19°

Rifiuti

Via alla tariffa puntuale

Via alla tariffa puntuale
33

Da domani parte la tariffazione puntuale del rifiuto residuo. Chi più esporrà più pagherà con aumenti fino al 10%

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • filippo

    30 Giugno @ 23.17

    sconto di 18 euro massimo a fronte di aumenti potenziali giganteschi....propongo, non appena superate le esposizioni minime di esporre altrove...( cestini dei parchi ...ect)

    Rispondi

    • Max

      01 Luglio @ 11.28

      Buona proposta ,per integrarla io propongo di portare tutto sotto il parco davanti a casa tua (se ce l'hai). Ci dai l'indirizzo?

      Rispondi

  • Immanuel

    30 Giugno @ 22.24

    Ma a parte le battute di parte politica, voi non avete la sensazione a Parma di essere in balia di Iren? Sta facendo quello che vuole ... raccolta differenziata spintissima con tariffe pesanti, raccolta diurna per le attività e serale per i cittadini (tutto il giorno praticamente), inceneritore e teleriscaldamento e rifiuti da fuori, consulenti pagati dal comune e adesso ti chiedo ancora soldi con la tariffazione puntuale. Pensandoci adesso però c'era da aspettarselo ... in effetti a eleggere i dilettanti ... ma non per sminuire, perché sono dilettanti davvero ...

    Rispondi

    • Maurizio

      01 Luglio @ 08.06

      Immanuel era ora, è tutta la provincia ad essere sotto scacco di iren per il menefreghismo dei sindaci (ricordo, iren ha guadagnai con la differenziata, non ha abbassato la tariffa rifiuti a nessuno pur spendendo meno rispetto a prima e pur avendo incrementato i guadagni, solo due sindaci si sono lamentati con reazioni dell'opinione pubblica opposte, mari di traversetolo che è stato osannato e per bocca di folli pizzarotti che è stato criticato pur avendo detto la stessa cosa di mari, criticato dal partito che ha osannato mari) ma a parma almeno siete ascoltati grazie alle lamentele delle opposizioni e grazie ad un sindaco che in realtà nei fatti ascolta le critiche facendo una marea di passi indietro, a noi di provincia passano se va bene nel giorno stabilito, ogni tanto si dimenticano e se si diemnticano da noi i rifiuti te li devi tenere per due settimane in alcuni casi. Unica cosa però è la tariffazione puntuale, l'ha decisa il comune di parma credo

      Rispondi

  • isa

    30 Giugno @ 18.54

    Scusate io ho una curiosità, se rubano il bidoncino, o lo scambiano, che si fa?ci si trasforma nel commissario Maigret e si denuncia il furto alla iren? Perché ci saranno anche quelli che fregano il bidoncino per usare il codice degli altri, da noi già fregati due volte. E poi tutte le volte che abbiamo messo fuori il rudo dobbiamo correre a vedere la app per controllare che tutto sia andato per il verso giusto o segnarlo sul calendario? La mia vicina ha 85 anni e non credo abbia uno smart phone o il computer, che schifo!

    Rispondi

    • Max

      01 Luglio @ 00.24

      Se te lo rubano ,fai una telefonata a Iren che te ne da uno nuovo con un nuovo codice e blocca il vecchio con il vecchio codice, semplicissimo. Per lo scambio ti consiglio un bel pennarello indelebile e una bella firma almeno riconosci il tuo.

      Rispondi

    • Davide

      30 Giugno @ 21.32

      Isa Isa non si allarmi se glielo fregano chiama il numero verde di Iren e lo fa presente e se ne fa consegnare un altro...per quanto riguarda la app è un servizio aggiuntivo per gli utenti per vedere lo stato dei conferimenti. La signora di 85 anni potrà verificare tutto tranquillamente in bolletta.

      Rispondi

      • Filippo Bertozzi

        01 Luglio @ 19.05

        Dopo circa un mese, e quattro svuotamenti mancati, Iren si ricorderà di lei e le invierà una bella multa per sospetto spargimento rifiuti in luogo non autorizzato...

        Rispondi

    • Vercingetorige

      30 Giugno @ 19.34

      SA , ISA , CHE E' UNA BELLA DOMANDA ?

      Rispondi

  • Vercingetorige

    30 Giugno @ 17.34

    UN PAR DI FROTTOLE ! MANTENENDO LO STESSO NUMERO DI ESPOSIZIONI DI OGGI SI PAGHERA' UN 10 % IN PIU' . Per restare entro i limiti si dovranno diminuire le esposizioni , magari mettendo il proprio sacchettino infame nel bidoncino del vicino , o buttandolo per strada, oppure tenersi più a lungo l' immondizia a fetere in casa. Questo renderà felici quelli che vengono qui a dire che , loro , il "rudo" se lo mangiano e lo trovano buono.

    Rispondi

    • Danilo

      30 Giugno @ 17.54

      Vercingetorige, Folli dice: “quando il sistema sarà a regime varrà come un altro sistema di controllo sui trasgressori: la misurazione degli svuotamenti, infatti, permetterà di segnalare la possibilità di fenomeni di abbandono dei rifiuti e di non utilizzo delle dotazioni corrette”. In pratica il ragionamento di Folli è: “non esponi il residuo, quindi lo butti dove capita”. Mi permetto di dirlo a lei, in quanto questa giunta di incapaci non vedendo il suo bidone non penserà che lei è in vacanza, ma che lei stia facendo il furbetto. E che non le diano pure una multa costringendola poi ad andare all’Iren per dimostrare che lei semplicemente non era a Parma. L’ho buttata un po’ sul ridere, quel che è peggio però che trovano pure degli idioti che difendono questo metodo che fa acqua da tutte le parti. Idioti evidentemente contenti di essere vessati in questo modo.

      Rispondi

      • Vercingetorige

        30 Giugno @ 19.00

        PENSI , SIGNOR DANILO , che io ho una casettina in Trentino - Alto Adige , dove uso comodamente le isole ecologiche , e dove trascorro una parte dell' anno , potendo salire e scendere quando mi pare. Tornando a Parma mi toccherà produrre un sacco di "rudo" per recuperare il tempo perduto...........E' davvero incredibile quali e quante scemenze riescano a fare i fanatici esaltati , credendo addirittura , nella loro allucinata fantasia , di essere Profeti con la Sacra Missione di indottrinare gli altri. QUESTO SISTEMA , COMUNQUE , E' SOLO UN INFIMO TRUCCHETTO PER AUMENTARE LA BOLLETTA !

        Rispondi

      • Filippo Bertozzi

        30 Giugno @ 18.50

        Voglio proprio vedere quale appiglio giuridico proveranno a trovare per giustificare il presunto abbandono di rifiuti: si ritroveranno una marea di contestazioni e saranno costretti a fare marcia indietro, così come hanno fatto (alla chetichella) con chi ha contestato l'illegittima soppressione in corso d'anno scolastico delle agevolazioni previste dal quoziente Parma. Dilettanti allo sbaraglio.

        Rispondi

        • Davide

          30 Giugno @ 19.42

          Si allo sbaraglio ma votati dai Parmigiani questa è la democrazia ah bello!! Abbi pazienza, immagino che ne abbia avuta da almeno trent'anni di malgoverno italico e adesso si straccia le vesti per dei cittadini come Lei che ci hanno messo la faccia e non altro come fanno tanti politici.

          Rispondi

        • Filippo Bertozzi

          30 Giugno @ 20.54

          Non offenda e non confonda la melma con lo stracotto: io le mie promesse e i miei programmi li mantengo. Non faccio l'opposto, fregando gli allocchi che credono alle balle su Facebook...

          Rispondi

  • fortunato

    30 Giugno @ 16.43

    tanto si sa il coltello per il manico ce l' hanno loro. E IO PAGO.

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      02 Luglio @ 03.53

      Questo è il punto: in tutti i servizi, il coltello dalla parte del manico c'è l'ha chi paga, ossia il cliente: i cittadini (o il Comune, se trasliamo il discorso, che però viene complicato dal rapporto malato con Iren, fornitore ma azienda partecipata elargente dividendi). Se, i cittadini per bene contrari a quanto succede, facessero fronte comune sia contro questo indegno sistema di raccolta e tariffazioni, sia contro l'enorme discarica che sta diventando la nostra provincia, sospendendo in blocco i pagamenti della tari, secondo me: a) Parma andrebbe su tutti i media nazionali per qualcosa di inedito, facendo fare una figura di ..... clamorosa a quel contaballe del sindaco e alla sua giunta, costringendo finalmente Grillo a prenderne pubblicamente le distanze; b) comune e Iren sarebbero costrette ad ascoltare i clienti, ossia chi vota e paga tasse e servizi.

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen in vestaglia in Qatar

Moto Gp

Belen in vestaglia in Qatar Foto

L'attore posta video dopo l'infarto: "Pericolo passato"

salvato

Lopez, il video dopo l'infarto: "La paura? Tutto passato"

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

MUSICA

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Lealtrenotizie

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

Femminicidio

La madre di Alessia: «Oggi compirebbe 40 anni»

Incidente

Ubriaco travolge tre ciclisti

Lavoro

Agricoltori contro l'abolizione dei voucher

Intervista

Uto Ughi: «Un buon violino è come una Ferrari»

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Personaggi

Francesco Canali, messaggio di speranza ai malati di Sla

Lutto

Addio a Carlo Carli, pioniere del marketing

Fontanellato

L'ultimo saluto a Fernando Virgili, decano dei geometri

paura

Rogo in un garage a Salso, distrutte 4 auto: matrice dolosa? Video

Comune

Parma, sconto sull'Imu per chi affitta a canone concordato

1commento

carabinieri

Sushi senza "targa", sequestrati 55 chili di prodotti alimentari

Nas e Polizia municipale multano ristorante giapponese

5commenti

sicurezza

Via della Salute a Parma: sorvegliano i residenti

piazzale della pace

Fermato mentre scappa con una boutique (falsa) nello zaino: espulso dall'Italia

Parma

Ponte Romano: al via la riqualificazione. Previsto parcheggio da 40 posti sotto la Ghiaia

Lavori fino all'autunno: posata la prima pietra

13commenti

Parma

Spacciatore arrestato dai carabinieri dopo sei anni di "lavoro"

Accertate almeno 750 cessioni di eroina dal 2011: in cella 36enne tunisino

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

2commenti

EDITORIALE

Europa, la dura realtà dopo le celebrazioni

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

Economia

Stretta sui "compro oro". Ecco cosa cambia Video

Rimini

Cadavere nel trolley: non è la cinese scomparsa in crociera. La vittima è morta di stenti

SOCIETA'

western

Addio ad Alessandroni, il "fischio" più famoso del cinema Video

CONSIGLI

Incontri ravvicinati con i cinghiali? Usate la strategia del torero

SPORT

SPECIALE F1

Buona la prima: la Ferrari di Vettel è davanti a tutti

MOTOGP

Moto: mondiale si apre all'insegna di Viñales, suo gp Qatar

MOTORI

innovazione

La Fiat 500? Adesso si può noleggiare su Amazon

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017