21°

Politica

Quirinale, via alle grandi manovre

Il Colle: "Decisione nota da tempo". Ma la data non è definitiva. La Boldrini: "Il nuovo presidente potrebbe essere una donna". Napolitano, è già corsa alla successione. Delrio: sia scelta condivisa. Renzi: avanti con le riforme

Quirinale, via alle grandi  manovre

Il presidente della Repubblica Napolitano

Ricevi gratis le news
9

Le dimissioni? Questione nota da tempo. Anzi sin dall’inizio del secondo mandato al Quirinale: determinazione chiara e annunciata, che non ha mai impedito il pieno esercizio della funzione presidenziale. E che, soprattutto, non affievolirà i compiti costituzionalmente assegnati al capo dello Stato fino alla decisione finale, che è e rimane nell’esclusiva determinazione di Giorgio Napolitano. Si coglie una punta di sorpresa nella nota con la quale il Colle interviene sulle prossime dimissioni del Presidente, dopo che in soli due giorni si è scatenato sui media un furioso dibattito sulle conseguenza politiche di una uscita di scena anticipata di Napolitano accompagnato da una moltitudine di «totonomine» sul nome del suo successore.
«Il Quirinale non conferma e non smentisce» quelle che definisce «illazioni» comparse sulla libera stampa. Ma la decisione è presa. Rimane il timing da definire e su questo il presidente invece interviene e con decisione: «restano esclusiva responsabilità del capo dello Stato il bilancio di questa fase di straordinario prolungamento, e di conseguenza le decisioni che riterrà di dover prendere. E delle quali offrirà ampia motivazione alle istituzioni, all’opinione pubblica, ai cittadini», si legge nella nota. Nessuna data definita quindi.
Ma la corsa al Quirinale è ufficialmente cominciata: i partiti, dopo la nota del Colle, hanno aperto le grandi manovre in vista della scelta del successore. Partita non facile, visto che il Parlamento che sarà chiamato a eleggere il nuovo capo dello Stato è ancora quello che due anni fa si impantanò nello stesso tentativo. Il dibattito è dunque dominato dalla paura di una riapparizione del fantasma dei 101 che provocò la caduta di Prodi: il primo obiettivo è quello di evitare un nuovo clamoroso stallo e Renzi, che non si stanca di sottolineare il ruolo di garante giocato da Napolitano, incita ad andare avanti con le riforme, dice che l'orizzonte del governo resta quello del mille giorni e prepara il terreno per una soluzione positiva. Il suo braccio destro a Palazzo Chigi, Graziano Delrio, assicura che nessuno ha in mente di forzare la mano: il sottosegretario premette che «Napolitano non ci ha detto né addio né arrivederci e quindi intanto ce lo teniamo ben stretto», poi aggiunge che «quando sarà, noi auspichiamo la massima convergenza di tutte le forze politiche per il successore».
Non potrebbe del resto essere altrimenti, se non si vorrà ripetere il traumatico flop della candidature di Marini e di Prodi. Forza Italia, ovviamente, vuole essere della partita. Ma la ministra Maria Elena Boschi fa capire che il percorso è tutto da costruire, anche perché l’intesa sul successore di Napolitano non fa parte del patto del Nazareno: «Il patto riguarda le riforme, non il Colle», puntualizza. La scelta di Forza Italia è allora di tenere alta la guardia: e Il Mattinale, la nota del gruppo della Camera, avanza la richiesta che il prossimo inquilino del colle «non venga dalla sinistra», perché «quattro e mezzo di fila sono un po' troppi per una democrazia».
Se il leghista Matteo Salvini applaude all’uscita di scena di Napolitano («non mi dispiace per niente, ma i nomi che girano al suo posto sono terribili»), non sono pochi quelli che tifano per un ripensamento: Alfano sostiene che non ci si può privare di «una persona di tale saggezza e robustezza morale», la Boschi spera che «lasci il più tardi possibile».
Quanto al futuro inquilino del colle, nelle dichiarazioni ufficiali prevale la prudenza. Alfano non intende avanzare proposte, mentre Nichi Vendola dice di «trovare singolare che si possa aprire un dibattito su cosa accadrà e su quando accadrà». La presidente della Camera Laura Boldrini, invece, una proposta la avanza: «Il Paese è maturo per avere un presidente donna» dice ponendo così sul tappeto la questione quote rosa per il Colle. A sinistra c’è chi spera in un ripescaggio di Romano Prodi, in Forza Italia il candidato ideale sarebbe Gianni Letta, ma c’è chi non vedrebbe male Giuliano Amato. I grillini riproporranno le «Quirinarie», che l’altra volta avevano portato all’indicazione di Stefano Rodotà. Tra le donne i nomi che circolano sono quelli di Roberta Pinotti, Emma Bonino e Anna Finocchiaro, con l’outsider Marta Cartabia. Walter Veltroni potrebbe puntare a farsi sponsorizzare da Renzi, come Piero Fassino. Lontano dai giochi, il presidente della Bce Mario Draghi.

E voi chi vorreste dopo Napolitano? Dite la vostra nello spazio commenti sotto questo articolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    10 Novembre @ 18.25

    SPIACENTE PER LE FEMMINISTE , MA NON VEDO DONNE ADEGUATE AL RUOLO . Ve l' immaginate un Presidente della Repubblica che fa un "sit in" davanti al Quirinale per i matrimoni gay ? IN REALTA' UNA DONNA ALL' ALTEZZA DEL RUOLO CI SAREBBE STATA : TINA ANSELMI . Deputato della Sinistra Democristiana , ex Partigiana delle Brigate Garibaldi , più volte Ministro. Una donna che aveva più attributi degli uomini . Secondo me avrebbe avuto i numeri per essere il primo Capo del Governo donna in Italia, ma , poi , scoppiò lo scandalo della Loggia Massonica eversiva P2 . Fu formata una Commissione Parlamentare d' Inchiesta , sotto la Presidenza di Tina Anselmi. L' Anselmi condusse un' inchiesta severissima , senza guardare in faccia nessuno , nè Partiti , nè Magistrati , nè Civili , nè Militari . Ne venne fuori una relazione finale spietata e inquietante sulle trame eversive della P2 , che , secondo me, sono tuttora attive. E' un documento pubblico . Lo potete trovare agli Atti del Parlamento. Orbene , alle successive Elezioni Politiche , il suo Partito , la Democrazia Cristiana , la candidò in un Collegio perdente , e Tina Anselmi scomparve per sempre dalla Scena Politica italiana.

    Rispondi

  • Paolo

    10 Novembre @ 17.27

    PIPPO BAUDO perche no?? Sicuramente farebbe meno danni del suo predecessore.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    10 Novembre @ 17.17

    IL PROFESSOR RODOTA' , UN COSTITUZIONALISTA INSIGNE CHE SEMBRA AVERE IL RUOLO DI PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CUCITO ADDOSSO ! Ma, forse , è ormai "bruciato" ...........Per quanto riguarda i "pregiudicati" , anche un "pregiudicato" può fare il Presidente della Repubblica se il Parlamento lo nomina. MI FA UNA GRAN PAURA PINOCCHIO ! Nella notte tra il 9 e il 10 luglio 1992 , quand' era Capo del Governo , d' improvviso ed in segreto , di notte , decise il prelievo del 6 per mille da tutti i depositi bancari di tutti gli Italiani . Chi sa cosa potrebbe fare adesso ! E' un pezzo che si sente parlare di un prelievo forzoso , che , naturalmente , non può essere preannunciato , ma va fatto in segreto ed all' improvviso ( salvo qualche amico , o qualche confratello , al quale si può fare una "soffiatina" prima .............) .

    Rispondi

  • franco

    10 Novembre @ 15.49

    Mi piacerebbe molto Alvaro Vitale, oppure il Mago Otelma. Loro si che saprebbero occupare quel ruolo con grande determinazione e correttezza. Franco Cantù

    Rispondi

  • David€

    10 Novembre @ 15.22

    Essendo pregiudicato Grillo non credo possa essere eletto PdR

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Stop ai disel euro 4 ed altre misure emergenza per la qualità dell'aria da domani venerdì 20 fino a lunedì 23 ottobre

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

21commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

6commenti

PARMA

Gestione rifiuti: bando per 15 anni di affidamento del servizio Video

Il Comune ha presentato il bando europeo sulla gestione rifiuti

2commenti

Rumore

«Il Comune paghi i danni della movida»

5commenti

CARABINIERI

Controlli anti-droga in piazzale Barbieri: denunciato un minorenne

Un 17enne è stato scoperto mentre cedeva hashish a una compagna

tg parma

Prostituzione, arrestato un rumeno ricercato

Fermato in patria, indagato a Parma

COLLECCHIO

Va all'asilo, mamma derubata

SORBOLO

Un 88enne: «Un cane mi ha aggredito e morsicato in un parcheggio»

2commenti

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

salute

L'Università di Parma studia la chirurgia contro la cefalea da cervicale

In oltre il 90% dei pazienti trattati con l’intervento ha visto la completa scomparsa dei sintomi (8 su 10) o una loro netta diminuzione

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

La Lazio vince in rimonta a Nizza. In campo anche Milan e Atalanta

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: 5 passi nel nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto