16°

30°

Per collegare Parma alla Mediopadana

Una navetta per l'alta velocità

Una navetta per l'alta velocità
Ricevi gratis le news
29

Raggiunto il risultato del salvataggio dell'aeroporto «Verdi» grazie all'intervento dell'Unione Parmense Industriali ora si lavora per il rilancio. E tra le prime proposte ecco arrivare una navetta ferroviaria tra la nostra città e la fermata dell'alta velocità a Reggio.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ted turbo il temerario

    13 Giugno @ 02.20

    Parma, benvenuta nel 1960, arriverà finalmente la corriera che collega i poli nevralgici della zona! ci voleva tanto?

    Rispondi

  • Pramzan

    12 Giugno @ 19.01

    La più grossa stupidaggine mai sentita: collegare l'aeroporto di Parma con la TAv di Reggio Emilia... ma per favore... Come dice qualcuno, restiamo coi piedi per terra. Per collegarci con la Tav abbiamo tanto di linea tradizionale che non brillerà per efficienza, ma fidatevi: a Bologna ci si arriva: c'è in media un treno ogni ora. Poi una volta scesi dal treno regionale si raggiunge facilmente il piano di sotto con scale mobili o ascensore, (se piove o nevica non ci si bagna) e si prendono tutti i treni Tav che si vogliono, compresi quelli provenienti dal Veneto che certo non transitano da Reggio Emilia. Volevo anche affermare che in questo discorso non intendo alcuna ipotetica rivalità con Reggio, ma semplicemente una questione di opportunità e buon senso. La fermata TAV è finita a Reggio (anche) per la miopia degli allora locali amministratori, tali Lavagetto sindaco e Truffelli presidente della provincia. Oggi dobbiamo farcene una ragione. Punto e basta. L'eventuale utilizzo del binario che collegava il mercato ortofrutticolo negli anni 50 al fine di raggiungere l'aeroporto (in stile Pisa per intenderci), soffre dell'attraversamento di Strada dei Mercati e quindi praticamente non attuabile a raso con le attuali normative. E men che meno con le disponibilità finanziarie degli enti interessati.

    Rispondi

  • Nicola Martini

    12 Giugno @ 17.25

    Il salvataggio del Verdi è un ottimo risultato ma ad avviso dello scrivente bisognerebbe pianificare i trasporti in modo razionale. Il problema di fondo riguarda l'errore madornale di aver previsto una unica fermata in linea del Tav tra Milano e Bologna, condannando al sottoutilizzo la linea veloce ed impedendo a città di 100/200.000 ab. l'utilizzo dell'Alta Velocità. Il collegamento con la Mediopadana suggellerebbe definitivamente un metodo di pianificare il trasporto AV decisamente poco razionale. Un viaggio tra Parma e Milano C. via Mediopadana richiederebbe almeno 80 minuti quando con un Frecciabianca sulla linea storica ne servono ca. 75. Anziché optare per una infrastruttura fissa (che richiederà adeguamenti infrastrutturali costosi) bisognerebbe iniziare a discutere seriamente di costruire una fermata del Tav in linea a Chiozzola (già servita da una linea c.d. d'adduzione, quella per Suzzara). Una stazione in linea costa in media una ventina di milioni di Euro, non lo sproposito speso per la Mediopadana. Bisogna iniziare a far pressioni sulle Istituzioni locali, regionali e nazionali affinché realizzino che il sistema ad Alta Velocità è una cosa seria e la linea (costruita con risorse pubbliche) va caricata il più possibile e questo può avvenire solo con fermate frequenti. Basta dare una occhiata a cosa capita all'estero (sia in Europa che fuori del Vecchio Continente), per comprendere che nelle zone con alta presenza antropica come l'Emilia i sistemi AV prevedono fermate ogni 30-40 km in media (alle volte meno) e servizi diversificati AV, dalla lunga percorrenza alla breve. Solo in Emilia Occidentale sposando sistemi collaudati da decenni sarebbe sostenibile finanziariamente un servizio con fermate in linea anche a Modena, Parma e Piacenza effettuato con una media di 15/20 coppie di treni AV al giorno per ogni stazione. Se non si entra in quest'ottica Parma diverrà sempre più periferia ed un sistema non raggiungibile agevolmente (oltretutto da una linea ferroviaria che attraversa il proprio territorio) è condannato a ripiegare su se stesso. Per creare un nodo intermodale effettivamente funzionale tra Verdi e AV si deve avere una stazione a qualche chilometro, non a più di 30 km di distanza. Parma (190.000 ab. ca.) ha una Provincia di 440.000 residenti, un bacino d'utenza buono per l'Alta Velocità. Stazioni frequenti aumentano la raggiungibilità ai territori limitrofi e ciò garantirebbe un aumento esponenziale dei passeggeri trasportati annualmente.

    Rispondi

  • Medioman

    12 Giugno @ 15.25

    Che senso ha, collegare l'aeroporto con la TAV? Forse, interessa a qualcuno che "guadagna" sull'operazione. Chi ha paura di volare, continuerà a viaggiare in treno. L'unica cosa sensata è collegare il nostro "piccolo" aeroporto con altri (Milano, Roma, Parigi, e perché no Bologna) che abbiano già una rete efficiente di voli internazionali. Chi si lamenta del costo del parcheggio, stia a casa! Se non è in grado di farsi accompagnare (gratuitamente) all'aeroporto, non è in grado nemmeno di "gestirsi" un viaggio internazionale.

    Rispondi

  • Giuseppe

    12 Giugno @ 14.54

    Rispondo a chi chiede un collegamento ferroviario con la stazione AV Mediopadana : come ho già avuto modo di spiegare tante volte, i binari dell'interconnessione NON sono pensati per un regolare traffico ferroviario; essi sono stati realizzati solo per due scopi : deviare i treni AV sulla storica in caso di guasto alla linea e per permettere ai mezzi d'opera necessari alla manutenzione di potervi accedere . Chi ipotizza altri usi, RACCONTA FROTTOLE ! Volete collegare il Verdi con la Mediopadana quando non esiste neanche un collegamento serio da e verso il centro città !!! Ma per favore......Iniziamo dalle piccole cose e istituiamo una navetta Verdi/parcheggio FS/Verdi. Perchè ,in questa città, le cose piccole e semplici non sono mai accettate ?? Ovvio che, poi, si viene messi da parte !!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti