14°

28°

Serie A

Parma, l'orgoglio non basta: ko 3-1 con il Milan

Parma, l'orgoglio non basta: ko 3-1 con il Milan
Ricevi gratis le news
3

Dopo la sfortunata sfida di Coppa Italia contro la Juve (sconfitti all'89' con un gol in fuorigioco) il Parma (e i suoi giocatori) ha  messo in campo a San Siro contro il Milan un'altra prova d'orgoglio e cuore, tenendo in bilico il risultato fino al ko (il 3-1) siglato proprio da un ex, Zaccardo, al 76'. Rossoneri in vantaggio con un rigore (dubbio) siglato da Menez. I crociati hanno raddrizzato la partita con il pareggio di Nocerino. Poi doppietta di Menez e il gol di Zaccardo hanno affievolito le speranze del Parma di raggiungere una salvezza che, inevitabilmente, si allontana sempre di più.  

La partita

Una doppietta di Menez (ora a quota 12 reti) e un gol del redivivo Zaccardo hanno ridato ossigeno a un Milan che non ha fatto grandi progressi in fatto di gioco, ma ha conquistato punti "pesanti" per allontanare la crisi. Il Milan ha avuto la fortuna di passare su un rigore discusso di Menez, ma ha sprecato tutto su punizione: l’ex rossonero Nocerino ha pareggiato. La squadra di Inzaghi ha creato qualcosa, ma ha anche subito nel primo tempo le iniziative di un Parma tutt'altro che arrendevole. Destro ha esordito bene ma salterà per squalifica la partita con la Juve. Bocchetti così così. Non ancora bene articolato il gioco della squadra rossonera, tanto che gli uomini di Donadoni hanno dato una impressione migliore. Poi nella ripresa il bel gol di Menez, propiziato da Cerci, ha cambiato il volto della partita perchè il Parma è sembrato lontano parente di quello visto nel primo tempo. Zaccardo ha messo al sicuro il risultato dopo un bel duetto sul factotum Menez. Si può dire che la tempesta, in casa rossonera, è stata provvisoriamente allontanata, ma i tre punti spargeranno zaffate di ottimismo sulle falangi rossonere lealiste. Risentiremo parlare di Champions perchè aritmeticamente tutto può ancora succedere, ma già sabato a Torino con la Juventus avremo una verifica probante, per le rinnovate velleità della squadra di Inzaghi. Il rinfrancato tecnico milanista aveva subito mandato in campo il (nuovo) terzino Bocchetti in coppia con Zaccardo, mai impiegato in campionato. 
In campo pure Honda, Van Ginkel, Cerci e Destro. Insomma una bella svolta, infortuni a parte. Donadoni aveva recuperato Lucarelli e schierato inoltre Santacroce e Gobbi in difesa, Mariga e Galloppa in mediana. Nella deserta ghiacciaia di San Siro, il coro dei fedelissimi ha invocato "undici leoni", ma il timore di far male ha un pò gelato i rossoneri, specie quando Nocerino (un ex) ha ciccato, da solo, una palla d’oro in piena area. Il Parma si è dimostrato battagliero e i rossoneri hanno rinculato, incapaci forse di verticalizzare. Un "mani" ravvicinato di Rodriguez su colpo di testa di Zaccardo, ha indotto Guida (giudice d’area) a suggerire a Doveri di indicare il dischetto: Menez ha battuto sulla destra di Mirante, segnando. Un episodio discusso (non c'era volontarietà) e comunque fortunoso per il Milan che dopo 18' si è ritrovato in vantaggio. Dopo un gol di Zaccardo in offside, annullato, al 24', il Milan ha preso il solito gol su palla inattiva: punizione da sinistra di Galloppa, palla che, colpita di testa da Rodriguez, ha carambolato sulle spalle di Poli e Nocerino ha insaccato. Il classico gol dell’ex che ha un pò avvilito l'ambiente milanista (male Rami) e incoraggiato quello del Parma, che ha cercato di approfittare del momento. Una gran parata di Mirante su punizione rasoterra di Alex, un colpo di testa di Destro di poco alto a porta vuota (il portiere del Parma a farfalle), una bella girata di Palladino alta, hanno reso la partita movimentata. Destro ha preso il giallo, era diffidato e salterà la Juve. Altri errori della difesa rossonera: Varela e Nocerino hanno sfiorato il gol del vantaggio in un batti e ribatti drammatico. Destro si è visto respingere da Santacroce un tocco sotto porta. 
Nella ripresa Essien ha preso il posto del deludente Van Ginkel. Il tono della partita ha continuato a essere misero: la palla ha continuato a girare in mezzo al campo, senza verticalizzazioni. Gioco appiccicoso, finchè Cerci, al 12', è andato via sulla destra, ha dato a Menez che con un sinistro basso ha trafitto Mirante sulla destra. La reazione del Parma non è stata furente, il Milan è stato più attento alla fase difensiva. Inzaghi ha sostituito Destro con Muntari. Un’azione Menez-Cerci è sfociata in un tiro da destra che ha impegnato seriamente Mirante. Zaccardo-Menez-Zaccardo azione sulla destra con palla per il terzino (un altro ex) che ha posizione centrale ha insaccato do sinistro. Pazzini ha sostituito il salvatore della patria Menez e il Parma ha cercato il secondo gol, con impegno, ma senza frutti concreti. Fine dello psicodramma e tutti a casa, al caldo.

Donadoni: "Paletta è stato ceduto. Noi continuiamo a impegnarci"

"Sono antipatico al Milan, mi punisce sempre", il commento di Donadoni. "I miei giocatori dopo il 3-1 sono  andati in debito...". Fisico o mentale? "Fisico". Donadoni ha sempre parlato di dignità, contro il Milan c'è stata? "Completamente". Paletta in panchina perchè cambia squadra? "La mia scelta è stata dovuta a quello, in che squadra non sta a me dirlo, ma cambia squadra". "Noi facciamo il nostro lavoro al meglio anche se troppa gente parla". Il Parma allo sbando? "Noi abbiamo i punti di riferimento che sono il nostro direttore (Leonardi) e il presidente (Kodra)". Poi il tecnico spiega: "Noi cercheremo di onorare al meglio il campionato, tutti". Ed infine sul discorso società: "Il mercato chiude domani, poi ci sono delle scadenze: dopo quella data ognuno farà le sue scelte. Noi cerchiamo di fare il possibile, ma in queste situazioni più di così non si può fare. E tutto è sempre più difficile". Il tecnico crociato viene poi rimproverato dalla D'Amico per la sua scelta di rispondere solo alle domande del giornalista allo stadio e non a quelle dallo studio di Sky (infatti Donadoni non ha indossato l'auricolare).

Preiti: "Gli stipendi non c'entrano. E' solo una questione tecnica" (leggi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • VELENOSO

    01 Febbraio @ 23.39

    Salvata la dignita'.Una squadra senza Cassano e Paletta gioca nettamente meglio.

    Rispondi

  • patti

    01 Febbraio @ 23.23

    .....D'Amico piantala!.....e pensa che stai con un padre di famiglia che ha due bambini piccoli!

    Rispondi

    • giorgiop

      02 Febbraio @ 08.47

      giorgiop

      ????????????????

      Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

4commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

1commento

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

neviano

Attenzione, attraversamento cinghiali. Riuscite a contarli tutti? Video

2commenti

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

barcellona

Ritrovato il piccolo Julian: è in ospedale tra i feriti

Terrorismo

L'Isis sui social: "Il prossimo obiettivo è l'Italia"

SPORT

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

SOCIETA'

viabilità

Ritorni e partenze, traffico in intensificazione sulle autostrade Tempo reale

calestano

Mai dire Baganzai: la sfida (anche) dei video

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti