Fidenza

Ladri scatenati, furti a raffica

Ladri scatenati, furti a raffica
Ricevi gratis le news
7

Gioielli, soldi, cellulari, capi di vestiario poi persi per strada: ladri scatenati a Fidenza. Nel mirino quartieri periferici e frazioni. E in centro cantine svuotate a ripetizione. Ecco gli orari più a rischio e le tecniche collaudate per entrare nelle abitazioni.

Gioielli, soldi, cellulari, capi di vestiario: è il bottino arraffato dai ladri durante un raid, sabato, fra il tardo pomeriggio e la prima serata, in alcune abitazioni a San Faustino, Coduro, Cogolonchio. La banda di malviventi, probabilmente sempre la stessa, è entrata in azione dalle 18 in poi, come hanno spiegato alcuni derubati, che erano usciti a quell’ora per andare a fare la spesa.

I ladri, per entrare nella abitazioni, hanno forzato la porta d’ingresso. In località San Faustino, nell’immediata periferia cittadina, dopo aver svaligiato un rustico, arraffando monili in oro, cellulari e vestiti da uomo e da donna, nella fuga, hanno perso alcuni capi di vestiario in un campo. Molto probabilmente i malviventi, al rientro dei padroni di casa, vistisi scoperti, devono avere appena fatto in tempo a defilarsi. E nella fuga attraverso i campi, hanno perso parte dei vestiti arraffati.

Anche in località Coduro, alle porte della città, all’estremità opposta di San Faustino, i ladri hanno ripulito una casa, di oggetti in oro e soldi. Anche qui per infilarsi all’interno, hanno dapprima forzato la porta d’ingresso e quindi approfittando dell’assenza dei padroni di casa, hanno agito indisturbati.

Stesso copione nella frazione collinare di Cogolonchio, dove la banda ha ripulito una casa. I ladri, prima di mettere a segno i colpi, devono avere effettuato un sopralluogo, per controllare le abitudini dei padroni di casa. E quindi, una volta tornati sul posto, dopo avere controllato i movimenti dei residenti, sono entrati in azione. Molto spesso per svaligiare le abitazioni, i malviventi scelgono la fascia oraria fra il tardo pomeriggio e la prima serata.

Nel quartiere Luce, pochi giorni fa, in una cantina di un condominio, erano spariti salumi, vini e olio. Anche in questo caso per entrare, i ladri hanno forzato la porta. Come sempre l’appello rivolto alla cittadinanza dalle forze dell’ordine, è quello di segnalare tempestivamente la presenza di individui che si muovono con fare sospetto vicino alle case e anche auto strane che stazionano vicino a palazzi e aziende. La tempestività della segnalazione è fondamentale per sventare i colpi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Andrea

    28 Ottobre @ 12.53

    Va tutto bene in Italia, la crisi è finita, e stanno tutti bene. Si vede, infatti la criminalità non esiste più. Continuate a credere alla tv, votate sempre Renzi e siate felici di trovarvi la casa svaligliata, ma mi raccomando state tranquilli, la foto sul comodino di Renzi ve la lasciano i ladri.

    Rispondi

  • LISA

    28 Ottobre @ 10.02

    Ma non è neanche normale che io debba spendere 10.000 euro per mettere in sicurezza la mia casa e la mia famiglia con allarme e inferriate........

    Rispondi

  • PEPOMAN

    28 Ottobre @ 08.58

    BASTA CON STE NOTIZIE....NON SE NE PUO' PIU'. LO SAPPIAMO....NON SUCCEDE NULLA ...TANTO QUANDO SI PRENDERA' UN LADRO E LO SI METTERA' IN GALERA PER QUALCHE ANNO ALLORA SI CHE SARA' UNA NOTIZIA....ALTRIMENTI BASTA....BASTA....

    Rispondi

  • xxl

    28 Ottobre @ 07.55

    nilus75

    Il PD dice che non c'è emergenza furti, è tutta colpa della lega che amplifica il piccolo problema per seminare paura e avere più consensi, ora ditemi voi chi ha ragione.

    Rispondi

    • 1999NA

      28 Ottobre @ 10.28

      Chiediti cosa ha fatto la lega quando è stata al governo,(ed al governo con Berlusconi c'è stata diversi anni, con maggioranze nette) per evitare tutto questo.Poi datti la risposta.

      Rispondi

      • xxl

        28 Ottobre @ 11.18

        nilus75

        sicuramente con la lega si stava meglio ora è l'apice dello schifo.

        Rispondi

        • 1999NA

          28 Ottobre @ 21.27

          E' propio vero, che si stava meglio, quando si stava peggio!!!!!

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'impressionante eruzione del vulcano in time-lapse

Filippine

L'impressionante eruzione del vulcano in time-lapse

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

3commenti

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

3commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

5commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

MILANO

Tassista abusivo violenta due giovani passeggere

MALTEMPO

Neve: centinaia di turisti bloccati in Val Senales, situazione critica in Alto Adige

SPORT

tennis

Australian Open: Berdych travolge Fognini, azzurri tutti fuori. Federer ai quarti

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

GIOCATTOLI

I mitici mattoncini Lego compiono 60 anni Video

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova