11°

17°

L'inchiesta

«Noi, dipendenti della Provincia congelati»

«Noi, dipendenti della Provincia congelati»
Ricevi gratis le news
8

Un profondo e disorientante clima di incertezza ha travolto i circa 400 impiegati della Provincia da un anno e mezzo a questa parte, anche se la trasformazione delle Province era già iniziata ai tempi del governo Monti. Ecco le loro testimonianze.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) utilizzando come modalità di pagamento PayPal

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Paolo

    10 Agosto @ 19.34

    paolo.regg@email.it

    L'abolizione delle Province è spuntata come un fungo dopo la pioggia, senza un cenno del risparmio che garantiva. Dopo anni si è saputo che è di 120 milioni di euro ma con costi aggiuntivi non valutabili. È la riforma più dissennata di questo riformismo senza senno e pasticcione, che tra le altre chicche vorrebbe regalarci un Senato con componenti a mezzo servizio, senza stipendio e che non si capisce bene cosa faranno. Queste, ed altre, sono riforme di facciata; un cambiar tutto perché nulla cambi nei fatti. Le Province avevano compiti importanti ma non conosciuti dalla gente e quindi si è vista la Provincia come un Ente superfluo. Ora che è stato parzialmente eliminato, la dimensione del danno sta venendo a galla giorno per giorno, con risvolti sociali non indifferenti. Ma noi non votiamo i governanti perché facciano danni. Se si voleva davvero riformare la Pubblica Amministrazione, quella locale in particolare, si doveva agire da ben altra parte, razionalizzando, semplificando, ragionando su dati reali e ben noti. E risparmiando molte centinaia di milioni di euro, forse miliardi a regime della vera riforma. Non c'è qui lo spazio per dare un dettaglio dell'alternativa. E poi come si può pensare che un governo di una persona sola, così autoritario ed arrogante, parolaio all'estremo, possa accettare un'idea diversa dalla sua, un suggerimento fattivo. Ahimè qui, in sostanza, si sta ripetendo quel che avvenne nel 1924. Per fortuna i tempi sono cambiati da allora, ma vi sono troppi presupposti.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    10 Agosto @ 18.12

    LA NUOVA LEGGE SULLA RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ABOLISCE ANCHE LA STORICA FIGURA DEL SEGRETARIO COMUNALE . Credete che i Segretari Comunali e tutto il personale delle loro segreterie andranno a vendere sgagnarabbia negli stadi ?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    10 Agosto @ 17.36

    UNO DEI CAPISALDI DELL' ATTUALE RIFORMA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE consiste nell' affermare il principio per cui il "posto pubblico" non è più garantito per tutta la vita . In altre parole anche i Pubblici Dipendenti possono essere licenziati . Vedremo poi cosa succederà in realtà , Son curioso di vedere cosa succederà , visto che c' è mezza Italia , soprattutto al di sotto di certe latitudini , che vive di Posti Pubblici . Forse , alla fine , gli addetti saranno solo spostati da un Ente all' altro. Ricordiamo quel che è successo , ad esempio , col Ministero dell' Agricoltura , che fu abolito con un referendum ( sinceramente non ho mai capito bene perchè ). Il giorno dopo fu tolta la targa con scritto "Ministero dell Agricoltura" , ne fu messa un' altra con la scritta "Ministero delle Politiche Agricole" , e nessuno fece neanche una piega. Non parliamo del Finanziamento Pubblico ai Partiti , abolito a furor di popolo , per essere sostituito dal "rimborso elettorale" . Non credo che i Dipendenti della Provincia rischino davvero il licenziamento , ma è possibile che vengano trasferiti ai Comuni , o alla Regione , o agli Enti Intermedi tra Regioni e Comuni che si ipotizza verranno istituiti , anche se , al momento , nessuno sa bene cosa saranno . Certo può darsi che chi , negli anni , si è fatto il suo comodo "nido" , debba spostarsene.

    Rispondi

  • Jack

    10 Agosto @ 10.08

    Dispiace molto per queste 400 persone, sinceramente. Ma credo che bisognerebbe chiedersi perché debbano esserci 400 dipendenti quando ce ne sono qualche migliaio solo nel comune di parma, per non parlare degli altri 100 comuni della provincia. In qualunque azienda privata questo non sarebbe possibile.

    Rispondi

    • cittadino

      10 Agosto @ 16.10

      signore Lei si deve informare meglio prima di postare altrimenti rischia di fare figure barbine, in special modo quando afferma erroneamente a qualche migliaio di dipendenti comunali a para città (forse sono in tutta la provincia) e stendiamo un velo pietoso sui 100 comuni della provincia SONO 46 le cose à meglio saperle altrimenti si passa.

      Rispondi

  • Oberto

    10 Agosto @ 07.29

    ma ci sono ancora i dipendenti della provincia? e soprattutto , ma la provincia c'è ancora? non doveva sparire secondo Renzi ?

    Rispondi

    • Vercingetorige

      10 Agosto @ 17.12

      L' abolizione delle Province , che , poi , sono state abolite solo parzialmente , è un provvedimento precedente al Governo Renzi.

      Rispondi

    • Vercingetorige

      10 Agosto @ 17.08

      LE PROVINCE CI SONO ANCORA , solo che i Consiglieri non vengono più eletti dai Cittadini , ma nominati dai Comuni del Territorio , e percepiscono , invece della precedente indennità , solo un rimborso spese. LE COMPETENZE DELLE PROVINCE SONO STATE RIDOTTE , come sono stati ridotti i finanziamenti dello Stato , anche se ancora non si capisce bene chi debba fare quello che prima facevano le Province , e con che soldi ....................

      Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

1commento

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

Rubiera

Rubava le bici agli anziani: denunciato pensionato 80enne

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va