23°

inchiesta

Tra i sopravvissuti della Ghiaia

Tra i sopravvissuti della Ghiaia
27

E' la piazza più amata ma anche la più torturata, spogliata delle sue origini. Cosa rimane della parmigianità in Ghiaia? Viaggio tra i negozi storici che resistono e tra le nuove aperture.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    21 Gennaio @ 11.04

    in centro per 30 mq di negozi,sono capaci di chiederti 3000 € al mese di affitto! l'immobile è tuo e chiedi quanto vuoi,per carità....ma auguro la fame,a chi anche solo pensa ad affitti di questo tipo,in rapporto alla metratura.

    Rispondi

  • Rori

    11 Gennaio @ 18.49

    Mi spiegate voi sapientoni che dite che indietro non si torna e che è tutta colpa della crisi, come mai i mercati cittadini, coperti e non, tipo ghiaia vecchia maniera, esistono in tantissime città italiane, per non parlare di quelle estere? Non credo che sia il modello mercato ad essere in crisi ma la difficoltà e l'incapacità che c'è a Parma a fare cose belle per la gente. Si fanno fare solo supermercati. Rori

    Rispondi

  • Samuele

    11 Gennaio @ 13.25

    Vercingetorige l'aria mefitica ce l'hai in testa se non capisci che un comune non può far rinascere qualcosa che è morto con la forza. Cosa dovrebbe obbligare l'apertura di negozietti a conduzione familiare che vendano cose care che nessuno vuole piu comprare ? Evidentemente sei in orbita anche tu nella stazione spqaziale da un po di tempo se non sai che c'è una crisi terrificante che non permette a nessun piccolo negozio di poter sopravvivere ma al massimo qualche punto vendita di catene internazionali che sono squallore assoluto. Vedremo i tuoi amici geni del pd cosa riusciranno a fare. Abbiamo gia visto cosa stanno facendo per l'italia con il debito pubblico e la disoccupazione...

    Rispondi

    • Vercingetorige

      11 Gennaio @ 17.41

      SAMUELE , a forza di difendere sistemi indecenti di raccolta dei rifiuti ti è andata a male la materia grigia. La difficoltà a tenere aperti piccoli esercizi in presenza della Grande Distribuzione l' ho già evidenziata anch' io , ma , forse , si può sperare nella qualità dei prodotti in offerta . Se tu avessi seguito qualche lezione del maestro Manzi a "Non è mai troppo tardi" avresti potuto leggere i miei due piccoli esempi sul salame e sul parmigiano . Certo , da metterti a putrefare nell' armadio della camera da letto in attesa che qualcuno si degni di venirla a prendere , va bene una cosa qualsiasi .

      Rispondi

  • Vercingetorige

    10 Gennaio @ 20.09

    SI "WAIT" , AMO i negozietti a conduzione famigliare , dove mi conoscono e sanno che , se chiedo un salame , voglio un salame stagionato di Felino che faccia " la lacrima" , non un qualsiasi bigolo molliccio , e , se chiedo grana , me ne danno uno da cappelletti , stagionato 36 mesi , non uno di ventiquattro ( secondo me dubbi anche quelli...) , che si taglia come l' emmenthal ( e la "grana" dov' è ? ) . Certo mi rendo conto che la Grande Distribuzione li sta uccidendo . IL PROBLEMA DELLA GHIAJA , IN REALTA' , E' PIU' COMPLICATO . Noi vecchi ne abbiamo nostalgia non tanto e soltanto per le merci che ci trovavamo , ma anche per i personaggi che la popolavano , e , per quello , c' è poco da fare..........

    Rispondi

    • Wait

      12 Gennaio @ 08.14

      Caro Vercingetorige, non posso che darti ragione.. su tutto, tranne che sulla nostalgia. Il declino della Ghiaia (almeno per i negozi) è iniziato parecchi anni fa. Oggi, chi si ferma a fare un giro in un mercato in centro, senza parcheggio e non pubblicizzato? Molto meglio l'ultimo centro commerciale costruito aperto da mattina a sera, di domenica e festivi. E la qualità, in fondo, non è così importante.. Mah, che mondo strano..

      Rispondi

    • Margherita

      11 Gennaio @ 14.08

      Chi se li può più permettere i cari, e non solo in senso sentimentale, negozietti a conduzione famigliare? Con le arie che tirano giusto all'hard-hard discount arrivi quasi a fine mese mettendo insieme pranzo e cena. Le uniche lacrime che girano ormai non sono quelle dei salami ma le nostre, poveri italiani sempre più poveri.

      Rispondi

      • Maurizio

        11 Gennaio @ 18.50

        Non sempre il negozietto sottocasa è più caro del supermercato, al spermercato ci sono le offerte del prodotto non sempre di ottima qualità, se uno va a vedere i prodotti di qualità spesso quelli del salumiere sotto casa sono meno costosi.... Anche i volantini spesso sono ingannevoli, c'è il prezzo ma non è detto che sia scontato, alcuni lo sono e altri no però se c'è sul volantino delle offerte il consumatore lo compra.... Poi a proposito di sapori lo so che adesso creo polemiche ma avete presente quella nota ditta del reggiano che ha in pratica monopolizzato la vendita della pseudo pasta fresca nei supermercati cittadini? Ma avete provato mai a mangiare i loro tortelli o cappelletti? Si certo costano la metà ma io piuttosto che mangiare la loro roba mi mangio un piatto di spaghetti, non hanno nulla del gusto dei tortelli o anolini

        Rispondi

      • Vercingetorige

        11 Gennaio @ 17.45

        SI , MARGHERITA , allora , siccome molta gente non ha i soldi per comprarsi una "Micra" , dovremmo chiudere le Concessionarie dell' Alfa Romeo !

        Rispondi

        • gigiprimo

          11 Gennaio @ 19.26

          vignolipierluigi@alice.it

          quindi la 'ghiaia' sarebbe la concessionaria?

          Rispondi

        • Margherita

          12 Gennaio @ 10.09

          E' una questione di domanda e offerta: finchè ci saranno persone che se lo possono permettere i negozietti rimarranno aperti e buon per loro e per i loro clienti che mangeranno cibi ottimi e di alta qualità. Anche volendo per tanti altri non c'è scelta: o mangi tutti i giorni accontentandoti - si fa per dire - dei supermercati oppure a metà mese inizi la dieta del pane e acqua. State sicuri che finchè ne avranno convenienza i negozietti di nicchia resteranno aperti.

          Rispondi

  • Wait

    10 Gennaio @ 15.52

    La Ghiaia è morta, così come tutto il centro storico e come gran parte dei negozietti a conduzione famigliare (tanto amati da Vercingetorige). @Michele, riesci a scrivere qualcosa di diverso dalle solite cinque o sei righe buttate a casaccio? Ah.. il poroblema della Ghiaia (e del centro) risale a ben prima di Pizzarotto e Casa-Cosa-Caos..

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Samsumg volta pagina, affida il rilancio al Galaxy S8

hi-tech

Samsung, esce il Galaxy S8: lo smartphone del rilancio

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

CANNES

Polemiche per il «ritocco» alla Cardinale

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria degli Argini

Osteria degli Argini

CHICHIBIO

«Osteria degli Argini», tutto fatto in casa con cura

Lealtrenotizie

Uccide la moglie malata e si taglia la gola

A Felegara

Uccide la moglie malata e si taglia la gola

SAN LAZZARO

Medico aggredito e rapinato nel suo studio

TRAVERSETOLO

Il rock «di centrodestra» del Primo Maggio

Ozzano

Vandali al cimitero: auto danneggiate

VIA VERDI

Arrestato studente con 60 grammi di «fumo»

Calcio

Parma, l'abbraccio dei tifosi

TERENZO

L'Asiletto, i bimbi a scuola dalla natura

TORNOLO

Don Massimo lascia le sue cinque parrocchie

dramma

Felegara, con un coltello uccide la moglie malata e si suicida Foto Video

I corpi di Wilma Paletti e Gianfranco Carpana ritrovati dai figli

Molinetto

Supermercato: mette in vendita salumi inserendo nel prezzo la tara. Denunciato

3commenti

violenza sulle donne

Sviene al lavoro: era stata massacrata di botte dall'ex. Arrestato il 32enne

La donna ora versa in gravissime condizioni e si teme per la sua vita

4commenti

xxx

notizia 4

lutto

E' morta Alice Borbone-Parma, la nipote dell'ultimo duca di Parma Foto

1commento

anteprima gazzetta

Omicidio-suicidio: Felegara sotto choc

intervento

Pellacini: "Comune e Provincia svendono quote delle Fiere di Parma"

convegno

Barilla, Chiesi e Dallara: la lezione in Università di tre "big"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Dal cinema italiano segnali di primavera

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Trump assume la figlia come dipendente federale

La testimonianza

Carminati: "Sono un fascista degli anni '70"

SOCIETA'

Chat

Dal velo islamico allo yoga: arrivano 69 nuove emoji

Musica

Stoccolma: finalmente Dylan ritirerà il Nobel

SPORT

Sport

Tuffi: Tania Cagnotto verso l'addio

tg parma

D'Aversa: "Serie B ancora raggiungibile". Calaiò: "Serve miracolo"

MOTORI

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon