Insegnanti, studenti e genitori

Niente lezioni al sabato? Il mondo della scuola si spacca

Niente lezioni al sabato? Il mondo della scuola si spacca
8

Scuole superiori chiuse il sabato per risparmiare soldi? Quella della Provincia è una decisione che suscita pareri opposti fra quanti hanno a che fare a vario titolo con il mondo dell'istruzione. La Gazzetta ha sondato i pareri di insegnanti, studenti e genitori: c'è chi accoglie la novità come un fatto positivo che va a vantaggio di ragazzi e famiglie; però c'è anche chi sostiene che un giorno in meno a scuola, ma con un carico di lavoro maggiore nei cinque giorni in cui si va a lezione, può essere controproducente per gli studenti.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giovanna

    03 Dicembre @ 18.45

    Come ho gia detto in un paio di miei recenti interventi, invece di scervellarvi in inutili e sterili polemiche, chiedeti e soprattutto chiedete ai vari Presidi degli Istituti Superiori di Parma dove sono finiti TUTTI I DANE' che NOI GENITORI siamo costretti, anche se loro dicono il contrario e ci sventolano sotto il naso la circolare in merito inviata tutti gli anni dal M.I.U.R., a versare come "contributo volontario" all'inzio di ogni anno scolastico! E ripeto et ribadisco che si tratta di cifre che vanno nell'ordine dei 130/150 a testa di alunno. Indi per cui perciò e se la matematica non è un'opinione, togliendo da detta cifra il dovuto per l'assicurazione ed il libretto delle giustificazioni, e calcolando una media di 25 alunni per 5 classi e per almeno 7, dico 7, sezioni per scuola. Istituto tecnico o Liceo che sia, fate voi un poco i conti, come abbiamo fatto io e il mio compagno per i nostri figli, di quanto per l'appunto finisce e resta in tasca ai signori in questione..Altro che il riscaldamento ci si può pagare!! E ripeto sono soldi nostri, che noi versiamo per le necessità scolastiche dei nostri figli, non perchè quelli ci comprino le risme di carta per le fotocopiatrci, nell'Era dell'Informatica poi, o ci paghino delle strane consulenze. Si vergognino e caccino fuori la "pila", grazie. E lei, si proprio Lei, nuovo Signor Assessore Provinciale alla Scuola o pseudo presunto tale, si svegli e li chieda questi soldi ai diretti interessati, se vuole ancora essere Assessore l'anno prossimo, scàntòt nanone che é L'ora! O lo faremo noi genitori! GIOVANNA

    Rispondi

  • Sabry

    02 Dicembre @ 23.07

    Vorrei corredare con una scena filmica. Prima scena, 2 dicembre 2014: sono le 22:15 e mia figlia (prima superiore) ha appena finito di ripassare (con il trimestre che sta per finire, l'impegno scolastico è rilevante). Come accade per quattro giorni a settimana, è arrivata con la corriera alle 14.50 ed ha finito di pranzare alle 15:30, poi abbiamo fatto due chiacchiere, si è lavata i denti, ha messo qualcosa di comodo ed ha iniziato a studiare alle 16:00. Seconda scena, con fast forward siamo al 2 dicembre 2015: mia figlia (ora seconda superiore) ha appena finito di ripassare. Come accade per quattro giorni a settimana, è arrivata con la corriera alle 15.50 ed ha finito di pranzare alle 16:30, poi abbiamo fatto due chiacchiere, si è lavata i denti, ha messo qualcosa di comodo ed ha iniziato a studiare alle 17:00. Visto che quest'anno ha un'ora in meno per studiare ma una materia in più da preparare (essendo passata la proposta di allungare di un'ora il tempo scuola quotidianamente), ora sono le 00:15. Peccato che, a peggiorare ulteriormente le cose, domattina la sveglia suonerà come al solito alle 06:00, perché possa correre a prendere la corriera alle 06:40. Terza scena: con flash-back siamo di nuovo a novembre 2014, quando qualcuno dai palazzi della Provincia sta pensando che quella del sabato a casa sia una bell'idea: poi riesce a capacità di guardare un po' oltre il proprio naso, e capisce che forse centinaia di ragazzi vivrebbero una vita faticosa ma decente, se lasciasse le cose come stanno, anziché essere costretti a questi ritmi insostenibili ed innaturali. Il benessere degli studenti ed il buon esito della loro formazione scolastica non dovrebbero valere un po' di più di 8€ a testa, in un paese civile?

    Rispondi

  • Gio

    01 Dicembre @ 22.32

    Giorgio R.

    IL TEMA è : chiudere o no la scuola al sabato ? Se chiude al sabato le ore del sabato devono per forza di cose essere spalmate nei giorni fra lun. e ven. Oggi più di ieri gli argomenti sono più complessi e vengono fatti in modo particolareggiato. Ci sono ragazzi/e che a 11 anni conoscono il corpo umano quasi meglio di certi medici. Quindi alcuni faranno il rientro pomeridiano con costo mensa aggiuntivo ! Aggiuntivo per le famiglie ovviamente e le mense scolastiche gestite amministrativamente dai comuni ovunque hanno aumentato dal 5% al 15% in due anni. Compreso le ore di interruzione per il pasto più le ore pomeridiane dove si risparmia ? Quando spegni il riscaldamento? E se i genitori al sabato lavorano ci saranno riscaldamenti accesi per centinaia di individui che invece di essere a scuola saranno a casa. Ecologia ? Direi di no. Risparmio ? Direi di no. C'è qualcosa di diverso. Tasse alte scuola tagliata ? No grazie perché verrebbe meno la SCUOLA DI QUALITà. Riflettiamo... i nostri ragazzi/e dovrebbero essere obbligati a stare a casa per cosa ? Puntiamo sulla qualità. Ho saputo che in ceri casi fanno dalle 8 alle 14 per poter stare a casa al sabato. Provate a stare seduti 6 ore di fila in un'età dove stare fermi è veramente difficile... l'adolescenza ! Per poi fermarsi e mangiare un panino di corsa alle 12.. Invece di andare avanti andiamo indietro. Educazione alimentare vai a farti benedire ! Apparato digerente che ogni giorno per mesi e ribadisco "a quella età" sconquassato.

    Rispondi

  • Bruna

    01 Dicembre @ 19.16

    Il risparmio energetico con la chiusura al sabato è del tutto irrilevante. Perchè non fare come in Francia (e non lo fanno per risparmio, ma perchè didatticamente produttivo) dove le scuole iniziano ai primi di settembre e finiscono a giugno inoltrato, ma ogni due mesi hanno una settimana di sospensione dell'attività didattica? Si raggiungerebbero ugualmente i giorni di validazione dell'anno scolastico con un sicuro risparmio energetico perchè la scuola resterebbe assolutamente chiusa. Nel nord Europa, in zone particolarmente fredde, le vacanze natalizie proseguono fino alla fine di gennaio. Ci sono tante soluzioni che concilierebbero l'esigenza di risparmio con il benessere dei nostri ragazzi. La chiusura al sabato non fa risparmiare, fa spendere molto di piu alle famiglie, crea disagi ai ragazzi. Provincia bocciata.

    Rispondi

  • Gio

    01 Dicembre @ 11.40

    Giorgio R.

    Anche alle medie tutti parlano di "sabato a casa" ma nessuno parla di qualità della scuola o dello studio dei ragazzi/e. Ci si dimentica che la scuola è il futuro ! Certo se uno/a non è interessato tanto al profitto va bene comunque. Per esempio alle medie dicevano nel caso dei rientri pomeridiani....vedrete che non metteremo al pomeriggio le ore più pesanti.....NON è poi possibile....le ultime parole famose. Oppure fare 08,00 / 14,00 continuate mangiando panini e venendo meno proprio la scuola all'educazione alimentare e insegnare bugie.....non metteremo le ore pesanti dopo le 12,00 ....anche qui ...le ultime parole famose. Balle ! Voglio dire che risparmio energetico c'è se comunque ogni mattina dal lunedì al venerdì devi per forza tenere acceso di più ? Peggio del peggio con i rientri pomeridiani non puoi spegnere fino almeno alle 16 con in aggiunta il lasso di tempo del pranzo. Dov'è il risparmio ? Forse si risparmia sul personale ata forse. APPURATO CHE NON PUO' ESSERE PER IL RISPARMIO ENERGETICO CON LE TASSE CHE PAGHIAMO DIRETTE E INDIRETTE DOVREBBERO ESSERCI DUE POSSIBILITA' DA SCEGLIERE. COME SI FA ALLE ELEMENTARI TEMPO PIENO O altro con sezioni separate. Il risparmio energetico poi con rientri pomeridiani a scuola è una chimera. A questo poi se corrisponde l'aumento di delle tariffe di tutte le mense scolastiche .........ecco forse sarà che i comuni devono introitare ancora più soldi. Mah ! Genitori guardate bene ala qualità dell'insegnamento e della gestione del tempo pomeridiano nella stragrande maggioranza i ragazzi/e vogliono avere il pomeriggio per gestirsi lo studio e le loro attività sportive e non. Chi pratica sport agonistico ad alti livelli ha già delle possibilità per le assenze eventuali al sabato. Poi se ci fosse la possibilità di scelta tanto meglio....ma qui si aumentano le tasse e si vuole TAGLIARE. Ahimè quale futuro ?

    Rispondi

    • Medioman

      01 Dicembre @ 15.14

      Signor/a Gio, sa qual è l'errore di fondo del suo ragionamento? Lei parte dal presupposto che debbano esserci un tot di ore "obbligatorie"; secondo me, invece, bisognerebbe ridurre le ore di frequenza obbligatoria, ed inserire tra le "volontarie" anche ore di apprendistato in aziende esterne (officine, palestre, enti di assistenza). Ai miei tempi, decenni fa, ricordo bene che certe materie erano inserite prevalentemente perché "anche quel professore doveva lavorare"....

      Rispondi

      • Gio

        01 Dicembre @ 22.11

        Giorgio R.

        Medioman è lei che va FUORI TEMA. Il suo può essere un buon ragionamento ma è fuori tema. Qui SI sta DISCUTENDO se CHIUDERE oppure NO al SABATO ! Spalmando le ore in altri giorni adducendo la scusa del risparmio energetico ed ecologia ! Facendo rientri pomeridiani che comportano a volte costi per la mensa ! POI SI DEVE FARE UN DISTINGUO SE MEDIE O SUPERIORI in quello che propone Lei Medioman. Se scuola professionale o liceo e altro ancora. Le assicuro che per chi ha desiderio di studiare già alle medie ha un bel lavoro da fare sia a scuola che a casa. Oggi a scuola s Con le ore di 60 minuti. (scrivo questo perché a volte si discute se fare 50 minuti e non 1h ). Io sono per una scuola di qualità come dice la Sig.ra BRUNA che dia la possibilità di ripasso per chi ha problemi con una o più materie. Poi se si vuole introdurre corsi di formazione o volontariato o.k. Anche se già adesso nei periodi estivi in tanti fanno tirocinio.

        Rispondi

      • Biffo

        01 Dicembre @ 16.38

        Già alle Medie, ci sono tante di quelle materie, che per seguirle ed apprenderle tutte, con profitto, gli alunni dovrebbero av essere in grado di Già alle Medie, si offrono tante e tali materie, che un alunno dovrebbe gestire almeno due, per seguirle tutte con profitto. Ciò per permettere a tanti prof di tirare quattro paghe per i lessi e perché in Italia si concepisce la scuola come il luogo in cui tutti devono imparare tutto. Però riduciamo le ore di Storia dell'Arte, quelle di lingue moderne, sparisce la geografia. Inoltre, specie alle Elementari, da decenni, insegnano il sapere minimo ed indispensabile maestrucoli\e di una ignoranza incredibile, che non sanno nemmeno parlere e scrivere in un italiano corretto. Se mancano basi sicure nei primi 5 anni di scuola, non si ricuperano più. Conosco laureati a livello dirigenziale che ripetono Stassi e Dassi, e prof che scrivono Bizzantino, Sufficente e Soddisfaciente, con il puntino sulla I in stampatello.

        Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Miriam Leone valletta a Sanremo

verso il festival

Miriam Leone valletta a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

fidenza

Si schianta ubriaco, s'inventa un rapimento e che è stato costretto a bere

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

terremoto

Trema l'Appennino reggiano: scossa 4.0 Video

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

6commenti

la storia

Don Stefano, un prete con l'armatura da football americano Video

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

tg parma

Abusi ripetuti su due bimbe, pedofilo condannato a 6 anni Video

Violenze nei confronti della cuginetta e di una nipote

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

2commenti

ITALIA/MONDO

studentessa cinese

Investita e uccisa mentre inseguiva i ladri Video: gli ultimi istanti

1commento

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

WEEKEND

Presepi, street food, spongate:
gli appuntamenti

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

Rugby

La partita delle Zebre anticipata alle 15

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili
per guidare nella nebbia

1commento

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti