12°

19°

Viabilità

Il sindaco: pedonalizziamo il centro

Il sindaco: pedonalizziamo il centro
Ricevi gratis le news
56

Pedonalizzare parte del centro storico: è l'idea lanciata dal sindaco Federico Pizzarotti. Ecco quali sono le strade interessate e i pareri di commercianti e ambientalisti.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesca

    18 Maggio @ 22.02

    Credo che sia una bellissima iniziativa. Il centro è invaso da troppe macchine. È sbagliato pensare che se non passano macchine il centro muore. Anche i commercianti, basta con questi luoghi comuni. La maggior parte della popolazione vive fuori dal centro e arriva in centro con mezzi pubblici o in bici!!! Anzi una centro più vivibile attirerà più persone , più famiglie!!! In via Mazzini , in via Repubblica è' difficile passeggiare con un passeggino , i marciapiedi sono veramente stretti!!! Oggi, tantissime città' europee hanno zone pedonali in centro!! E senza andare troppo lontano, la città di BOLOGNA ha chiuso il traffico al centro da diversi anni!!!! VIa Rizzoli, Via Ugo Bassi e Via Indipendenza!!! E c'è una amministrazione di sinistra!!! Magari si ai mezzi pubblici!!! Credo che bisogna cambiare se vogliamo vivere in città più sostenibili, fatte a misura di persone di bambini e di anziani!!!

    Rispondi

  • Francesca

    18 Maggio @ 22.02

    Credo che sia una bellissima iniziativa. Il centro è invaso da troppe macchine. È sbagliato pensare che se non passano macchine il centro muore. Anche i commercianti, basta con questi luoghi comuni. La maggior parte della popolazione vive fuori dal centro e arriva in centro con mezzi pubblici o in bici!!! Anzi una centro più vivibile attirerà più persone , più famiglie!!! In via Mazzini , in via Repubblica è' difficile passeggiare con un passeggino , i marciapiedi sono veramente stretti!!! Oggi, tantissime città' europee hanno zone pedonali in centro!! E senza andare troppo lontano, la città di BOLOGNA ha chiuso il traffico al centro da diversi anni!!!! VIa Rizzoli, Via Ugo Bassi e Via Indipendenza!!! E c'è una amministrazione di sinistra!!! Magari si ai mezzi pubblici!!! Credo che bisogna cambiare se vogliamo vivere in città più sostenibili, fatte a misura di persone di bambini e di anziani!!!

    Rispondi

  • gigiprimo

    18 Maggio @ 17.05

    vignolipierluigi@alice.it

    Vedo che alcuni sostengono che la città di Parma non è concepita per le auto. Però se ci pensate bene, esclusi interventi peggiorativo, i palazzi d'epoca hanno al loro interno posti per carrozze e cavalli e i porto no non hanno bisogno di allargamento. È comunque diversa l'aria che si respirava in quei tempi, anche per l'odore!

    Rispondi

    • Oberto

      18 Maggio @ 20.17

      meglio l'odore di sterco che le polveri sottili, benzene, NOx, etc. etc. Per me il centro va ulteriormente limitato all'ingresso dei veicoli a motore.

      Rispondi

    • salamandra

      18 Maggio @ 18.50

      In molte famiglie oggi ci sono due automobili o piú. All'epoca dubito ci fosse lo stesso rapporto di carrozze/persone.

      Rispondi

  • Paolo

    18 Maggio @ 17.04

    paolo.regg@email.it

    Gentile amico Filippo, concordo con le Sue osservazioni, anzi io vorrei che nemmeno i disabili abbiano necessità di trasporto in automobile; ma questo nostro ideale si scontra con la realtà delle cose. Per "farci tornare padroni dello spazio che ci spetta" servono vari passaggi preliminari. Qui l'amministrazione vuole fare tutto e subito come se la storia non esistesse. Perché la mobilità è impazzita? Perché la gente ha sempre tanta fretta ed è sempre nervosa? Vi sono più risposte ma un fattore comune è il sistema di "libero mercato" in cui si vuole tramutare quello che era il nostro sistema sociale derivato dai grandi umanisti ed illuminati signori. Il libero mercato richiede il prezzo della libertà della gente diventata numero e schiava del dio denaro, l'unico riconosciuto dal mercato e che impronta anche la politica europea ed ora per gradi quella italiana. È un sistema che va bene negli USA, una nazione praticamente senza storia e costruita negli ultimi 200 anni, impostata sulla mobilità, prima a cavallo poi meccanizzata e quindi con strade adeguate fin dall'inizio. Il mercato per fare il suo mestiere richiede grande movimento delle persone, per inviarle magari lontano dove servono di più ad insindacabile giudizio aziendale: e sono tante automobili sulle strade. Orari sempre più stretti da rispettare: ed ecco altre automobili per le strade. Ecco perché parlare di togliere il traffico dalla città è utopistico. Bisognerebbe, come minimo, tornare a come si viveva serenamente anni fa, quando questa fregola di modernismo ed economia libera non si poneva neanche. Queste parole hanno soltanto scalfito la questione, ci sarebbe ancora tanto da dire. Però non è questo il giusto contesto per un dibattito.

    Rispondi

    • Immanuel

      18 Maggio @ 18.22

      Credo che Lei, sig. Paolo, abbia centrato in pieno il discorso !!! Il tipo di vita dei giorni nostri "impone" l'utilizzo dell'auto. Sicuramente uno stile di vita "sovraccarico" ... ma purtroppo è così ...

      Rispondi

  • filippo

    18 Maggio @ 14.43

    @Paolo: i mezzi pubblici possono, anzi DEVONO poter trasportare persone con disabilità. Questo a prescindere dal centro chiuso o no. Non tutti i disabili possono/devono muoversi in auto. E comunque sarei ben felice di vedere in giro SOLo automobili di persone con disabilità. Il fatto è caro Paolo (e chi lo vorrebbe sindaco) che dai primi del '900 abbiamo regalato le nostre città alle auto private. A mio avviso è tempo di ritornare proprietari della città...di TUTTA la città non solo il centro. Che le nostre città (a differenza di quelle in U.S.A) sono inadatte ad ospitare auto private lo capirebbe anche un bambino. Noi abbiamo bisogno di politici locali e non che riescano a farci tornare proprietari dello spazio che ci spetta. Se vuole un esempio pratico: lungoparma da Ponte dattaro, 4 metri di carreggiata 2 metri per i parcheggi e 1/2 metro per bici + pedoni (che inevitabilmente si scannano). A me così non sta più bene. Le auto private devono essere OSPITI in città, non viceversa!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

AVEVA SOLO 48 ANNI

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

Calcio

Parma, tre punti d'oro

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

polizia

Furgone in sosta in centro per la consegna, spariscono dei vestiti

1commento

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

1commento

SPORT

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

RUGBY

Zebre, crollo nella ripresa: avanti 30-7 perdono 38-33

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va