11°

22°

Dramma

Quando in sala parto entra il lutto

Quando in sala parto entra il lutto
Ricevi gratis le news
0

In Italia una gravidanza su sei finisce con un aborto spontaneo o con la perdita del bimbo al momento del parto. Se ne parlerà giovedì pomeriggio alla biblioteca di Alice, al Parco Ducale. Scopri come, e da chi, i genitori possono essere aiutati ad affrontare il lutto.

Chiara Cacciani

Sembra quasi un lutto fantasma. Forse perchè quella vita è rimasta invisibile agli occhi per tutto il resto del mondo, tranne che per una mamma e un papà. E a volte per una fratellino e una sorellina in attesa di diventare «i maggiori». Forse perchè è così doloroso e paradossale affrontare la morte di una vita non ancora nata, che si vorrebbe subito cancellare. Invece ha un nome, si chiama morte perinatale, e racconta di quelle gravidanze - in Italia una su sei, 2500 famiglie l'anno coinvolte - che si interrompono con aborto spontaneo o che si chiudono con la perdita del figlio al momento del parto. E' per rompere il silenzio che circonda le famiglie, per informare e anche per sensibilizzare i professionisti sanitari che in tante parti del mondo il 15 ottobre si celebra la Giornata mondiale della consapevolezza sulla morte perinatale. E quest'anno anche Parma celebra la «Babyloss awareness day».

L'appuntamento è alle 16 alla biblioteca di Alice, al Parco Ducale, con l'accoglienza e la distribuzione del materiale informativo. Poi alle 17 ci sarà la lettura di una favola per bambini e quello ciò che lega i «babyloss» dall'Australia alla Norvegia: l'onda di luce, l'accensione delle candeline della consapevolezza.

Ad organizzare l'appuntamento parmigiano è l'associazione Ciao Lapo onlus, che a Parma ancora non è ancora presente ma ha trovato l'appoggio della referente del Mippe (Movimento italiano psicologia perinatale) Erika Vitrano.

E' lei che - affiancata dall'ostetrica premio Sant'Ilario 2014 Clelia Buratti e dalla psicoterapeuta Eleonora Russo, vicepresidente di Futura - ha creato la rete dell'evento alla Biblioteca di Alice: dal Comune al Collegio Ostetriche, dall'associazione Futura a Anep, Semi per la Sids, Il Mondo e La Cova. In attesa che da questa giornata possa partire un percorso di iniziative dedicati alle famiglie.

«Il 15 ottobre non sarà ancora un momento per confrontarsi e scambiarsi esperienze, ma una prima opportunità per prendere contatto e rompere questo tabù – spiega Erika Vitrano – Il lutto in generale è un tabù, ma in questo caso, in particolare, i genitori si ritrovano soli». L'esempio è brutale ma efficace: «Si cerca di sostituire, spesso lo chiede il mondo intorno: magari pensando subito a un'altra gravidanza. Come quando muore il cane di famiglia e se ne prende subito un altro. Invece in nessuno di questi casi è utile sostituire». «Nei familiari, negli amici, è una situazione che provoca disagio, che crea le frasi «siete giovani, avete tutta la vita davanti, meglio ora, prima della nascita, che dopo».

Si tende a minimizzare. ovviamente in buona fede. E invece le coppie che hanno perso il loro bambino hanno bisogno che si riconosca il loro dolore, lasciando spazio e tempo per affrontarlo. E' un evento inaspettato e paradossale. Nemmeno chi è stato informato di una gravidanza a rischio è preparato, nè è immune, o è facilitato».

Anche perchè si mescolano sensi di colpa e nostalgia, senso di fallimento e ansia. Cosa si può fare, dunque? «Sarebbe bello e importante che le famiglie riuscissero a salutare il bambino - continua la psicologa -. Anche perchè spesso la mamma lo partorisce, il parto vaginale chiude il ciclo della gravidanza e la produzione degli ormoni del parto aiuta ad avere una ripresa migliore. Sembra tremendo, ma rispetto a chi in queste situazioni ha subito un cesareo, le madri che hanno partorito il loro bambino raccontano di aver superato meglio la separazione da lui e di aver tenuto un ricordo prezioso».

Anche medici e ostetriche sono chiamati in causa. «Gli operatori devono essere preparati a gestire queste situazioni. Una mamma che ha perso il suo bimbo ha bisogno di rispetto: è necessario tenerla lontano da dove ci sono altre mamme con bimbi vivi. E poi i genitori devono avere la possibilità di restare con il loro bambino». E' difficile affrontare questi aspetti - anche ascoltarli e scriverne - ma «per trenta minuti dal parto il bimbo, anche se nato morto, resta caldo e morbido: bisogna dare alle mamme la possibilità di tenerlo con sè, abbracciarlo, vestirlo, anche fotografarlo o prendere l'impronta della sua manina o del suo piede, se lo desiderano. Al momento le reazioni possono essere quelle di non volerne sapere nulla, di cancellare. Ma sappiano che chi non ha voluto o potuto salutare il suo bimbo poi lo rimpiange, e racconta di aver perso qualcosa di importante». Anche per il futuro.

Un'associazione per aiutare i genitori

Sono tre milioni i bimbi «mai nati» ogni anno nel mondo. Circa 2500 famiglie in Italia ogni anno perdono il loro bambino nell'ultimo trimestre di gravidanza o nelle prime ore di vita. Nel 70% dei casi si individuano le cause della morte, ed è un grande aiuto per lo studio della morte in gravidanza. L'Emilia Romagna è tra le regioni più all'avanguardia. Resta però tanto da fare quando le mamme e i papà restano soli con il loro dolore. Nei prossimi mesi anche a Parma l'associazione Ciao Lapo proverà a diventare un punto di riferimento.

..................................

Mamma: news da Parma e dal mondo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter dalla pornostar

storie di ex

Tino attore hard? L'ennesima proposta arriva via Twitter da una pornostar

Primo evento ufficiale per il principe Harry e la fidanzata

gossip reale

Primo evento ufficiale per il principe Harry e la fidanzata Foto

Rolling Stones: gli highlander del rock

Il concerto

Stones: immortali! (Jagger canta in italiano)(Le polemiche)

Notiziepiùlette

Ultime notizie

La parola all'esperto

ECONOMIA

Torna "La parola all'esperto". Inviate i vostri quesiti

Lealtrenotizie

Tajani: «Candidarmi? No, il mio posto è a Bruxelles»

L'INTERVISTA

Tajani: «Candidarmi? No, il mio posto è a Bruxelles»

Allarme

Tetti in eternit nell'ex fornace di Felegara: la paura dei cittadini

Furto

Ennesimo raid al centro diurno Fiordaliso

FIDENZA

Tangenziale Sud, iniziati i lavori

FIDENZA

Uova contro le vetrine dei negozi

Volontariato

Assistenza pubblica, numeri da record

FACCIA A FACCIA

Ateneo al voto, candidati a confronto

COLORNO

Ponte inagibile e treni insufficienti

CARABINIERI

Entrano i ladri, donna finge di dormire per paura di violenze: arrestato 32enne di Sorbolo Video

Arrestato a Reggio Emilia un albanese che abita nel paese della Bassa. I due complici sono riusciti a fuggire

2commenti

COLLECCHIO

Gli agenti fermano un camionista ubriaco e scoprono una storia di sfruttamento 

Un 48enne romeno è stato multato e gli è stata ritirata la patente. Lavora in condizioni molto dure e per pochi soldi per un'agenzia intestata a un italiano

4commenti

COMUNE

Sauro Fontanesi è il nuovo delegato alla Sicurezza del Comune

Fontanesi lascerà il comando della Municipale di Castelnovo Monti. Il suo ruolo: affiancherà l'assessore nella gestione degli interventi

2commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

San Leonardo: furto al centro diurno, nel laboratorio dei disabili

Le anticipazioni della Gazzetta di Parma di domani

tg parma

San Michele Tiorre, trasferiti da Parma i primi 8 migranti Video

4commenti

Via Burla

Rissa fra detenuti, agente ferito a Parma. Il Sappe: "Carcere praticamente in mano ai detenuti"

Il sindacato Sappe ribadisce i problemi di organico della polizia penitenziaria

2commenti

soccorso alpino

Escursionista cade sul monte Caio e batte la testa: ferito un 21enne reggiano

Il giovane è stato portato al Maggiore. Non è in pericolo di vita

AEREI

Ryanair: Confconsumatori chiede un procedimento per omessa informazione ai viaggiatori

Ecco le proposte dell'associazione parmigiana dopo l'incontro all'Enac

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

La piccola vittoria di una grande Merkel

di Paolo Ferrandi

CONTROLLI

Autovelox, autodetector, speedcheck: la mappa della settimana

ITALIA/MONDO

COMO

Morta con fazzoletti in bocca: giallo alla casa di riposo

Fisco

Spesometro: una settimana di proroga

SPORT

serie B

Verso la Salernitana: il Parma già al lavoro a Collecchio Video

RUGBY

Zebre nella storia: prima squadra italiana a vincere in Sudafrica Le foto

SOCIETA'

russia

Fermata una coppia di cannibali: resti umani nel frigo

liceo Marconi

I «ragazzi della 5ª C» (parmigiani) si ritrovano: 30 anni fa e oggi, le foto

1commento

MOTORI

LA NOVITA'

Al volante della nuova Volvo XC60. Ecco come va

auto&moda

Jaguar E-Pace, Debutto con Palm Angels Fotogallery