Inchiesta

Quella discarica a ridosso della via Emilia

Quella discarica a ridosso della via Emilia
Ricevi gratis le news
7

La variante della via Emilia che dallo svincolo della tangenziale di Fraore porta all'uscita di Ponte Recchio appena dopo Castelguelfo è ufficialmente una discarica.

Quasi tutte le aree di sosta lungo il percorso sono praticamente delle gigantesche pattumiere piene di immondizia: di ogni tipo e dimensione, ingombri voluminosi o frattaglie che siano. La situazione è scandalosa. E sta peggiorando di giorno in giorno.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Simone

    22 Novembre @ 21.50

    Simone.giallo7@libero.it

    Queste scene ci saranno sempre perchè i maleducati ci sono sempre..Però provate a vedere le altre città italiane e vedere se ci sono i rifiuti in giro, ( su internet è pieno di immagini ) la risposta è si anche se non c'è la differenziata spinta, è solo un problema di educazione.

    Rispondi

  • Filippo

    20 Novembre @ 13.46

    @Assessore Gabriele Folli: lei fa mai un giro in tangenziale o sulle strade di grande scorrimento? A parte dare la colpa agli incivili che gettano i rifiuti dalla macchina, lì chi si occupa di pulire? Da quando è partito questo sistema, la città fa schifo: se ne rende conto, o no?! Io la differenziata spinta la faccio, e a dire il vero non la trovo neanche così impossibile, ma qui bisogna scegliere se inseguire un ideale irrealizzabile nel vivere pratico di una comunità che è fatta anche da ignoranti, incivili ed irresponsabili, facendo affogare il resto dei cittadini (ed i turisti) nei rifiuti, oppure trovare una soluzione fattibile, che non sarà l’ideale ma non produrrà questo indegno stato delle strade. Non mi racconti aria fritta su ideali, futuro, ecologia e libertà…: cosa state facendo per riportare la città al suo decoro? Chi persegue unicamente soluzioni perfette, produce solo risultati insoddisfacenti. Lo sa chi faceva la lotta contro i mulini a vento? Un altro folle come lei. Siete partiti facendo la guerra ad Iren, siete finiti facendo i suoi zerbini: sarebbe meglio vi concentraste su come far ottenere ai cittadini (non ad Iren) dei benefici economici dai rifiuti che arriveranno all’inceneritore dal resto d’Italia, compensando concretamente i disagi per la differenziata spinta.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    20 Novembre @ 11.28

    MA E' OVVIO ! La gente deve pur disfarsi della spazzatura quando ne ha bisogno , e , per farlo , deve avere a disposizione contenitori in cui metterla : isole ecologiche o bidoni differenziati condominiali , altrimenti la butta in mezzo alla strada , formando discariche abusive dappertutto ! E' difficile da capire ? QUESTO , INEFFABILE ASSESSORE FOLLI , NON IMPEDISCE DI FARE LA "DIFFERENZIATA" , MA IL SISTEMA "PORTA A PORTA" DEI SACCHETTINI INFAMI , DA ESPORRE IN ORARI E GIORNI RIGIDAMENTE PREFISSATI E' IL MODO PIU' SCIOCCO DI FARLA ! L' abbiamo già provata trent' anni fa ( con rifiuti indifferenziati) , e non funzionava ! GUARDI , ASSESSORE FOLLI , CHE , ORMAI , L' UNICO A NON AVERLA ANCORA CAPITA E' LEI ! QUANDO FACCIAMO IL REFERENDUM ?

    Rispondi

    • Fabio

      20 Novembre @ 14.02

      Se ricordo bene, proprio qualche settimana fa la Gazzetta ha fatto un sondaggio e il 52% dei lettori ha detto che è contento della differenziata!!!

      Rispondi

      • Filippo

        20 Novembre @ 16.26

        @Fabio: i sondaggi on line non rappresentano la cittadinanza, ma solo gli internauti. In più, credo che il popolo a 5 stelle venga mobilitato ad arte da qualsiasi parte d'Italia, per votare sempre a favore di questa giunta: non s'è mai accorto che i sondaggi partono sempre fortissimamente contro le scelte di Pizzarotti e solo dopo qualche ora vengono ribaltati? Secondo lei perché Twittarotti gli unici soldi che stanzia senza piangere miseria (con assegnazione diretta, senza bando...) sono sempre quelli per i progetti di comunicazione on line?

        Rispondi

  • muuuario

    20 Novembre @ 10.14

    E' il simbolo dell'Italia (parmigiani compresi che con la loro ignavia sostengono questa gente). E' la sintesi di tutte le nostre chiacchiere agli occhi europei ( in tutti i campi) . Provate ad andare in Svizzera , anche dove non vi vede nessuno , a fare la stessa cosa, poi vedrete cosa vi succede . E' successo a una mia zia che era andata là negli anni 50 ( no dico , negli anni 50, non so se avete capito bene) e aveva buttato della spazzatura su un mucchio di letame. Dalle impronte e tutto il resto sono risaliti a chi era stato . Sono volati via due mesi di stipendio svizzero tutti in un colpo. MA QUANDO CI SCANTIAMO?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      20 Novembre @ 11.11

      SI , e in America c' è pulito perchè mandano i Marines !

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

La fotogallery del concerto della Mannoia

TEATRO REGIO

La fotogallery del concerto della Mannoia

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Autovelox

PARMA

Autovelox e autodetector: ecco dove sono

1commento

Lealtrenotizie

Arrestato insegnante di musica: i due anni da incubo di un'allieva

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

protagonista

Colorno, il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

Ieri mattina la storia a lieto fine nella frazione di Copermio

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

colorno

Approfittano del caos dovuto alla piena per svaligiare due case Video

solidarietà

"Chi vuole ospitare sfollati di Lentigione?": Sorbolo e Mezzani aprono uno sportello

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

ALLUVIONE

Piene record, perché e come è successo

6commenti

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

polizia municipale

Irregolarità e cibi avariati: 11 sospensioni di attività e 100 persone identificate in tre mesi Video

Due esercizi sono stati chiusi definitivamente, per altri 9 è scattata la chiusura temporanea

MORI' 31 ANNI FA

Mora: perché Parma non capì il suo talento?

118

Altro incidente sulla Massese: schianto a Torrechiara, un ferito

5commenti

Corcagnano

Veglia di preghiera per la 15enne in Rianimazione

CAPODANNO

Fedez verso la Piazza

3commenti

STORIA

Parma, Reggio e Modena celebrano la Via Emilia

parma calcio

Verso Parma-Cesena, D'Aversa si affida a difesa e Insigne Video

GAZZAREPORTER

L'acqua invade la Reggia di Colorno: il video del lettore Andrew

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

usa

Il democratico Jones sconfigge Moore, schiaffo per Trump

SPORT

Ciclismo

Choc nel ciclismo, Chris Froome positivo

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita la Rugby Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

VOLKSWAGEN

La Polo? Con 200 Cv diventa GTI Fotogallery

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS