13°

Editoriale

Basta pagare i riscatti

Basta pagare i riscatti
Ricevi gratis le news
15

Greta e Vanessa sono tornate a casa in buona salute e non possiamo che rallegrarcene. Siamo un po' meno contenti che per la liberazione di queste due ragazze, volontarie improvvisate e imprudenti se non sprovvedute, sia stato pagato ai rapitori un riscatto di 12 milioni di dollari.

 

Giuliano Molossi

Greta e Vanessa sono tornate a casa in buona salute e non possiamo che rallegrarcene.

Siamo un po' meno contenti che per la liberazione di queste due ragazze, volontarie imprudenti se non sprovvedute, sia stato pagato ai rapitori un riscatto, si dice, di 12 milioni di dollari. Soldi che sono andati a finanziare quel terrorismo islamico che ha fra i suoi obiettivi anche il nostro Paese. Abbiamo pagato le armi che ci uccideranno, ha detto qualcuno.

Negli Stati Uniti o in Gran Bretagna non sarebbe mai accaduto perché i paesi anglosassoni non trattano con i rapitori, ma cercano di liberare gli ostaggi. A volte gli va bene, a volte meno. Noi, invece, paghiamo sempre. E i rapitori lo sanno. Alle due ragazze lo hanno detto fin dal primo giorno: «Vi abbiamo preso per i soldi, solo per i soldi».

Ma ci sono anche retroscena inquietanti. Stando a quel che riporta «Il Fatto», Greta e Vanessa non erano in Siria solo per aiutare la popolazione civile stremata dalla guerra, ma anche per offrire supporto ai “ribelli”, i combattenti islamisti anti-Assad, gli stessi che poi le avrebbero rapite per chiedere un riscatto milionario. Alcune intercettazioni telefoniche, riportate in una informativa dei Ros, proverebbero insomma che le due cooperanti non erano proprio neutrali.

Il ministro degli esteri Gentiloni prima è andato a Ciampino ad accogliere le due ragazze, poi alla Camera è stato reticente e ipocrita, arrampicandosi sugli specchi, balbettando qualche scusa, dicendo che la priorità è sempre quella di salvare le vite umane. Ma tutti, ascoltandolo, hanno capito che voleva dire una cosa sola: ebbene sì, abbiamo pagato il riscatto ma non posso ammetterlo.

Speriamo che sia l'ultima volta che si debba riportare a casa, a condizioni tanto onerose, chi va, in maniera scriteriata e incosciente, a mettere a rischio la propria vita. Un conto, infatti, è affidarsi a organizzazioni non governative internazionali, che si muovono con esperienza e cautela, e un conto è il volontariato estemporaneo e improvvisato come quello di Greta e Vanessa che sono andate in Siria all'insaputa di tutti, finendo dopo pochi giorni in trappola.

Sarebbe bene che il governo dicesse chiaramente che chi va in Siria o in altri luoghi di guerra in missioni «fai da te», d'ora in poi lo fa a suo rischio e pericolo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • pabloz

    18 Gennaio @ 22.20

    "Pare che sia stato pagato un riscatto di dodici milioni di dollari" Ma c'è la conferma?

    Rispondi

  • Biffo

    18 Gennaio @ 17.43

    Ho letto che c'è chi ipotizza un finto rapimento, al fine di impinguare le saccocce degli jihadisti. Comunque, vedrete che contro le due eroine non sarà mossa alcuna accusa, e nessuno chiederà che l'ammontare del riscatto sia pagato, almeno parzialmente. dall'ONG che le ha spedite in Siria.

    Rispondi

  • Demianlee

    18 Gennaio @ 14.17

    Sono partite come fiancheggiatrici di gruppi terroristi. Pare ci siano anche intercettazioni che smentiscono lo scopo "umanitario" del loro viaggio in Siria. Andrebbero arrestate, interrogate ed eventualmente condannate. Un riscatto si dovrebbe pagare solo se i rapiti sono regolari lavoratori o veri cooperanti come i medici di emergency.

    Rispondi

  • Marcus

    18 Gennaio @ 13.38

    è giusto che siano state aiutate, ma sarebbe altrettanto giusto ed equo presentargli il conto.

    Rispondi

  • liverpool

    18 Gennaio @ 12.16

    Simpatizzanti estremiste, rapite e poi rilasciate in perfette condizioni.Ultimamente i boia islamici ci avevano abituato a efferati omicidi. In questo caso agli occidentali infedeli da sgozzare non viene fatto niente, è bastato pagare un botto di soldi e come per magia svaniscono le ragioni che fanno di noi carne da macello.Questo per fare un paio di ragionamenti tecnici, se invece vogliamo tenere le fette di salame sugli occhi limitiamoci a dire che è una fortuna che le ragazze assolutamente estranee al terrorismo siano tornate in buona salute senza che sia certo il pagamento di un riscatto.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Shakira

Shakira

musica

Shakira sta male: "Emorragia alle corde vocali". Concerti rimandati

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

GAZZAFUN

Quiz, ma voi lo sapete come si affronta una rotonda?

22commenti

Malcolm Young

Malcolm Young

MUSICA

E' morto Malcolm Young: fondò gli Ac/Dc con il fratello Angus

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La casa in classe energetica A o B? Va acquistata subito

L'ESPERTO

La casa in classe energetica A o B? Meglio acquistarla subito

di Arturo Dalla Tana*

1commento

Lealtrenotizie

La lettera della mamma di Mattia

FUNERALE

La lettera della mamma di Mattia

IN PENSIONE

Roncoroni, chirurgo a tutto campo

Incidente

Carambola fra tre auto in via Mantova, due feriti

Indaga la Polizia municipale

WEEKEND

Il Mercato del Forte, la torta di verze, November Porc a Zibello: l'agenda di domenica

Salso

Sfondano la vetrina e rubano capi firmati

POESIA

Zucchi tradotto da un giurato del Nobel

calcio

Parma, poker e primato

LIRICA

Festival Verdi, numeri da record

Lutto

L'addio di Rubbiano a Fabrizio Aguzzoli

FERROVIA

Fidenza-Cremona, treni al posto di due bus

PARMA

Riina: l'addio senza lacrime (e lite con i cronisti) della vedova e dei figli

Maria Concetta Riina se la prende con i giornalisti. L'avvocato: "Andatevene, è scandalismo". Conclusa l'autopsia sul corpo del boss (Ipotesi tecnica di "omicidio colposo" contro ignoti) : i risultati tra 60 giorni

11commenti

STADIO TARDINI

Il Parma travolge l'Ascoli 4-0 e sogna: è primo in classifica

Frattali: "Rigore parato, evitata sofferenza finale" (Video) - Grossi: "Bella vittoria, molte occasioni mancate per il Parma" (Videocommento)

il personaggio

Lucarelli: "La mia stima per Parma è incredibile" Video

FONTEVIVO

Folla al funerale di Mattia Carra. Lo striscione: "Non ti diremo mai addio"

Il 15enne ha perso la vita in uno scontro fra un'auto e la sua Vespa

PARMA

Raffica di furti in tutta la città: porte e finestre forzate, svaligiati diversi appartamenti

In strada Parasacchi è stata recuperata, abbandonata a bordo strada, una scatola portagioie a forma di valigetta

4commenti

PARMA

Clown e bimbi si "riprendono" l'Oltretorrente Foto

Scatti dal "Torototela Show"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Imprenditrici e donne. Il valore aggiunto

di Patrizia Ginepri

TRAFFICO

La mappa degli autovelox dal 20 al 24 novembre

ITALIA/MONDO

Il caso

Cerca la madre naturale. Lei la gela: "Sei il simbolo della violenza subita"

USA

Disegna un pene in cielo, top gun punito video

1commento

SPORT

SERIE A

Il Napoli piega il Milan (2-1), la Roma si prende il derby

GAZZAFUN

Parma-Ascoli 4-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

curiosità

Sono una "chimera" quelli pubblici a Parma: il 19 è la Giornata mondiale dei servizi igenici

formigine

Damiano, 12 anni, è l'arbitro più giovane d'Italia Video

MOTORI

NOVITA'

Nuova Bmw X3. Sa fare tutto (da sola)

LA PROVA

Hyundai Kona, il nuovo B-Suv in 5 mosse Le foto