11°

Lutto

Ugo Falavigna, l'artista del cioccolato

Ugo Falavigna, l'artista del cioccolato
Ricevi gratis le news
1

Addio al «padre» della pasticceria «Torino»

Nel 1963 inventò la torta Duchessa. Il racconto della sua vita

Mara Varoli

Se ne è andato a 82 anni e in un elegante silenzio l'inventore della «Duchessa». E con quella dolcezza con cui ha ricamato una vita fatta di zucchero e cioccolato. Ugo Falavigna se ne è andato improvvisamente nella notte tra lunedì e martedì: «E' stato il primo che ha importato il cioccolato a Parma imparando all'età di 45 anni da Bernachon a Lione - sussurra la moglie Maria Antonia, che lui chiamava Toni -. E Bernachon lo trattava come un amico, non come un apprendista. Mio marito era un instancabile lavoratore, una persona onesta: il pittore Tessoni lo aveva ritratto, insieme ad altri noti personaggi, con la corona ducale, in omaggio alla sua arte».

La storia del cavaliere della Repubblica Ugo Falavigna non è facile da raccontare perché piena di tante cose «buone». E la città ha perso un uomo che ha contribuito al buon nome di Parma.

Solo quattro mesi fa era scomparso il suo compagno di viaggio, Dino Paini, con il quale Falavigna aveva aperto nel 1957 quella che lui chiamava la sua «bottega» in strada Garibaldi: la famosa pasticceria «Torino». Tuttavia, in un'intervista alla «Gazzetta» Falavigna aveva raccontato che la sua storia era cominciata molto prima: «Nel 1951 ho conosciuto un pasticciere che insegnava nella prestigiosa scuola d'arte bianca di Torino. Mi sono trasferito così in Piemonte e ho iniziato ad imparare: al mattino lavoravo in una pasticceria e al pomeriggio studiavo e seguivo i corsi». Ma Ugo Falavigna voleva di più, la voglia di imparare il mestiere lo portò dal parigino Fauchon: «Fu un periodo di formazione fondamentale ma decisi di tornare a Parma - continuò allora nell'intervista -, dove per tre anni lavorai nella più antica pasticceria della città, la Pagani». Queste le solide basi per avere la capacità di inaugurare e portare avanti al meglio la «Torino» di strada Garibaldi: un vecchio caffè con laboratorio che ben presto uscì dall'anonimato. Perché, in realtà, Falavigna non smise mai di studiare e di viaggiare per perfezionare la sua arte bianca. E in Francia ci tornò più volte. Infatti, sempre in quell'intervista, confessò: «Per fare bene questo lavoro serve un grande amore, fantasia, un tirocinio rigoroso e la voglia di fare cose belle e buone».

Nessuno potrà mai dimenticare quelle vetrine con i busti del maestro Verdi al cioccolato che fece notizia in tutto il mondo. Ma anche le torte (la Duchessa, la torta al limone), gli omaggi alla violetta, le straordinarie uova pasquali e altri capolavori, come la piazza Garibaldi in miniatura, che rendevano la «Torino» unica: meta di buongustai parmigiani e di turisti innamorati del Ducato. Dolci «gioielli», quindi, che Falavigna compose giorno dopo giorno e per 40 anni con il socio Dino, quello dei mitici bigné. Una storia che si intreccia con la passione per la musica classica, per il Teatro Regio, l'ammirazione per i grandi, come per il maestro Arturo Toscanini, per il quale commissionò il busto in bronzo a Maurizio Zaccardi. Statua che si trova ancora senza bacchetta e davanti al Barilla Center dal 2009, nonostante fosse deciso che doveva essere una collocazione temporanea: «Avevo notato - spiegò Falavigna all'inaugurazione - che a parte due busti, uno esposto al conservatorio Boito e l’altro alla Casa della musica, a Parma non c’erano monumenti raffiguranti Toscanini e mi era sembrata una grande mancanza. Così mi sono attivato personalmente». Musica e cultura, ma soprattutto oltre all'amore per la propria città il desiderio di parlare ai giovani per non lasciarli soli e impacciati di fronte alle sfide del futuro: in più occasioni, Falavigna dimostrò di voler lasciare alle ultime generazioni un'eredità importante. Tant'è che ad esempio nel 2008 donò alla scuola internazionale di cucina di Colorno ben 300 libri dedicati in particolare all'arte della pasticceria: un'importante raccolta che andò ad impreziosire la biblioteca di Alma e che gli allievi potevano e potranno consultare durante il percorso di studi.

«Ho perlustrato biblioteche e mercati vari per ricostruire la storia di questa arte - aveva detto il cavaliere in quell'occasione - e, indipendentemente dalla lingua, ho pensato che ogni libro ne rappresentasse un pezzo fondamentale. Con la speranza che i giovani imparino cosa è l'arte bianca».

Personaggi come Falavigna appartengono a una Parma da cartolina. Personaggi che con l'orgoglio nel petto per essere figli del Ducato portano sempre a buon fine la loro missione: quella di lavorare bene, pur nel proprio piccolo, non solo per se stessi e per la famiglia o per dovere, ma anche per fare grande la propria città. Non a caso, tra i tanti riconoscimenti, ha ricevuto l'attestato di benemerenza civica del Sant'Ilario. Figli della provincia che con testa, sacrificio e un po' di ingegno saranno nel tempo ricordati: «Sono io che ho creato, nel 1963, la torta Duchessa e ho fatto conoscere la torta al limone alle parmigiane che la compravano per offrirla, fingendo di averla fatta in casa», aveva confessato. E da quel giorno si passava spesso alla «Torino» alla domenica mattina e per le date comandate: tappa obbligata per concludere il menu della festa. O come diceva lui, «quel tocco in più che rende un pranzo qualcosa di unico. Da non dimenticare». E così che il cavaliere Ugo Falavigna è entrato nella tradizione, cara a Parma e ai parmigiani, che ancora passano di là.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Edi Morini

    15 Agosto @ 22.36

    Grazie di tutto. Grazie per la squisita ospitalità e l'accoglienza di sempre. Porto nel cuore il profumo dell'uva lungo i filari di Vigatto e quello dei tortelli alle erbette che la Toni sapeva preparare con entusiasmo.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

Nadia Toffa

LE IENE

L'annuncio di Ilary Blasi: "Nadia Toffa è tornata a casa"

"Video troppo osè": pop star egiziana condannata a 5 anni di carcere

MUSICA

"Video troppo osé": popstar egiziana condannata a 2 anni di carcere

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Gossip Sportivo

Seredova su Buffon: "Sto meglio da cornuta"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

E-commerce: quando il cliente si sente solo

"SILICON ALLEY"

E-commerce, da Apple a Amazon: quando il cliente si sente solo

di Paolo Ferrandi

Lealtrenotizie

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

ALLUVIONE

Ruspe al lavoro sull'Enza: via al ripristino dell'argine

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

MALTEMPO

Corniglio, staffetta solidale nelle stalle

PARMA

Non ce l'ha fatta Giulia, la 15enne investita da un'auto a Corcagnano

I genitori hanno autorizzato la donazione degli organi

3commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

BASSA

Colorno, diverse famiglie evacuate. Due ponti restano chiusi Video

Aperto un ufficio per le pratiche sulla stima dei danni. L'intervista del TgParma al sindaco Michela Canova

FATTO DEL GIORNO

Acqua e fango a Colorno e Lentigione: milioni di euro di danni

Udienza preliminare per il fallimento della Spip: 4 patteggiano, altri scelgono il rito abbreviato

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

2commenti

MALTEMPO

Superati i massimi storici dei fiumi emiliani

dopo l'alluvione

Lentigione, 100 carabinieri per evitare sciacallaggi. Risveglio nel fango: il video

Piena Enza

Immergas, danni ingenti. Amadei: «Ripartiremo con più forza»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

ITALIA/MONDO

MALTEMPO

Allerta per vento forte in Emilia-Romagna

SVIZZERA

Scontro auto-camion: due morti nel tunnel del San Gottardo

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

VIDEO

La Cittadella del Rugby ospita Reggio. Parla il coach Manghi

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

ospedale

A casa dopo 57 giorni il 15enne in arresto cardiaco salvato al Maggiore

4commenti

MOTORI

SICUREZZA

Crash test EuroNCAP, alla cara vecchia Fiat Punto zero stelle

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS