-2°

Serie A

Parma, l'orgoglio non basta: ko 3-1 con il Milan

Parma, l'orgoglio non basta: ko 3-1 con il Milan
Ricevi gratis le news
3

Dopo la sfortunata sfida di Coppa Italia contro la Juve (sconfitti all'89' con un gol in fuorigioco) il Parma (e i suoi giocatori) ha  messo in campo a San Siro contro il Milan un'altra prova d'orgoglio e cuore, tenendo in bilico il risultato fino al ko (il 3-1) siglato proprio da un ex, Zaccardo, al 76'. Rossoneri in vantaggio con un rigore (dubbio) siglato da Menez. I crociati hanno raddrizzato la partita con il pareggio di Nocerino. Poi doppietta di Menez e il gol di Zaccardo hanno affievolito le speranze del Parma di raggiungere una salvezza che, inevitabilmente, si allontana sempre di più.  

La partita

Una doppietta di Menez (ora a quota 12 reti) e un gol del redivivo Zaccardo hanno ridato ossigeno a un Milan che non ha fatto grandi progressi in fatto di gioco, ma ha conquistato punti "pesanti" per allontanare la crisi. Il Milan ha avuto la fortuna di passare su un rigore discusso di Menez, ma ha sprecato tutto su punizione: l’ex rossonero Nocerino ha pareggiato. La squadra di Inzaghi ha creato qualcosa, ma ha anche subito nel primo tempo le iniziative di un Parma tutt'altro che arrendevole. Destro ha esordito bene ma salterà per squalifica la partita con la Juve. Bocchetti così così. Non ancora bene articolato il gioco della squadra rossonera, tanto che gli uomini di Donadoni hanno dato una impressione migliore. Poi nella ripresa il bel gol di Menez, propiziato da Cerci, ha cambiato il volto della partita perchè il Parma è sembrato lontano parente di quello visto nel primo tempo. Zaccardo ha messo al sicuro il risultato dopo un bel duetto sul factotum Menez. Si può dire che la tempesta, in casa rossonera, è stata provvisoriamente allontanata, ma i tre punti spargeranno zaffate di ottimismo sulle falangi rossonere lealiste. Risentiremo parlare di Champions perchè aritmeticamente tutto può ancora succedere, ma già sabato a Torino con la Juventus avremo una verifica probante, per le rinnovate velleità della squadra di Inzaghi. Il rinfrancato tecnico milanista aveva subito mandato in campo il (nuovo) terzino Bocchetti in coppia con Zaccardo, mai impiegato in campionato. 
In campo pure Honda, Van Ginkel, Cerci e Destro. Insomma una bella svolta, infortuni a parte. Donadoni aveva recuperato Lucarelli e schierato inoltre Santacroce e Gobbi in difesa, Mariga e Galloppa in mediana. Nella deserta ghiacciaia di San Siro, il coro dei fedelissimi ha invocato "undici leoni", ma il timore di far male ha un pò gelato i rossoneri, specie quando Nocerino (un ex) ha ciccato, da solo, una palla d’oro in piena area. Il Parma si è dimostrato battagliero e i rossoneri hanno rinculato, incapaci forse di verticalizzare. Un "mani" ravvicinato di Rodriguez su colpo di testa di Zaccardo, ha indotto Guida (giudice d’area) a suggerire a Doveri di indicare il dischetto: Menez ha battuto sulla destra di Mirante, segnando. Un episodio discusso (non c'era volontarietà) e comunque fortunoso per il Milan che dopo 18' si è ritrovato in vantaggio. Dopo un gol di Zaccardo in offside, annullato, al 24', il Milan ha preso il solito gol su palla inattiva: punizione da sinistra di Galloppa, palla che, colpita di testa da Rodriguez, ha carambolato sulle spalle di Poli e Nocerino ha insaccato. Il classico gol dell’ex che ha un pò avvilito l'ambiente milanista (male Rami) e incoraggiato quello del Parma, che ha cercato di approfittare del momento. Una gran parata di Mirante su punizione rasoterra di Alex, un colpo di testa di Destro di poco alto a porta vuota (il portiere del Parma a farfalle), una bella girata di Palladino alta, hanno reso la partita movimentata. Destro ha preso il giallo, era diffidato e salterà la Juve. Altri errori della difesa rossonera: Varela e Nocerino hanno sfiorato il gol del vantaggio in un batti e ribatti drammatico. Destro si è visto respingere da Santacroce un tocco sotto porta. 
Nella ripresa Essien ha preso il posto del deludente Van Ginkel. Il tono della partita ha continuato a essere misero: la palla ha continuato a girare in mezzo al campo, senza verticalizzazioni. Gioco appiccicoso, finchè Cerci, al 12', è andato via sulla destra, ha dato a Menez che con un sinistro basso ha trafitto Mirante sulla destra. La reazione del Parma non è stata furente, il Milan è stato più attento alla fase difensiva. Inzaghi ha sostituito Destro con Muntari. Un’azione Menez-Cerci è sfociata in un tiro da destra che ha impegnato seriamente Mirante. Zaccardo-Menez-Zaccardo azione sulla destra con palla per il terzino (un altro ex) che ha posizione centrale ha insaccato do sinistro. Pazzini ha sostituito il salvatore della patria Menez e il Parma ha cercato il secondo gol, con impegno, ma senza frutti concreti. Fine dello psicodramma e tutti a casa, al caldo.

Donadoni: "Paletta è stato ceduto. Noi continuiamo a impegnarci"

"Sono antipatico al Milan, mi punisce sempre", il commento di Donadoni. "I miei giocatori dopo il 3-1 sono  andati in debito...". Fisico o mentale? "Fisico". Donadoni ha sempre parlato di dignità, contro il Milan c'è stata? "Completamente". Paletta in panchina perchè cambia squadra? "La mia scelta è stata dovuta a quello, in che squadra non sta a me dirlo, ma cambia squadra". "Noi facciamo il nostro lavoro al meglio anche se troppa gente parla". Il Parma allo sbando? "Noi abbiamo i punti di riferimento che sono il nostro direttore (Leonardi) e il presidente (Kodra)". Poi il tecnico spiega: "Noi cercheremo di onorare al meglio il campionato, tutti". Ed infine sul discorso società: "Il mercato chiude domani, poi ci sono delle scadenze: dopo quella data ognuno farà le sue scelte. Noi cerchiamo di fare il possibile, ma in queste situazioni più di così non si può fare. E tutto è sempre più difficile". Il tecnico crociato viene poi rimproverato dalla D'Amico per la sua scelta di rispondere solo alle domande del giornalista allo stadio e non a quelle dallo studio di Sky (infatti Donadoni non ha indossato l'auricolare).

Preiti: "Gli stipendi non c'entrano. E' solo una questione tecnica" (leggi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • VELENOSO

    01 Febbraio @ 23.39

    Salvata la dignita'.Una squadra senza Cassano e Paletta gioca nettamente meglio.

    Rispondi

  • patti

    01 Febbraio @ 23.23

    .....D'Amico piantala!.....e pensa che stai con un padre di famiglia che ha due bambini piccoli!

    Rispondi

    • giorgiop

      02 Febbraio @ 08.47

      giorgiop

      ????????????????

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza Video

Filippo Nardi

TELEVISIONE

Isola dei famosi: Filippo Nardi si spoglia davanti a Bianca Atzei Video

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

"incidente"

Olimpiadi, pattinatrice resta a seno nudo durante la gara

Notiziepiùlette

Ultime notizie

"La Buca dei diavoli"

CHICHIBIO

"La Buca dei diavoli": non solo pizza secondo tradizione

Lealtrenotizie

Notturni in Musica. I successi del jazz e del musical

CULTURA

Restauri di monumenti: 3,8 milioni per 10 interventi a Parma e nella Bassa

Ecco gli interventi nel Parmense: Parma, Colorno, Busseto, Soragna, Coltaro, Fontanelle e Zibello

tg parma

Presunta tratta di calciatori africani: concessi i domiciliari a Drago Video

elezioni

Salvini a Parma e Traversetolo: "Meno tasse, meno burocrazia e meno clandestini" Video

3commenti

FATTO DEL GIORNO

Addio a Dalmazio Besagni: era la memoria storica di Busseto

noceto

Provano con due "copioni" a truffare una 76enne: lei li fa arrestare

1commento

tg parma

Piazzale della Pace, stanziati i fondi per il secondo stralcio di lavori. Come sarà Video

3commenti

COMITATO

Manifesto per San Leonardo chiede più sicurezza: "Non installate le telecamere promesse"

Lettera aperta alla giunta comunale: "Bene essere capitale della cultura ma vorremmo che Parma fosse città sicura 2018"

2commenti

Montanara

Spettatore diplomato in primo soccorso salva calciatore durante la partita

1commento

FIDENZA

Non arrivava alla sua festa di compleanno: era morto d'infarto

Parma

Carabiniere blocca un ladro: «In divisa o no, prima viene il dovere»

1commento

libri

Mago Gigo racconta Capitan Braghetta, "il supereroe che è dentro di noi" Video

LA BACHECA

64 offerte per chi cerca lavoro

CURIOSITA'

Il colore del cartello è sbagliato: Langhirano diventa... provincia (o regione) Foto

San Polo d’Enza

Il “Grande fratello” incastra la banda dei salumi: denunciati in sei

1commento

parma calcio

La società: "D'Aversa resta: ha tutto per poter uscire dalla crisi. Compreso il sostegno dei giocatori"

Malmesi a Bar Sport: "Abbiamo fatto la nostra offerta per il Centro sportivo di Collecchio".

3commenti

TEATRO REGIO

Cancellato il concerto di David Garrett

Richieste di rimborso entro il 28 febbraio

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

EDITORIALE

La sfida incrociata delle liste minori

di Luca Tentoni

ITALIA/MONDO

VIOLENZA

Legato mani e piedi e picchiato a sangue il responsabile di Forza Nuova a Palermo

ARABIA

Le saudite imprenditrici, non serve più il permesso dell'uomo Video

SPORT

FORMULA 1

Il ritorno del "Biscione": ecco l'Alfa Romeo C37

Calciomercato

Pirlo lascia il calcio e annuncia il suo match di addio

SOCIETA'

musica

Dopo quasi 30 anni tornano i primi dischi in vinile della Sony

Altri sport

Il mondo della pallanuoto piange Roberto Gandolfi

MOTORI

NOVITA'

Mercedes Classe B Tech, quando la tecnologia è alla portata

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato