Ambiente

Folli: «Niente rifiuti da fuori provincia»

Folli: «Niente rifiuti da fuori provincia»
20

Nell’inceneritore di Parma non vengono bruciati i rifiuti provenienti da altre province, sebbene il decreto legge «Sblocca Italia» permetta una sorta di liberalizzazione per quanto riguarda il tema dello smaltimento. Lo dice l'assessore all'Ambiente Folli.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la camola

    10 Marzo @ 19.08

    Son pronto a scommettere che entro 5 anni i rifiuti da fuori verranno inceneriti a PARMA. Probabilmente avverrà molto prima che Folli lo sappia !!

    Rispondi

  • Vercingetorige

    10 Marzo @ 17.00

    SIGNOR PIERRE , innanzitutto la ringrazio per i complimenti che non merito , ma , vede , gli esaltati non cambiano mai idea. Si costruiscono intorno un loro Mondo fantastico costellato di pregiudizi oscurantistici , nel quale la Farmacologia è una menzogna propagata dalle multinazionali farmaceutiche , la condensa dei reattori è una nube tossica irrorata dalla CIA , lo sterco di pecora , il bicarbonato e le vitamine guariscono il cancro , ma gli Oncologi non lo dicono perchè ci guadagnano . Si barricano nel loro antro buio , e chiunque non ci sta dentro con loro , è un nemico da combattere . Come quelli dell' ISIS . Scrivono queste cose , poi se le scambiano e si citano fra di loro come fonti scientifiche. Si figuri che , su questo "forum" , qualcuno citava , come fonte scientifica , il consigliere regionale "grillino" Favia , il quale , con le materie scientifiche , non ha mai avuto niente a che spartire. Ma "tot capita , tot sententiae" . Nell' Universo Mondo ci possono stare anche quelli che credono nelle fattucchiere , nel malocchio e nel vudù . L' IMPORTANTE PERO' E' CHE LA GENTE NON SI FACCIA RISUCCHIARE NEL LORO FORSENNATO VORTICE E MANTENGA LA PROPRIA MENTE LIBERA E APERTA ALLA LOGICA , e , questo , non è né di Destra , né di Sinistra. Purtroppo , a Parma , un cedimento al vudù c' è stato , e non lo abbiamo ancora superato del tutto.

    Rispondi

    • Paolo

      11 Marzo @ 00.51

      paolo.regg@email.it

      I complimenti sono meritatissimi. Mi creda.

      Rispondi

    • Marco

      10 Marzo @ 22.57

      non posso che applaudire. concordo in pieno.

      Rispondi

  • Paolo

    10 Marzo @ 14.41

    paolo.regg@email.it

    Complimenti vivissimi agli amici commentatori di questa notizia. Sempre grande Vercingetorige con le sue annotazioni. Ma perché tanta miopia a Parma? Perché sprecare questa grande occasione di recuperare denaro (i conferimenti di rifiuti al termovalorizzatore vengono pagati) e, soprattutto, di produrre energia elettrica e calore da cui ricavare altro denaro ed ancor più indipendenza energetica dall'esterno? Perché tanto estremismo ideologico fondato sul nulla? Dov'è finita la Parma del buon senso e della pragmaticità? Il termovalorizzatore moderno che ha Parma è una grande risorsa per la città, un vero beneficio per tutti; ed invece si ostinano a vedere chissà quale pericolo per la comunità: ma i rilevamento ambientali intorno a quella struttura che cosa dicono? Non è, per caso, che hanno rilevato l'assenza di emissioni pericolose, ovvero il restare entro termini di sicurezza? Perché questo oscurantismo di stampo medievale è così dominante a Parma? Forse vogliono riscrivere una "Cronaca" come quella di Fra' Salimbene a distanza di ottocento anni? Non è arrivato il momento di dire basta a questa sceneggiata contro il termovalorizzatore? Il gioco è bello quando dura poco e questo è già durato tanto, anzi troppo. Adesso è diventato stucchevole.

    Rispondi

    • Asterix

      10 Marzo @ 18.52

      Forse perché quello di Parma non è un termovalorizzatore (?) o meglio un impianto di recupero energetico rientrante nella categoria R1, ma un inceneritore in quanto autorizzato in D10 (incenerimento a terra) visto che per ora (e non si sa quando lo sarà) non rispetta l'efficienza energetica richiesta del 65%. Semplice no ... Quindi perché parlare a vanvera di termovalorizzatore?

      Rispondi

      • Vercingetorige

        11 Marzo @ 11.02

        DAVVERO ? E non le dice niente che IREN , col complice consenso del Comune di Parma , da anni stia sbudellando tutte le strade della Città per posare tubazioni per il teleriscaldamento ? E come crede che produrranno tutta quell' acqua calda ? Col "boiler" di Folli ? Vedrà che , quando sarà il momento , le difficoltà formali che lei prospetta , si risolveranno.

        Rispondi

        • Maurizio

          11 Marzo @ 16.53

          Con le centrali esistenti da anni come quella di via toscana...

          Rispondi

        • Asterix

          11 Marzo @ 15.12

          Che le ho già ricordato ma sembra non capire non basta essere allacciati ad una rete di teleriscaldamento per essere considerati in R1 cioè impianti a recupero energetico, ma si deve rispettare l'E.E. che nel caso di Parma è del 65%. Per ora IREN ha declassato il suo impianto a D10 perché non è in grado di rispettate questa E.E.. Poi ha ragione lei in Italia le formalità (quando si vuole) si superano alla svelata.

          Rispondi

        • Paolo

          12 Marzo @ 11.21

          paolo.regg@email.it

          L'importante è che sia già predisposto ad essere termovalorizzatore, pronto a funzionare come tale -e con i guadagni, già accennati, della comunità- quando il talebanesimo attualmente in auge cesserà. Il resto è solo burocrazia.

          Rispondi

  • Vercingetorige

    10 Marzo @ 12.22

    FOLLI DIMOSTRA DI IGNORARE un principio elementare della Giurisprudenza , che ben conosce qualunque studente di Legge. Del resto lui è ragioniere . E' il principio della "gerarchia delle Leggi" , per cui una Legge dello Stato prevale su disposizioni di organismi di più basso livello , come Regioni , Province e Comuni. Se un Piano Nazionale per i Rifiuti prescriverà che le Regioni con più inceneritori ( Lombardia , Emilia - Romagna , Toscana ) dovranno aiutare , coi loro impianti , quelle che ne hanno meno , il Piano non potrà che essere applicato. L' inceneritore di Ugozzolo è predisposto per bruciare 120000 tonnellate di rifiuti all' anno , ma , attualmente , ne brucia all' incirca la metà , per cui , attualmente , ha disponibilità per riceverne più o meno altre 60000 .

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    10 Marzo @ 10.06

    la rivolta di atlante

    CARO FOLLI , INSISTERE SU UNA VISIONE MEDIOEVALE DEI RIFIUTI COME SE TUTTI I CITTADINI COME AI TEMPI DELL'ANNO 1000 SI DOVESSERO SMALTIRE I RIFIUTI DA SOLI . CON FALO' , MUCCHI DI LETAME UMANO E ERBA SECCA PER GLI ANIMALI ..... CI SONO GLI ALLEVAMENTI, LE INDUSTRIE E IL MONDO E' ANDATO AVANTI DI ALTRI 1015 ANNI ... SIAMO NEL 3 SECOLO DOPO CRISTO E NON PRIMA E I CONFINI TERRITORIALI HANNO SEMPRE MENO SIGNIFICATO ...PERCUI SE A PIACENZA MI FANNO UN OTTIMO SMALTITORE DI RIFIUTI RADIOATTIVI PER LE CURE OSPEDALIERE ... SI EVINCE CHE NON NE FACCIO 5 A PARMA PER I VARI OSPEDALI E CLINICHE ... MI SEMBRA UNA COSA LAPALISSIANA. NON RIESCO A CAPIRE COME SI PUO' INTERVENIRE CREANO UNA MIRIADE DI MUCCHI DI RUDO NELLE VARIE STRADE SIA PIU' AMBIENTALISTA DI 20 CASSONETTI IN UN QUARTIERE DOVE DEPOSITARE DISTINTAMENTE LA MONNEZZA ANCHE CONTROLLANDO CON MEZZI ADEGUATI I CITTADINI , MA NON CERTO CON LE GUARDIE DEI RIFIUTI , PRONTI A ELEVARE MULTE A PENSIONATI SENZA DATA E ANZIANI CON BEN ALTRI PROBLEMI. SI RICORDI CHE LA VITA E' UNA RUOTA E PRIMA O POI CI SI PUO' TROVARE LEI ROTTAMATO ... ELETTORALMENTE PARLANDO. DUNQUE , FORZA , CERCHI DI VEDERE LE COSE ANCHE CON OCCHI ALTRUI E' LA PRIMA LEGGE DELL'UMANITA'.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

Manuela Arcuri

salerno

"Novemila euro alla Arcuri per accendere l'albero di Natale"

1commento

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

feste

Celentano Tribute Show: ecco chi c'era al Fuori Orario Foto

Rosy Maggiulli torna... in pista

Monza

Rosy Maggiulli torna... in pista

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Terremoto: cosa rischia Parma

TERREMOTO

Ma Parma quanto rischia?

1commento

Lealtrenotizie

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": ecco come sarà via Mazzini Foto

degrado

Nuove luci e marciapiedi più larghi e "vivibili": così sarà via Mazzini Foto

3commenti

via toscana

Scontra due auto in sosta e poi fugge: è caccia al conducente

1commento

SAN LEONARDO

Arriva la sala scommesse, scoppia la polemica

1commento

agenda

Un weekend di colori, musica, gusto e cultura

Salsomaggiore

Addio a Lorenzo, aveva solo 15 anni

social network

Via D'Azeglio, quando scopri che i ladri ti hanno preceduto...Foto

Lega Pro

Parma, sfida delicata contro il Bassano. Diretta dalle 14.30

E alle 21.30 la partita in differita su Tv Parma

Raid notturno

All'asilo di San Prospero rubati i soldi per l'altalena

PENSIONI

Novità sul ricongiungimento dei contributi

Progetto

L'auditorium a Busseto? Per ora non si fa

Palanzano

Sandra, la «musicista» delle campane

LEGA PRO

D'Aversa per la panchina, ballottaggio Sensibile-Faggioni per il ds. E' questione di ore Video

gazzareporter

Scia e aerei: mistero nel cielo di Parma Video

6commenti

incidente

Auto si ribalta a Fidenza: un ferito grave

parma senza amore

Dieci frigoriferi (con materasso e rifiuti) sul marciapiede di via Boraschi

14commenti

vandali in azione

Manomettono il defibrillatore in piazza: presi (grazie a un cittadino)

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Un po' più di mezzo bicchiere

EDITORIALE

Dal sexting al ricatto: pericoli on line

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

francia

Parigi, tutti salvi. Il rapinatore in fuga

PISA

Bimba di 6 anni muore soffocata da una spugna a scuola

WEEKEND

IL CINEFILO

I film della settimana, da Sully a Agnus Dei  Video

VERNISSAGE

90 anni di Arnaldo Pomodoro: la sua arte invade Milano

1commento

SPORT

ERA IL 2005

Rosberg, quel giorno a San Pancrazio...

1commento

SERIE A

Il Napoli travolge l'Inter di Pioli: 3 a 0

MOTORI

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)

BOLOGNA

Le ragazze
del Motor Show Fotogallery