21°

lutto

Morto Macaluso, maestro dell'urologia

Morto Macaluso, maestro dell'urologia
Ricevi gratis le news
0

Giacomo Macaluso, stimata ed apprezzata figura di medico urologo di chiara fama, maestro di altrettanto valenti clinici, è deceduto ieri all’età di 85 anni.

Lorenzo Sartorio

Sotto quel camice che ha indossato per tanti anni c’era un cuore grande ed un’innata signorilità. Giacomo Macaluso, stimata ed apprezzata figura di medico urologo di chiara fama, maestro di altrettanto valenti clinici, è deceduto ieri all’età di 85 anni. Di antica famiglia siciliana, era nato a Cefalù, ma giovanissimo era approdato a Parma vincendo una borsa di studio. A Parma, città che adorava e dalla quale non volle mai staccarsi nonostante allettanti proposte che gli giunsero un pò da tutta Italia, si laureò e quindi si specializzò in urologia. Persona di vastissima cultura molto attenta alle problematiche sociali ed umanitarie, aderì al Rotary Parma del quale assunse la presidenza alla fine degli anni novanta coordinando le celebrazioni del 75° di fondazione del Rotary parmigiano. «Oltre a essere stato un insigne clinico ed amatissimo maestro per tanti giovani medici - osserva il presidente del Rotary Parma Pier Paolo Dall’Aglio - Giacomo era un collega corretto e leale, una persona gentile, raffinata ed attenta alle tematiche che contempla la filosofia rotariana». Coniugato con Carla, padre di due figli, Claudio, oculista presso la Clinica Oculistica dell’Università e Guido, odontoiatra della Clinica Odontoiatrica sempre del nostro Ateneo, nonno di tre nipoti : Emilio, Anna ed Irene, Macaluso, era attaccatissimo alla famiglia ed a Parma che, ormai, considerava la propria città elettiva e nella quale vantava una fitta schiera di amici, allievi e colleghi che lo stimavano e gli volevano bene.

Com’era pure amatissimo da tutti quei pazienti che aveva curato e che lo consideravano, non solo l’urologo di fiducia, ma un sicuro ed autorevole punto di riferimento. «Conobbi il professor Macaluso - ricorda Pietro Cortellini che fu un suo allievo - da quando ero studente del primo anno di Medicina e Chirurgia presso l’Università di Parma dove esercitava la professione come aiuto del professor Bezzi. Dal primo momento ne ricordo la stazza autorevole, l’incedere elegante in corsia, l’eloquio professionale, il grande carisma presso pazienti e collaboratori nonché la dedizione ad un lavoro di grosso sacrificio. Ho sempre cercato di fare mie queste qualità ma non son certo di essere riuscito in questa impresa titanica. Il «prof» era il signore compassato, elegante nei modi ed educato nelle espressioni, sempre padrone di sè stesso e del suo ruolo. Mai lo vidi assumere atteggiamenti irrispettosi nei confronti degli interlocutori pur essendo molteplici, nel nostro mestiere, le occasioni che possano preludere ad esternazioni fuori dal coro e dal galateo. Imperterrito nella qualità di trasmettere serenità nei momenti non sereni e pace in quelli bellicosi, è stato un maestro perfetto per la mia formazione e per quella dei collaboratori che hanno avuto la fortuna di lavorare al suo fianco. Nel piccolo ma dignitosissimo Ospedale di San Secondo, chiamato da lui come assistente, ero arbitro di una situazione ideale per la rapida maturazione. Questo, grazie al carattere del professore consapevole della necessità di autonomizzarmi presto e della mia sete di assecondarlo. Furono tre anni fecondi e di duro lavoro che si sarebbero rivelati essenziali per il mio futuro professionale. Per tutto questo, al momento del mio ritorno a Parma, richiamato dal professor Bezzi, fui contento, ma coi dovuti rimpianti. Il rientro poi del professor Macaluso, quale successore del professor Bezzi nel primariato della Divisione di Urologia, fu motivo di grande compiacimento. Sotto la sua direzione tre suoi allievi furono nominati primari: il dottor Potenzoni a San Secondo, il dottor Monica a Guastalla e il sottoscritto suo successore a Parma, ma molti altri ebbero riconoscimenti prestigiosi presso le Società Scientifiche a livello nazionale ed internazionale. Il professor Macaluso mi mancherà come mi mancano tutti coloro che hanno profuso impegno e dedizione al fine del raggiungimento di un nobile traguardo: quello di essere stati di aiuto alle tante persone in difficoltà. il professor Macaluso è stato antesignano in questo grande ruolo ed è per questo motivo che reputo la perdita di questa insigne figura motivo di rammarico e di rimpianto per l’Ospedale e per la città tutta». «E’ stato un onore - sottolinea Bruno Monica, anch’egli allievo di Macaluso, già direttore di Urologia dell’Ospedale di Guastalla - condividere un percorso di oltre vent’anni e di crescere professionalmente accanto al mio maestro. Ricordo con affetto e gratitudine i suoi insegnamenti etici, morali ed umani. Il professore sapeva, infatti, unire all’indiscussa competenza professionale una grande umanità, privilegiando il paziente con onestà ed umiltà. Se ne va, con lui, un pezzo della storia del nostro Ospedale, lasciando una profonda traccia in tutti coloro che lo hanno conosciuto». Una messa in suffragio sarà celebrata oggi, alle 18, nella chiesa di Maria Immacolata in via Casa Bianca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

12commenti

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

CALCIO

Domani si gioca Foggia-Parma, oggi le visite per Ceravolo Video

E' già tempo di nuove sfide per i crociati

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro