-7°

Ospedale

Ecco i sei nuovi primari del Maggiore

Sei nuovi primari al Maggiore
2

Sei nuovi primari all'ospedale Maggiore nei reparti di clinica ortopedica, dermatologia, genetica medica, chirurgia vascolare, clinica pneumologica, clinica e terapia medica: scopri nomi e curriculum.

Monica Tiezzi

L'ospedale Maggiore si rinnova: sono sei i nuovi primari che il direttore generale Massimo Fabi e il rettore Loris Borghi presenteranno questa mattina, ma che la Gazzetta è in grado di anticipare: Enrico Vaienti alla Clinica ortopedica; Antonio Freyrie alla Chirurgia vascolare; Alfredo Chetta alla Clinica pneumologica; Claudio Feliciani alla Dermatologia; Antonio Percesepe alla Genetica medica; Riccardo Volpi alla Clinica e terapia medica.

Ad eccezione di Riccardo Volpi, che ha assunto la direzione del reparto dal primo ottobre, tutti gli altri prenderanno ufficialmente servizio il primo novembre, data che, in alcuni casi, coincide con il pensionamento dei predecessori.

Clinica ortopedica

Una delle novità più rilevanti del turnover all'Azienda ospedaliero-universitaria è l'arrivo, dall'ospedale di Vaio dove era direttore dell'ortopedia e traumatologia, di Enrico Vaienti. L'attuale direttore del reparto, Francesco Ceccarelli, resterà comunque al Maggiore, con un programma sulle patologie dell'apparato locomotore. Al posto di Vaienti, alla guida dell'ortopedia di Vaio, dovrebbe andare Galeazzo Concari, medico interno del reparto di Vaio.

Fidentino, 59 anni, Enrico Vaienti si è laureato in medicina a Parma, e si è poi specializzato in ortopedia e traumatologia all’università di Milano e in medicina fisica e riabilitazione all’università di Parma. Dirige l'ortopedia dell'ospedale di Vaio dal febbraio 2007 e dal 2001 è professore associato al Dipartimento di scienze chirurgiche dell'università di Parma.

Chirurgia vascolare

Prende il posto di Pier Franco Salcuni (che resta nel reparto con un programma ad hoc) Antonio Freyrie, in arrivo dall'Università di Bologna, dove è professore al Dipartimento di medicina specialistica, diagnostica e sperimentale. Bolognese ma con famiglia di origini francesi, 55 anni, sposato e con tre figli, Freyrie ha svolto tutta la carriera accademica all'università di Bologna e dal 1996 ha lavorato nella chirurgia vascolare all'ospedale Sant'Orsola di Bologna. «Sono onorato ed entusiasta di venire all'ospedale di Parma, in un reparto, e con un team, che ha fatto grandi cose pur con disponibilità limitate. Spero di essere all'altezza del compito», commenta il suo arrivo a Parma.

Clinica pneumologica

Assume la direzione del reparto, prendendo il testimone da Emilio Marangio (in pensione da lunedì prossimo) Alfredo Antonio Chetta, finora responsabile della struttura semplice dipartimentale di funzionalità polmonare del Maggiore. Laureatosi all’università Cattolica di Roma nel 1978, Chetta si è specializzato nel 1982 in tisiologia e malattie dell’apparato respiratorio all’università di Parma e nel 1985 in fisiopatologia e fisiochinesiterapia respiratoria all’università di Pavia. È professore ordinario in malattie dell’apparato respiratorio e coordinatore della Scuola di specializzazione aggregata delle università di Parma e Ferrara in malattie respiratorie.

Dermatologia

Originario di Chieti, dove si è laureato, Claudio Feliciani è arrivato alla Dermatologia dell'ospedale di Parma nel dicembre 2013, chiamato dal direttore Giuseppe Fabrizi, con il quale aveva lavorato per dieci anni alla clinica dermatologica del policlinico Gemelli di Roma. Sposato e con una figlia, Feliciani, 54 anni, è professore associato di dermatologia ai corsi di laurea in medicina e odontoiatria dell'università di Parma, ed è specializzato in malattie bollose e auto-immuni e nella malattia di Fabry.

«A Parma ho trovato un team affiatato, pieno di giovani appassionati e volenterosi. Si può fare di più, anche per far conoscere la dermatologia di Parma fuori dalla regione e a livello europeo» dice Feliciani. Per Giuseppe Fabrizi, che lascia per limiti di età, si potrebbe prospettare una collaborazione con l'Azienda ospedaliero-universitaria per l'Ospedale dei bambini.

Genetica medica

L'incarico di direttore passa da Tauro Maria Neri, che va in pensione, ad Antonio Percesepe, 51 anni, originario di Pescara. Laureatosi all'università Cattolica di Roma, Percesepe si è specializzato in gastroenterologia ed endoscopia digestiva nella stessa università e poi in genetica medica all'università di Firenze. Nel 1998 ha anche conseguito il dottorato di ricerca in oncologia gastrointestinale all'università di Modena e Reggio Emilia. Ha lavorato all'università Cattolica di Roma, e alle università di Helsinki e di Modena. In quest'ultima è ricercatore di genetica medica. Dal 2008 ha diretto il reparto di genetica medica del Policlinico di Modena.

Clinica e terapia medica

Dal primo ottobre dirige il reparto (precedentemente affidato in via provvisoria a Gian Paolo Ceda) Riccardo Volpi. Parmigiano, 63 anni, sposato, figlio di un medico e padre di una figlia medico, dopo la laurea all'università di Parma Volpi si è specializzato in endocrinologia e malattie del ricambio e in medicina interna. Ha svolto tutta la carriera assistenziale nel reparto che oggi è chiamato a dirigere, prima con Ugo Butturini e poi con Mario Passeri, Roberto Delsignore e Paolo Sansoni. All'ateneo parmigiano Volpi è coordinatore dei corsi di clinica medica nel corso di laurea in infermieristica, docente di clinica medica e geriatria della facoltà di medicina e direttore della scuola di specializzazione in medicina intera. Volpi si è dedicato alla ricerca in campo endocrinologico interessandosi alla funzionalità ipofisaria in condizioni normali e patologiche. «È un grande impegno, anche per il passato prestigioso di questa cattedra e del reparto - commenta la nomina - Farò il possibile per essere all'altezza, con entusiasmo e passione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • stefania

    28 Ottobre @ 14.29

    Non conosco gli altri ma ho avuto il piacere e l'onore di conoscere il Prof. Claudio Feliciani; sono davvero felice che sia stata premiata l' elevata professionalità e la grande umiltà di una persona splendida. Congratulazioni!!!!!!

    Rispondi

  • stefania

    28 Ottobre @ 14.25

    Non conosco gli altri ma ho avuto il grande piacere ed onore di conoscere il Prof. Claudio Feliciani; sono davvero felice che sia stata premiata una grande professionalità oltre che l'umanità di una persona splendida!

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Fa sesso con il pitbull: arrestato un 23enne

usa

Fa sesso con il pitbull: arrestato un 23enne

1commento

MusicaU2, tutto esaurito a Roma. Annunciata la seconda data

Musica

U2, tutto esaurito a Roma: annunciata la seconda data

Eva Herzigova

Eva Herzigova

L'INDISCRETO

Bellezze mozzafiato e vallette a Sanremo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Incidente sulla via Emilia: traffico bloccato a Parola

Fidenza

Incidente sulla via Emilia: traffico bloccato a Parola

CLASSIFICA DEL "Sole"

I sindaci più amati in Italia: Pizzarotti al terzo posto, consenso in aumento

Forte discesa del gradimento fra i cittadini per Virginia Raggi a Roma

14commenti

Parma

Due milioni di euro per ristrutturare il ponte sul Taro

1commento

Parma

Trovati in un giorno 3 veicoli rubati: uno scooter, una Clio e una Fiat Ritmo

Calcio

Il Parma acquista Munari: oggi la presentazione con Edera Video

Il centrocampista ha già giocato con la maglia crociata in serie A e in Coppa Italia

LA STORIA

«Grazie a mio marito ho una nuova vita»

FIDENZA

Meningite, la conferma: non c'è rischio contagio

il caso

Minacce e insulti: Bello FiGo, a rischio concerti di Foligno e Torino

Al rapper parmigiano-ghanese sono state cancellate tre date in meno di un mese

16commenti

Senzatetto

Viaggio fra gli «invisibili». Ed è polemica fra Comune e Diocesi

3commenti

Parma

Terremoto: scossa di magnitudo 2.2 in Appennino

Berceto

Dopo 67 anni la cicogna torna a Pelerzo

La storia

In via Po circondati dal degrado

1commento

Omicidio

«Ho prestato la mia auto a Turco, era solo un favore»

meteo

Domenica coi fiocchi: la neve imbianca il Parmense

Inviate le vostre foto

2commenti

natura

Cronache di ghiaccio: un Appennino di gelida bellezza Foto

Tendenza

Anche a Parma è vinilmania

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Le sfide della città

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

Roma

Si arrampicano sul cancello del Colosseo e cadono: un ferito grave

1commento

BOLOGNA

Stupra disabile nel bagno di un bar: la Lega Nord chiede la castrazione chimica

SOCIETA'

Parma

Giocampus Neve da tutto esaurito

curiosità

E' il "lunedì nero": è considerato il giorno più triste dell'anno

SPORT

auto

L'auto protagonista alla Dakar? La Panda 4x4

tennis

Australia Open: Vinci e Schiavone ko all'esordio

ANIMALI

sant'antonio

Benedizione degli animali a Bannone  Gallery Video

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video