11°

29°

IL CASO

Ritrovata l'auto del pirata di viale Rustici: era in carrozzeria

Dopo una segnalazione anonima alla Gazzetta i vigili urbani hanno sequestrato una Bmw station wagon in un'officina a San Michele Tiorre

Ritrovata l'auto del pirata di viale Rustici: era in carrozzeria

I soccorritori in viale Rustici

21

Si sapeva che era questione di ore. E l'ora è arrivata: la Bmw station wagon del pirata della strada che ha travolto e ucciso Mara Aicardi su viale Rustici sarebbe stata rintracciata in una carrozzeria. Ed è stata immediatamente sequestrata su disposizione della Procura. Rintracciato anche il proprietario del mezzo, ma si dovrà stabilire chi era quel mercoledì sera maledetto al volante della station wagon. L'uomo - o la donna - che ha lasciato che Mara Aicardi morisse senza ricevere il suo soccorso.

 

Decisiva una segnalazione anonima alla Gazzetta 

Nomi, lo sconosciuto al telefono con la Gazzetta non ne ha fatti. Ma ha scandito due lettere, tre numeri e ancora due lettere: una targa, forse proprio quella che tutti cercavano da giorni. 
«Appartiene a un'auto che ho notato in giro e mi ha insospettito, per una vistosa ammaccatura alla carrozzeria. E' una station wagon scura: potrebbe essere quella che ha ucciso la povera signora mentre attraversava viale Rustici». 

Una segnalazione precisa, pronunciata con una voce senza tentennamenti e con un'unica incertezza, relativa all'ultima lettera della targa. L'uomo ne ha dette due («o è
l'una o è l'altra»), prima di salutare la nostra collega, ricordandole che lei non avrebbe avuto difficoltà a far giungere le informazioni alla polizia municipale. 
Erano le 16 di sabato scorso: il momento della svolta, con una telefonata anonima al nostro giornale.......................Tutti i particolari nell'articolo di Roberto Longoni sulla Gazzetta di Parma

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • lida55556

    27 Febbraio @ 13.37

    Caro filippo hai fatto un analisi perfetta hai espresso quello che penso con parole che non riuscivo a trovare! !sono d accordissimo con te......con la societa di oggi e questione di attimi.......

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    27 Febbraio @ 06.38

    Vorrei aggiungere un pensiero "laterale": a milano un pedone quasi investito sulle strisce con la moglie incinta, tira una bottigliata all'automobilista, che disgraziatamente cade, batte la testa e muore. Tutti contro il pedone, che ha avuto una reazione emotiva comprensibilissima, ma e' stato tremendamente sfortunato. Chi e' la vittima in questo caso? Per un centesimo di secondo, la vita puo' cambiare drasticamente e possiamo tutti essere vittime, o carnefici.

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    27 Febbraio @ 06.30

    Prima che siano finite le indagini e chiarite inequivocabilmente le reponsabilita', giusto non pubblicare nomi. Una volta che si siano avute certezze, nome cognome e foto del vigliacco in questione.

    Rispondi

  • presente

    26 Febbraio @ 21.20

    @ Commento del 26/02/2014 ore 10.11 , vorrà dire che se non si riesce a scoprire chi era alla guida arresteranno (per modo di dire) la vettura!!!! Si vada a ripassare il codice della strada in merito alla responsabilità civile e penale della circolazione degli autoveicoli e imparerà tante cose nuove (per lei). Per quanto riguarda la qualifica di sceriffo, mi riferisco ad un amico immaginario..... Saluti caro anonimo.....

    Rispondi

  • gian luca

    26 Febbraio @ 12.54

    Credo comunque che chiedere venga pubblicato il nome di chi ha ucciso un pedone e lo ha lasciato agonizzante sull'asfalto ed ha poi cercato di nascondere il tutto cercando di far riparare la macchina ( se non fosse arrivata la segnalazione anonima magari ce l'avrebbe anche fatta ) NON SIA ESSERE FORCAIOLI , se fossi forcaiolo chiederei che il delinquente venisse punito con la legge del taglione... ma mi accontenterei che venisse processato e sanzionato nel modo più duro consentito dalla nostra legge.. Visto che però sono amareggiato voglio aggiungere che probabilemte si fosse trattato di una persona normale o del solito extra ubriaco avremmo saputo il nome subito , trattandosi di un professionista probabilmente avrà modo di servirsi di ottimi legali che sicuramente riusciranno ad evitargli la MERITATA GOGNA MEDIATICA con le svariate motivazioni offerte dalle infinite peghe della nostra legislazione... E visto che sono MOLTO AMAREGGIATO aggiungo che non ci si mette MAI DALLA PARTE DELLE VITTIME , siamo sempre predisposti al perdono di chiunque , non è giusto il perdono se lo devono meritare dopo avere pagato i loro debiti con la legge... Insomma credo che sapere chi sia stato sia il minimo per una collettività che vive con regole certe e CIVILI.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Pasimafi, il giallo dei pc rubati

indagini

Pasimafi, il giallo dei pc rubati

DOPO SEI ANNI

Miss Italia torna a Salso:

WEEKEND

Maschere in piazza, clown e... Cantine aperte: l'agenda

Busseto

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Lutto

Addio a Erminio Sassi, anima della Fontanellatese

Polemica

«Climatizzatori nei bagni Tep ma bus roventi»

POLITICA

E adesso nasce anche «Effetto Langhirano»

Lega Pro

La Lucchese ai raggi X

SAN GIOVANNI

Il piccolo falco «Sandro» è caduto dal nido

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima