22°

cronaca

'Ndrangheta, un arresto importante a Parma

'Ndrangheta, un arresto importante a Parma
Ricevi gratis le news
19

Ufficialmente studente, in realtà trafficante di droga per conto della 'ndrangheta. Giuseppe Avignone, figlio del boss Guerino, è stato arrestato ieri a Parma, dove abitava da tempo.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    20 Febbraio @ 12.23

    Giorgio R.

    Andate anche a Salsomaggiore T. dove da anni ogni tanto bruciano auto o ruspe e gli alberghi vogliono che arrivi sempre più gente con i barconi per avere i soldi dal Governo. Salsomaggiore vi sembra che nei decenni con i "nuovi residenti italiani" sia migliorata ? Si siamo convinti che 'ndrangheta e camorra anche li abbonda.

    Rispondi

    • marirhugo

      21 Febbraio @ 12.36

      sei una cossa squallida nick Gio' ? Finche ci saranno gli sfruttati ci saranno gli sfruttatori, ma non si combatte lo sftuttamento cacciando gli sfruttati. vanno perseguitati gli sfruttatori e va aiutato chi e' sfruttato come qualche altro qui sopra siete gente disumana. Con il portafoglio al posto della coscienza,Siete dei poveri nazisti, e la gente sui barconi scappa dalla guerra,dalla miseria e dalle persecuzioni. Vergognati nick Gio.

      Rispondi

      • Medioman

        21 Febbraio @ 15.41

        Marirhugo, gli sfruttatori sono quelli che fanno viaggiare migliaia di persone sui barconi, per guadagnarci in termini economici e politici (eliminando gli oppositori dal mio Paese, avrò un consenso plebiscitario). E' sempre stato così: lo faceva Hitler, ma anche Stalin. Sei pronto ad arruolarti, per andare in Libia a combattere gli sfruttatori? I tuoi "padri" lo fecero, andando a combattere in Spagna contro Francisco Franco.

        Rispondi

    • fernand

      20 Febbraio @ 14.08

      gio e' troppo tardi le cose dovevano essere fatte prima ormai siamo in rotta di collisione abbiamo visto l iceberg ma non lo possiamo evitare e quindi affonderemo !!non era vero che la nave era inaffondabile!!! titanic

      Rispondi

    • fernand

      20 Febbraio @ 14.03

      gio come fanno ad essere incarcerati se quelli che devono dettare legge sono peggio dei delinquenti !?? un popolo lo fai con le leggi non con la pizza gli spaghetti chissene fotte e roba varia credo avrai capito!

      Rispondi

      • fernand

        20 Febbraio @ 14.51

        Salsomaggiore era una favola 30 anni fa un paradiso vai ora a vedere che ti hanno portato i calabresi !!! la morte civile il cattivo gusto l ignoranza la paura la mafia il disordine.....questo e' salso vergogna..................

        Rispondi

  • Gio

    20 Febbraio @ 12.16

    Giorgio R.

    E' tutto un insieme. 'Ndranghetini arrivano e in pochi decenni rovinano tutto. Ruspe bruciate in Lombardia e chiudono le società di escavazioni o edili (NOSTRI MURATORI) e vanno in mano a questi ignoranti maledetti che con la forza arrivano a fare cose inenarrabili. PORTANO MORTE E DISTRUZIONE CONVIENE COMBATTERLI PERCHè PRIMA O DOPO TI AMMAZZANO FISICAMENTE OPPURE AMMAZZANO IL NOSTRO MODO DI VIVERE. I comuni obbligati (con i nostri soldi) a fare case a chi non ce l'ha e allora questi si inventano di far arrivare più gente possibile e quindi rovinare una nazione. Loro vedono le cose in modo non normale e si disinteressano del fatto che poi è tutto uno schifo e non si può più vivere. Poi è ora che si metta freno anche a tutti i giochi di scommesse on-line e non. Mota gente che prima non ci pensava nemmeno CON L'offerta di giochi d'azzzardo ovunque si è ammalata. QUI SI DEVE PENSARE AL LAVORO E STARE MENO ADDOSSO A CHI LAVORA E CREA LAVORO. Da anni accade il contrario e con una scusa o l'altra si favoriscono i delinquenti. LE LEGGI CI SONO NON USATE LE ATTENUANTI E BASTEREBBE LA COSTITUZIONE PER CARCERARLI A VITA. QUESTI LEDONO LA SOCIETA' E LA DISTRUGGONO IN UNA ASSOCIAZIONE A DELINQUERE SENZA FINE. Si diceva che al sud non c'era lavoro perché c'era la malavita ma evidentemente a tanti si deve cambiare la testa e i modus vivendi perché ovunque vanno c'è MISERIA ! Qui c'era l'onore di avere dignità e un lavoro e fare sacrifici quindi basta NON c'è più posto per voi malandrini per scelta di modus vivendi.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    20 Febbraio @ 10.32

    RICORDATE QUEL CHE DICEVA IL GIUDICE FALCONE : "SEGUITE I SOLDI" ! Attività di copertura ? Attività commerciali e/o artigianali ? Pioggia di appalti , appaltini ed appaltelli ? Esultiamo pure per l' arresto di qualcuno con un nome "discusso" , ma poi pensiamo che Parma è stata una Città in larga parte di muratori . C' era perfino una scuola professionale per muratori in via Spezia. Adesso non c' è più un muratore parmigiano in tutta Parma ! Di nomi "discussi" , quando se ne elimina uno , ne arriva un altro. Se si vuole eliminare il pesce rosso , bisogna vuotare il vaso dell' acqua ! Si , buona notte ! E fra poco ricominciamo .............

    Rispondi

    • Medioman

      20 Febbraio @ 12.34

      I muratori parmigiani hanno cominciato a "sparire" quando sono arrivate le "cooperative" che facevano prezzi stracciati. Evidentemente, pensavano di "recuperare" in altre maniere. Poi, quando non riescono a "recuperare" (vedi cooperativa muratori ravenna), hanno sempre gli "amici" ai posti giusti che gli organizzano la pensione (parlamento europeo?).

      Rispondi

      • Vercingetorige

        20 Febbraio @ 17.52

        NO ! LE "COOPERATIVE" le facevano i muratori , parmigiani e ravennati .

        Rispondi

        • Medioman

          21 Febbraio @ 10.40

          Nel dopoguerra, e fino agli anni sessanta, Parma è stata ricostruita da muratori parmigiani e parmensi. C'erano imprese con centinaia (a volte migliaia) di dipendenti. Negli anni settanta, caldeggiate dalle giunte comuniste, hanno preso piede le cooperative, con cui bisognava trattare per non sparire. Da questo fatto è nata la moda del "subappalto", "subsubappalto", "subsubsubappalto", eccetera: in pratica, un'impresa faceva da prestanome, ma chi fisicamente lavorava..... non si sapeva da dove arrivasse!

          Rispondi

    • Gio

      20 Febbraio @ 11.56

      Giorgio R.

      Si c'erano i muratori ed erano bravi e sufficienti per costruire il giusto. Poi sono arrivati gli altri che purtroppo hanno inquinato e non seguivano le regole e imprese con costi abbattuti che hanno di fatto fatto chiudere gli onesti. Le ruspe bruciate in Lombardia e Parma ecc. COSTRUIRE CASE PER TUTTI negli ultimi anni poi ha incrementato i loro affari e più gente arriva e più ci guadagnano. E' triste ma è così. Concordo poi con il fatto che hanno un modus vivendi e tolto di mezzo (si fa per dire forse qualche giorno) ce ne sono altri. Spesso sono lotte intestinali della mala stessa che cercano di eliminare qualcuno. Si deve estirpare il modus vivendi di centinaia di persone che ROVINANO L'ITALIA e ovunque vanno portano miseria, invivibiltà dei posti malaffare di ogni genere. BASTA si deve estirpare.

      Rispondi

    • la rivolta di atlante

      20 Febbraio @ 11.47

      la rivolta di atlante

      ESATTAMENTE E SEGUENDO I SOLDI VEDRETE QUANTI INSOSPETTABILI SALTANO FUORI .... CI VUOLE ALCATRAZ ...... CI VOGLIAMO TENERE SOLO I NOSTRI DELINQUENTI AUTOCTONI , QUELLI DEGLI ALTRI STATI LI RIMANDIAMO CON UN CONTAINER DI NOTTE SULLE LORO SPIAGGE E GLI ITALIANI FINISCONO NEL COMUNE DI NASCITA .... I LUPI COI LUPI E LE JENE CON LE JENE .......... FUORI DALLE NOSTRE TERRE .. QUESTI TURISTI DELLA VIOLENZA E DEL SOPRUSO.

      Rispondi

  • Gio

    20 Febbraio @ 08.49

    Giorgio R.

    METTETELI IN CARCERE UN BEL PO' PER ASSOCIAZIONE MAFIOSA O 'NDRANGHETOSA O CAMORRISTA. ATTENTATO ALLA COSTITUZIONE mettendo a rischio e mettono a rischio la sicurezza dei cittadini e se in carcere NON c'è posto la causa SONO LORO E METTETELI STRETTI VICINI FRA LORO. LO SANNO TUTTI CHE LE CARCERI SONO PIENE....UOMO AVVISATO MEZZO SALVATO. Ormai non se ne può più di gente che viene qui a Parma trova tutto che funziona e loro devono rovinare tutto con i loro modus vivendi. VERGOGNATEVI E MI AUGURO CHE non venga vanificato il lavoro DELLE FORZE DELL'ORDINE COMPRESA LA Guardia di Finanza. VIA I BOSS DA PARMA IN CARCERE E NON IN CARCERE BASTA FATE SCHIFO !

    Rispondi

  • Gio

    20 Febbraio @ 08.44

    Giorgio R.

    Di padre in figlio sigh ! MA PERCHè NON RIMANETE NELLE VOSTRE TERRE ? Perché dovete venire qui a rompere e a rovinare tutto ? Certa gente ovunque va porta morte, malavita e schifo oltre a una miseria e tristezza enorme. A Parma fino a quando non è stata inquinata si viveva di lavoro e l'orgoglio per lo stesso,la dignità, la famiglia ecc. Basta boss in carcere a Parma Riina, Provenzano, Carminati. Dite che in carcere non fanno nulla ? Fuori ci sono i proseliti i "famigliari". NON SI VIVE più. Riina qui per via delle cure che deve avere e in Sicilia muoiono bambine appena nate. La causa del mal funzionamento degli ospedali al sud è proprio di questi boss elementi assurdi che rovinano tutto. BASTA TOLLERARE CERTE COSE E I GIUDICI DEVONO PENSARE CHE LI PAGHIAMO NOI E NON I DELINQUENTI E LO STATO DEVE GARANTIRE LA SICUREZZA AI CITTADINI come dice la Costituzione. Basta dare attenuanti perché se volessero c'è persino il reato di attentato alla Costituzione. Certo se tu in larga scala tenti di avvelenare la gente fai un attentato alla costituzione e delinqui da malavitoso ASSOCIAZIONE MAFIOSA O 'NDRANGHETOSA O CAMORRISTA le zone sono sempre quelle. NON POSSONO FARE POCHI GIORNI DI GALERA o lavori socialmente utili. GALERA nella loro città natia o il carcere più vicino.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Elio e le Storie Tese, dopo 37 anni il valzer d'addio

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

1commento

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

PARMA

Furto alla ditta "Mef" di strada del Paullo: è il secondo in 8 giorni 

Bottino da quantificare

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

19commenti

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

BASSA

Dalla Regione Lombardia arrivano 3 milioni per il ponte sul Po Video

Primo stanziamento per il ponte fra Colorno e Casalmaggiore

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

ALIMENTARE

Torna il "World Pasta Day", San Paolo è la "capitale". E il 25 ottobre, pastifici aperti anche a Parma

Aidepi presenta la Giornata mondiale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Vola con la tuta alare e si schianta: morta una donna

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»