19°

29°

COMUNE

Tassa dei rifiuti, «buco» da quasi 4 milioni

Tassa dei rifiuti, «buco» da quasi 4 milioni
Ricevi gratis le news
55

Crescono i parmigiani che non pagano la tassa dei rifiuti. Il «buco» ammonta a 3.800.000 di euro. Cosa farà il Comune per correre ai ripari? Parla l'assessore Ferretti.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    24 Marzo @ 10.26

    Giorgio R.

    Pensare prima a risolverlo no ? Evidentemente le menti pensanti dirigenziali prendono troppi soldi o sbagliamo ? Quanto prendono i dirigenti Iren e cosa fanno realmente ? Sono posti politici e pericolosi per noi. La raccolta differenziata va fatta per la plastica, lattine aluminio, vetro, carta in bidoni già separati e con il badge in piazzole adeguate 24 ore su 24 come fanno in Trentino e altri posti dove fra le altre cose danno servizi gratis come asilo o scuola mensa. Assurdo avere camion e camioncini con operatori. Noi ci andavamo in bicicletta o a piedi in un'area con tutti i bidoni, contenitori, già SEPARATI e non come adesso che poi devono fare la cernita ! Chi avrà problemi seri a non riuscire a portare le cose avrà un servizio a parte. Poi sappiamo come potrebbe essere con meno camion e camioncini dove dietro potrebbe esserci altro..... Qui c'è troppo magna magna legalizzato e tasse troppo alte per mantenere macchine da soldi dall'accoglienza finta a molto altro ! UNO SCHIFO ! Ora però i soldi sono finiti e quindi qualcosa accadrà.

    Rispondi

    • Medioman

      24 Marzo @ 15.11

      Ai miei tempi, c'era pure il "robivecchi" che passava, con carretto a pedali, a raccogliere quello che era riciclabile, e magari ti dava pure qualche soldino; però, in quella maniera, non si potevano stipendiare "dirigenti iren", consulenti ambientali, tromboni di partito. E, soprattutto, il robivecchi non emetteva scontrini (cosa gravissima, per chi vuole schedarci in ogni nostra attività).

      Rispondi

  • Gio

    24 Marzo @ 10.08

    Giorgio R.

    NO LAVORO NO SOLDI ! POI VOGLIAMO PARLARE DI TUTTE LE ACCISE E TASSE BALZELLI VARI ABBINATI ? E' vero poi che questa raccolta differenziata porta a porta fa diminuire i costi ? E' tutto troppo costoso e si dovrebbe tornare alla raccolta fatta in zone stabilite. La plastica, la carta e forse anche l'umido si potrebbero portare dove c'è la raccolta con un tesserino con chip che rivela se uno lo fa oppure no. Chi ha problemi a deambulare o comunque a portare il tutto avrà il servizio porta a porta. Tutti questi camioncini che girano con operatori a bordo hanno un costo che evidentemente la differenziata non copre. Andavamo a portare la plastica e vetro in bicicletta o a piedi quando avevamo tempo in una piazzola e NON avevamo necessità del porta a porta. Per non parlare del businness dei bidoni in plastica che anche quelli costano.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Marzo @ 17.46

    QUI IL PROBLEMA E' L' ESTESA EVASIONE DELLA TASSA SULLA NETTEZZA URBANA . L' inadeguatezza del sistema di raccolta c' entra in via indiretta, congiuntamente ad altri fattori !

    Rispondi

    • Medioman

      23 Marzo @ 19.11

      Mi tocca darle ancora ragione; però, "mi consenta", perché c'è ancora gente che dice che gli "evasori" sono solo i lavoratori autonomi? che, invece, i dipendenti e i pensionati NON EVADONO perché hanno le trattenute alla fonte? Lo vada a spiegare a Bersani e ai suoi accoliti! P.s.: oltre alla "tassa rifiuti", ce ne sono tante altre.... ma, siccome si rischia di perdere voti, stanno tutti muti come pesci. Gli "occupanti abusivi" la pagheranno, la tassa rifiuti?

      Rispondi

      • Vercingetorige

        24 Marzo @ 11.29

        MEDIOMAN , la TARI non è "trattenuta alla fonte" .

        Rispondi

        • Medioman

          24 Marzo @ 13.51

          Lo so perfettamente, è proprio per questo che "prendo in giro" quelli che dicono: io non sono evasore, perché ho le trattenute!

          Rispondi

        • Medioman

          24 Marzo @ 15.03

          ooops, precisazione: è proprio per questo, che prendo in giro le "anime belle" che dicono: dipendenti e pensionati NON POSSONO EVADERE perché hanno le trattenute! E il bello è che c'è anche chi ci crede!

          Rispondi

      • Maurizio

        23 Marzo @ 21.59

        Mah, i dipendenti spesso hanno redditi più alti degli autonomi, gente che ha l'atico in centro e macchina da 50 mila euro che ha esonero tasse scolastiche ad esempio per reddito, come la mettiamo?

        Rispondi

        • Medioman

          24 Marzo @ 11.39

          Vede, signor Maurizio, quando io dico che certe "statistiche" sono solo specchietti per le allodole, anzi, BECCHIME PER I POLLI, mi riferisco proprio a questo. Facciamo un esempio: poniamo che io sia un ex lavoratore dipendente, attualmente "disoccupato" (perché lavorare, si sa, stanca), e che abbia ereditato uno stabile in centro storico. Poniamo che io affitti lo stabile a prostitute, spacciatori, sfaccendati di vario genere, ovviamente in nero. Secondo le sue statistiche, io sarei un "cittadino virtuoso", anzi, necessito pure di aiuti! Se, invece, io mi prendo una regolare licenza da "affittacamere", non posso più affittare a prostitute e spacciatori (che, di solito, pagano regolarmente) ma, magari, devo affittare a dipendenti di qualche impresa che ha preso un subappalto, che non sa quando incasserà dallo Stato, e che, quindi, qualche volta mi pianta il chiodo. Beh, secondo le sue "statistiche", io diventerei un "evasore", perché dichiaro "solo" qualche migliaio di euri....

          Rispondi

        • Maurizio

          25 Marzo @ 07.54

          Non è corretto medioman, secondo la statistica lei non è più dipendente ma disoccupato e lo dice lei, se poi la persona in questione affitta tutto in nero nella mia personale statistica diventa un evasore oltre che altre cose.... Poi lo sa che gli affittacamere regolari affittano ugualmente alle prostitute? Sa che buona parte delle prostitute di parma vivono in appartamenti affittati regolarmente o da 'persone che affittano le camere? Sa come si fa per rendere tutto legale e allungare i tempi di un eventuale processo? basta mettere nelle condizioni del contratto che è vietato il meritricio e che il contratto si risolve in automatico in caso di prostituzione... Sa poi quanti imprenditori prendono aiuti economici o anche hanno case popolari pur avendo grosse disponibilità?

          Rispondi

        • Medioman

          25 Marzo @ 10.47

          Lei non è ben informato. Lei confonde gli "affittacamere" (che devono registrare documenti e comunicare alla questura) con "privati cittadini" (tra i quali i disoccupati a cui mi riferivo), quindi non fa che confermare quello che ho scritto. Riguardo le "case popolari", ho perfino degli amici (ovviamente, di sinistra!) che abitano case popolari, pur disponendo di abitazioni (magari, affittate a "studentesse" di anatomia maschile). Ma lei, non doveva occuparsi di controllare gli scontrini dei baristi?

          Rispondi

        • Maurizio

          25 Marzo @ 19.15

          è lei a non essere bene informato, se vuole ci facciamo un giro in 3 affittacamere regolari e vediamo se ci sono o meno prostitute.... Anche io conosco persone di sinistra e di destra che abitano case popolari ma sono imprenditori, se lei nel 2015 riduce tutto a destra e sinistra siamo messi proprio male, sia per chi parteggia per un colore o per l'altro... Concludo dicendo che non sono un finanziere però se vuole la porto in un locale i cui proprietari abitano in una casa popolare, come fanno ad avere la casa popolare se hanno suv e locale dove si guadagna bene? P.s. mai fatto uno scontrino al sottoscritto, nemmeno quando abbiamo fatto un pranzo di lavoro e lo abbiamo richiesto....

          Rispondi

        • Medioman

          26 Marzo @ 00.49

          Signor Maurizio, facciamo pace? Per me, destra e sinistra sono concetti superati da parecchi anni, come pure il concetto imprenditore=evasore, tutti gli altri "innocenti". Per quanto riguarda le prostitute, le trova anche al Grand Hotel (nessuno gli vieta di prendere una camera). Quello che le volevo far capire (e lo avrebbe capito anche da solo, se le fosse capitato di avere rapporti con sistemi fiscali più "seri" del nostro) è che la maggior parte delle persone (imprenditori oppure no) è fondamentalmente onesta, e paga volentieri "polizze di assicurazioni" contro eventuali "rischi futuri". Se le tasse venissero viste come una "polizza di assicurazione", nessuno cercherebbe di schivarle, anzi! Se il fatto di essere "il maggior contribuente" fosse visto in senso positivo, ci sarebbe la gara a chi paga più tasse! Invece, grazie alla IDIOZIA di certa gente (se hai un SUV sei sicuramente un "ladro"), le tasse vengono viste (giustamente!) principalmente come uno SPRECO DI DENARO PUBBLICO.

          Rispondi

        • Maurizio

          26 Marzo @ 15.24

          Il problema è che noi italiani nel nostro dna siamo disonesti, non al livello di altri popoli ma lo siamo, chi vede in modo positivo le tasse sono pochi e spesso anche gente con notevoli disponibilità economiche, ci sono però persone come il sottoscritto che si incazzano se il barista col suv ha la casa popolare ma non con chi ha 10 suv ma è onesto, io sinceramente chi fa l'equazione suv = evasore non li considero nemmeno.... Tra l'altro uno dei maggiori contribuenti italiani, accusato dall'opinione pubblica di essere un ladro, è tal silvio berlusconi da arcore... si può dire tutto di lui ma non che sia un evasore, anche se qualche stratagemma lo avrà escogitato... Per le prostitute, la invito a leggere articoli sulla prostituzione legalizzata in germania, i pro e i contro, quante sono le prostitute sotto contratto in germania?

          Rispondi

        • Medioman

          27 Marzo @ 00.35

          Un'ultima cosetta (scusi se vado a rate). Il barista che ha la casa popolare rientra in un'altra categoria; dove ci metterei pure circoli ed associazioni di vario genere, che ricevono aiuti più o meno sostanziosi dall'ente pubblico. Su queste cose, probabilmente, siamo molto più in sintonia, ma il discorso diventerebbe troppo lungo.... Proviamo a girarla così: se fosse un abitante delle case popolari ad aprire un bar, e magari acquistare la casa "a riscatto", dando la possibilità all'ente pubblico (con l'incasso) di costruire nuove case popolari, non andrebbe meglio per tutti? Anche se la sua tassazione fosse "forfettaria" (come in altri Paesi) senza dover pagare il commercialista, il POS, il registratore di cassa, e senza dover perdere tempo in scartoffie di vario genere?

          Rispondi

        • Medioman

          26 Marzo @ 16.50

          Per quel che ne so, anche dove la prostituzione è legalizzata esistono le "abusive", per vari motivi (non necessariamente fiscali). Lei dice che "noi siamo disonesti nel dna". Non condivido. Ci sono situazioni in cui siamo "costretti" ad arrangiarci, per sopravvivere o per mantenere un posto di lavoro; un amministratore intelligente prende atto della situazione, senza definire "ladro" od "evasore" chi agisce in stato di necessità. Le farò il solito esempio: se lei guadagnasse un milione all'anno, sarebbe più preoccupato di "risparmiare sulle tasse", oppure di avere sanità, sicurezza, vita sociale soddisfacenti? Solo certi "politici", che magari devono pagarsi la ricandidatura, devono "escogitare" stratagemmi. Viceversa, chi deve vivere con qualche migliaio di euri, magari.... si lascia tentare! A proposito: quanto escono sui giornali le famose "statistiche sui redditi", tra gli "imprenditori" fanno media anche quelli che hanno chiuso l'attività, per malattia o fallimento....

          Rispondi

        • Maurizio

          27 Marzo @ 18.49

          Ci sono anche imprenditori che chiudono l'attività e ne riaprono un'altra, con prestanome o direttamente loro, spesso i debiti non li pagano....

          Rispondi

        • Medioman

          28 Marzo @ 10.36

          Verissimo, però questi rientrano nella categoria "truffatori". E, se la vogliamo dire tutta, spesso sono quelli più "aiutati" dai contributi pubblici, cioè dalle tasse che NOI paghiamo. Le devo citare i "fondi europei"? Oppure, anche solamente certi fondi regionali?

          Rispondi

        • Maurizio

          28 Marzo @ 14.05

          Bravo che cita una cosa di cui nessuno parla, i fondi europei, siamo tutti antieuropei ma se imprenditori preferiamo i loro contributi rispetto a quelli italiani, meno controlli, cifre più elevate, puoi anche farti un ristorante spacciandolo come agriturismo quando non hai nulla di agriturismo...

          Rispondi

        • Medioman

          28 Marzo @ 15.10

          Lo vede, che alla fine riusciamo a capirci? E, molto spesso, proprio questi che io definisco "truffatori" sono quelli in prima linea (per distogliere l'attenzione) nelle caccie alle streghe.... Non importa quale mestiere io sappia fare, l'importante è "pescare soldi" (ovviamente, grazie a qualche amico al posto giusto). La differenza tra me e lei: lei li definisce "imprenditori", io invece preferisco "truffatori".

          Rispondi

        • Gio

          24 Marzo @ 16.43

          Giorgio R.

          Purtroppo è vero.

          Rispondi

        • Medioman

          24 Marzo @ 09.34

          Si sta per caso riferendo a Massimo D'Alema? o a Pierluigi Bersani? Oppure, a Cesarino Incalza? Oppure, a qualche decina di migliaia di dipendenti pubblici che non ho ancora capito perché siano stati assunti? Io, di artigiani con l'attico in centro, a Parma, non ne conosco.

          Rispondi

  • gigiprimo

    23 Marzo @ 13.57

    vignolipierluigi@alice.it

    Quello nella foto è il rudo prodotto in via Corso Corsi! non si potrebbe intervenire sui 'proprietari' di queste case? hanno tutti affittato in 'chiaro'? che paghino le eventuali multe in base alle metrature e si rifacciano sugli inquilini! Non si può permettere un rudo così, ed è costante!

    Rispondi

  • Samuele

    23 Marzo @ 12.03

    I bei tempi qundo si butta tutto insieme alla carlona, tanto c'e ò'inceneritore che purifica tutto e profuma l'aria al mughetto e poi si da lavoro a tanto politici, figli di politici, amanti di politici... e si arricchiscono pure i partiti. A natale arrivavano a casa di questi bravi amministratori decine di regali preziosi, orologi, viaggi. Quelli si che erano bei tempi già... MA torneranno tranquilli perchè l'avidità vince sempre alla lunga specie se deve crescere in un ambiente di ignoranza...

    Rispondi

    • Vercingetorige

      23 Marzo @ 12.43

      ALLORA NON HAI CAPITO , il che non meraviglia ! Piu' "CARLONA" DEL LETAMAIO CHE C' E' ADESSO ! Per quanto possa meravigliarti , la "differenziata" si può fare anche da persone intelligenti !

      Rispondi

      • Samuele

        23 Marzo @ 13.12

        ALLORA NON HAI CAPITO TU CARO LA DIFFERENZIATA SI PUò FARE BENE SE TUTTI COLLABORANO CORRETTAMENTE E NON CI SONO FURBI, MALEDUCATI E INCIVILI ! SONO QUELLI CHE CAUSANO IL LETAMAIO CHE VEDI TU !!

        Rispondi

        • Medioman

          23 Marzo @ 15.05

          Samuele, sei rimasto al Medioevo, quando per guarire le persone si usavano le "macumbe". Oggi, esistono tecnologie un pochettino differenti: è possibile (anche se economicamente, magari, poco conveniente) "rigenerare" senza prima dover "separare". Però, con quello che ci fanno pagare la "differenziata", potrebbero diventare "convenienti", e soprattutto creare nuovi posti di lavoro. Solo nel comune di Parma (se non ho capito male) questo sistema costa TRENTOTTOMILIONI ai cittadini!

          Rispondi

        • gigiprimo

          23 Marzo @ 13.50

          vignolipierluigi@alice.it

          Ricorda che la differenziata si faceva anche più di sette anni fa! era meno 'pesante' per tutti noi, però anche allora c'erano i maleducati che riempivano i cassonetti di tutto, hanno tolto i cassonetti e hanno messo le campane ma dentro queste cosa ci trovano? Ho dei dubbi! e l'indifferenziato cosa contiene?

          Rispondi

      • Asterix

        23 Marzo @ 13.09

        Bravo tipo i cassonetti di Forlì, bel sistema, provato e validato nella sua utilità.

        Rispondi

        • Immanuel

          23 Marzo @ 15.17

          E' vero, tenere l'immondizia in casa è una virtù al giorno d'oggi ...

          Rispondi

        • Asterix

          23 Marzo @ 15.33

          Immanuel hai letto l'articolo di cassonetti di Forlì, forse no se commenti cosi. Basta dare aria ai polpastrelli e tutto va bene. Un po' come Vercingetorige che fa il Salomone di Parma sposando soluzioni già in uso e palesemente sbagliate. Buona fine ... In merito alla foto i mobili forse è meglio tenerli in casa non sul marciapiede.

          Rispondi

        • Immanuel

          23 Marzo @ 17.36

          Guarda, io dico che imporre alla gente di tenere il rudo in casa è vergognoso. C'e' chi non ha giardini, cortili e neanche balconi. Questa cosa andava valutata. Detto questo io non ho mai abbandonato niente per strada. Poi a Forlì non so come va, vedo come va qui da noi. Comunque darò un'occhiata all'articolo (sai dove lo trovo?)

          Rispondi

        • Vercingetorige

          23 Marzo @ 17.27

          NO , VERCINGETORIGE SPOSA LE SOLUZIONI PIU' EFFICIENTI ! Andatele a vedere in Trentino - Alto Adige : Valle delle Giudicarie , isole ecologiche accessibili con "badge" 24 ore su 24 , "differenziata" all' 81 % , nessun sacchettino per strada ! La "soluzione già in uso e palesemente sbagliata " era quella dei sacchettini infami già praticata , trent' anni fa , dall' AMNU , e palesemente fallita ! Vercingetorige non vuol fare il "Salomone" , ma , dovendo proprio scegliere , preferisce fare il Salomone che il salamone !

          Rispondi

        • Gio

          24 Marzo @ 10.16

          Giorgio R.

          CONDIVIDO CON VERCINGETORIGE. Prima dell'avvento della differenziata porta a porta andavamo in bicicletta o a piedi anche in piazzole portando la plastica, la carta il vetro lattine tutto nei cassonetti prestabiliti suddividendo le lattine dal vetro e dalla plastica. Ora devono fare la cernita ! E' assurdo avere camioncini con operatori a bordo che girano inquinando e avendo un costo che poi grava su di noi tutti e bidoni che hanno comunque un costo. Tempo fa' si faceva senza badge ora si potrebbe fare con badge. Quale è IL PROBLEMA ? Chi ha seri problemi a muoversi potrebbe avere il servizio diverso. Poi sappiamo il costo dei numerosi camion che girano a cosa può portare.....costi per noi e regali per qualcun altro. NON SIAMO CONTENTI DI QUESTO SISTEMA.

          Rispondi

        • Asterix

          23 Marzo @ 18.30

          Per il Salomone di Parma e altri la vera realtà del trentino non è quella che salomoneggia Vercingetorige, un articolo a caso. In fondo trovate quello che cercate cioè la dimostrazione che la "soluzione Trentina" forse non è la più corretta, o almeno nessun sacchettino per strada vero, sono nei boschi. http://ricerca.gelocal.it/trentinocorrierealpi/archivio/trentinocorrierealpi/2015/03/08/trento-troppi-rifiuti-abbandonati-nei-boschi-della-val-di-non-43.html. Per Immanuel http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/26/rifiuti-flop-chiavi-cassonetti-regione-paga-70mila-euro-comune-ritira/1456566/

          Rispondi

        • Vercingetorige

          24 Marzo @ 11.35

          SE LA "CENSURA" ME LO PERMETTE , LE RISPONDO "PALLE" ! Io , in Trentino - Alto Adige , ho una casa dove trascorro parte dell' anno. Ho un servizio molto migliore che a Parma. Vuoto la mia spazzatura quando voglio , in silos differenziati , registrando i miei conferimenti col "badge" , e pago meno che a Parma.

          Rispondi

        • Asterix

          24 Marzo @ 13.14

          Bene secondo Vercingetorige in trentino c'è un servizio migliore. Ma come può una sensazione personale prevaricare articoli come sopra. Semplicemente non può in trentino si abbandonati i rifiuti nei boschi i cassonetti con "intelligenti" si sono dimostrati inefficienti ed onerosi. Quindi le PALLE chi le racconta, a voi il giudizio.

          Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Grey's Anatomy 14 stupisce ancora, parla italiano

Stefania Spampinato

Tv

Grey's Anatomy 14: il cast parla sempre più italiano

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

2commenti

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

weekend

In barca e sui sentieri, tra amor e trota: l'agenda della domenica

Protesta

«Cittadella abbandonata»

Fidenza

Spargono olio davanti ai negozi

LA STORIA

Angelo e Simba, quei due cani che hanno commosso tutti

SERIE B

Nuovi crociati crescono

Salsomaggiore

Pubblica in lutto: è morto Spalti

Personaggio

Ettore, cinquant'anni a tu per tu con la pietra

varano

Scivola per 50 metri in un calanco: i vigili del fuoco arrivano dall'alto Foto

FIDENZA

Addio all'ostetrica Mara Maini: ha fatto nascere migliaia di bambini

brescia

Cellino riabilita Ghirardi: "A Parma ha fatto tanto". La rabbia del web

8commenti

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

7commenti

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

NAPOLI

In codice rosso aspetta 4 ore: muore 23enne

3commenti

SPORT

il personaggio

«Chicco» Taverna l'ex rugbista che doma le onde

SERIE A

La Juve travolge il Cagliari, Il Napoli passa a Verona

SOCIETA'

perugia

Oca lo becca al parco, nonno risarcito dalla Regione

IL DISCO

Elton John e quell'omaggio a John Lennon

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti