12°

Il caso

Sui treni senza aria condizionata: proteste

Sui treni senza aria condizionata: proteste
Ricevi gratis le news
7

Aria condizionata assente e viaggi «infernali»: sui treni viaggia la protesta dei pendolari.

Patrizia Celi

Torna il grande caldo e con esso l’afa intollerabile a bordo dei treni. Un problema segnalato da molti pendolari la scorsa settimana e trattato a più riprese dalla Gazzetta. Nel pomeriggio di ieri sono stati tanti i viaggiatori in transito dalla stazione di Parma con fronte gocciolante e magliette bagnate dal sudore.

Nella domenica afosa, caratterizzata dagli andirivieni vacanzieri, i più fortunati sembrano essere stati i passeggeri dei regionali, in particolare quelli delle piccole tratte, che, viaggiando su treni di vecchia produzione, hanno potuto abbassare i finestrini e beneficiare del refrigerio dell’aria corrente (pur soffrendo il connesso rumore,definito dai più «infernale»). «Vengo dalla Liguria e con il mio regionale ho viaggiato benissimo grazie alla ventilazione perfetta, garantita dai finestrini abbassati in tutto il vagone!» - dice ironicamente Gianluca Vitali, turista di Milano con bicicletta al seguito, mentre indica le vetuste carrozze del «trenino» parcheggiato nell’ultimo binario.

I più sfortunati? Quelli obbligati a passare per Genova, ieri nodo di sosta forzata. «Sembrava andasse tutto bene, ma quando il treno si è spento durante la sosta a Genova, anche l’aria condizionata ha smesso di funzionare e così la carrozza è diventata sempre più calda e l’aria sempre più pesante» - racconta Maria Borelli che ha viaggiato sul Frecciabianca.

Aria condizionata a fasi alterne invece su altri treni. «Forse c’è una motivazione, ma non riesco a capire quale – prova a giustificare Sophie Ghamlouche –. Questo Intercity mi ha deluso: costa tanto e siamo dovuti rimanere per tutto il viaggio al caldo».

Ludmier Bleta invece ha viaggiato da Genova a Parma «in un treno ben condizionato, pulito e non troppo affollato». Si è trovato bene anche Noureddine Abidi che ha sorriso alla nostra domanda: «Torno dalla Tunisia, il mio paese, dove il caldo c’è davvero! Ora il viaggio da Milano è andato bene, con aria condizionata funzionante e giusta nonostante ci fosse davvero tanta gente, anche in piedi».

Soddisfatti a metà del loro viaggio su un regionale anche Barbara Intagliata e Fabio Barbagallo:

«Non abbiamo sofferto il caldo, ma c’era davvero tanta gente!» - ci dicono. Anche Chiara Venezia è contenta del suo viaggio verso Parma, perlomeno nella tratta da Bologna. «Invece da Ferrara a Bologna è stato terribile, con un caldo insopportabile» racconta.

Stessa esperienza per Veronica Casula. «Oggi ho viaggiato bene, anche se l’aria condizionata non c’era, e così abbiamo aperto i finestrini. Invece ieri per andare a Modena ero salita su un treno puzzolente e sporco» - spiega la giovane.

Elio Tazzi racconta del suo viaggio sul regionale da Milano, con aria condizionata non funzionante: «Provavamo tutti ad aprire i finestrini e alla fine in tanti ci siamo riusciti; direi che ne abbiamo aperti uno su tre, per respirare un po’». Da segnalare i trucchetti messi in atto dai passeggeri più consapevoli, dotati di ventagli, mini-ventilatori portatili e bevande zuccherate fredde.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Giuseppe

    13 Luglio @ 13.29

    L'attenzione di Trenitalia, come già detto in altri post, è tutta volta verso le comunicazioni AV. Inutile stare lì a menarla........vi assicuro che è così! Per il trasporto Regionale, visto che è un'attività in perdita, sono le Regioni che devono garantire i servizi ai cittadini. Se provaste a prendere un treno TPER, scoprireste dei treni puntuali, puliti e con aria condizionata sempre funzionante. In Trenitalia non c'è nessuno che ha voglia di sprecare quel poco personale disponibile dirottandolo sui convogli regionali..........in particolar modo in questo periodo in cui anche i treni AV stanno avendo un bel pò di problemi. Non dico che sia giusto, ci mancherebbe, ma da "addetto ai lavori" vi assicuro che è proprio così. Anche questo è un aspetto delle riforme che hanno fatto : pochissimo personale, anziano e demotivato.........officine semivuote e penuria di ricambi.............mancanza di controlli ( per poco personale) e, quindi, incremento di atti vandalici...........siamo messi così!

    Rispondi

  • E

    13 Luglio @ 12.33

    Mortale poveretti ....come hanno fatto a resistere scandaloso

    Rispondi

  • Biffo

    13 Luglio @ 11.42

    In compenso Mauro Moretti percepisce 680mila€ annui, poveraccio! Riuscirà a permettersi l'aria condizionata, nel suo misero monolocale?

    Rispondi

    • lorenz

      13 Luglio @ 12.07

      lorenzg64@yahoo.it

      Mauro Moretti non è più A.D. di Ferrovie da oltre un anno...

      Rispondi

      • Monco

        14 Luglio @ 09.52

        Beh al suo posto ci sarà qualcuno che prenderà 500.000 Euro.....Dargliene un po' (tanto !) meno ed investire il resto nel servizio PUBBLICO non sarebbe meglio ?

        Rispondi

  • Francesco

    13 Luglio @ 10.28

    brundofrancesco@libero.it

    Con quel che costano i biglietti ferroviari, l'aria condizionata ed il riscaldamento sono d'obbbligo !

    Rispondi

  • Remo

    13 Luglio @ 07.37

    i progettisti "moderni" fanno i treni senza finestrini, così risparmiano il costo del sistema di apertura degli stessi...

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Lealtrenotizie

bullismo

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

tg parma

Fra la gente di Colorno, tutti al lavoro contro il fango Video

solidarietà

Lentigione, i volontari parmigiani al lavoro per liberare le case dal fango Foto

alluvione

Rischio nuova piena: evacuazione totale di Lentigione Foto

Due intossicati a causa di un generatore elettrico

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Montagna

Corniglio, «class action» contro Enel?

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

grosseto

Abusa della figlia di 5 anni, arrestato

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260