15°

28°

Fidenza

Basket femminile: «Paolo il Magiko fa «miracoli»

Basket femminile: «Paolo il Magiko fa «miracoli»
Ricevi gratis le news
0

Lo chiamano «Paolo il Magiko» e il soprannome di Seletti non poteva essere più azzeccato. Perché l'allenatore fidentino è riuscito a portare la sua squadra dall'anonimato ai vertici del basket femminile.

Alessandro Merlini

«Paolo il Magiko»: così lo hanno ribattezzato nella Magika Basket. D’altronde le alternative erano poche. Voi come lo chiamereste un fidentino che porta questa sconosciuta squadra di Castel San Pietro (Bo) dall’anonimato ai vertici del basket femminile italiano? Che soprannome scegliereste per un allenatore che ha vinto un campionato di serie C, due di serie B, uno di A3 e 2 scudetti giovanili under 15 e 19 dal 2011? Il soprannome del 35enne Paolo Seletti è stato ben affibbiato. Aggiungeteci il fatto che, sabato scorso, ha sfiorato la promozione in A contro una delle squadre più blasonate d’Italia: la Geas Basket di Sesto San Giovanni (Mi). «Comunque vada ricordatevi: domani non c’è allenamento», aveva detto alle sue giocatrici prima di scendere in campo. Un’ironia necessaria per alleggerire la pressione su una squadra che esibisce un’età media di soli 21 anni (10 su 16 hanno 20 anni o meno). Per ben più di un tempo la partita è diventata la battaglia di Davide contro Golia ma l’esperienza delle rivali (solo alla fine) è riuscita a spezzare il cuore delle sue ragazze. L’impresa rimane però impressa nella roccia e la stagione della Magika si chiude con 21 vittorie e 4 sconfitte. Paolo alle spalle vanta un passato da giocatore in C2 a Salso ma «sono meglio come coach che come giocatore», dice ridendo. I primi passi da allenatore li muove nelle giovanili, all’epoca unite, di Fulgor e Avis Fidenza e Basket Salso. Poi a 21 anni si sposta a Reggio come assistente in A2 di Lorenzo Serventi e vince il campionato. Seguono le esperienze a: Scandiano, i 4 anni alla Libertas Bologna femminile (assistente in serie A) per poi approdare alla Magika. Qui Paolo ha vinto, nel 2014, anche il premio «Sportivo dell’anno» per la zona della Romagna. Di strada dalla serie C ne ha percorsa ma per fare parte del suo team è richiesto sacrificio. I ritmi di allenamento sono altissimi perché molto aggressivo è il gioco espresso in partita: «Abbiamo, con rotazioni di piccoli gruppi, sessioni di 3 allenamenti: si comincia alle 6.30 e chi non ha fatto il mattino viene in palestra nel primo pomeriggio, infine c’è quello alla sera di squadra». L’amore per i dettagli è maniacale e visto che «un’immagine vale più di mille parole», filma e riguarda con le giocatrici sia il lavoro individuale che le partite appena concluse o quelle ancora da disputare. «Farle sentire protagoniste e coinvolte in quello che facciamo è fondamentale - puntualizza - loro devono volersi allenare una volta in più senza imposizioni, loro devono voler migliorare». Agonismo all’eccesso? «No. In questa società abbiamo capito che non stiamo risolvendo la vita delle ragazze ma regalando loro un’esperienza per la crescita e la possibilità di sostenere in maniera autonoma la propria vita scolastica perché devono continuare a studiare. Oggi vivere di pallacanestro o di sport è quasi impossibile, bisogna prenderne atto e da allenatori non sentirsi padroni delle loro vite». Paolo non parla mai di crisi della pallacanestro femminile semmai di «incapacità di vendita, il confronto con la pallavolo femminile è impietoso. La crisi c’è ma ci sono sport che riescono a convogliare meglio le loro risorse». Tra i mille traguardi ottenuti forse il segreto del successo di Paolo è la frase scritta sul sito della Magika, attribuita all’ex giocatore Nba Allen Iverson: «Puoi avere tutto il talento del mondo ma se non ci metti il cuore, non ho bisogno che tu scenda in campo al mio fianco».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

4commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

8commenti

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

1commento

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

17commenti

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

1commento

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

francia

Auto contro due fermate dell'autobus a Marsiglia, un morto. "Pista psichiatrica"

dai video

Barcellona, ci sono le immagini del terrorista in fuga dopo strage

1commento

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti