10°

22°

LA CASSAZIONE

«Bonsu? Pusher perché di colore»

«Bonsu? Pusher perché di colore»
Ricevi gratis le news
43

Caso Bonsu, la Cassazione ha derubricato il reato di sequestro di persona in arresto illegale. Ma le parole dei giudici sono pesantissime: «..sin dall'inizio Bonsu è stato individuato come il "potenziale" complice dello spacciatore esclusivamente in quanto persona di colore». Leggi le motivazioni della sentenza sulla «Gazzetta».

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Faro

    29 Luglio @ 10.46

    Basta guardare la provvisionale concessa a Bonsu e confrontarla con altri casi ben più gravi per capire quanto questa storia sia sproporzionata: Processo Bonsu: otto condanne.. Molto delusa la parte civile, che rappresentava la famiglia Bonsu, che si è vista sì riconoscere un diritto al risarcimento del danno e una provvisionale di 135 mila euro; Minacciata con riti voodoo e costretta a prostituirsi a Parma…E ieri, a Reggio, il tribunale ha condannato i due rispettivamehnte a due anni e a sedici mesi. Per entrambi pena sospesa. Per la ragazza, almeno, è stata disposta una provvisionale di 3mila euro. Violentava la figlia della convivente:….. L'ha violentata per cinque lunghi anni, dal 1996 al 2001. Quando ha iniziato, lei aveva solo sei anni e credeva che quelle attenzioni morbose del compagno di sua madre, fossero solo manifestazioni d'affetto…..il tribunale ha condannato l'imputato al pagamento di una provvisionale immediatamente esecutiva di 10 mila euro. Abusò di una 15enne a cui aveva promesso una carriera da modella: condannato…..il 30enne e' stato condannato al risarcimento dei danni in separata sede, con provvisionale di 5 mila euro Finì in coma per un pugno…..Il tribunale di Parma, quando nel febbraio 2006 condannò Narcisi, stabilì una provvisionale di 110mila euro Busseto, picchia due carabinieri e due vigili: condannato….Ieri il giudice gli ha inflitto una condanna ad un anno e otto mesi di reclusione. La pena è stata sospesa e il 36enne, quindi, dopo essere rimasto un mese nel carcere di via Burla, è tornato in libertà. I due carabinieri ed i due vigili aggrediti e feriti sono stati inoltre risarciti con 1500 euro e testa, più 500 euro di provvisionale che l’uomo dovrà saldare subito. Questo significa quindi che, in tutto, dovrà pagare 8 mila euro. Accoltellò un conoscente che rivoleva i soldi prestati: Alla vittima è stata riconosciuta una provvisionale immediatamente esecutiva di 10 mila euro. Dopo tre omicidi sparò all'avvocato…fece fuoco ferendolo gravemente…..riconosciuta una provvisionale da 50 mila euro. la verità sul caso Bonsu ancora deve essere scritta, ma sicuramente non è quella ipotizzata dal pubblico ministero e dai giudici.

    Rispondi

    • MicheleAltro

      30 Luglio @ 09.20

      Per fortuna che ci sei tu ad illuminare la via a pm e giudici con le tue sentenze! Naturalmente tu sai TUTTO del caso nel minimo dettaglio e fai proporzioni oneste, non ti rendi conto della gravità che sia un rappresentante delle forze dell'ordine che detiene un potere IMMENSO rispetto al cittadino a compiere un simile gesto! Potere IMMENSO comprovato dalle omissioni, dall'omertà e dalla falsificazione delle carte e dei verbali dimostrate in tribunale proprio in questo caso! Bravo, hai una carriera da pm, complimenti per la lucidità dimostrate! E per dirla tutta, a te e quell'altro più sotto "labandieraitaliana", le parole dei giudici sono molto pesanti: "Bonsu pusher perché di colore" prevede che abbiano elementi MOLTO più solidi delle vostre cianfrusaglie verbali, forse elementi che affondano negli atteggiamenti stessi di taluni incriminati che sfociano un po' troppo facilmente nel razzismo e violenza, come peraltro dimostrato!

      Rispondi

      • Labandieraitaliana

        30 Luglio @ 11.27

        Se avessero il potere IMMENSO che dici tu sarebbero stati tutti assolti genio! Il fatto che i reati siano stati derubricati é dato dal fatto che nonostante quello che pensi la PM ha cannato clamorosamente solo le modalitá di un arresto! Se gli agenti avessero fatto le cose a modo con gli atti di polizia giudiziaria il caro Bonsu avrebbe potuto eventualmente denunciare solo il razzismo dimostrato dal paio di agenti che evidentemente hanno esagerato nella situazione. Condanne per razzismo peró non mi risultano esistere. Comunque per non farti pensare che sono un partigiano della PM ti dico che ora che le imputazioni sono corrette se ci dovessero essere pene da scontare sarebbe tutto commisurato in modo più equo. Precedentemente è stato tutto un teatrino indegno!

        Rispondi

        • MicheleAltro

          30 Luglio @ 13.57

          ...E forse non lo sai, ma se io dico una cosa e tu il contrario, allora sarà un giudice a stabilire chi ha ragione! Ma se una cosa è affermata da un funzionario statale, ha già una valenza superiore, che io devo smentire con una marea di prove! Se un vigile redige un verbale dove dichiara che io guidavo pericolosamente, anche senza foto o filmati, vale più del mio "no, non è vero" e lo devo smentire con PROVE VERE. Prove che se uno o più funzionari si mettono d'accordo per cercare di sviare, ci vorranno indagini approfondite e molto "pesanti" per arrivare alla verità! In questo consiste il potere IMMENSO, che ha molto più peso di quanto dichiara il cittadino! Perché SI PRESUME già di base che un funzionario sia RETTO E ONESTO nel proprio mestiere, non un VIOLENTO RAZZISTA!!!

          Rispondi

        • MicheleAltro

          30 Luglio @ 13.50

          Il potere IMMENSO è quello che hanno avuto di cambiare le carte in tavola almeno finché non ci si è indagato dentro, scoprendo le magagne e le falle! Ma finché nessuno indaga, resta un potere IMMENSO, poverino che non sei altro! I reati non sono stati ridotti, solo quello di sequestro di persona è stato ridotto! Gli agenti NON HANNO FATTO a modo, la condanna per razzismo c'è ed è un'aggravante di quanto successo! E visto che comunque parliamo di un comportamento penale VIOLENTO ti informo che loro sono ancora dipendenti comunali!!! Questo è veramente scandaloso, ma a te che ti frega, a te basta poter sbandierare la tua bandieruccia pensando che in nome di quella si possa fare tutto...

          Rispondi

        • Labandieraitaliana

          30 Luglio @ 18.14

          Oltre ad essere palesemente maleducato (poi ti lamenti dei vigili) dovresti cercare di aprire un po' i tuoi orizzonti. Incolpare una persona del reato di sequestro di persona è ben diverso da accusarla di razzismo. Il razzismo viene spesso generato dalla poca intelligenza delle persone il sequestro di persona è un atto criminale spietato ti rendi conto della differenza? Quanto scrivo che il ridimensionamento dei fatti è calzante nella vicenda non lo dico per scagionare chi ha evidentemente sbagliato nel suo lavoro ma perchè dall inizio questa storia è sembrata un caccia alle streghe alquanto grottesca Ripeto visto che non leggi ma critichi è basta ORA CHE I REATI SONO GIUSTAMENTE COMMISURATI AI FATTI AVVENUTI CHI VERRÀ RITENUTO COLPEVOLE È GIUSTO CHE PAGHI! Per quanto riguarda il fatto che ancora gli ex vigili siano alle dipendenze del comune ti ricordo che fino al termine del processo o il Comune li sospendeva o è normale che fino a condanna definitiva essi siano li.

          Rispondi

  • gigiprimo

    28 Luglio @ 22.42

    vignolipierluigi@alice.it

    vero la camolam perora è beato, non si sa dove. forse la katya è informata?!

    Rispondi

  • gigiprimo

    28 Luglio @ 22.37

    vignolipierluigi@alice.it

    certo che quelli della cazzatiome non si abbasserebbero mai a fare le ronde e non adesso che hanno tanti anni di odorato servizio. E forse in anni giovanili non hanno nemmeno assolto il servixzio militare. Cosa ne sanno loro di quel che succede nelle strade? Auguro loro di subire quel che passano le famiglie che hanno un ragazzo con dipendenza anche se leggera!

    Rispondi

  • mino

    28 Luglio @ 21.12

    Diciamo le cose come stanno hanno fatto una cazzata ed è giusto che paghino

    Rispondi

  • cicciopasticcio

    28 Luglio @ 20.25

    Io sto con i vigili. Ciccio.

    Rispondi

    • MicheleAltro

      30 Luglio @ 12.06

      Anch'io, quando appioppano le multe a quelli che poi vanno a piagnucolare da certe associazioni perché le tolgano sulla base di fumose e forzate considerazioni poi stroncate dalla giustizia. Così come sto con chi rischia la pelle per combattere le mafie, per combattere la piccola e grande criminalità e lo fa con professionalità, senza preconcetti. Che questi invece -lo dicono anche i giudici con le loro parole- avevano già da ben prima di mettere le mani addosso alla vittima. Quindi si, sto con i vigili anche duri ma ONESTI e che dietro un comprensibile silenzio dicono a sé stessi "quelli sono stati dei c*****i perché adesso ne abbiamo pagato tutti le conseguenze".

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

55 offerte di lavoro

LAVORO

55 nuove offerte

Lealtrenotizie

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

2commenti

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

5commenti

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

SALUTE

Dire addio ai malanni di stagione seguendo semplici suggerimenti

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

9commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

1commento

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

SOCIETA'

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»