15°

29°

Calcio

Il "guardalinee": Arbitro, marocchino di m...

Il "guardalinee": Arbitro, marocchino di m...
Ricevi gratis le news
16

«Marocchino di m..., tornatene al tuo Paese». Si è rivolto così al giovane arbitro di origine nordafricana. Partita del campionato Allievi interprovinciali, fascia B '99, tra Fraore e Futura Fmn, vinta in rimonta per 3-2 dai padroni di casa: a pronunciare quegli insulti, il guardalinee della società ospite Gian Paolo Orzi, squalificato dal giudice sportivo territoriale per un anno, sulla base del referto e del supplemento di rapporto richiesto. Domenica scorsa ha aggredito con queste parole Hedi Ghanem Chaabane, iscritto alla sezione di Parma, «colpevole» di aver concesso al Fraore il generoso rigore del momentaneo 2-2.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • killer

    14 Novembre @ 19.46

    Se secondo voi è giusto scrivere il nome ed il cognome del guardialinee , va bene così e scusatemi tanto

    Rispondi

    • 14 Novembre @ 20.57

      Lei non si deve scusare di nulla: ha posto un dubbio legittimo e ci ha fatto una critica legittima, e io le ho detto che rispetto entrambe e che in parte ha ragione. Non so se lei ha scritto le stesse cose quando (anche lì con i nomi e con i dati di un comunicato del giudice sportivo) si è parlato di un cestista che ha aggredito un altro atleta durante una partita. O quando Ferrigno colpì Bertolotti. - Io credo che il guardalinee abbia già capito di avere commesso un grave errore, credo che sappia che cosa deve fare, e credo che a quel punto su questo episodio possa tornare, anche da parte nostra, il silenzio. Quindi, se devo rispondere alla sua domanda, le dico: per me era giusto, ma sicuramente (come lei diceva in un precedente commento) ancor più giusto sarebbe dare il nome di chi commette gesti ben più gravi di questo. Ma ho anche aggiunto che questa non è una scelta dei giornalisti, bensì dell'autorità giudiziaria. Grazie e mi creda almeno su una cosa: qui chiunque ha la massima libertà di dire la sua, anche quando è una critica nei nostri confronti. Senza doversi scusare.

      Rispondi

  • killer

    14 Novembre @ 17.24

    Io denuncerei il giornalista che ha scritto l' articolo

    Rispondi

    • 14 Novembre @ 17.29

      Per quale reato?

      Rispondi

      • DAVIDE

        14 Novembre @ 18.34

        Non ho capito neanch'io il reato. Il giornalista ha solo esposto un fatto di cronaca (così come i georgiani che rubano, gli extracomunitari che spacciano o dormono al DUC, ecc.ecc.) Sono solo fatti di cronaca che arrivano quotidianamente nella redazione di un giornale e che vengono esposti. Stop.

        Rispondi

  • Gianni Cesari

    14 Novembre @ 12.51

    giannicesari

    dubito che se mi appellassero "Italiano di m..." al responsabile verrebbe inflitta una punizione così severa... avanti così... duri coi nostri, e con le brache calate con gli importati

    Rispondi

    • DAVIDE

      14 Novembre @ 18.24

      E' triste, molto triste, ma purtroppo sono d'accordo !

      Rispondi

  • the mouser

    14 Novembre @ 11.51

    avesse detto "italiano di m...." , ah no succede già tutti i giorni

    Rispondi

  • coscienza

    14 Novembre @ 10.34

    Avete scritto nome e cognome, dimenticando di scrivere l'indirizzo con la foto e le impronte digitali. Avreste fatto lo stesso a parti invertite? Spesso leggiamo di fatti ben piu' gravi senza sapere chi li ha commessi. Complimenti al giornalista futuro premio Pulitzer.

    Rispondi

    • coscienza

      14 Novembre @ 11.03

      L'amplificazione della gazzetta non è paragonabile al comunicato del giudice sportivo. Ripeto la domanda:" avreste fatto lo stesso a parti invertite"? Null'altro.

      Rispondi

      • Filippo Bertozzi

        14 Novembre @ 19.56

        Invece io sono contento di sapere nome e cognome di questo galantuomo, grande esempio di sportività ed intelligenza: se li conosci, li eviti.

        Rispondi

      • 14 Novembre @ 13.11

        Sì. E ripeterei anche le stesse cose sul discorso giusto/ingiusto. Per quelli che valutano le notizie a seconda di colore o nazionalità dei protagonisti (chi in un modo chi in un altro) ha sbagliato indirizzo. Su questo non ho e non accetto il minimo dubbio, mentre condivido (e la ringrazio anche, per averlo rimarcato e avermi dato modo di rispondere) quell'aspetto di eccesso che ogni notizia data da noi, anche se correttamente, contiene. Su questo sono disponibile a qualunque dialogo e critica, sulla sua domanda di questo commento le assicuro che è fuori strada. Grazie comunque

        Rispondi

    • 14 Novembre @ 10.51

      La sua critica è allo stesso tempo giusta e...sbagliata. Il fatto del nome (così come poco tempo fa per un episodio avvenuto nel basket) nasce dal fatto che la notizia è già pubblica e nota a tantissimi, perchè diffusa anche attraverso le decisioni dei giudici sportivi. Sono anche convinto (questo è un mio parere personale) che una persona possa sbagliare anche gravemente - e su questo credo non ci sia dubbio - e debba pagare per questo: è altrettanto vero che l'amplificazione mediatica (questa è anche una riflessione nostra) rischia di creare una "gogna" per chi commette quello sbaglio. Anche perchè (e qui lei ha ragione ma stavolta non è colpa nostra) ci sono casi di fatti più gravi in cui i nomi non vengono resi noti (G.B.)

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scoppia il motore della barca, si tuffa ma muore annegato

roccabianca

Barca inizia a inabissarsi per una rottura: 75enne si tuffa ma muore annegato

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

5commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

francia

Auto contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, un morto. "Pista psichiatrica"

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

tg parma

Agosto 1984, quando i parmigiani andavano alla piscina Ex Enal Video

1commento

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti