18°

33°

Viabilità

Il sindaco: pedonalizziamo il centro

Il sindaco: pedonalizziamo il centro
Ricevi gratis le news
56

Pedonalizzare parte del centro storico: è l'idea lanciata dal sindaco Federico Pizzarotti. Ecco quali sono le strade interessate e i pareri di commercianti e ambientalisti.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesca

    18 Maggio @ 22.02

    Credo che sia una bellissima iniziativa. Il centro è invaso da troppe macchine. È sbagliato pensare che se non passano macchine il centro muore. Anche i commercianti, basta con questi luoghi comuni. La maggior parte della popolazione vive fuori dal centro e arriva in centro con mezzi pubblici o in bici!!! Anzi una centro più vivibile attirerà più persone , più famiglie!!! In via Mazzini , in via Repubblica è' difficile passeggiare con un passeggino , i marciapiedi sono veramente stretti!!! Oggi, tantissime città' europee hanno zone pedonali in centro!! E senza andare troppo lontano, la città di BOLOGNA ha chiuso il traffico al centro da diversi anni!!!! VIa Rizzoli, Via Ugo Bassi e Via Indipendenza!!! E c'è una amministrazione di sinistra!!! Magari si ai mezzi pubblici!!! Credo che bisogna cambiare se vogliamo vivere in città più sostenibili, fatte a misura di persone di bambini e di anziani!!!

    Rispondi

  • Francesca

    18 Maggio @ 22.02

    Credo che sia una bellissima iniziativa. Il centro è invaso da troppe macchine. È sbagliato pensare che se non passano macchine il centro muore. Anche i commercianti, basta con questi luoghi comuni. La maggior parte della popolazione vive fuori dal centro e arriva in centro con mezzi pubblici o in bici!!! Anzi una centro più vivibile attirerà più persone , più famiglie!!! In via Mazzini , in via Repubblica è' difficile passeggiare con un passeggino , i marciapiedi sono veramente stretti!!! Oggi, tantissime città' europee hanno zone pedonali in centro!! E senza andare troppo lontano, la città di BOLOGNA ha chiuso il traffico al centro da diversi anni!!!! VIa Rizzoli, Via Ugo Bassi e Via Indipendenza!!! E c'è una amministrazione di sinistra!!! Magari si ai mezzi pubblici!!! Credo che bisogna cambiare se vogliamo vivere in città più sostenibili, fatte a misura di persone di bambini e di anziani!!!

    Rispondi

  • gigiprimo

    18 Maggio @ 17.05

    vignolipierluigi@alice.it

    Vedo che alcuni sostengono che la città di Parma non è concepita per le auto. Però se ci pensate bene, esclusi interventi peggiorativo, i palazzi d'epoca hanno al loro interno posti per carrozze e cavalli e i porto no non hanno bisogno di allargamento. È comunque diversa l'aria che si respirava in quei tempi, anche per l'odore!

    Rispondi

    • Oberto

      18 Maggio @ 20.17

      meglio l'odore di sterco che le polveri sottili, benzene, NOx, etc. etc. Per me il centro va ulteriormente limitato all'ingresso dei veicoli a motore.

      Rispondi

    • salamandra

      18 Maggio @ 18.50

      In molte famiglie oggi ci sono due automobili o piú. All'epoca dubito ci fosse lo stesso rapporto di carrozze/persone.

      Rispondi

  • Paolo

    18 Maggio @ 17.04

    paolo.regg@email.it

    Gentile amico Filippo, concordo con le Sue osservazioni, anzi io vorrei che nemmeno i disabili abbiano necessità di trasporto in automobile; ma questo nostro ideale si scontra con la realtà delle cose. Per "farci tornare padroni dello spazio che ci spetta" servono vari passaggi preliminari. Qui l'amministrazione vuole fare tutto e subito come se la storia non esistesse. Perché la mobilità è impazzita? Perché la gente ha sempre tanta fretta ed è sempre nervosa? Vi sono più risposte ma un fattore comune è il sistema di "libero mercato" in cui si vuole tramutare quello che era il nostro sistema sociale derivato dai grandi umanisti ed illuminati signori. Il libero mercato richiede il prezzo della libertà della gente diventata numero e schiava del dio denaro, l'unico riconosciuto dal mercato e che impronta anche la politica europea ed ora per gradi quella italiana. È un sistema che va bene negli USA, una nazione praticamente senza storia e costruita negli ultimi 200 anni, impostata sulla mobilità, prima a cavallo poi meccanizzata e quindi con strade adeguate fin dall'inizio. Il mercato per fare il suo mestiere richiede grande movimento delle persone, per inviarle magari lontano dove servono di più ad insindacabile giudizio aziendale: e sono tante automobili sulle strade. Orari sempre più stretti da rispettare: ed ecco altre automobili per le strade. Ecco perché parlare di togliere il traffico dalla città è utopistico. Bisognerebbe, come minimo, tornare a come si viveva serenamente anni fa, quando questa fregola di modernismo ed economia libera non si poneva neanche. Queste parole hanno soltanto scalfito la questione, ci sarebbe ancora tanto da dire. Però non è questo il giusto contesto per un dibattito.

    Rispondi

    • Immanuel

      18 Maggio @ 18.22

      Credo che Lei, sig. Paolo, abbia centrato in pieno il discorso !!! Il tipo di vita dei giorni nostri "impone" l'utilizzo dell'auto. Sicuramente uno stile di vita "sovraccarico" ... ma purtroppo è così ...

      Rispondi

  • filippo

    18 Maggio @ 14.43

    @Paolo: i mezzi pubblici possono, anzi DEVONO poter trasportare persone con disabilità. Questo a prescindere dal centro chiuso o no. Non tutti i disabili possono/devono muoversi in auto. E comunque sarei ben felice di vedere in giro SOLo automobili di persone con disabilità. Il fatto è caro Paolo (e chi lo vorrebbe sindaco) che dai primi del '900 abbiamo regalato le nostre città alle auto private. A mio avviso è tempo di ritornare proprietari della città...di TUTTA la città non solo il centro. Che le nostre città (a differenza di quelle in U.S.A) sono inadatte ad ospitare auto private lo capirebbe anche un bambino. Noi abbiamo bisogno di politici locali e non che riescano a farci tornare proprietari dello spazio che ci spetta. Se vuole un esempio pratico: lungoparma da Ponte dattaro, 4 metri di carreggiata 2 metri per i parcheggi e 1/2 metro per bici + pedoni (che inevitabilmente si scannano). A me così non sta più bene. Le auto private devono essere OSPITI in città, non viceversa!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Ladri ancora in azione all'ospedale

ospedale

Ladri ancora in azione: rubati dei computer al Rasori Video

Il furto è stato compiuto nella notte al Day hospital pneumologico

1commento

polizia

Blitz nella notte nelle zone calde a Parma: 82 grammi di droga sequestrati, 5 espulsioni

7commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il piranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

14commenti

Anteprima Gazzetta

Emergenza terrorismo a Parma: il punto con l'assessore Casa

calcio

Antiterrorismo e viabilità, cambia la zona-Tardini (venerdì il "debutto") - La mappa

Posizionate le fioriere anti intrusione in centro - Video

mercato

Matri, è il giorno della firma? Ma il Parma non molla per Ceravolo Video

opening day

Sport, italianità e lealtà: venerdì taglio del nastro della B al Tardini

Prima del match Parma-Cremonese cerimonia con giuramento dei capitani e inno nazionale

1commento

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

6commenti

IL CASO

Il laghetto di Scurano potrebbe sparire

Vignali: "I boschi dell'Appennino stanno seccando" Video

Governo

Politiche sull’acqua: Berselli nominato alla guida del nuovo distretto padano

Accorpate le vecchie autorità di bacino, la sede del nuovo distretto resterà a Parma

LA STORIA

Traversetolese salva un uomo che sta annegando e lo rianima

2commenti

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

1commento

via Spezia

Scoppia la gomma del bus: paura e...ritardo

4commenti

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

11commenti

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

13commenti

ITALIA/MONDO

SVIZZERA

Maxi frana al confine con Valchiavenna, 100 evacuati

TRAGEDIA

Avvistati tre alpinisti morti sul Monte Bianco

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

Usa

Lo squalo attacca, panico in spiaggia

hi-tech

Twitter: l'hashtag ha 10 anni, se ne usano 125 mln al giorno

MOTORI

AUTO

Ferrari: ecco la nuova Gran Turismo V8, un omaggio a Portofino

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente