-2°

Editoriale

Basta pagare i riscatti

Basta pagare i riscatti
15

Greta e Vanessa sono tornate a casa in buona salute e non possiamo che rallegrarcene. Siamo un po' meno contenti che per la liberazione di queste due ragazze, volontarie improvvisate e imprudenti se non sprovvedute, sia stato pagato ai rapitori un riscatto di 12 milioni di dollari.

 

Giuliano Molossi

Greta e Vanessa sono tornate a casa in buona salute e non possiamo che rallegrarcene.

Siamo un po' meno contenti che per la liberazione di queste due ragazze, volontarie imprudenti se non sprovvedute, sia stato pagato ai rapitori un riscatto, si dice, di 12 milioni di dollari. Soldi che sono andati a finanziare quel terrorismo islamico che ha fra i suoi obiettivi anche il nostro Paese. Abbiamo pagato le armi che ci uccideranno, ha detto qualcuno.

Negli Stati Uniti o in Gran Bretagna non sarebbe mai accaduto perché i paesi anglosassoni non trattano con i rapitori, ma cercano di liberare gli ostaggi. A volte gli va bene, a volte meno. Noi, invece, paghiamo sempre. E i rapitori lo sanno. Alle due ragazze lo hanno detto fin dal primo giorno: «Vi abbiamo preso per i soldi, solo per i soldi».

Ma ci sono anche retroscena inquietanti. Stando a quel che riporta «Il Fatto», Greta e Vanessa non erano in Siria solo per aiutare la popolazione civile stremata dalla guerra, ma anche per offrire supporto ai “ribelli”, i combattenti islamisti anti-Assad, gli stessi che poi le avrebbero rapite per chiedere un riscatto milionario. Alcune intercettazioni telefoniche, riportate in una informativa dei Ros, proverebbero insomma che le due cooperanti non erano proprio neutrali.

Il ministro degli esteri Gentiloni prima è andato a Ciampino ad accogliere le due ragazze, poi alla Camera è stato reticente e ipocrita, arrampicandosi sugli specchi, balbettando qualche scusa, dicendo che la priorità è sempre quella di salvare le vite umane. Ma tutti, ascoltandolo, hanno capito che voleva dire una cosa sola: ebbene sì, abbiamo pagato il riscatto ma non posso ammetterlo.

Speriamo che sia l'ultima volta che si debba riportare a casa, a condizioni tanto onerose, chi va, in maniera scriteriata e incosciente, a mettere a rischio la propria vita. Un conto, infatti, è affidarsi a organizzazioni non governative internazionali, che si muovono con esperienza e cautela, e un conto è il volontariato estemporaneo e improvvisato come quello di Greta e Vanessa che sono andate in Siria all'insaputa di tutti, finendo dopo pochi giorni in trappola.

Sarebbe bene che il governo dicesse chiaramente che chi va in Siria o in altri luoghi di guerra in missioni «fai da te», d'ora in poi lo fa a suo rischio e pericolo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • pabloz

    18 Gennaio @ 22.20

    "Pare che sia stato pagato un riscatto di dodici milioni di dollari" Ma c'è la conferma?

    Rispondi

  • Biffo

    18 Gennaio @ 17.43

    Ho letto che c'è chi ipotizza un finto rapimento, al fine di impinguare le saccocce degli jihadisti. Comunque, vedrete che contro le due eroine non sarà mossa alcuna accusa, e nessuno chiederà che l'ammontare del riscatto sia pagato, almeno parzialmente. dall'ONG che le ha spedite in Siria.

    Rispondi

  • Demianlee

    18 Gennaio @ 14.17

    Sono partite come fiancheggiatrici di gruppi terroristi. Pare ci siano anche intercettazioni che smentiscono lo scopo "umanitario" del loro viaggio in Siria. Andrebbero arrestate, interrogate ed eventualmente condannate. Un riscatto si dovrebbe pagare solo se i rapiti sono regolari lavoratori o veri cooperanti come i medici di emergency.

    Rispondi

  • Marco

    18 Gennaio @ 13.38

    è giusto che siano state aiutate, ma sarebbe altrettanto giusto ed equo presentargli il conto.

    Rispondi

  • liverpool

    18 Gennaio @ 12.16

    Simpatizzanti estremiste, rapite e poi rilasciate in perfette condizioni.Ultimamente i boia islamici ci avevano abituato a efferati omicidi. In questo caso agli occidentali infedeli da sgozzare non viene fatto niente, è bastato pagare un botto di soldi e come per magia svaniscono le ragioni che fanno di noi carne da macello.Questo per fare un paio di ragionamenti tecnici, se invece vogliamo tenere le fette di salame sugli occhi limitiamoci a dire che è una fortuna che le ragazze assolutamente estranee al terrorismo siano tornate in buona salute senza che sia certo il pagamento di un riscatto.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

polemica

Rigopiano: Charlie Hebdo, nuova (brutta) vignetta. Con risposta

"Cold Chairs": un inno alla vita"!

musica

Bataclan, da Collecchio l'omaggio dei "The Lemon Flavour" Video

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Intervista

Edoardo Bennato: «Sono sia Peter Pan che Capitan Uncino»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO 

Prosa e Lirica, risate e emozioni a teatro: il meglio della settimana

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

Langhirano

Filippo, le lacrime e il colore dei ricordi sulla bara bianca

2commenti

bedonia

Violenze sul padre per anni, arrestato un 40enne Video

commozione

Langhiranese: un minuto di silenzio per Filippo Video

commemorazione

Il liceo Bertolucci si prende per mano: "Ciao Filippo"

elezioni

Pizzarotti, è ufficiale: "Mi ricandido" Video . Dall'Olio si ritira: "Sostengo Scarpa"

13commenti

Polemica

«Sulla legionella ci hanno preso in giro»

4commenti

sanguinaro

Via Emilia, tamponamento a catena: ci sono feriti (lievi) e code

Tg Parma

Tenta di truffare un anziano e gli strappa i soldi dal portafogli: denunciato

Weekend

Feste di Sant'Antonio, musica e fuoristrada: l'agenda

IL CASO

«Ci hanno tolto il figlio per uno schiaffo»

7commenti

Langhirano

Antonella, quel sorriso si è spento troppo presto

centro italia

Parma, un'altra partenza degli angeli del soccorso Foto

lega pro

D'Aversa: "In campo anche alcuni dei nuovi arrivati" Video

lirica

Roberto Abbado direttore del Festival Verdi dal 2018

E nasce a Parma il comitato scientifico per un 2017 più filologico 

fino al 23 febbraio

Al via le iscrizioni per la Maratona delle Terre verdiane

Lutto

Albino Rinaldi, il signore dei «Baci»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La neve, le parole e gli Uomini

EDITORIALE

Trump, il presidente del «Prima l'America»

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Stati Uniti

Una marea rosa contro Trump invade le città americane Video

Libia

Tripoli: autobomba vicino all'ambasciata italiana

WEEKEND

CINEMA

Da "Arrival" a "Qua la zampa": i film della settimana Video

IL DISCO

Avalon, un sound sofisticato e una copertina leggendaria

1commento

SPORT

sport

Il Coni premia i suoi campioni parmigiani: le foto

Sport Invernali

Il cielo è azzurro a Kitzbühel: Paris fa l'impresa

MOTORI

IN PILLOLE

Dacia Sandero Stepway
model year 2017

ANTEPRIMA

Rivoluzione Micra: Nissan cambia tutto