22°

Caos sotto i portici

Furto e lite in via Mazzini: due arresti

Furto e lite in via Mazzini: due arresti
Ricevi gratis le news
2

Sono stati resi noti i dettagli del parapiglia che si è scatenato ieri mattina sotto i portici di via Mazzini, con l'arrivo di carabinieri e agenti della polizia municipale. All'origine della lite, con due giovani che si sono scagliati contro un addetto alla sicurezza di un grande magazzino, c'è una furto. I due giovani sono stati arrestati e ora sono ai domiciliari in attesa di processo. In realtà i giovani erano tre, il terzo è fuggito e, attualmente, non si conosce la sua identità. I tre, ieri mattina, si sono recati nel grande magazzino per fare degli “acquisti”. Un ragazzo di nazionalità marocchina, H.Z (classe 85), pregiudicato per reati contro il patrimonio, in compagnia della sua ragazza della stessa nazionalità, A.M. (classe 95), sono entrati all’interno dell’esercizio commerciale mentre il terzo li attendeva fuori. I due giovani grazie all’ausilio di una borsa antitaccheggio “schermata” girando tra gli scaffali del reparto profumeria del negozio hanno riempito la borsa con dei profumi di note marche per un valore complessivo finale 620 euro. Ma l’occhio attento di una commessa e quello dell’addetto alla vigilanza ha incastrato i due che al termine dello “shopping” si sono recati fuori senza passare dalle casse. La ragazza, fermata dal vigilante, è stata invitata ad accomodarsi all’interno per pagare la merce contenuta nella sua borsa. Lei, invece, ha reagito inveendo contro il vigilante. Il terzo è fuggito, mentre il secondo si è scaraventato contro il vigilante spintonandolo e strappandogli la maglietta per tentare di fuggire. A quel punto gli schiamazzi hanno attirato l’attenzione di un agente della polizia municipale che ha chiesto supporto ad una pattuglia del nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri, che poi hanno fermato i giovani prestando soccorso al vigilante. I due giovani sono stati accompagnati negli uffici di strada delle Fonderie per gli accertamenti. Al termine dei quali sono stati dichiarati dai Carabinieri in stato di arresto per rapina impropria in concorso in attesa del rito per direttissima. Il processo è stato rinviato, l'arresto convalidato e i due ora sono in regime di arresti domiciliari nelle rispettive abitazioni nel comune di Reggio Emilia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • annamaria

    22 Agosto @ 00.39

    Ovviamente regolare permesso di soggiorno, aiuti per l'integrazione ecc ecc. Non bastando i nostri delinquenti, abbiamo chiesto aiuto all'estero e ci hanno subito accontentato.

    Rispondi

  • fernand

    21 Agosto @ 19.58

    del marocco????? non l avrei detto!!!! come mai 30 anni fa queste cose non succedevano????? secondo voi quale e' il motivo???? che dobbiamo essere tutti fratelli vero??????

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Elio e le Storie Tese, dopo 37 anni il valzer d'addio

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

1commento

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

PARMA

Furto alla ditta "Mef" di strada del Paullo: è il secondo in 8 giorni 

Bottino da quantificare

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

19commenti

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

BASSA

Dalla Regione Lombardia arrivano 3 milioni per il ponte sul Po Video

Primo stanziamento per il ponte fra Colorno e Casalmaggiore

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Vola con la tuta alare e si schianta: morta una donna

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»