-1°

Salute

Terapia del dolore sempre piu' diffusa. E raddoppia l'uso di oppioidi

Terapia del dolore sempre piu' diffusa. E raddoppia l'uso di oppioidi
Ricevi gratis le news
0

(ANSA) - ROMA - Raddoppia in 3 anni l’utilizzo dei farmaci oppioidi per la terapia del dolore, aumentano, pur se concentrati al Nord, gli hospice ma, nonostante ciò ancora quasi la metà delle regioni italiane non è pienamente adempiente nel garantire quantità e qualità delle cure palliative. E’ quanto emerge dal rapporto trasmesso dal Ministero della Salute al Parlamento sullo stato di attuazione della Legge 38/2010, che regola l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore.
Il triennio 2011-2013, riporta il monitoraggio, ha visto una crescita del 48% dell’utilizzo di analgesici derivati dall’oppio. I valori più elevati di utilizzo si registrano nelle regioni Toscana, Piemonte, Lombardia e Veneto. L’incremento della spesa è però più sensibile nelle regioni che partivano da un basso livello iniziale: +73% in Campania, +69% in Puglia, +68% nel Lazio. Sono 221, per 2.307 posti complessivi, gli hospice, ovvero le strutture che si occupano di pazienti colpiti da una malattia che non risponde più a trattamenti e la cui diretta evoluzione è la morte. Tuttavia, ben 60 si trovano in Lombardia, che da sola vanta un terzo del numero totale di posti, ovvero 738. Seguono Emilia Romagna e Toscana (22), Veneto (21). Continua a diminuisce il numero di decessi di pazienti con una diagnosi di tumore avvenuti in un reparto ospedaliero per acuti, dal 2007 al 2012 è sceso del 14%(da 55.354 a 47.537). Aumenta, di contro, l’assistenza palliativa a casa del malato: nel 2013 ne hanno beneficiato 40.000 persone, dei quali quasi 10.000 in Piemonte.
Le Cure palliative pediatriche e la gestione domiciliare dei bambini oncologici terminali sono in via di espansione, come dimostra il calo del 19% dal 2006 al 2011 del numero di minori deceduti per tumore in ambito ospedaliero.
Nonostante i miglioramenti in merito all’accesso alla terapia del dolore, il nostro Paese resta indietro nel capitolo dell’utilizzo a scopo palliativo, così come per altri fini terapeutici, della Cannabis. Consentito dalla legge italiana sin dal 2007, è accessibile in realtà solo da parte da meno di un centinaio di pazienti. «L'Italia è indietro per via del complicato iter burocratico, dei tempi lunghi e della disinformazione degli operatori sanitari», spiega Antonella Soldo, responsabile del settore per l’Associazione Luca Coscioni. La possibilità di accesso, inoltre, è differenziata da regione a regione. Attualmente 11 sono quelle che hanno introdotto dei provvedimenti ad hoc: Puglia, Toscana, Veneto, Liguria, Marche, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Sicilia, Umbria e ultime aggiunte, Emilia Romagna e Basilicata. «Le normative regionali convergono nel disciplinare l’erogazione dei medicinali a base di cannabis a carico dei Servizi sanitari regionali, ma presentano notevole disomogeneità. In alcuni casi - spiega Soldo - si limitano a recepire quanto già stabilito dalla normativa nazionale, in altri prevedono la formazione del personale medico, in altri casi ancora impegnano ad avviare progetti pilota per la coltivazione a scopi terapeutici attraverso convenzioni con enti autorizzati». Ultima ad aver scelto questa ipotesi è la Puglia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Nadia Toffa

Nadia Toffa

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

14commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Torta di stelline

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

Lealtrenotizie

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

LUDOPATIA

Ogni parmigiano spende 1.525 euro in azzardo

RIQUALIFICAZIONE

Ex Star, tra passato e futuro: il progetto di Nicola Riccò

Serie B

Il Parma alla ricerca del gol perduto

E giovedì c'è la partita con il Bari

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

Tradizioni

I «castradòr» e il Natale nelle stalle

COLLECCHIO

Tanto verde nella nuova scuola: progetto degli studenti

Prevenzione

Lesignano investe sulla sicurezza

FIDENZA

Salsesi e fidentini protagonisti al programma tv «Le Superbrain»

FONTEVIVO

Furto di gasolio: romeno sorpreso e arrestato

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

Cordoglio in città e nella Valtaro per l'improvvisa scomparsa

1commento

salute

Oculistica, premiata la ricerca targata Parma

2commenti

Gara

La sfida degli anolini: ecco quali sono i più buoni a Parma

In gara dieci gastronomie della città

2commenti

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

13commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

REGNO UNITO

Brexit? Adesso la maggioranza degli inglesi non la vuole più

1commento

libano

Diplomatica inglese violentata e uccisa

SPORT

FORMULA 1

Gunther Steiner: «Dallara Haas, piccoli progressi»

Cus Parma

Minibasket: la carica dei 100 al Palacampus Fotogallery

SOCIETA'

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

STATI UNITI

Ultimo volo del Boeing 747: tramonta l'era del jumbo

MOTORI

IL TEST

Mazda CX-3, l'eleganza del crossover

MOTO

Bici o moto? La prova di Bultaco Albero 4.5