOLTO IMPORTANTE VEDERE I RISULTATI DELLE ELEZIONI EUROPEE DI PRIMAVERA , perchè , a Strasburgo , potrebbero trovarsi un Parlamento pieno di deputati anti-euro............ poi ridiamo un pò.

    Rispondi

  • Andreaparma

    09 Dicembre @ 16.21

    Renzi non ha bisogno di avvocati d'ufficio, ma ricordo al sig. Gio che Prato fa Comune e Provincia.

    Rispondi

  • Andreaparma

    09 Dicembre @ 15.43

    Uno dei problemi maggiori del paese sono i debiti che lo sommergono, e che ora dobbiamo pagare. Abbiamo vissuto per decenni al di sopra dei nostri mezzi, causa uno stato sprecone, che elargiva a destra e a manca, e che spendeva malamente i soldi indebitando le generazioni successive. Anch’io ho sentito Renzi parlare di pensioni d’oro maturate con il sistema retributivo, e dentro di me l’ho applaudito: il retributivo è stata un’ingiusta, miope e clientelare follia, che ha contribuito a creare il debito che ci opprime. Personalmente credo sia giusto riparametrare le pensioni maturate col retributivo in relazione a quanto versato e con progressività: quelle basse dovrebbero essere diminuite di poco o niente e le più alte abbassate maggiormente. Uscire dall’Euro, infine, ci darebbe la possibilità di svalutare, innescando, come un tempo, la spirale tassi d’interesse-inflazione e aumentare l’indebitamento, con interessi via via crescenti che ci porterebbero alla bancarotta. Adesso bisogna spendere bene i pochi soldi a disposizione e fare riforme coraggiose che solo un governo molto forte e con obiettivi a lungo termine può pensare di affrontare. Ma deve avere un altrettanto forte consenso popolare, altrimenti non combina niente, come da 40 anni a questa parte. Forse Renzi è in grado: se non lui, chi? D’Alema? Berlusconi? Grillo?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen tra bacio passionale e vestito d'oro: il web impazzisce

social

Belen tra bacio passionale e vestito (sexy) d'oro: il web impazzisce Gallery

Alessia sposa Michele, prima trans a dire 'sì'

CASERTA

Alessia sposa Michele, prima trans a dire sì

Giovanni Lindo Ferretti

Giovanni Lindo Ferretti

Parma

Rimandato il concerto di Giovanni Lindo Ferretti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

SALUTE

Senza colori: la vita in bianco e nero dei daltonici

di Patrizia Celi

Lealtrenotizie

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

Raggiri

L'ombra della truffa dietro quei rilevatori di gas

Bullismo

«Non voglio più andare a scuola»

IL CASO

Ponte Verdi, i sindaci pronti alla disobbedienza civile

Noceto

L'appello: «Salviamo l'oratorio di San Lazzaro»

INTERVISTA

L'8 maggio Nucci al Regio per l'Hospice

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

LEGA PRO

Parma, pronto a cambiare

PARMA

Bocconi avvelenati: caccia ai killer dei cani

Alimentare

Parmacotto, previsti 60 milioni di ricavi

tg parma

Laminam: il caso arriva alla commissione ambiente della Regione Video

foto dei lettori

Spettacolo (della natura) nei cieli di Parma Gallery

1commento

Parma

Maltempo: vento forte in Appennino

Tribunale

Molotov contro gli spacciatori: patteggiano in tre

anteprima gazzetta

La nuova (spregevole) trovata dei truffatori? Il rilevatore del gas

36a giornata

I play-off se il campionato finisse oggi: rientra l'Albinoleffe (partite e date)

parma

Si rompe un tubo: strada allagata in via Montebello, operai al lavoro e traffico deviato Foto

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Vale di più un morto o 100 morti?

EDITORIALE

Alitalia, perché sono tutti colpevoli

di Aldo Tagliaferro

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Baby gang circonda il pensionato al bancomat ma... 

2commenti

polizia

Paura a Londra e Berlino: tensione a Westminster (terrorismo) e spari in un ospedale (un ferito) Foto

SOCIETA'

trump-macri

Melania e Juliana: le first lady (bellissime) rubano la scena ai presidenti Foto

Bologna

Pranza al ristorante e si sente male: donna muore dopo 5 giorni

SPORT

calcio

Ecco la nuova maglia della Juve: ce la svela (con gaffe) Cuadrado

calcio

Moggi, radiato in Italia, riparte dall'Albania

MOTORI

PSA

DS 7 Crossback, in vendita la versione di lancio "La Premiére"

NOVITA'

Toyota Yaris: l'ora del restyling