12°

22°

mobilità

Piste ciclabili a ostacoli

Piste ciclabili a ostacoli
Ricevi gratis le news
19

La mobilità sostenibile a Parma è ancora un miraggio: molte piste ciclabili sono poco invitanti e poco sicure: buche che costringono i ciclisti a continui sobbalzi come in via Emilia est; piante ad altezza uomo sul cavalcavia di via Mantova, nessuna «zebra» ciclopedonale sul Lungoparma e addirittura cinque attraversamenti stradali in piazzale Marsala.

Abbonati per leggere l'articolo integrale pubblicato sulla Gazzetta di Parma in edicola e accedere alle altre notizie esclusive del giornale di oggi

Gweb+ è gratis il 1° mese poi in offerta 1,49€/settimana oppure 6€/mese

Info e Costi

L'abbonamento a Gweb+ consente l'accesso alla versione integrale degli articoli più interessanti del quotidiano oggi in edicola. Al termine del mese di prova potrai continuare ad accedere agli articoli Gweb+con una spesa davvero minima: solo 6 euro al mese Iva inclusa (invece di €8) se scegli come modalità di pagamento PayPal oppure solo 1,49 euro a settimana Iva inclusa (invece di €1,99) se scegli MobilePay (addebito su cellulare)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • fortunato

    20 Settembre @ 17.18

    piste ciclabili , quasi tutte da rifare.....

    Rispondi

  • salamandra

    19 Settembre @ 22.05

    La foto però è ralativa a una pista cicloPEDONALE che è cosa ben diversa da una pista ciclabile. Tanto che i ciclisti non hanno neanche l'obbligo di percorrerla.

    Rispondi

  • sabcarrera

    19 Settembre @ 13.24

    Se le auto sono pericolose andrebbero bandite dal centro citta

    Rispondi

  • BETTA

    19 Settembre @ 13.24

    Ma......e quando le piste ciclabili non esistevano????? Ne approfitto per sottolineare che, in Via Trento, la pavimentazione delle piste ciclabili non mi sembra così 'poco confortevole'......forse sarebbe meglio che certi ciclisti, proprio in via Trento, imparassero ad usarle le piste ciclabili invece di pedalare sulla strada percorrendo il sottopasso della ferrovia incuranti delle automobili. E vogliamo parlare di via Venezia? A me sembra che la pista ciclabile sia più che dignitosa....peccato che, parecchi ciclisti, non solo ne abbiano il rifiuto (voglio ricordare che le piste ciclabili non mordono) ma percorrano via Venezia, in strada, anche in contromano. E vogliamo parlare di viale Tanara e viale Fratti??? Le biciclette fanno lo slalom tra le automobili a volte. Le piste ciclabili sono piene di ostacoli come il cervello di molti ciclisti.

    Rispondi

  • sindaco

    19 Settembre @ 12.32

    vorrei far notare che le piste ciclabili e le corsie degli autobus non si fanno semplicemente disegnando delle righe gialle per terra invece che bianche o mettendo colonnotti o cordoli per ridurre la sede stradale. sono capace anch'io di fare l'assessore alla mobilità così. la prima cosa da fare è studiare se in una data strada C'E' SPAZIO SUFFICIENTE PER FARCI STARE LE COSE CHE SI HA INTENZIONE DI FARCI STARE. Complicato, vero? Perchè lo spazio che si moltiplica da solo non credo sia stati già inventato, o gli amici di grillo l'hanno fatto e io sono rimasto indietro? In molte strade specie centrali la distanza tra le case parallele alla strada semplicemente non è sufficiente a farci stare una sede stradale, un marciapiede, una pista ciclabile e-o una corsia dell'autobus, tutte di larghezza adeguata (e prive di ostacoli artificiali o naturali) e sufficiente a non renderle inutili. la "pista ciclabile"larga mezzo metro in via montanara è l'esempio lampante. ma molte altre sono state fatte semplicemente dividendo a metà o mettendo in condivisione marciapiedi esistenti tra pedoni e ciclisti... e tutte le corsie degli autobus sono state fatte riducendo la sede stradale per gli altri veicoli... ha senso secondo voi vedere viali abbastanza larghi (ma non larghissimi, al'estero ad esempio è molto diversa la situazione, quindi non paragonabile), in cui tutti i veicoli possono circolare senza darsi fastidio (e se se lo danno è perchè i guidatori non sanno guidare, ma questo è un altro lunghissimo discorso), ristretti a dismisura per dividere i flussi, col risultato di averne metà deserti perchè controllati da telecamere (24 ore su 24, quindi anche al di fuori dell'orario di utilizzo, quindi un abuso) e tutti gli altri mezzi (auto, moto) incolonnati e imbottigliati in una sola corsia? perchè questo è ciò che ci aspetta. volente o nolente un pò di veicoli privati per la città ci saranno sempre (già solo quelli dei residenti) quindi il problema si pone eccome. annullarli e pretendere che la gente esca di casa propria col bue e l'asinello è roba semplicemente da fanatici e sognatori.... non credo sia il caso di perdersi in utopie, ma cercare di affrontare al meglio quello che già c'è... e questo è sicuramente più difficile che sognare...

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un boato del pubblico apre il concerto dei Rolling Stones Manda le tue foto

LUCCA

Un boato del pubblico apre il concerto dei Rolling Stones Manda le tue foto

Federica Pellegrini sfila in "paint-kini" a Milano

MODA

Federica Pellegrini sfila in "paint-kini" a Milano

Grande Fratello doccia

televisione

Doccia "hot" della "piccola" Belen: ascolti alle stelle e polemiche

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

Stranieri

Pizzarotti: «Parma insicura? Non è colpa degli immigrati ma dei criminali»

Attacco dell'opposizione

«Il sindaco di Felino si dimetta»

l'agenda

Funghi e non solo: una domenica di sagre e tesori segreti da scoprire

SALSO

Ladri cercano di entrare in una villetta

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

CONCERTO

Nada incanta al Colombofili

NEVIANO

Palestra rinnovata, scolari in festa

CERIMONIA

Due nuovi diaconi, vite nel nome del Signore

PARCO DUCALE

Nella serra piccola del Giardino il «posto delle viole»

Laguna gialloblù

L'«Imperatore» di Venezia

serie B

Riscatto in trasferta per il Parma: Di Cesare firma la vittoria per 1-0 sul Venezia Foto Video

Vittoria preziosa per i crociati, che salgono a 9 punti. Lucarelli fra i migliori in campo. Per i padroni di casa è la prima sconfitta

8commenti

CALCIO

D'Aversa: "Un risultato importante. Abbiamo preso fiducia nel secondo tempo" Video

L'allenatore commenta la vittoria del Parma sul Venezia

calcio

Tommaso Ghirardi torna allo stadio: segue il Brescia con Cellino

L'ex presidente del Parma è tornato al Rigamonti per la prima volta dopo il crac

carabinieri

Giallo a Guardasone: arsenale in un dirupo

MONTAGNA

E' stato trovato il fungaiolo disperso nel Bardigiano

Il 72enne è stanco ma in buone condizioni di salute

bambini

Giocampus Day: è qui la festa (con Paltrinieri) Foto

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La Catalogna e il ritorno delle piccole patrie

di Paolo Ferrandi

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

APPENNINO REGGIANO

Scalatore precipita dalla Pietra di Bismantova: 24enne a Parma in gravi condizioni

TERREMOTO

Ancora una forte scossa a Città del Messico: i palazzi oscillano

SPORT

VENEZIA-PARMA

"Una vittoria meritata sul piano del carattere": il video-commento di Grossi

3commenti

VENEZIA-PARMA

Di Cesare, l'uomo-gol: "Il Venezia, squadra ostica. Abbiamo sfruttato l'occasione" Video

1commento

SOCIETA'

IL DISCO

"Days of future passed", il capolavoro dei Moody Blues che ispirò anche i Nomadi

PARMA

"Musica nera" degli States e lirica: una serata con Brunetto e i fratelli Campanini Video

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery