-2°

«Nessun dorma»

In 500 al corteo contro il forno

In 500 al corteo contro il forno
Ricevi gratis le news
29

Alla manifestazione «Nessun dorma» voluta dal Comune hanno sfilato per le strade del centro in circa cinquecento per dire no al potenziamento dell'inceneritore e all'arrivo di rifiuti da fuori provincia. «È una battaglia culturale contro tutti gli inceneritori d'Italia», ha detto il sindaco Federico Pizzarotti. Ma il Pd di Parma, poche ore prima del corteo, ha criticato l'iniziativa, rivendicando parte del merito dell'accordo raggiunto dalla Regione con Iren e Hera.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • giorgio mezzatesta

    13 Luglio @ 11.11

    contro il forno e a favore della salute! A meno che non si pensi che da quel termo esca ossigeno allo stato puro....a meno che non si pensi che i nostri polmoni possano sopportare ogni giorno di respirare quelle piccole particelle che vanno sotto il nome di metalli pesanti, diossina eccc....a meno che non si pensi che quel fumo che esce dal grande camino rimanga sempre per aria e non si accumuli sul terreno dove magari ci sono i pomodori, l'erba medica, le rape eccc...

    Rispondi

    • Vercingetorige

      13 Luglio @ 18.29

      LE PRINCIPALI CAUSE DI INQUINAMENTO ATMOSFERICO ( senz' altro pericoloso per la salute ) NON SONO GLI INCENERITORI . Il richiamo al rispetto dell' ambiente è giusto , ma il terrorismo ideologico è solo speculazione di parte , ed è ciò che si è fatto e , sempre più flebilmente , si continua a fare con l' inceneritore di Ugozzolo .

      Rispondi

  • la rivolta di atlante

    12 Luglio @ 19.18

    la rivolta di atlante

    COME DICEVA IL SINDACO ...??? MAI DISCUTERE CON GLI IDIOTI .... FORSE E' LA RISPOSTA GIUSTA AD UNA MANIFESTAZIONE DI TERRORISMO AMBIENTALE OSCURANTISTA ... SEMBRAVANO ARABI FANATICI CHE INNEGGIAVANO ALLA SCONFITTA DEL DEMONIO AMERICANO E OCCIDENTALE. DIFFIDATE SEMPRE DI CHI URLA E RUMOREGGIA , SPESSO , E' PER COPRIRE LA NULLITA' DELLE SUE IDEE. CHI CERCA DI RISOLVERE I PROBLEMI DEL PIANETA E' MOLTO PIU' CIRCOSTANZIATO E VEDE MOLTE PIU' VARIABILI . DEL TIPO : TROPPA POPOLAZIONE E TROPPO CONSUMISMO MONODOSICO E STRACONFEZIONATO . TAGLIARE I FIGLI E IL PACKAGING E AUMENTARE LE QUANTITA' RIDURREBBE MOLTO DI PIU' CHE DIFFERENZIARE NELLE PICCOLE QUANTITA' ,SPESSO IMPURE, DEI PRIVATI . PER NON PARLARE POI DELLE RISORSE ECONOMICHE BUTTATE VIA NEL POTER COSTRUIRE CENTRALI NUCLEARI SOLO A RIDOSSO DEI CONFINI NAZIONALI ..... VI RICORDATE CHERNOBIL ... ERA A 3.000 KM DALLA SBARRA DELLA DOGANA E CI HA COLPITO LO STESSO.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    12 Luglio @ 11.42

    LETTERATURA SCIENTIFICA ( seria ) Science of the total environment ( Elsevier ) 1 gennaio 2014 Site specific risk assessment of an energy-from-waste thermal treatment facility in Durham Region, Ontario, Canada. Part A: Human health risk assessment. Ollson CA1, Knopper LD, Whitfield Aslund ML, Jayasinghe R. Abstract The regions of Durham and York in Ontario, Canada have partnered to construct an energy-from-waste thermal treatment facility as part of a long term strategy for the management of their municipal solid waste. ............................ Emissions were estimated for both the approved initial operating design capacity of the facility (140,000 tonnes per year) and for the maximum design capacity (400,000 tonnes per year). For the 140,000 tonnes per year scenario, this assessment indicated that facility-related emissions are unlikely to cause adverse health risks to local residents, farmers, or other receptors (e.g., recreational users). For the 400,000 tonnes per year scenarios, slightly elevated risks were noted with respect to inhalation (hydrogen chloride) and infant consumption of breast milk (dioxins and furans), .................. current provincial regulations require that additional environmental screening would be mandatory prior to expansion of the facility beyond the initial approved capacity (140,000 tonnes per year). Therefore, the potential risks due to upset conditions for the 400,000 tonnes per year scenario should be more closely investigated if future expansion is pursued. QUI C' E' , PARI PARI , LA RISPOSTA ALLA RICHIESTA DI IREN DI PORTARE LA CAPACITA' DI UGOZZOLO DALLE ATTUALI 130000 TONNELLATE ALL' ANNO A 195000 , e si tratta di uno studio di ricercatori canadesi , che non hanno nessun interesse in comune con IREN , Comune di Parma , GCR , "grillamento" e quant' altri. Poi, se preferite continuare con zufoli , trombette , tamburelli , pentolacce , compari e comari che si picchiano fra di loro , fate pure |

    Rispondi

    • salamandra

      12 Luglio @ 12.41

      Le indico qualche lettura reale: Air pollution and lung cancer in Trieste, Italy: spatial analysis of risk as a function of distance from sources (non solo inceneritori), Soft-Tissue Sarcoma and Non-Hodgkin's Lymphoma Clusters around a Municipal Solid Waste Incinerator with High Dioxin Emission Levels, Survey on Levels of PCDDs, PCDFs, and Non-Ortho Co-PCBs in Soil and Sediment from a High Cancer Area near a Batch-Type Municipal Solid Waste Incinerator in Japan. Qualcosina di piu' di una simulazione insomma. Poi naturalmente lei inventera' qualche altra scusa per convincersi che gli inceneritori non fanno male, ma mica e' lei che io devo convincere.

      Rispondi

      • Vercingetorige

        12 Luglio @ 12.56

        LEI NON E' IN GRADO DI CONVINCERE NESSUNO DOTATO DI UN MINIMO DI RAZIOCINIO ! Non è neanche arrivato a capire che io non ho mai detto che "gli inceneritori non fanno male" , ma che , nel generale contesto dell' inquinamento ambientale , il terrorismo ideologico su di essi è ingiustificato .

        Rispondi

        • salamandra

          13 Luglio @ 00.03

          E gli articoli di cui le ho riportato il titolo dicono l'esatto contrario. Quindi non è me deve confutare ma loro (e non con un articolo che non è uno studio epidemiologico ma una simulazione).

          Rispondi

        • Vercingetorige

          13 Luglio @ 19.39

          L' ARTICOLO DI RICERCATORI CANADESI CHE HO CITATO E' UNO STUDIO EPIDEMIOLOGICO E NON UNA "SIMULAZIONE" . Veda anche il commento del signor "Hecks" qui sotto . Poi , se lei continua a vedere i demoni della Dea Katharna.............

          Rispondi

        • Hecks

          13 Luglio @ 09.54

          Studi epidemiologici sugli inceneritori ormai si fanno da più di 35 anni ed i risultati continuano ad essere contraddittori e non conclusivi sull'effettiva pericolosità di tali impianti (solito link): https://www.arpa.piemonte.it/arpa-comunica/events/eventi-2007/comba.pdf.pdf Detto che perfino le normali discariche di RSU sono tutt'altro che esenti da rischi per l'ambiente e per la salute di chi risiede vicino. La maggior parte dei paesi del Nord Europa continuano a preferire l'utilizzo dell'inceneritore al conferimento diretto del rifiuto in discarica (arrivando a costruire robe di questo tipo: http://www.a-r-c.dk/amager-bakke/se-byggepladsen-live ).

          Rispondi

    • salamandra

      12 Luglio @ 12.37

      Questi e' uno studio fatto PRIMA di costruire l'inceneritore. Nella parte che sostituisce coi puntini c'e' "planned facility" Quindi una simulazione di quanto le emissioni saranno a norma ((dove norma diverso da sicuro). torni a studiare va'

      Rispondi

      • Vercingetorige

        12 Luglio @ 12.51

        GUARDI , QUELLO CHE DEVE TORNARE A STUDIARE , E SMETTERLA DI CONTAR BALLE , E' LEI ! Nella parte che sostituisco coi puntini , per non occupare troppo spazio sul "forum" , non c' è niente di quel che lei dice. Se vuole posso mandarle l' "abstract" per intero , così tutti lettori possono vedere chi è il bugiardo . Il lavoro dei ricercatori canadesi è stato fatto DOPO l' entrata in funzione dell' impianto , non prima , e lo capisce bene chiunque sappia leggere.

        Rispondi

        • salamandra

          12 Luglio @ 14.33

          http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0048969713007869

          Rispondi

        • Vercingetorige

          12 Luglio @ 17.27

          ScienceDirect is a leading full-text scientific database offering journal articles and book chapters from nearly 2,500 journals and 26,000 books.

          Rispondi

    • Stefano

      12 Luglio @ 12.10

      reinard.alfa@gmail.com

      Possiamo fare come il Canada, costruire centrali nucleari ( quelle non inquinano ) e con i soldi risparmiati dalla produzione energia mandiamo i rifiuti all'estero.

      Rispondi

      • silviococconi

        12 Luglio @ 19.25

        Poi che le centrali nucleari non inquinino e non creino problemi (vedi Fukushima) questo è da vedere !? ...

        Rispondi

        • Vercingetorige

          12 Luglio @ 20.12

          SI , MA AVERLE in Svizzera e in Francia a cinque chilometri dal confine , quanto a rischi , è uguale ad averle qui , e , per di più , comperiamo a caro prezzo l' energia che producono . Senza parlare delle grandi risorse idroelettriche che potremmo avere sulle Alpi e sugli Appennini , ma restano inutilizzate perchè c' è stato il Vajont. L' energia fornita a basso prezzo dalle centrali idroelettriche e dall' ENI di Enrico Mattei è stata quella che ha alimentato il miracolo economico dell' Italia dopo la seconda guerra mondiale ..............

          Rispondi

      • Vercingetorige

        12 Luglio @ 12.43

        Se il Canada ha le centrali nucleari è più furbo di noi , che le abbiamo a pochi chilometri dai nostri confini , quindi corriamo gli stessi rischi che se le avessimo in casa , ma paghiamo fior di quattrini l' energia che ci compriamo. Guardi che , se crede che il Canada abbia da prendere lezioni da Grillo.............

        Rispondi

        • Stefano

          12 Luglio @ 13.31

          reinard.alfa@gmail.com

          Non mi ha capito, in questo caso la penso come lei.

          Rispondi

        • Vercingetorige

          12 Luglio @ 17.22

          Domando scusa . Comunque può anche non essere d' accordo , purchè esprima il suo dissenso in termini che non siano offensivi e non facciano torto al buon senso .

          Rispondi

  • Stefano

    12 Luglio @ 10.59

    reinard.alfa@gmail.com

    Sarà anche una battaglia culturale ma io la vedo come una battaglia persa. 500 su 300.000 abitanti..... Mi sa che non ci ritorna a fare il sindaco.....

    Rispondi

  • OsteGrogno

    12 Luglio @ 09.46

    sandro.grognardi@yahoo.it

    CANCELLARE PRECEDENTE COMMENTO E PUBBLICARE QUESTA VERSIONE, GRAZIE. Commento dell'Oste. Ieri alla manifestazione Nessun_Dorma_Parma_chiAma_Italia di Pizzarotti & Gruppo eravamo presenti da Salsomaggiore Terme di Parma in 7: 3 M5Stelle (1 consigliere comunale) e 4 del Bar. Positivo: bella manifestazione, circa 500-700 persone, molti giovani, molte da fuori provincia, molti M5S e molto associazionismo non politico, ottimi gli interventi dal palco degli associazionisti vari, buoni quelli della giunta M5S e del sindaco, generalisti quelli dei politici regionale e nazionale M5S, e generalista quello della politica nazionale fuoriuscita M5S (potevano i nazionali prepararsi meglio), la gente "comune" si fermava a guardare il corteo dalla finestre e per strada, presenti oltre alle bandiere M5S (tante) e alle bandiere associzionistiche varie, una bandiera comunista ed una bandiera d'Italia. Negativo: un caldo insopportabile, mancanza di segnaletica per i parcheggi preposti alla manifestazione (ma ce n'erano!?), mancanza di punto di ristoro all'arrivo dopo il corteo in piazza per il comizio, eravamo disitratati!, mancanza di bagni chimici a disposizione per 500 persone, mancanza di "sottotitoli" sugli "attori" che si alternavano sul palco di cui molti non sapevi bene chi erano, incidente tra due donne militanti di "fazioni" opposte del M5S (una pro Pizzarotti e una "pro Grillo-Casaleggio") che si sono date del "vergognati" e si sono colpite sulle braccia, subito poi divise. In fine una bella e giusta manifestazione, ma che caldo!!!

    Rispondi

    • Hecks

      13 Luglio @ 09.57

      Successone!!!

      Rispondi

    • silviococconi

      12 Luglio @ 19.33

      Potevate risparmairvi di venire a patire il caldo perchè era una manifestazione del tutto inutile: quando abbiamo spento il puzzone del Cornocchio pechè inquinava veramente a Reggio e Piacenza mica ci hanno fatto la guerra ai ns. rifiuti : li hanno presi anche per senso di solidarietà sociale . E poi se quell'incompetente di Folli organizasse una buona differenziata potrebbe e potreste anche parlare, ma in questo momento mi viene solo voglia di portare il mio residuo (che è cmq. poco) alla farmacia Annunziata o al GCR : che se lo mangino loro !

      Rispondi

    • OsteGrogno

      12 Luglio @ 15.36

      sandro.grognardi@yahoo.it

      il Bar di Salso c'era! http://imageshack.com/a/img537/3792/7MbrPB.jpg

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Sanremo: cantanti e titoli delle canzoni in gara

musica

Sanremo 2018: Elio e le Storie tese e Mario Biondi fra i 20 "big"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

calcio

Il Parma s'accontenta

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

1commento

Gara

La grande sfida degli anolini

1commento

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

viabilità

Incidente in via Mantova sul cavalcavia: disagi al traffico Gallery

incidente

Frontale in via Montanara: due feriti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Odio e insulti sul web: la falsa democrazia

di Patrizia Ginepri

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPAGNA

Igor non collabora con gli inquirenti. Catturato perché forse era svenuto

SPORT

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

Calciomercato

Ancelotti soffia la panchina a Conte

SOCIETA'

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

IL DISCO

Guerre stellari tra solennità e disco music

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande